La FIA pensa ad una patente a punti per i piloti di F1

20 novembre 2012 14:49 Scritto da: Giacomo Rauli

Dal Paddock di Austin, notizia riportata anche dal settimanale Autosprint, è girata voce che la FIA starebbe pensando di introdurre una “Patente a punti” per i piloti del Circus di F1 già dalla prossima stagione.

Dopo il caso-Grosjean, il quale è stato il primo driver ad essere squalificato dal 1996 a questa parte, a Parigi avrebbero deciso di limitare le possibilità di compiere scorrettezze introducendo un sistema a punti simile a quello che vige sulle strade del Regno Unito.

Tutti i piloti partirebbero da zero punti. Le eventuali infrazioni nei GP porterebbero punti/malus al pilota protagonista della scorrettezza e, giunti così alla soglia dei 12 punti, il pilota in questione verrebbe automaticamente squalificato e salterebbe la gara successiva.

Chiaramente il tetto (o limite) di punti da raggiongere per incorrere nella sanzione deve ancora essere stabilito, ma il modello che verrebbe adottato in F1 dovrebbe avvicinarsi molto a quello britannico.

Le infrazioni che porterebbero punti/malus ai piloti, non si dovrebbero limitare alle sole “azioni sportive”, bensì anche di comportamento, il quale sarebbe monitorato per tutto il Weekend di gara. Sarebbero conteggiati dunque anche i ritardi alle conferenze stampa, alla parata della domenica mattina e non sarebbero tollerati linguaggi come quelli uditi dal pubblico ad Abu Dhabi, dove Raikkonen e Vettel si sono resi protagonisti di “battute” contenenti parole ritenute eticamente contestabili. I due infatti sono stati poi ripresi da Jean Todt in persona, arrabbiato (e non poco) per ciò che è stato udito in mondovisione.

4 Commenti

  • LaLonzo di Maiale

    Ham deve sperare che non si realizzi…..

  • Bene bene bene………..ummm dunque vediamo un pò,haaa si ma certo ci sono!!!

    Dunque ho capito,si si,ma guarda un pò che carognetta e il Napoleon Toddon della Fia Presidenton!!!
    Questa idea della FIA,cari soci del Blog mi pare che nasconda dei lati diabolici.
    Dunque ragioniamo insieme e mettiamo caso che come quest’anno ci siano due piloti in lotta per il mondiale e che uno dei due venga squalificato per una scorrettezza.Fin qui tutto bene,il ragionamento non fa una grinza,Ma! e c’è un ma grande come una casa……chi come e in che modo e con che misura dovrà valutare gli eventi???
    Aldilà del caso Grojean a SPA,abbastanza evidente,se dovessimo prendere in considerazione “l’episodio Rosberg”per esempio,quello di quest’anno dove per ben due volte all’uscita dei box(non mi ricordo la gara) ha ostacolato Hamilton e poi Alonso(corregetemi se sbaglio) quasi mandandoli fuoripista ed ostacolandoli,come lo giudicherebbero?Mi ricordo che qui sul Blog ci fù un ampia discussione con pareri diametralmente opposi,tanto comunque che dopo quell’episodio la FIA,come al solito in ritardo,varò delle modifiche al regolamento poichè la situazione non era affatto chiara.
    E che dire poi quando ,per il mio punto di vista incolpevolmente,Shumacher con gomme fredde ,dopo la ripartenza della Safety car andò a colpire(parliamo di Singapore)
    De la rosa?
    Ecco ,voglio dire se un pilota fosse in corsa per il mondiale o a caccia di punti per il campionato costruttori,con che metro e con che parametro si potrebbero giudicare certi episodi che magari non hanno niente,in chi li ha provocati,dell’antisportivo ma sono solo errori di chi guida al limite?
    La FIA, se introducesse questa patente a punti,non farebbe altro che introdurre l’ennesima macchiavellica arma diabolica con il rischio di inficiare ulteriormente il lato sportivo delle corse.
    Non è possibile,voglio dire,giudicare tutto a priori e prima che succeda,e poi mi sembra che linee guida e regole di base già ci siano,che bisogno c’è ogni volta di incasinare sempre tutto.
    Per il resto lasciamo stare che mi sembra di tornare all’asilo,comunque a punto gia che ci sono potrebbero passare a controllare se si sono lavati i denti prima di partire.

    Regola1.1/a denti non lavati prima della gara=1punto di penalizzazione

  • CLAMOROSO!!!!!!!!!!!!!
    A quanto pare dopo aver letto l’articolo Charlie Waiting avrebbe fatto domanda di assunzione assieme ad altri 4 guidici di gara nel corpo dei vigili urbani!!!!!!
    Un altro rumors invece sostiene che Romain Grosjean sia stavo avvistato aggirarsi nei corridoi del palazzo FIA in lacrime e con un cartello tra le mani con su scritto:
    Please! Don’t do that!!!! =D

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!