Domenicali: “Mondiale perso a Spa e Suzuka”

25 novembre 2012 23:42 Scritto da: Mario Puca

Il grande proverbio dice che “con i se e con i ma non si fa la storia”, ed è giusto così, perché le variabili da tenere in considerazione quando si fanno calcoli così complessi sono davvero moltissime. In Ferrari, però, qualche “se” e qualche “ma” se lo concedono, e forse giustamente. Perché quando perdi (o non vinci, che dir si voglia) un mondiale per tre miseri punti dopo 20 corse, qualche “se” e qualche “ma” ti spetta di diritto.

Sin dall’inizio della stagione si diceva della grande importanza di essere costanti nei risultati, di finire sempre a punti e soprattutto di arrivare sempre al termine delle corse. Alonso, da questo punto di vista, sembrava realmente il favorito, pur senza avere la macchina migliore del lotto. A tradire la Ferrari, invece, è stata proprio la costanza, che è venuta meno tragicamente ed irrimediabilmente in due occasioni: Spa e Suzuka, dove Alonso ha fatto segnare ben due pesantissimi e decisivi “0”. In Belgio, il 2 settembre, lo spagnolo della Ferrari fu travolto alla prima curva dalla “mina vagante” Grosjean, che per quanto fatto si beccò poi una squalifica per Monza. In Giappone, il 7 ottobre, fu l’alettone anteriore del molto più incolpevole Raikkonen, alla guida dell’altra Lotus, che forò una gomma a Nando, costringendolo al ritiro. Alonso bersagliato, casualmente, dalle Lotus; zero punti in due delle 20 gare della stagione: un doppio “nulla di fatto” che si è rivelato fatale per il Mondiale.

Il Team Manager della Ferrari, Stefano Domenicali, è forse il più consapevole che questo mondiale si sarebbe potuto vincere solo arrivando sempre in fondo alle gare, puntando sull’affidabilità della F2012, l’unica arma “di vanto” rispetto alla RB8: “E’ davvero un peccato – commenta Stefano – che dopo una stagione così lunga, in cui abbiamo combattuto in ogni condizione possibile, dobbiamo perdere per soli tre punti perchè abbiamo corso 18 gare e non 20. Ma è andata così… Guardiamo ai fatti: zero punti per ben due gare; ma abbiamo fatto quello che abbiamo fatto con 18 corse. Gli altri hanno i punti di 20 gare. Questi sono fatti, non parole“.

In realtà anche Vettel ha degli “zero” ma, come si può dedurre dalle parole di Domenicali, questi sono stati causati da guai di affidabilità, componente fondamentale del risultato finale e relativamente alla quale la Ferrari, pur avendo una vettura inferiore, ha sempre fatto meglio della Red Bull.

Domenicali, però, ci tiene a sottolineare i meriti di Alonso, indicando il pilota asturiano come colui al quale spettava il titolo: “Siamo davvero fieri di lui – continua Domenicali – e siamo dispiaciuti perchè colui che meritava realmente il titolo era Fernando. A volte, però, ci si mette il destino a farti capire in quale direzione soffia il vento. Dopo aver visto cosa è successo al primo giro, siamo rimasti increduli! Ma è andata così. Sicuramente per l’anno prossimo dovremo lavorare meglio“.

85 Commenti

  • Io dico semplicemente che la Ferrari meriterebbe un DT con più personalità, più carisma….più palle ecco.

    Per il discorso della sportività, gli inglesi e i tedeschi sono da sempre stati pessimi, non c’è da meravigliarsi.
    La F1 è inglese, solo per questo, ogni mondiale che riesca a vincere la Ferrari, vale almeno il doppio.
    Non è un caso che il ciclo Ferrari sia stato reso possibile perchè avevamo nell’organico, in ruoli strategici, inglesi e tedeschi.

