Colajanni lascerà il ruolo di capo ufficio stampa alla Ferrari

22 dicembre 2012 16:17 Scritto da: Davide Reinato

Manca ancora l’annuncio ufficiale, ma il leader del Capo Ufficio Stampa Ferrari sembra aver deciso di lasciare. Il siciliano potrebbe essere rimpiazzato dal giovane Bisignani.

alonso-ferrari-vittoria

Aria di cambiamento in Casa Ferrari. Stando alle numerose chiacchiere nei corridoi di Via Abetone Inferiore a Maranello, presto verrà annunciato un cambio di guardia alla direzione dell’ufficio stampa, ruolo attualmente ricoperto dal palermitano Luca Colajanni. Dopo più di dieci anni di attività in questa una carica piuttosto delicata, l’attuale Capo della comunicazione ha deciso di farsi da parte e mettere a disposizione le proprie competenze per un altro ruolo all’interno della grande famiglia Ferrari.

Il siciliano segue la Ferrari e l’automobilismo dagli inizi degli anni ’90. Quando il web era molto diverso da oggi, Colajanni ebbe il merito di essere il primo vero animatore dei siti web Ferrari, prima di subentrare a Claudio Berro nel 2001 in qualità di portavoce Ferrari. Un ruolo notoriamente complesso – considerando come ogni voce che esce da Maranello è destinata a diventare un caso mediatico.

Il nome del successore non è ancora stato comunicato. Tuttavia, nostre fonti indicano Renato Bisignani come papabile sostituto alla direzione dell’Ufficio Stampa Ferrari. Il giovane rampollo ha già cinque anni d’esperienza come Deputy Commercial Manager con Renault F1 ed è stato ingaggiato dalla Ferrari proprio all’inizio del 2010 in qualità di Business Development Manager. 

Una comunicazione ufficiale del Team è attesa nei prossimi giorni, probabilmente in concomitanza con l’appuntamento di Wrooom 2013, a Madonna di Campiglio, a gennaio. Questa, comunque, sembra essere solamente la punta dell’iceberg: a Maranello bollono diverse novità in pentola, non solo per il 2013…

12 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!