Marko non vuole smetterla: “Alonso è un politico”

9 gennaio 2013 10:22 Scritto da: Antonino Rendina

Ancora un duro attacco alla Ferrari da parte del manager della Red Bull: “Enzo Ferrari avrebbe riconosciuto il nostro valore”.

marko-hornerLa parola “basta” non esiste quando la provocazione non è un’eccezione ma la regola sfrenata di un manager con il dente avvelenato.

Helmut Marko, premier ombra nel governo Red Bull, non fa niente per risultare simpatico agli avversari, tutt’altro.

Schietto, certo, ma allo stesso tempo stucchevole, noioso, ripetitivo. Sempre con l’attenzione rivolta a sud, verso Maranello. Una marcatura ad uomo che di sportivo ha ben poco.

Come suol dirsi oltre a saper perdere bisogna saper vincere – questione di stile – e Marko sotto questo punto di vista ha ancora molto da imparare. Arrogante e gratuitamente velenoso, il mentore di Vettel francamente ha rotto un po’.

Perchè verso la Ferrari il signor Helmut sembra soffrire una specie di ossessione, più che un sano sentimento di rivalità. Dalle critiche al musetto scalinato della Rossa, quando asserì che quello della RB8 fosse più bello (!), ai reiterati attacchi nei confronti del team italiano e a Fernando Alonso.

Il “codice Marko” è un insieme di aforismi anti Cavallino che risulterebbe degno delle liste di proscrizione di Silla. Un libro nero dove tutto ciò che è Ferrari è sbagliato.

“Credo che Enzo Ferrari non avrebbe mai digerito una sconfitta così”. L’ultimo attacco parte da lontano, addirittura dal Drake: “Ma Ferrari avrebbe riconosciuto il valore degli avversari e bastonato i suoi in modo da spingerli a fare meglio e vincere. Però non con i sistemi che abbiamo visto di recente: ad esempio Alonso fa troppa politica”.

Fernando Alonso, a detta sel super manager austriaco, non è al livello di Vettel proprio perchè troppo impegnato a fare “public relations”:

“Sebastian è un fenomeno, ha una guida impeccabile. E nei finali di stagione il suo rendimento cresce sempre di più. E’ un dato di fatto, è stato sempre così. Credo sia merito del suo approccio alle gare, della capacità che ha di isolarsi dal mondo e trovare delle risorse interiori che altri piloti non hanno”.

E qui arriva la stilettata: “Prendete Alonso, lui è impegnato a fare politica e commenti bizzarri. Abbiamo visto come Fernando fosse sotto stress nelle ultime gare. Diceva cose come ‘il mio avversario per il mondiale è Hamilton’ oppure ‘noi corriamo contro Newey’. Una vera e propria guerra psicologica. Ma noi abbiamo detto a Seb di ignorarlo. Per questo Vettel ignora giornali, internet, il suo unico fine è quello di migliorare con la squadra. E a chi dice che vince solo perchè  guida una monoposto di Newey e che non sa sorpassare voglio ricordare che, per quanto riguarda la monoposto, non mi sembra che abbiamo collezionato doppiette e, sulla cavolata dei sorpassi, di riguardarsi le rimonte di Abu Dhabi e Brasile”.

Ancora una volta, dunque, Marko ci è andato giù pesante, descrivendo il proprio pupillo come un pilota perfetto e Fernando Alonso come un Machiavelli de noantri. Sul giudizio avrà anche avuto il suo bel peso la vicenda del flag-gate post Brasile.

E a poco valgono i “numeri” collezionati da Nando con una monoposto inferiore. Ma Helmut d’altronde ne ha per tutti, la chiosa è per un campione amato da tutti quale Sir Jackie Stewart:

“Stewart ha detto che Vettel deve cambiare squadra per dimostrare il suo valore? Mi viene da ridere se penso che a dirlo è stato un pilota che deve tutti i suoi successi alla Tyrrell”. Aiuto, fermatelo.

45 Commenti

  • Quando si dice che la mamma degli imbecilli è sempre incinta!….

  • in effetti nelle ultime 3 gare alfonso ha sofferto parecchio la pressione a differenza di ditino sempre precisino e veloce…

    nell’ultima gara poi alfonso andava proprio lento rispetto a massa che lo ha dovuto far passare a pochi giri dalla fine, ma su pista umida alfonso non era un drago??

    in verità il vero drago sull’umido è stato ditino che ha saputo fare una rimonta degna del miglior senna…

    W ditino sempre alzato…

    • 1-impara il nome dei piloti prima di scrivere, oppure hai 7 anni (penso la seconda).
      2-ho visto quanto ditino è stato preciso: si è schiantato contro qualunque cosa mobile o meno ad Abu Dhabi, ad Austin si è irritato perché Hamilton lo aveva passato troppo facilmente e “solo a causa di Karthikeyan”, in Brasile ha sbagliato la partenza e ha chiuso Senna fino a farsi speronare.
      3-Massa ha dovuto far passare Alonso perché lo spagnolo è rientrato un giro dopo, mantenendo le slick sul bagnato e perdendo una decina di secondi.
      4-quando gioco alla playstation con gli aiuti alla guida di solito alla partenza mi fermo,mi faccio doppiare da tutti, poi spingo, risupero tutti e vado a vincere la gara. Senna era niente in confronto a me…..aspetta…avevo gli aiuti alla guida! Poi quando li tolgo fatico. Minchia, son proprio simile a Vettel.
      5- “ditino” è un dispregiativo, quindi tu usi come nick il dispregiativo del pilota che tifi… quantomeno strano no?

