Ferrari: in Brasile Qualifiche nere. Alonso 8°

24 novembre 2012 18:46 Scritto da: Diego Mandolfo

Qualifiche amare quelle di Interlagos per la Ferrari. Si temeva, si sapeva di dover rincorrere McLaren e Red Bull. Ma alla fine solo Massa, quinto a oltre mezzo secondo dal poleman Hamilton, si è piazzato subito dietro gli alfieri di Woking e Milton Keynes. Alonso, con l’ottavo tempo a quasi 8 decimi dal battistrada, finisce addirittura dietro anche Maldonado, poi arretrato di dieci posizioni per non essersi fermato ai controlli FIA, e Hulkenberg. Lewis è quindi in pole, davanti a Button, Webber e uno scurissimo Vettel, quarto per un piccolo errore nel giro decisivo della Q3. Poi Massa, quindi il tedesco della Force India e infine Fernando, settimo. McLaren e Red Bull sono su un altro pianeta, non c’è stato nulla da fare. Qualche minuto prima dell’inizio della Q1 è arrivato uno scroscio di pioggia, sufficiente a bagnare la pista: i sostenitori della Rossa hanno sperato, ma, nonostante qualche rigagnolo d’acqua lungo il tracciato, il circuito si è presto asciugato.

La Ferrari ha sempre sofferto di sottosterzo, con Alonso che non riusciva a stare sufficientemente vicino ai punti di corda delle curve più impegnative. In Q2 i due porta-colori di Maranello hanno addirittura rischiato di non passare il turno, chiudendo nono e decimo, ai margini della top ten. Una prestazione, quella della F2012, che comunque delude a prescindere delle condizioni della pista: asciutta/bagnata. Le noie di questa monoposto rimangono le stesse, i limiti identici: manca carico aerodinamico. Inoltre qui si è notato un evidente sbilanciamento di carico, con un retrotreno con troppo più downforce rispetto all’anteriore, cosa che non ha consentito, soprattutto allo spagnolo, di avere una macchina precisa e domabile in curva.

Durante queste Qualifiche, più le condizioni della pista si stabilizzavano e più la temperatura dell’asfalto si alzava, più il gap delle due Rosse rispetto alle dirette concorrenti aumentava. Adesso si spera solo nella pioggia, che potrebbe rimescolare le carte e dare ad Alonso qualche chance in più. Ma l’asturiano parte davvero molto indietro, con i suoi avversari molto lontani, con il suo compagno di squadra davanti (che non accetterà, stavolta, alcuna retrocessione come ad Austin… sarebbe increscioso e poco elegante), e con un altro ostacolo da scavalcare: la Force India.

Questo il commento a caldo di Alonso: “E’ dura, è dura come sempre, come lo è stata per tutto l’anno. Da Austin a qui non è cambiato niente. Non esistono più assetti da bagnato, c’è il massimo di carico aerodinamico sia su asciutto che su bagnato. Ad Abu Dhabi e in Texas siamo partiti settimi o ottavi e poi abbiamo recuperato posizioni. Quindi anche qui l’obiettivo è finire sul podio“.

Realista il tono delle parole del Team Principal Ferrari, Stefano Domenicali: “Siamo in una posizione difficile. Domani dovremo fare una gara impeccabile e basta. Felipe è andato forte. Sono state qualifiche difficili, ma sono contento per lui. Sembra che domani possa piovere, vedremo“.

48 Commenti

  • scandaloso………… tutto il mondo ferrari spera nella pioggia…

  • Zermiani dixit…alonso nelle fasi finali dei mondiali stecca spesso…e siamo a 6 gare consecutive…soffiamo forte,deve assolutamente piovere!

  • riscossa rossa

    ragazzi, buona sera a tutto il sito, in breve:
    le variabili ci sono per sperare.
    Se Massa riesce a passare in partenza Vettel io dico che qualcosa succederà………
    E poi le rosse partono dal lato buono…… il biondino lattinaro no……..
    la pioggia, il Brasile sono altri piccoli vantaggi…….
    insomma dita incrociate e anatema sull’alternatore della lattina n.1!!!!!

  • Un acquazzone che fa partire tutti dietro la SC?!
    Che gara interessante!
    No, Grazie!

  • Invece per quanto riguarda il team Ferrari, spolliciatemi pure, ma trovo scandaloso che non si sia riusciti nemmeno a mantenere gli equilibri, ma addirittura adesso ci troviamo sul livello di Force India e Williams, da un po’ di tempo ogni gp facciamo un passo indietro in qualifica, non è possibile!!!
    Passi il non riuscire a raggiungere la RedBull, ma vedersi raggiungere pian piano anche da Force India ecc è veramente scandaloso!!!
    Menomale che il mondiale finisce domani altrimenti fra 3 o 4 gp ci troveremmo a combattere con le Marussia

  • Mi sono stancato di illudermi. Questa f2102 è un bidone, abbiamo solo il miglior pilota del mondo. Se Alonso ci molla e va alla RedBull non potro mai biasimarlo. Siamo una barzelletta. Ci hanno umiliati tutti.

  • Alonso è l’unico che non può venir rinproverato in Ferrari, se non fosse per lui quest’anno il mondiale sarebbe finito già da una o 2 gare sicuramente….

    Ora è un po’ in calo? Può essere, può dipendere da la frustrazione per la piega presa da SPA in poi e per tutti gli aggiornamenti portati senza alcun risultato, il vedersi pian piano sfuggire il titolo dalle mani non aiuta certo il morale, specie quando cominci a superare i 30 anni…

    Oppure i motivi possono essere altri che non sappiamo, vi ricordate l’Hamilton dell’anno scorso? Sembrava la brutta copia di quello attuale e anche di quello dell’anno precedente…….. Sono persone non robot, anche loro possono avere momenti un po’ sotto tono

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!