Brasile 2006, l’arrivederci di Schumy con quella gara da urlo

20 novembre 2012 16:33 Scritto da: Marco Di Marco

Domenica prossima, l’attenzione di tutti sarà focalizzata sul duello finale tra Fernando Alonso e Sebastian Vettel, con lo spagnolo che proverà una rimonta disperata nei confronti del rivale tedesco. La prova conclusiva del mondiale 2012 resterà negli annali poiché consentirà ad uno dei due contendenti di laurearsi tricampione del mondo. Tuttavia, il Gran Premio del Brasile verrà ricordato anche per il secondo, e stavolta definitivo, ritiro dalla Formula 1 di Michael Schumacher.

Un addio con un sapore di deja vu, poiché già nel 2006, sul medesimo circuito, il Kaiser disse addio alle competizioni sportive. E lo fece regalando al mondo intero una gara da antologia.

Il tedesco era reduce da un disastroso Gran Premio del Giappone, conclusosi anzitempo per la rottura del V8 Ferrari. Fernando Alonso, all’epoca driver Renault e rivale del tedesco per la conquista dell’alloro iridato, approfittò della inaspettata carenza di affidabilità Ferrari per vincere a Suzuka ed arrivare all’ultimo appuntamento stagionale con 10 punti di vantaggio sul tedesco.

L’impresa che si poneva innanzi a Michael appariva quanto meno proibitiva e già dalle qualifiche si capì che sarebbe stato difficilissimo conquistare l’ottavo mondiale piloti. Il tedesco si qualificò decimo in griglia, senza poter stabilire un tempo valido a causa di un problema tecnico sulla sua vettura. Felipe Massa, con quella insolita tuta dai colori brasiliani, conquistò la pole davanti a Raikkonen, Trulli ed Alonso.

Al via, il giovane brasiliano scattò benissimo mentre Schumacher riuscì subito a recuperare 4 posizioni, issandosi al sesto posto. La regia occulta di quel mondiale volle regalare agli spettatori il colpo di scena. Al giro numero 8, dopo l’uscita della Safety Car, Michael andò ad attaccare Fisichella sul rettilineo principale, ma in frenata l’ala anteriore della Renault del romano pizzicò impercettibilmente la ruota posteriore sinistra della Ferrari.

La foratura costrinse Schumacher a percorrere un intero giro al rallentatore per poter ritornare ai box. Le speranze mondiali erano definitivamente svanite. Ma, forse anche con la consapevolezza di non aver più nulla da perdere, il sette volte campione del mondo riprese la gara con una furia mai vista prima.

Rientrato in pista in ultima posizione e con un giro di ritardo, Michael iniziò una corsa disperata fatta di sorpassi stupefacenti conquistando la zona punti a ventiquattro giri dalla fine. Tuttavia, il tedesco non sembrava ancora soddisfatto. Doveva completare l’opera e dimostrare, ancora una volta, di poterne uscire a testa alta.

A nove giri dalla fine Schumacher riagguantò un coriaceo Fisichella, in quinta posizione, che lo fece soffrire non poco per superarlo. Restava ormai poco tempo per godersi gli ultimi istante al volante di una Ferrari di Formula 1 e Michael decise che era giunto il momento di attaccare colui che sarebbe stato il suo erede l’anno successivo, Kimi Raikkonen.

Con una manovra che è rimasta nella storia della F1, Michael attaccò il finlandese alla fine del rettilineo. Raikkonen strinse la rossa verso il muretto ma ciò non impedì al tedesco di resistere e di infilare il muso della sua vettura davanti alla McLaren del finlandese. Un sorpasso magistrale che fece esplodere il boato della folla brasiliana e fece saltare sui divani gli spettatori a casa.

Michael si congedò in quel modo dal suo pubblico, con un quarto posto frutto di una gara stratosferica, dimostrando a tutti che il suo talento e la sua classe non erano ancora appannati come qualcuno riteneva.

Fu così che si chiusa la prima parte della carriera di Michael Schumacher, un uomo diventato una leggenda della Formula 1, amato e idolatrato dai tifosi ferraristi per aver riportato la scuderia di Maranello a livelli che non raggiungeva da troppo tempo ormai.

Questa domenica si chiuderà anche la seconda parte della carriera del tedesco e sarebbe bello poter raccontare della sua ultima gara tutto cuore e talento, al di là del risultato finale.  

