GP Stati Uniti 2012: Hamilton svernicia Vettel, che vittoria!

18 novembre 2012 22:01 Scritto da: Davide Reinato

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio degli Stati Uniti dopo 56 giri corsi con un ritmo da qualifica, che gli ha permesso di mettersi dietro tutti i rivali. Una gara condotta in maniera intelligente ed arrembante, di quelle che Lewis sa regalare ai suoi tifosi, mettendo grande pressione a colui che regnava incontrastato: Sebastian Vettel.

Il tedesco della Red Bull nulla ha potuto contro la velocità del pilota inglese della McLaren, se non togliergli la soddisfazione di strappargli il giro più veloce, segnato proprio sotto la bandiera a scacchi. Seb ha chiuso a sei decimi da Lewis, tentando di recuperare la leadeship fino alla fine, ma ha comunque guadagnato altri 3 punti sul rivale in campionato, ossia Fernando Alonso.

La Ferrari, ancora una volta, ha cercato di limitare i danni. Dopo la scelta di far arretrare Massa per favorire la partenza dello spagnolo, Alonso ha dato il 110%, spremendo la F2012 fino al ritiro di Webber. Da lì in avanti si è un po’ plafonato, conscio che recuperare sugli alieni lì davanti era impossibile. Il gap tecnico della vettura è decisamente marcato e, al termine della corsa, ritrovarsi con 40 secondi di distacco dai primi due è umiliante. E’ scuro in volto, Alonso, conscio che avere 13 punti da recuperare in una gara è ora al limite dell’impossibile, salvo eclatanti colpi di scena.

In altre parole, solo se Vettel avesse un problema tecnico. La Red Bull festeggia qui il terzo titolo costruttori. Tuttavia, Mark Webber ha accusato un problema tecnico – proprio al famoso alternatore – ritrovandosi così fermo in pista. L’affidabilità sembra ancora il tallone d’Achille della RB8.

Quinto posto per Jenson Button, anche lui autore di una bella gara, grazie ad una strategia diversa rispetto agli avversari. Partito dalla dodicesima posizione con le gomme dure, ha allungato tantissimo il primo stint di gara ed ha poi attaccato gli avversari sul finale, sfruttando le gomme medie nuove. Ci ha regalato un bel duello con Raikkonen ed ha tagliato il traguardo in quinta posizione, alle spalle di Massa.

Benino le due Lotus che chiudono con un piazzamento in zona punti per entrambi i suoi alfieri, con Raikkonen sesto e Grosjean settimo. Si conferma il buon stato di forma di Nico Hulkenberg che, ancora una volta, ha portato la sua Force India in zona punti. Chiudono la top ten i due piloti della Williams, con Maldonado davanti a Senna.

 GP STATI UNITI 2012 – RISULTATI DELLA GARA

POS  PILOTA        TEAM                       TEMPO
 1.  Hamilton      McLaren-Mercedes           1h35:55.269
 2.  Vettel        Red Bull-Renault           +     0.600
 3.  Alonso        Ferrari                    +    39.200
 4.  Massa         Ferrari                    +    46.000
 5.  Button        McLaren-Mercedes           +    56.400
 6.  Raikkonen     Lotus-Renault              +  1:04.400
 7.  Grosjean      Lotus-Renault              +  1:10.300
 8.  Hulkenberg    Force India-Mercedes       +  1:13.700
 9.  Maldonado     Williams-Renault           +  1:14.500
10.  Senna         Williams-Renault           +  1:15.100
11.  Perez         Sauber-Ferrari             +  1:24.300
12.  Ricciardo     Toro Rosso-Ferrari         +  1:24.800
13.  Rosberg       Mercedes                   +  1:25.500
14.  Kobayashi     Sauber-Ferrari             +     1 lap
15.  Di Resta      Force India-Mercedes       +     1 lap
16.  Schumacher    Mercedes                   +     1 lap
17.  Petrov        Caterham-Renault           +     1 lap
18.  Kovalainen    Caterham-Renault           +     1 lap
19.  Glock         Marussia-Cosworth          +     1 lap
20.  Pic           Marussia-Cosworth          +    2 laps
21.  De la Rosa    HRT-Cosworth               +    2 laps
22.  Karthikeyan   HRT-Cosworth               +    2 laps

