Coughlan: “Il punto di forza Williams è il motore Renault”

14 dicembre 2012 13:04 Scritto da: Giacomo Rauli

Il progettista Willams, Mike Coughlan, parla con fierezza della stagione disputata dal team di Grove in questo 2012, in più svela il principale segreto tecnico che ha fatto rinascere un team dal grande blasone, ma in difficoltà negli ultimi anni. 

5 punti e nono posto Costruttori nel disastroso 2011, 76 punti ed ottavo posto conquistato in questa stagione con la “chicca” scartata a Barcellona, quando Pastor Maldonado ha riportato una vettura di Sir Frank Williams al successo.

71 punti in più della stagione precedente non sono certo un caso, a maggior ragione se consideriamo il lavoro di ristrutturazione del team messo in atto da Adam Parr nelle ultime stagioni. I tempi di risalita, tutto sommato, sono stati piuttosto brevi ed i risultati parlano per la scuderia di Grove, instradatasi in vie più consone al suo nobilissimo blasone.

Il frutto della risalita, oltre ad una revisione di ruoli e risorse umane interna all’impresa, è sicuramente dovuta a fattori molto più adiacenti alla pista, come la scelta dei piloti, una situazione finanziaria più tranquilla e scelte tecniche a dir poco felici, le quali hanno poi portato le FW34 a disputare una stagione al di sopra delle attese.

Mike Coughlan, progettista della monoposto 2012 vincitrice al Montmelò, ha parlato della stagione appena terminata con una soddisfazione nemmeno troppo celata dalle sue parole: “In F1 se si vince vince il team e se si perde perdiamo tutti. C’è poco da fare. Certamente abbiao incontrato difficoltà lungo il corso della stagione, ma ne siamo usciti insieme ed abbiamo imparato dagli errori“.

Il nostro obiettivo è preparare una vettura che sia più performante di quella 2012, anche perchè vorremmo uscire più spesso dalle zone di centro gruppo” ha proseguito l’ingegnere ex McLaren, il quale ha infine svelato il vero segreto della rinascita tecnica della Williams: “Il più grande vantaggio che abbiamo avuto nell’arco della stagione scorsa è stato certamente il motore Renault. Dopo le modifiche apportategli un paio di stagioni orsono è davvero un upgrade notevole. Il Renault è leggero, potente ed affidabile, per questo noi ci concentreremo sul costruirgli attorno un’aerodinamica efficiente, in modo tale da poter sfruttare tutte le sue caratteristiche migliori“.

La Williams sarà chiamata a proseguire quanto di buono mostrato nel 2012, con un pilota come Maldonado – veloce ma che deve saper gestire l’impeto – ed il rookie delle meraviglie (almeno stando alle parole degli ingegneri di Grove) Valtteri Bottas, pronto a stupire già dalle primissime gare. Nuova FW35 permettendo.

15 Commenti

  • “Il motore Renault è leggero, potente ed affidabile”. Ma come affidabile? Se in Red Bull piangono di continuo che hanno il motore di vetro e che hanno bisogno di mappature speciali e di più serbatoi per i liquidi sennò gli va arrosto!?! Allora, o esiste una specifica di motore fatta solo per la Red Bull, oppure si devono mettere d’ accordo tra i vari direttori tecnici e raccontare tutti la stessa balla. Battute a parte, la Williams FW34 è stata proprio un ottima macchina, nata bene e sviluppata meglio. Questo Coughlan è proprio un progettista di talento, nonostante tutto. è veramente incredibile che si sia sput@tanato portando a fotocopiare i progetti Ferrari alla cartoleria del paese. Bah, misteri…

  • Ma coughlan la prossima williams da quale altra macchina sarà fotocopiata?

    • In realtà questa williams è praticamente la fotocopia di quella vecchia, nel senso che gia’ l’anno scorso aveva dei particolari molto avanzati come il retrotreno pulitissimo meglio della redbull. Solo che si chiama Williams e allora non è interessante…
      Secondo me Coughlan si è limitato a fotocopiare il buon lavoro fatto prima e non capito, istallando il motore renault e adeguando la monoposto al regolamento del muso a scalino.
      Il tecnico precedente della williams penso sia molto bravo… ma si sa la f1 è cosi’ se vinci sei il dio in terra se perdi sei un misero fallito…

  • Non vi è alcun dubbio che il motore francese, grazie anche alle assurde deroghe, è risultato il più performante degli ultimi anni.
    Nel 2013 sarà ancora favorito ma nel 2014 verrà resettato tutto!

  • A me farebbe piacere rivedere una Williams competitiva.
    Fanno parte della storia della F1 “classica” anche loro ed inoltre ho sempre avuto molta stima per Frank Williams quindi per quanto siano “avversari” in pista mi dispiace che da quasi 10 anni non siano la tra i primi a giocarsela regolarmente… Speriamo che l’exploit di questo anno in spagna non sia stata solo 1 cosa estemporanea dovuta alle gomme ma che indichi che in qualche modo sono sulla giusta rotta

  • Mike Coughlan mister fotocopia, conferma esattamente quello che pensiamo da mesi… Si corre con due regolamenti il renault non solo è un motore evoluto ma che sfrutta il presunto congelamento per castrare il lavoro degli avversari, visto che loro hanno delle deroghe pesanti e molto favorevoli… Meno male che il regolamento congelato doveva aumentare lo spettacolo e ridurre i costi…
    Invece accade l’opposto contrario, se qualcuno ha la deroga si avvantaggia in maniera esponenziale perche’ l’avversario non puo’ fare modifiche.

  • Mi pare chiaro che la differenza sia stata fatta non tanto dal motore in se come cavalli o prestazioni visto che tutto è limitato e i motori hanno gli stessi cavalli, quanto dalle numerose proroghe.
    Alcuni sono convinti che gli scarichi siano il punto cruciale della f1 odierna, invece non è assolutamente cosi’ , nel senso che a paritò di motori sarebbero importanti, ma in una condizione in cui il renault ha nascosto un anti spin nel taglio dei cilindri e il sistema di bilanciamento dei pesi in un presunto problema di affidabilità crea un vantaggio tale che qualsiasi scarico conti relativamente poco. Del resto la Williams e al Lotus hanno corso quasi tutto il campionato con scarichi tradizionali, ma anche la stessa Catheram ha fatto il salto di qualità grazie e solo alle deroghe…

  • “Dopo le modifiche apportategli un paio di stagioni orsono è davvero un upgrade notevole.”
    Ma non dovevano essere bloccati gli sviluppi del motore…?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!