156 Commenti

  • eh si me la ricordo quella gara cm fosse ieri

  • ma il sorpasso su 2 williams contemporaneamente alle curva 3 al primo giro? spettacolare

  • Non volevo scatenare un putiferio.;)
    Io non vogli assolutamente togliere meriti a Michael, ci mancherebbe. Ripeto io ho amato Schumi come pochi altri, ho avuto il magone nel 2006 quando decise di smettere e alla sua ultima in rosso avevo una tristezza infinita. E non solo perchè lasciava la rossa, ma proprio perchè smetteva un talento limpido che ci ha donato attimi di vera magia ala guida di una F1.
    Però ho sempre visto Ayrton superiore a Schumi per le cose fatte vedere in pista, di poco ma quel poco che ha reso per me e per molti altri Ayrton il numero uno.
    Spero di essermi spiegato e aggiungo:

    ONORIAMO SCHUMI CHE MANCHERA’ A TUTTI.

    • il putiferio non lo scatena chi, di fronte ad un argomento si confronta liberamente esprimendo la propria opinione……il problema lo crea chi, senza ascoltare ragioni, per far valere la sua di opinione, si esprime in modo sgarbato ed irritante solo per sembrare simpatico…. a chi poi??

  • Questa a Fisichella non l’ho mai perdonata…che brividi,questo si che e’ da leggenda non i recuperi di qualche settimana fa………

      • Certo vale per tutti…sono tifosissimo di Alonso ma Shumi e’ Shumi..se solo avesse avuto una macchina decente…altro che pensione..che peccato

      • e a chi lo dici, le frasi d’amore di montezemolo verso alonso (oltretutto altro non sono che frasi di circostanza) di qualche settimana fa’, dimenticando totalmente chi ha corso per lui e cosa ha fatto (21 anni di magra e chissà’ quanti ancora ne sarebbero passati di anni senza di lui)……ancora non riesco a mandarle giù….vabe’ oggi sono taccate ad alonso, ieri a michael domani chi lo sa…….

  • Ci mancherai Schumi! Non si dimentica un pilota del tuo calibro; grazie per tutto quello che hai fatto in F1 <3 vedendo l’anima che ci hai messo durante questi 3 anni, avresti meritato sicuramente almeno una vittoria….

  • @ schumifan
    Ma non è mica vietato…insomma, Ayrton appartiene al passato e alla storia della F1 come Michael tra pochi giorni, tra l’altro proprio il Kaiser era l’ultimo filo conduttore che ci legava alla F1 anni 90 e ai nostri ricordi più belli.
    Parlare di campioni che hanno fatto la storia di questo sport non è solo doveroso.
    E’ d’obbligo…

  • Ragazzi, buone notizie.
    Andate sul sito Omnicorse e leggete l articolo relativo alla gestione delle gare 2013 di Rai/Sky…
    Per me è molto meglio, e non saro COSTRETTO a fare il pacchetto Sky.
    Ripeto per me va anche meglio come orari (visto il lavoro che faccio ed impegni vari).
    ____
    Riguardo all articolo…
    Che dire, Interlagos 2006 mi ha regalato parecchie emozioni… Un grande Schumy ed un gran regalo per il popolo ferrarista.

    Rimango della mia idea, con un mezzo competitivo era tranquillamente in grado di giocarsi il mondiale, ma la macchina non è stata alla sua altezza.

  • Gara Indimenticabile,sono passati 6 anni ma per me è come se fosse Ieri…

  • @ AyrtonS

    AYRTON SENNA E? INARRIVABILE. STOP!
    DI SENNA C’E’ NE’ STATO UNO ED UNO SOLTANTO.

    Ps: Chi ha spolliciato giù ai commenti di Davide78 e AyrtonS non si è dimostrato rispettoso verso un pilota che ha perso la prorpia vita per inseguire un sogno suo e di tutti quelli che lo hanno tifato.
    Non vi dico nemmeno cosa penso di voi…

      • hahaha!!! Spollicia pure spolliciatore misterioso…poi quando hai finito ficcatelo nel c@@@ il pollice… >=D

      • stai calmo m@gicfra, perché spesso i pollici rissi hanno un nome e se mi avessi dato il tempo, avrei argomentato il mio pollice rosso…….ma visto come ti esprimi, ho perso solo tempo….