Giro più veloce: Vettel, 1:39.347

Ritirati 
PILOTA        TEAM                        AL GIRO
Webber        Red Bull-Renault             17
Vergne        Toro Rosso-Ferrari           15

CLASSIFICHE MONDIALI
PILOTI                       COSTRUTTORI
 1.  Vettel       273        1.  Red Bull-Renault          440
 2.  Alonso       260        2.  Ferrari                   367
 3.  Raikkonen    206        3.  McLaren-Mercedes          353
 4.  Hamilton     190        4.  Lotus-Renault             302
 5.  Webber       167        5.  Mercedes                  136
 6.  Button       163        6.  Sauber-Ferrari            124
 7.  Massa        107        7.  Force India-Mercedes       99
 8.  Grosjean      96        8.  Williams-Renault           76
 9.  Rosberg       93        9.  Toro Rosso-Ferrari         22
10.  Perez         66       
11.  Kobayashi     58       
12.  Hulkenberg    53       
13.  Di Resta      46       
14.  Maldonado     45       
15.  Schumacher    43       
16.  Senna         31       
17.  Vergne        12       
18.  Ricciardo     10

220 Commenti

  • Tantissimi complimenti ad Hamilton, vittoria meritata. Ha dimostrato la sua superiorità come pilota. Tira fuori qualcosa di più dalla macchina, vola e svernicia Vettel. Bè, emozionanate!
    Vettel dovrebbe piantarla di prendersela con Karty-coso, cosa avrebbe dovuto dire Schumacher a Zonta nel 2000 in belgio? Bah..
    Alonso, non potendo raggiungere i primi due, ci ha dato palesemente su e si è tenuto un terzo posto regalato..sarà molto difficile, ma “remember brasile 2007 e 2008″ Finali al cardiopalma…magari sarà così o magari Newey inventerà un phon attaccato ai freni che asciuga per terra mentre la macchina va così le red bull saranno imprendibili anche sotto la pioggia…mai dire mai

  • WBrawnSchumy

    Che Pena Che mi fa la MErcedes-Mangiagomme… E pensare che volevano vincere qualche gara quest’anno o almeno arrivare qualche volta piazzati… un disastro è dire poco.

  • Myriam F2013

    E’ stata una strana sensazione vedere per la prima volta insieme sul podio, il trio Hamilton-Vettel-Alonso. Soprattutto per il gelo fra Vettel e Alonso.
    Comunque sono i tre migliori piloti in F1, sintetizzabili così:
    Hamilton velocità e tecnica di guida
    Vettel ritmo forsennato
    Alonso intelligenza tattica e gestione gara

  • hamilton 10 e lode
    vettel 9,5
    massa 10-
    alonso 7
    button 8,5
    webber sv
    raikkonen 6,5
    mercedes 0

  • E comunque mi piacerebbe che qualcuno mi spiegasse come mai Massa si è messo a volare e Alonso si è “seduto”.
    Cosa che ormai sta succedendo da un paio di gare,aggiornamenti sbagliati sulla macchina di Alonso?Sarebbe cosa alquanto grave se fosse questo il motivo.
    Ciao

    • Io credo che ieri una volta uscito di mezzo Webber, Alonso sia sia limitato ad “amministrare”. Tanto sapeva di non poter lottare per la vittoria, quei due là davanti erano imprendibili. Ecco anche spiegato i 40 sec alla fine. Non dico che gli sarebbe arrivato a ridossso, però visti i tempi di Massa, la macchina le potenzialità per andare più forte le aveva. A meno di un set-up sbagliato sulla macchina di Alonso.

