Montezemolo: “Non siamo sponsor, noi siamo costruttori!”

2 dicembre 2012 16:14 Scritto da: Davide Reinato

Luca Cordero di Montezemolo non poteva certo mancare alle Finali Mondiali di Valencia. Il Presidente della Ferrari ha risposto alle critiche ricevute da Bernie Ecclestone nei giorni scorsi, a cui non era affatto piaciuta la lettera di chiarimento che la Rossa ha inviato alla Federazione, in merito al presunto sorpasso di Vettel in regime di bandiera gialla.

Sorpasso che, invece, si è rivelato essere regolare ed ha stato mostrato a più riprese. La cosa, comunque, non è andata giù a Montezemolo. In maniera piuttosto piccata, ha detto: “Ecclestone? Bisogna avere rispetto per le persone molto anziane, soprattutto quando arrivano a un punto in cui non riescono a controllare le parole. L’anzianità, spesso, è incompatibile con certi ruoli di responsabilità”.

Ecclestone, infatti, ha etichettato la cosa come un modo di sovvertire le sorti del mondiale. Montezemolo, invece, ha difeso questa azione, spiegando: “Qualcuno ha gridato allo scandalo per la nostra richiesta di chiarimento alla FIA e ha detto qualche parola di troppo. Il comportamento della Scuderia è stato trasparente: abbiamo visto le immagini, che tra l’altro sono andate su tutti i siti del mondo, ed abbiamo ricevuto migliaia di richieste da parte dei tifosi. Noi abbiamo fatto la cosa più semplice, corretta e lineare. La FIA ha detto che, dal suo punto di vista, tutto era regolare e per noi il discorso è chiuso”.

Mr E. ha definito tale richieste “uno scherzo”. E il Presidente della Ferrari, che ormai da anni sembra un disco incantato  su certi argomenti, ha voluto ribadire: “Gli scherzi della Formula 1 sono altri. L’aerodinamica non ha più niente a che fare con la ricerca automobilistica. Non è possibile che la F1 non trasferisca più tecnologia alle nostre vetture di serie. E non si può concepire una F1 in cui non si fanno prove in pista. E questo lo porteremo ancora nelle sedi competenti. La nostra pazienza ha raggiunto il limite. Se ne facciano una ragione. Noi siamo costruttori, non siamo sponsor, non mi sta più bene questa storia. E’ una barzelletta. It’s a joke, come direbbe Ecclestone”.

 

77 Commenti

  • lollotheroll

    HA STATO MOSTRATO? vi prego,non scrivete queste bestialità!

  • Sono sempre restio a esprimermi su Montezemolo perché lo reputo un buon tifoso della Ferrari ma un mediocre presidente.

    In questo caso non posso fare altro che dargli ragione, “in primis” sulla richiesta di chiarimento sul “caso Vettel” “in secundis” sul fatto del divieto dei test.

    Vi immaginate, a livello mondiale, se la Ferrari non avesse chiesto il chiarimento alla FIA per quei sorpassi di Vettel in Brasile? Si sarebbe per sempre detto che la Ferrari era stata penalizzata dal “potere”. Invece, così, si è chiuso un capitolo.
    Sinceramente non capisco il motivo per cui Ecclestone (di cui ho rispetto solo per le figlie ;-)) abbia avuto da ridire.

    Anche sulle lamentele del divieto dei test e sull’eccessiva aerodinamica sono d’accordo, anche se andrebbe a penalizzare le piccole scuderie, perché questa situazione va a snaturare questo bellissimo e storico sport.
    E’ qui che Montezemolo deve fare il Presidente (notate la “P” maiuscola) perché ormai è fin troppo chiaro a tutti che la Ferrari è uscita (qualora lo fosse mai stata) dal “potere della F1”.
    Purtroppo questa sarà l’ennesima dichiarazione alla quale non si otterrà nessun risultato ma è giusto ribadirlo. Sono certo che la Formula 1 avrà sempre la Scuderia Ferrari perché la Scuderia Ferrari è la Formula 1!

    Concludo sottolineando la bella frase “Noi siamo costruttori, non siamo sponsor”. Chi voglia intendere, intenda….

    Forza Ferrari Go!

  • ma i test ci vogliono,una cosa è il simulatore,una cosa le gomme sull’asfalto.è inconcepibile una f1 così.sarebbe come testare una vettura di serie al simulatore e venderla senza nemmeno provarla.nemmeno con le lavatrici si fa una cosa simile!BASTA NO??

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!