    • Quoto.
      Quelli che insultavano Schumacher idolatravano Alesi e Berger, poi hanno cominciato a Idolatrare Schumache rappena questi passò in Ferrari e hanno insultato Alonso che lottava contro la Ferrari, poi hanno dato del traditore a Schumacher una volta passato in Mercedes e cominciato a idolatrare Alonso, vedrai che la storia si ripeterà con un certo Vettel sè il Tedesco, come sembra, andrà in Ferrari.
      Cosa ti apsetti da certa gente ?!!!
      La coerenza certi pseudo-appassionati l’hanno gettata nel c.sso !!!

      • Oddio…sai, noi Ferraristi l’abbiamo un pò questa cosa, ma perchè tifiamo anzitutto la rossa…
        Ayrton però è un caso a parte, va amato per quello che ha fatto come pilota ma anche come persona, inarrivabile, al confronto i piloti moderni sembrano boyscout…io ero piccolo, ma impazzivo per lui, quando è morto avevo nove anni e se non era per schumy e la Ferrari non sarei mai riuscito a guardare i gp con gli stessi occhi.
        Il rispetto anzitutto!!!

      • bravo!!! io sono ferrarista ma quando posso difendo vettel perchè so che se si vestira’ di rosso poi per tutti sara’ il baby fenomeno acqua e sapone educato e simpatico….:)come se shummy e alonso fossero’ stati due cucciolotti prima di venire in ferrari.

      • Perchè per noi conta solo quel Cavallino nero con il rosso attorno…

    • Ma perché in un articolo dedicato a Schumacher dobbiamo iniziare a parlare di senna, di hamilton, di alesi, berger? Per caso l’articolo accenna a loro?Non mi sembra.

      • marinaschumi

        Purtroppo anche noi tra un pò vivremo solo di ricordi

        E i ricordi richiamano altri ricordi
        e il ricordo e il dolore per Ayrton Senna
        resta ancora oggi grandissimo.
        Soprattutto per chi già allora viveva la F1

        Poi se sia più grande uno o l’altro è sempre
        una questione di pareri personali, che io rispetto
        e sicuramente non metto pollice contro.

        Quello che trovo sbagliato è l’usare questo ricordo per andare oltre come purtroppo fanno
        alcuni senza necessariamente essere tifosi di
        Schumi

    • uno è mio e ti dico il perché……quello di paragonare mostri sacri dello sport (in generale) è un “gioco” che da sempre appassiona ed affascina mezzo mondo…….io quando non ci sono al 100% le condizioni, non l’ho quasi mai fatto e purtroppo le condizioni per farlo al 100% non ci sono quasi mai state, perché due mostri sacri in uno sport, non possono e quasi mai sono esistiti contemporaneamente, ma si sono quasi sempre susseguiti……il caso di michael e senna non è molto diverso, infatti quando il tedesco, giovane e spericolato arrivava, Senna, anche se non fosse scomparso, sarebbe successivamente giunto a fine carriera o in ogni caso avrebbe subito un calo fisiologico.
      Detto questo, ci tengo a precisare che non mi permetterei mai di dire che michael è stato superiore, ma non direi nemmeno il contrario, tantomeno mi lascerei condizionare dall’intoccabilità’ che sfiora la santificazione di un pilota, quando purtroppo scompare in pista ed in quel modo.
      Il mio pollice rosso l’ho messo quando ho letto queste parole….: “senna è di un altro pianeta”…..No, questo non lo accetto, posso accettare (e non per forza condividere) l’idea che Senna fosse più’ forte, ma di un altro pianeta , NO…..Michael, il ragazzino che non molto dopo il suo debutto in pista, diede non pochi fastidi al grande Senna, per poi battere tutti i record successivamente, realizzando delle vere e proprie imprese, (questa del video è solo una delle tante ed io le ricordo tutte ma prorpio tutte e non solo le sue) non lo merita.

      • marinaschumi

        “con te al di là di ogni colore”
        questa è stata la mia ultima bandiera per Schumi
        alla partita Nazionale Piloti di Padova del 9 novembre

        mi sono “innamorata” di quel ragazzino nel 1992
        e ricordo non come te tutte le gare ma quasi tutte

        ne sono “innamorata ancora di più” oggi
        e ricordo bene anche le “legnate” che ha preso
        in questi 3 anni

        per me è il massimo della F1, non lo paragono
        la F1 per me è iniziata con lui e finirà con lui

        non sono una sportiva sono una tifosa di Schumi
        e se non è successo nei tre anni dopo il suo ritiro penso che non succederà adesso di avere
        qualcuno che su una macchina da corsa mi fa dimenticare tutto quello che mi sta intorno.