      • no…..lo ha fatto solo alla fine, dei 39 secondi di ritardo, oltre 25/26 li ha persi nei primi 7/8 giri a gomme fredde, sia con le morbide e qualcosa in più’ con le dure……

  • a san paolo puo succedere di tutto oltrettutto è prevista pure pioggia..

  • le previsioni sul sito F1 ufficiale..dicono sabato e domenica pioggia.

    Vedremo, sarebbe niente male l’ultima gara sulla pioggia,gia’ dal sabato, con tutte le incognite che si porta dietro.
    Una variabile non indifferente in piu’ che potrebbe scompigliare le carte in mano dei due pretendenti.
    E non e’ detto che sia a vantaggio della ferrari e Alonso, ma almeno sarà un finale thrilling e non gia’ scritto dalla qualifica….in caso di pista asciutta.

  • hulkemberg sta dimostrando di essere veramente un bel pilota….nella seconda parte del campionato ha polverizzato il piu quotato di resta in lungo e in largo…!!

  • Da notare, seppur in contesti totalmente differenti, che Vettel, in termini di punti, nel 2010 si trovava quasi nella stessa posizione nella gara del Brasile, ad Abu Dhabi doveva vincere con Alonso fuori dai primi quattro, ad Interlagos deve accadere la stessa cosa, a parti invertite. Allora 15 punti di gap, oggi 13. Una curiosa coincidenza, con la differenza che la Red Bull è rimasta la prima forza in campo. In altre parole, l’impresa è complessa, ma non ancora del tutto impossibile. Vorrei vedere un finale di campionato più “genuino”, imprevedibile e tutt’altro che scontato, anche se realisticamente direi che le possibilità Ferrari di portare a Maranello il titolo, grossolanamente, si attestano al massimo al 25%.

    • concordo, situazione simile, ma secondo me le possibilità sono molto meno perchè la ferrari è nettamente inferiore…. dovrebbe succedere una sorta di miracolo… SPERIAMO!!!!!!!!

    • Se si parla di numeri soltato ok, ma allora la Red Bull come oggi era nettamente più forte come monoposto. Nel 2010 stavano per perdere un mondiale per non aver saputo gestire i due piloti, vedi incidente in Turchia.
      Però noi ferraristi non smetteremo di sperare.

  • Abbiamo una macchina8ferrari) che ci mette 5 giri in + delle altre per mandare in temperatura le gomme… abbiamo preso più di un secondo e mezzo in qualifica e nonostante tutto alonso è arrivato terzo, spiegatemi cosa deve fare di più un pilota, se questo non è fare la differenza…

    Parlando invece di vettel, ieri che ha trovato un avversario con una macchina quasi e sottolineo quasi alla pari della red bull è arrivato secondo…

    Proviamo a farlo correre con la ferrari di quest’anno e immaginiamo dove sarebbe in classifica…

    • Alonso ha fatto il massimo, il problema è che gli aggironamenti portati hanno rallentato la sua vettura più che renderla competitiva.. lo ha ammesso anche DOmenicali.
      Solo che l’esaltazione di qualcuno, è valida solo per cercare di togliergli i meriti di tutto.

      Solo ALonso con questa Ferrari sarebbe stato capace di arrivare a 13 punti di distacco dalle redbull, penso che nessun altro pilota di F1 sa gestire la corsa come lui.

      Non basta essere veloce a tratti, serve fare punti ed essere veloce sempre.

  • MassimoMugello

    LA SITUAZIONE MI SEMBRA MOLTO SERIA!!!

    la vettura progettata quest’anno è da rifare da zero

    E è NETTAMENTE EVIDENTE che gli aggiornamenti non funzionano,infatti Massa va più veloce di Alonso in qualifica e pure in gara , con la macchina del GIAPPONE,direi che quella è la configurazione migliore!!