  • é pur sempre meglio perdere il mondiale per tre punti anzichè per uno solo, oppure partendo da una situazione di vantaggio all’ ultima gara, come successo nel recente passato. Dopodichè io farei un gran plauso a Fernando che ha saputo combattere per il titolo fino alla fine, in una situazione di palese inferiorità tecnica. Non penso proprio che qualche altro pilota ci sarebbe riuscito e non a caso Alonso è stato dichiarato il miglior pilota del 2012 praticamente da tutti, tra addetti ai lavori e campioni del presente e del passato. Caro Domenicali, la Ferrari ha messo in pista una macchina inizialmente disastrosa, sarà per via del progetto totalmente nuovo, sarà per l’ organico tecnico profondamente rivisto, sarà per gli arcinoti limiti della galleria di Maranello e vabbè… Solo in una breve parentesi, a cavallo tra giugno e luglio, le prestazioni sono state alla pari dei migliori, complice l’ up grade azzeccato degli scarichi e il momentaneo disorientamento degli avversari. Poi, dal gp di Ungheria in poi (tolta Monza), di nuovo buio pesto, aggiornamenti aerodinamici sbagliati a ripetizione pur utilizzando la galleria Toyota, carenza di idee, incapacità di osare soluzioni al limite sulla scia di Mclaren e Red Bull. è per questo che la Ferrari ha perso il titolo e la miglior dimostrazione è che alla faccia della proverbiale affidabilità, nemmeno il titolo costruttori è stato conquistato. Inutile nascondersi dietro Spa e Suzuka, quelli sono solo due episodi, mentre la costante della stagione è stata la continua ed inutile rincorsa tecnica. Bisogna rifondare il reparto aerodinamico, servono idee nuove e soprattutto servono tecnici capaci di lavorare con simulatori e Cfd. è ora di finirla di invocare continuamente la malasorte, nel dopo Schumacher abbiamo perso 3 mondiali su 4 all’ ultima gara!

  • Prova a vedere il bicchiere mezzo pieno, a parti inverse viziettel e i lattinari non ce l’avrebbero mai fatta a fare quello che abbiamo fatto noi..
    Auguriamoci che dal prossimo anno possiamo mandarli al riciclo…

  • 3 punti ragazzi… 3 punti… Dopo i 2 suicidi delle renault che si spalmano su alonso come una freccia sul bersaglio non c’è niente da dire….

  • C’è solo un vero, unico ed incontestabile motivo per la debacle, senza girarci intorno, cioè la F2012 è nata male, ha avuto un momento buono, ma è finita male.
    Negli annali si scrive il nome dei campioni, non di quelli morali, nessuna scusa dicevo e così deve essere!
    Se si presentano ai test pre campionato con un altro emerito cesso non guarderò nessun GP, adesso devono sbrogliare il groviglio tecnico nel quale si ritrovano, Domenicali con la sua testa bassa (come gli asini) e il lavorare (male) ha rotto!
    Aria nuova e tecnici preparati, con avvocati pronti ad ogni sospetto, non si può sempre aspettare che la fia (complice) si accorga e soprassieda ad ogni marachella (grande come una casa) della rb!

  • A me non piace la RedBull.
    Meglio il vino la birra e pure la cedrata …..
    Sempre Forza Ferrari !!!!

  • Secondo me il mondiale l’abbiamo perso in Canada….

  • LaLonzo di Maiale

    gro va bene non ci si poteva fare niente. Ma su Raikkonen è stato un Alons-azzardo tagliare addosso a raikkonen così repentinamente. Errore di Valutazione ALONSO. eheheh trovare sempre scuse

  • La disfatta Ferrari è stata un mix di diversi fattori. Non si può attribuire tutto o quasi alla “sfortuna” di Spa e Suzuka, anche perchè a Suzuka tanto sfortuna NON era. La Ferrari non è mai stata la migliore macchina in QUALIFICA, perchè in gara si è sempre o quasi dimostrata all’altezza, in alcuni gp la migliore. A ciò aggiungiamo un Massa in pessime condizioni ad inizio campionato e un Alonso tutt’altro che fenomenale in qualifica ed opaco negli ultimi 6 gp e la frittata è fatta. La cosa brutta è stata l’illusione di poterci credere fino alla fine grazie all’affidabilità di McLaren e Rbr e ad un Gp di Brasile al limite dell’inverosimile.

  • @myriamF2013
    Ma per favore…uno che si dichiara non razzista e poi chiama i tedeschi crucchi…il Primo razzista è lui!!poi il loro calcio è molto più pulito del nostro che invece è marcio e corrotto…gli scemi allo stadio esistono sia in Inghilterra che in Italia (vedi i napoletani allo juventus stadium)…non capisco il suo discorso!!!gli incivili esistono dappertutto in Inghilterra in Germania in Italia solo che nel “bel paese” ce ne sono di più!!!molti di più…

    • Myriam F2013

      Vedi audifan, crucco non è un termine razzista, ma dispregiativo e/o folcloristico. Non ha niente a che vedere con il razzismo.