      • ti capisco ed hai fatto bene a specificare che sei una tifosa di michael, perché se non hai vissuto l’epoca, non ha valore prendere delle posizioni…..è normale per chi si è avvicinato a questo sport nel 2000, dire che il campione di sempre è michael, ogni epoca ha i suoi campioni e chi parla di campioni di epoche passate, senza averle vissute, lo fa o per moda o per sentito dire……..

      • senna era di un altro pianeta eccome!! con senna vivo schumacher avrebbe come minimo 2 mondiali in meno!

      • come vuoi…..certo che se quello è il tuo anno di nascita, la tua opinione non conta piu’ di tanto….una cosa è vivere le cose, un’altra è leggerle…

  • @ Ronny e Davide78

    Scusate ero un attimo impegnato cmq…
    Sicuramente Alonso non vuole Hamilton e la Ferrari (purtroppo) ha questa politica di prima guida indiscussa e seconda guida palese, ma la mia speranza è che un giorno arrivi Lewis in Ferrari.
    Io ci spero…con o senza Alonso.
    Fernando mi ha emozionato, ma Lewis, con tutto il rispetto e l’immensa stima e gratitudine che nutro per il mio attuale caposquadra e per tutto quello che ha fatto in questi tre anni, ecco Lewis sarebbe un’altra cosa…mi piace immaginarlo in Ferrari per fare quello che purtroppo non è riuscito ad Ayrton…vincere con la rossa. E poi…chissà…nel 2016 scade il contratto di Alonso…e se Hamilton risolvesse il contratto con Mercedes un anno prima…il gioco sarebbe fatto!!!

    • tra l altro lewis ha un contratto di 2 anni con opzione per il terzo e ancora 30 anni quindi con 4-5 stagione da fare ad altissimo livello..molto dipendera da cosa faranno in mercedes.

    • E’ il mio sogno M@gicFra, Lewis in Ferrari sarebbe da non dormirci più la notte !!!
      Il sogno di vedere Ayrton sulla Ferrari non si è avverato spero si avveri quello di vedere un giorno Lewis, chissà magari per il dopo Alonso, quando Lewis avrà ancora 31 anni.

      • Si ragazzi…è il nostro sogno!!!
        E sognare non costa nulla!!!
        FORZA FERRARI!!!
        W LA FORMULA UNO!!!

      • MçgicFra fossero tutti come te i tifosi della Rossa !!!

  • marinaschumi

    Quel GP me lo sono rivista non so quante volte
    nei tre anni dopo il primo ritiro,
    e riprovo sempre una grande emozione, uno Schumi
    così non lo abbiamo più visto in questi tre anni, non
    perchè gli sia mancata la grinta ma purtroppo gli è mancata la macchina.

    Quella di domenica sarà tutta un’altra gara
    e le sole emozioni che i tifosi di Michael
    vivranno saranno quelle per il suo secondo
    ritiro.

    Ringrazio la Mercedes per averci dato la possibilità
    di rivedere quel casco rosso in pista.
    Rimprovero la Mercedes per avercelo tolto in malo modo.

    Il risultato di questo rientro vuoi per cause
    tecniche vuoi per qualche errore “dovuto alla vecchiaia”
    non ha minimamente intaccato l’affetto che proviamo per
    questo grandissimo pilota che si è rimesso in gioco
    quando non aveva nessuna necessità di farlo
    solo per amore per la F1, amore che ha ampiamento dimostrato in questi 3 anni, ha lottato, ha sbagliato,
    ma per noi suoi tifosi al di là di ogni colore,
    sarà una domenica tristissima.