    • Alonso aveva un set up da asciutto…

  • e su stewart aggiungo, visto che me n’ero scordato nel post precedente:
    Semmai è Tyrrel che ha vinto grazie a sr Jakie…ma il tuo talento in confronto a Stewart, Rind, Fittipaldi, Lauda, Regazzoni, Peterson è pari alla velocità che ha una lumaca se confrontata ad un giaguaro…te’ capi’ stro**etto!!!???

  • Enzo Ferrari vi (e ti) avrebbe preso a calci in CU** perchè avrebbe ribaltato i tavoli ma non di Maranello, quelli della FIA che vi permette tutto, altro che valore, MA VALORE DI COSA?!?!
    Il valore di fare una macchina oltre le regole e non al limite come dite voi con arroganza e falsità.
    Non siete capaci di vincere in modo regolare, voi non sarete mai i nostri avversari, siete soltanto uno sponsor che si finge un team, per Ferrari voi non sareste mai esistiti.
    Ma l’idea che ho io è che voi (TU) questo lo sapete bene e la cosa vi fa star male.
    Non so quanto vincerete ancora, forse tanto, forse troppo, ma di una cosa sono ultracerto.
    NON RIUSCIRETE MAI AD EGUAGLIARE IL RECORD FERRARI DI 6 MONDIALI COSTRUTTORI VINTI DI FILA!!!!!!!!!!!!!
    Ah un ultima cosa occhi belli….
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!!!!! =()

    • in ferrari son capaci solo a perdere una macchina decente nn la sanno fare quindi è meglio tacere

      • No Jonh, non dobbiamo tacere per nulla al mondo, noi le F1 le sappiamo ancora fare, il problema è che quando un team bara palesemente e la FIA gli consente di barare senza penalizzazioni anche una buona macchina come poteva essere la F2012 fino al GP di Germania dopo è sembrata pessima.
        Noi non abbiamo saputo introdurre sviluppi buoni, certo, però questi hanno palesemente barato con ali e scocche flessibili, musi di plastica, vasi comunicanti e nessuno alla FIA gli ha fatto niente.
        Così sarebbe in grado di vincere anche la FORCE INDIA, la verità è che fintanto che la RED BULL aveva una macchina normale erano dietro ad Hamilton e la Mclaren…

  • Caro signor Marko, bisogna che tu ti pulisca, con il colluttorio buono, la tua bocca bavosa, prima di poter solo nominare il nome per esteso del Drake, in quanto, quando le tue ceneri ,ed anche le mie, ormai sparse dal vento finiranno oggetto di qualche cane randagio di passaggio, che ci piscerà sopra, il nome Ferrari sarà sempre li più vivo che mai a testimoniare la storia e la passione, e di un barattolo blu e rosso, tra l’altro neppure buono, non ci sarà più traccia.

  • ferrarista per sempre

    marko, ma per una volta stai zitto! Ma perchè te la prendi sempre con noi? Forse perchè abbiamo il miglior pilota che tu non hai? Sei invidioso? Continua così che prima o poi anche vettel si stancherà di te!!

  • quando la volpe non arriva all’uva………!!!….aspettate qualche mese e ne vedremo delle belle…
    il loro “dominio regolamentare” è finito. aspettate e vedrete.. ed a fine anno ci faremo quattro risate…

  • Marko dovrebbe riflettere sul fatto che Alonso con una macchina non all’altezza della RedBull è riuscito quasi a vincere il mondiale mentre Vettel quando la RedBull era una macchina normale non arrivava neanche 3

  • AlexFerrari4ever

    già questo vecchietto lo odiavo da tempo, e adesso ha OSATO parlare di enzo dicendo che avrebbe riconosciuto il loro valore dopo tutti i trucchetti magici che hanno usato dove il 90% sono finiti sotto accusa perchè definiti IRREGOLARI… STENDIAMO UN VELO PIETOSO

  • tatanka2003

    Sotto attacco psicologico? Vero, Alonso ha giocato anche con i mezzi di comunicazione… Comunque è stato Vettel che a mondiale vinto, in pista, si è affiancato al pilota spagnolo e gli ha fatto il gesto delle ‘paperelle’… Solo un bambino farebbe una cosa del genere, uno sfottò per niente di classe… Perchè se bisogna saper perdere è importante anche saper vincere… E loro (quelli della Red Bull) di certo non lo sanno fare…

    • Cosa diamine avrebbe fatto??? Questa va di pari passo con le risate a Spa.
      Quello sotto attacco mi sembra Alonso veramente… è già da metà stagione 2012 che Marko e Horner non perdono occasione per punzecchiarlo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!