Boullier: “Grosjean è ai livelli di Hamilton”

21 novembre 2012 11:43 Scritto da: Davide Reinato

Proprio ieri ci interrogavamo sul perché la Lotus non avesse ancora rinnovato il contratto di Romain Grosjean, nonostante la stagione sia ormai al rush finale. A chiarirci le idee ci ha pensato proprio il team principal della squadra di Enstone, Eric Boullier.

Il manager francese non fa segreto del fatto che Romain è un pilota molto veloce, ma con qualche problema di costanza. “Il bilancio della sua stagione è piuttosto positivo, ma c’è ancora un asterisco accanto al suo nome. Lui è capace di andare veloce e fare corse superbe. Delle volte, sembra fare corse davvero convincenti e stare ai livelli dei più grandi. Non possiamo nascondere, però, che si è un po’ perso ed ha commesso qualche errore di troppo. In particolare, l’incidente di Spa Francorchamps lo ha destabilizzato”.

Nonostante ciò, Boullier sembra – tra le righe – voler confermare la fiducia al connazionale. “Sappiamo che ha un grosso potenziale da far venir fuori. Per me, lui è un ragazzo a livello di Hamilton e di altri piloti validi della F1. Ma Roma non fu costruita in un giorno. Se riuscirà a chiudere la stagione in maniera positiva, penso che vedremo realmente un Grosjean con un grosso potenziale per il futuro e sono sicuro che saprà sfruttarlo”.

47 Commenti

  • se parliamo di piloti giovani che fanno la differenza a me piaciuto Maldonado a Singapore… cioè ha rifilato al suo compagno una manciata di secondi ed è andato oltre Il mezzo. Poi grosjean non si può paragonare a Hamilton.. ma nemmeno x scherzo. l’inglese è il pilota più veloce in f1.. Alonso e vettel a seguire.

  • simonemontella

    prima di dire certe cavolate riflettete..gli stessi livelli di hamilton??domani verrà fuori che è addirittura il nuovo schumy..forza lewis

  • Cmq secondo me è sbagliato come principio quello di fare paragoni tra i piloti, ci sono troppe caratteristiche da confrontare e troppe variabili esterne e interne che le influenzano.
    Grosjean ha un sacco di talento, se cresce nel modo giusto potenzialmente è un top driver, così come Perez. Devono entrambi “imparare a pensare a 300 all’ ora”. Se Boullier dice che Romain ha molto talento credo che questo sia condivisibile…cmq ha ragione Alesì: questo ragazzo è gestito malissimo, anche se il tuo compagno di squadra è il tuo primo avversario credo che nel caso di un debuttante in squadra con un campione del mondo si debba optare per un approccio più da apprendista che da rivale, poi i risultati arrivano…

  • Prima il trofeo Bandini a Bruno Senna, ora Grosjean uguale ad Hamilton, la prossima? Magari sarà “Red Bull, La storia della F1″.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!