  • così forse Alonso potrà capire cosa significhi correre l’ultima gara con la quasi consapevolezza di non poter vincere il mondiale a meno di un ritiro dell’avversario…

    Schumy era un alieno… al giorno d’oggi non c’è nessuno che abbia la sua grinta, freddezza e capacità di fare risultati con macchine non sempre al top come lui riusciva a fare…

    Chissà Luigino cosa combinerà il prossimo anno in Mercedes… ma non credo che la sua carriera sarà paragonabile a quella del Kaiser…

  • Devo dire una cosa, col rischio che qualcuno mi si scagli contro.
    Schumi è stato un campione vero, immenso, ha vinto più di chiunque altro. Io l’ho amato per anni, era spettacolare in Ferrari.
    Però il più grande pilota id Formula Uno di tutti i tempi, a detta anche della maggior parte die piloti, non è stato lui ma la leggenda: AYRTON SENNA DA SILVA.
    Lui era di un altro pianeta.

    • Secondo me lo Schumacher dei tempi migliori era un “cannibale” ma il Senna delle gesta eroiche del 1993 è inarrivabile.

      • Concordo. Basta ricordarsi cosa non fece nel 1984 a Monaco, o la gara più bella mai vista a Doninghton Park sotto l’acqua nel 1993.
        E’ stato l’unico pilota extra Ferrari per cui ho tifato. Ero Ferrarista e volevo che la Ferrari vincesse contro di lui, ma amavo comunque Senna per quello che mostrava in pista e se non doveva vincere la rossa, speravo sempre vincesse lui.
        Ho pinato una settimana dopo quel maledetto 1 maggio 1994.

      • Eccoli lì Amico AyrtonS, hanno cominciato a spolliciare in giù !!!

        Purtroppo molti hanno il paraocchi e sono gli stessi che idolatravano Michael Schumacher e insultavano Alonso quando questo era alla Renault e lottava contro la Ferrari…..

      • Vedrai poi come diventeranno tifosi di Vettel dal 2014 in poi !!!

      • Beh bisogna anche aver vissuto l’era Senna. Io l’ho vissuta tutta e non si può non concordare con quello da me scritto se si è osservatori e appassionati obbiettivi.;)

      • se l’hai vissuta e sei davvero obiettivo come sostieni, non puoi non ricordare certi episodi di quando il tedesco ed il brasiliano correvano insieme (intendo il periodo)

    • non sono assolutamente d’accordo e ci sono anche dei “fatti” che lo testimoniano, ma vabe’, possiamo parlarne fino a domenica e sono sicuro che ognuno continuerà’ a pensarla a suo modo, visti i nomi dei piltoi, ci sta’…..pero’ sulla tua frase finale, non c’è nemmeno da discutere, dire che senna era (addirittura) di una altro pianeta……mi sembra assurdo, se solo hai tifato un po’ per il tedesco, chiedi alla redazione di farla cancellare, perché michael proprio non lo merita!!!

      • Oh ora non esageriamo, cancellare cosa? Cosa avreic scritto?
        Io ho tifato alla follia Schumacher in Ferrari. MA Ayrton è stato per moltissimi, piloti compresi, il telento più limpido mai apparso in F1. Cosa c’è di offensivo per Schumi, altro immenso pilota?

      • no no, mi hai frainteso, qui non si parla di offendere, puoi scrivere quello che vuoi (la mia richiesta voleva essere e un tributo)…….secondo me non lo merita, specialmente in un articolo dedicato a lui…..tutto qua

      • Io non vogli assolutamente togliere meriti a Michael, ci mancherebbe. Ripeto io hoh amato Schumi come pochi altri, ho avuto il magone nel 2006 quando decise di smettere e alla sua ultima in rosso avevo una tristezza infinita. E non solo perchè lasciava la rossa, ma proprio perchè smetteva un talento limpido che ci ha donato attimi di vera magia ala guida di una F1.
        Però ho sempre visto Ayrton superiore a Schumi per le cose fatte vedere in pista, di poco ma quel poco che ha reso per me e per molti altri Ayrton il numero uno.

    • Per me Villeneuve, Senna, Schumacher.

  • La Formula uno è fatta di piloti, piste,regole e scuderie. Ma il suo cuore più grande smetterà di battere Domenica : il suo nome è Michael Schumacher 1997 – 2012. Chi farà come/meglio di lui ? Non lo sappiamo, ma non vederlo più in pista sarà un pò come morire dentro. Grazie Michael, immenso e planetario campione del mio cuore. G R A Z I E. “Solo il cielo è più grande di te”.

  • Uno dei gran premi più belli di Michael insieme al gp della Cina sempre nel 2006….

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!