Stewart: “La scelta di Hamilton è un rischio”

Il tre volte Campione del Mondo di F1 Jackie Stewart ha definito “un rischio” la scelta fatta in estate da Hamilton, ovvero passare dalla McLaren all’ AMG Mercedes

hamiltonLa scelta fatta è una di quelle che certamente sarà destinata a cambiare la carriera del diretto interessato, nel bene o nel male. Certamente è molto difficile, piena di punti interrogativi, ma affascinante e ricorda per certi aspetti quella compiuta a fine ’95 da Michael Schumacher, che passò dalla Benetton dominatrice delle utime due stagioni alla Ferrari, in astinenza da titoli da sedici anni.

Lewis Hamilton si è appena tuffato nell’avventura scelta quest’estate, ovvero l’AMG Mercedes. Lasciata dopo sei stagioni la McLaren, Lewis sa bene che a Brackley troverà una realtà completamente differente, senza l’abitudine a primeggiare in F1 se non insita in qualche figura di spicco, ma insufficiente sino a ora per competere per i titoli.

Il tre volte Campione del Mondo di F1 Jackie Stewart ha voluto commentare la scelta fatta dal neo ventottenne inglese, rimanendone perplesso a causa delle recenti difficoltà prestazionali Mercedes: “Quello preso da Hamilton è un rischio. La McLaren è nel business della Formula 1 da decenni. Le principali case automobilistiche vanno e vengono (Honda e Toyota ne sono bun esempio). C’è un rischio, se le frecce d’argento non fanno risultati positivi, bastano cinque minuti per una decisione del Consiglio per ritirarsi dalla F1“.

Se i vertici Mercedes dovessero decidere di ritirarsi dalla F1 Hamilton difficilmente rimarrebbe a piedi, un’ipotesi quasi impossibile, perchè è tra i talenti più cristallini dell’ultima decade. “In alcune situazioni non si è sentito trattato bene dalla McLaren. Si tratta di una decisione emotiva, ma non può dimostrare che sia la strada giusta quella che ha recentemente intrapreso” ha concluso Sir Stewart.

A questo punto dovremo aspettare il 4 febbraio, giorno della possibile presentazione della Mercedes W04 ed i successivi test per poter individuare il potenziale del team e le reali possibilità di vedere Lewis combattere per il titolo 2013.

6 Commenti

  1. michelle
    Hamilton ha fatto bene ad andarsene. Un pilota che rimane a vita in una scuderia è incompleto, magari tornerà in Mclaren a concludere la carriera.Comunque la Mercedes l’anno scorso aveva cominciato bene, poi non è riuscita a portare avanti uno sviluppo decente. In una stagione meno serrata avrebbe fatto risultati migliori.Quello che mi rende un po’ pessimista per Hamilton è il fatto che la vettura di quest’anno partirà praticamente da un foglio bianco. Ci vorrà tempo per conoscerne i limiti e le potenzialità e nel frattempo il treno dei primi sarà scappato.Mah…in bocca al lupo Lewis 🙂

    Veniva detta la stessa cosa l’anno scorso di questi tempi riguardo alla Ferrari e poi invece, nel bene o nel male, la rossa è stata l’unica a contendere il titolo alla RB

  2. la mercedes ha firmato il patto della concordia e visti i pessimi risultati potevano lasciare quest anno invece hanno cambiato tecnici e hanno puntato su hamilton perche ci credono…stanno lavorando e gia da tanto tempo sulla vettura del 2014 dove ci sara il cambio dei regolamenti…cosa che le altre scuderia hanno appena iniziato a fare….io penso ad un buon 2013 e ad un 2014 dove si puntera a vincere…staremo a vedere

  3. Hamilton ha fatto bene ad andarsene. Un pilota che rimane a vita in una scuderia è incompleto, magari tornerà in Mclaren a concludere la carriera.
    Comunque la Mercedes l’anno scorso aveva cominciato bene, poi non è riuscita a portare avanti uno sviluppo decente. In una stagione meno serrata avrebbe fatto risultati migliori.
    Quello che mi rende un po’ pessimista per Hamilton è il fatto che la vettura di quest’anno partirà praticamente da un foglio bianco. Ci vorrà tempo per conoscerne i limiti e le potenzialità e nel frattempo il treno dei primi sarà scappato.
    Mah…in bocca al lupo Lewis 🙂

Lascia un commento