    Bocciato il signor Tombazis e company!!

    Qualunque siano i principi con cui lui progetta le macchine, con questo regolamento e vincoli sono tutti da rifare!

    Complimenti alla RED BULL che con l’arrivo di ADRIAN NEWEY si è assicurata anche i prossimi mondiali!!
    Tutto nasca dalla RB5,un prototipo molto valido che viene constantemente evoluto anno dopo anno adattandosi ai regolamenti vigienti in ogni stagione!!

    RB6 ottima
    RB7 devastante
    RB8 alla fine devastante pure quella

    La ferrari non poteva e non puo’ fare più nulla e lo dimostrano gli aggiornamenti FALLITI
    Deve rifare TUTTA LA MACCHINA privilegiando l’aerodinamica!!

    Non è un caso che la RED BULL RB8 che in rettilineo è più lenta della MARUSSIA vinca per 3 anni un mondiale!!

    semplice AEREODINAMICA

    In fondo in un circuito il 60-70% sono curve e non rettilinei , questo è il loro ragionamento, il loro principio di progetto!!!

    TRAZIONE ED AERODINAMICA!

    altro che rettilinei

    Il prossimo anno senza il DRS che sarà debellato la FERRARI sarà ancora più in difficoltà!!!

    ALONSO è il pilota più forte,ma guida la macchina sbagliata!!!

    • penso che quest’anno alonso se la gioca fortemente con hamilton

    • diciamo che laf2012 non ha nessun margine di sviluppo

    • 70 punti piu’ di Hamilton
      13 in meno di Vettel

      Non direi tutto sbagliato. Sono mancati gli aggiornamenti nell’ultimo periodo. Tutto qui

      ovvio che sono anche io dell’idea che bisogna osare di piu’.
      Penso che la faccenda della galleria sia una scusante, la realta’ e’ che manca il “genio” che ti inventa la diavoleria. RedBull ce l’ha!

      • MassimoMugello

        Se ripartisse ora il mondiale la red bull, farebbe la stagione dell’anno scorso!!
        Noi siamo stati competitivi dopo i test svolti qui al Mugello, ma quando la Red Bull ha trovato la soluzione a i sui problemi,legale o illegale che sia, noi siamo tornati la ferrari di inizio stagione!!

        Gli aggiornamenti riguardano solo alettoni, ma il problema sta prevalentemente nella trazione!!

        Il genio dici tu,non penso che NEL MONDO ESISTA SOLO ADRIAN NEWEY, ci sono 12 TEAM e decine di progettisti e consulenti.

        Qui da noi facciamo gare tutte le settimane!!

        Credo più a problemi economici,che al genio di Newey

        guarda caso dice sempre che preferisce la red bulla alla ferrari , e anche RAIKKONEN ha sparato m…. su maranello!!!

    • Il problema è che anche l’anno prossimo avremo una macchina simile. E se pensiamo che proprio per il 2012 la ferrari rivoluzionò la monoposto vista la schifosa macchina del 2011, non c’è da essere allegri per nulla.

  • devo ammettere pure se sa che va via impegno che ci ha messo e incredibile

    • Alla faccia di chi diceva (faccio il nome, IRON MC, tifoso McLaren ) che Lewis dal Giappone in poi avrebbe “mollato” non avendo più stimoli e avendo la testa già alla Mercedes.
      Credo che prima di parlare e emettere sentenze bisognerebbe accertarsi dei fatti reali e non delle chiacchiere da bar.

    • Assolutamente, Lewis mi è sempre piaciuto … ma anche perchè sta capendo che con la Mercedes chissà quando vincerà ancora ……

  • ormai siamo alla fine (finalmente perchè questo campionato mi ha sfinito)e comunque vada posso affermare con certezza che il migliore di questo mondiale e stato Hamilton senza i ritiri per guasti avrebbe vinto lui

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!