      • “crucco non è un termina razzista ma dispregiativo…”…cioè è razzista…

      • @Audifan… Guarda che non c’è bisogno di difendere i tedeschi a spron battutto… Ci sei stato in Germania qualche volta? Ho incontrato gente simpaticissima, ma a volte anche tutt’altro che ben disposta verso gli italiani!
        Quindi lasciamo stare per piacere è sbagliato fare di tutta l’erba un fascio sia nel bene che nel male!

      • tu sei scemo è dispregiativo. Tu sei negro è razzista. In questo caso tu sei impertinente, che è dispregiativo

      • No…impertinenti sonodomenicali e Alonso…

      • Aspetta di andare in Germania ed essere accolto come Spaghettifresser (Fressen è un verbo che indica il mangiare dei maiali).
        Io ho abitato un anno e mezzo a Lipsia e ai tedeschi voglio bene, ma decisamente chiamarli crucchi è un vezzeggiativo non un termine razzista 😉

  • MotoreAsincronoTrifase

    mondiale perso a spa e suzuke? Vorrai dire mondiale perso per la tua incompetenza XD

  • tutto vero, siamo stati sfortunati e Alonso è stato pazzesco. Non si può dire lo stesso della macchina, anzi.. è un vero peccato ma sarebbe anche sbagliato che uno che vince il doppio o quasi delle tue gare non vinca.. il risultato è giusto, il team ferrari ha fallito alla grande a metà stagione quando ha toppato tutti gli aggiornamenti, è lì che l’abbiamo perso.. nn dico che uno deve sempre dominare ma devi sempre poter lottare per la vittoria per avere reali possibilità

  • La sfortuna c’è stata, non si può negare. Un fatto su tutti: dopo Abu Dhabi 2010 è stato introdotto il Drs. Per tutti noi ferraristi è stata una decisione positiva, visto com’era andata ad Alonso. Beh, due anni dopo a beneficiare della situazione, sempre all’ultima gara, sempre col mondiale in gioco, è stato Vettel. Senza Drs e con la velocità della RB in rettilineo avrebbe recuperato in un battibaleno dall’ultimo ai primi posti?
    Possiamo discutere dello sviluppo interrotto della F2012, ma chi dice che la macchina non fosse già stata spremuta al massimo?
    Che Fernando e la Ferrari abbiano un conto aperto con la fortuna è fuor di dubbio.
    Ed è fuor di dubbio anche che la squadra abbia dato il massimo, più di quanto ci si aspettava.

  • Myriam F2013

    Beh a tutti quanti parlano giustamente i mancanza di stile da parte di Domenicali e della Ferrari, copio/incollo un commento prelevato da un altro blog:

    “ognuno fa a gara a fare il sapientone pur di bastonare o Alonso (tassista) o Domenicali (muretto Fiat), o Massa (felippetto) ed ingenerale contro gli italiani ignoranti, anti-sportivi, rosiconi…
    Forse sara’ perche’ io vivo tra Londra e Germania ed ascolto le telecronache o degli inglesi o dei crucchi.
    Ma credete che questi qui siano sportivi ? Questi sono gli stessi che chiamavano Balotelli e Cassano dei “cani” in diretta televisiva.
    la Formula 1 e’ inglese gestita da Inglesi….e razzista come sono gli inglesi ed i tedeschi…forse non ve lo ricordate piu’ ma durante la dominanza di Schumacher ogni inverno si mettevano a tavolino a studiare cambi di regolamento per limitare lo strapotere della rossa.

    Vi lamentate che al box ferrari erano contenti che vettel si fosse girato alla prima curva…ma avete mai visto le reazioni dei crucchi e degli inglesi quando le Lotus fecero fuori Fernando a Suzuka e Spa? Horner candidamente dichiarava che era “annoyed” that Fernando continuava a spuntare sul podio ad ogni gara…bella sportivita’…

    Ed i buchi sotto la macchina dichiarati illegali? Sono stati posritvi ? Intanti i punti non glieli hanno tolti…e la mappatura illegale ? Dovevano essere buttati fuori come aveva scritto lo stewart ma niente…tratrino patetico…e la benzina di Abu Dhabi ? Altro teatrino…”forza maggiore”….forza maggiore una beata fava. Hanno imbrogliato e al piu’ topptao di brutto nella gara decisiva…ma niente..loro sono sportivi e noi italiani cialtroni ed anti-sportivi….”
    In definitiva: io lo stile red bull non riesco a vederlo neanche con il lanternino.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!