Marko non vuole smetterla: “Alonso è un politico”

9 gennaio 2013 10:22 Scritto da: Antonino Rendina

Ancora un duro attacco alla Ferrari da parte del manager della Red Bull: “Enzo Ferrari avrebbe riconosciuto il nostro valore”.

marko-hornerLa parola “basta” non esiste quando la provocazione non è un’eccezione ma la regola sfrenata di un manager con il dente avvelenato.

Helmut Marko, premier ombra nel governo Red Bull, non fa niente per risultare simpatico agli avversari, tutt’altro.

Schietto, certo, ma allo stesso tempo stucchevole, noioso, ripetitivo. Sempre con l’attenzione rivolta a sud, verso Maranello. Una marcatura ad uomo che di sportivo ha ben poco.

Come suol dirsi oltre a saper perdere bisogna saper vincere – questione di stile – e Marko sotto questo punto di vista ha ancora molto da imparare. Arrogante e gratuitamente velenoso, il mentore di Vettel francamente ha rotto un po’.

Perchè verso la Ferrari il signor Helmut sembra soffrire una specie di ossessione, più che un sano sentimento di rivalità. Dalle critiche al musetto scalinato della Rossa, quando asserì che quello della RB8 fosse più bello (!), ai reiterati attacchi nei confronti del team italiano e a Fernando Alonso.

Il “codice Marko” è un insieme di aforismi anti Cavallino che risulterebbe degno delle liste di proscrizione di Silla. Un libro nero dove tutto ciò che è Ferrari è sbagliato.

“Credo che Enzo Ferrari non avrebbe mai digerito una sconfitta così”. L’ultimo attacco parte da lontano, addirittura dal Drake: “Ma Ferrari avrebbe riconosciuto il valore degli avversari e bastonato i suoi in modo da spingerli a fare meglio e vincere. Però non con i sistemi che abbiamo visto di recente: ad esempio Alonso fa troppa politica”.

Fernando Alonso, a detta sel super manager austriaco, non è al livello di Vettel proprio perchè troppo impegnato a fare “public relations”:

“Sebastian è un fenomeno, ha una guida impeccabile. E nei finali di stagione il suo rendimento cresce sempre di più. E’ un dato di fatto, è stato sempre così. Credo sia merito del suo approccio alle gare, della capacità che ha di isolarsi dal mondo e trovare delle risorse interiori che altri piloti non hanno”.

E qui arriva la stilettata: “Prendete Alonso, lui è impegnato a fare politica e commenti bizzarri. Abbiamo visto come Fernando fosse sotto stress nelle ultime gare. Diceva cose come ‘il mio avversario per il mondiale è Hamilton’ oppure ‘noi corriamo contro Newey’. Una vera e propria guerra psicologica. Ma noi abbiamo detto a Seb di ignorarlo. Per questo Vettel ignora giornali, internet, il suo unico fine è quello di migliorare con la squadra. E a chi dice che vince solo perchè  guida una monoposto di Newey e che non sa sorpassare voglio ricordare che, per quanto riguarda la monoposto, non mi sembra che abbiamo collezionato doppiette e, sulla cavolata dei sorpassi, di riguardarsi le rimonte di Abu Dhabi e Brasile”.

Ancora una volta, dunque, Marko ci è andato giù pesante, descrivendo il proprio pupillo come un pilota perfetto e Fernando Alonso come un Machiavelli de noantri. Sul giudizio avrà anche avuto il suo bel peso la vicenda del flag-gate post Brasile.

E a poco valgono i “numeri” collezionati da Nando con una monoposto inferiore. Ma Helmut d’altronde ne ha per tutti, la chiosa è per un campione amato da tutti quale Sir Jackie Stewart:

“Stewart ha detto che Vettel deve cambiare squadra per dimostrare il suo valore? Mi viene da ridere se penso che a dirlo è stato un pilota che deve tutti i suoi successi alla Tyrrell”. Aiuto, fermatelo.

45 Commenti

  • non merita neanche risposta, si commentano da sole le str…ate che dice

  • ammesso e nn concesso che sia come dice sto tizio….ci sarebbe da ridere per quanto è scarso vettel dato che con una amcchina infinitamente superiore stava per perdere il mondiale nei confronti di un pilotuccio….. ahhhh sta zitto ebete

  • Uhhmmm…per quanto mi riguarda trovo a dir poco disdicevole qualsiasi affermazione di Marko contro la Ferrari, che semmai avrebbe dovuto tempestare di ricorsi la federazione per le (purtroppo non provate o comunque non sanzionate) nefandezza della Red Bull.
    Poi su Alonso trovo che Marko abbia perfettamente ragione e quando uno se la cerca…sterili provocazioni a fronte di scialbe prestazioni in pista…figurati se un simile provocatore (Marko) non si lasciava sfuggire l’occasione…

  • Enzo Ferrari avrebbe ritirato le macchine da questo campionato, altro che riconoscere il valore di una scuderia che è stata più volte graziata. Perchè è così che avete vinto e non solo quest’anno. Inoltre Stewart le sue auto le sviluppava, i piloti moderni non ne hanno la possibilità vista la mancanza di test…direi che questo livella molto i valori tra chi ha più o meno capacità come collaudatore e credo sia anche uno dei fattori che non hanno permesso a Shumy di ottenere di più.
    In ogni modo continuando nei sui attacchi ad Alonso dimostra che la sfida è tra Alonso e la rb, non tra lui e Vettel…

  • Helmut Marko esagera, e dovrebbe imparare a starsene zitto, soprattutto adesso che la RB ha vinto.
    ma:
    1) Enzo Ferrari era un grande, ma non era un santo
    2) Alonso risultava molto fastidioso quando, nell’ultima parte di campionato, non perdeva occasione per esaltare Newey non nominando mai il SUO diretto avversario Vettel. Sarà stato anche frustrato, ma quel suo atteggiamento non mi è mai piaciuto
    3) I complimenti di Alonso A Vettel in quanto pilota non li ho mai sentiti, ma forse mi sono perso qualcosa.

    Detto questo, Marko farebbe comunque bene a darsi una calmata.

  • “Enzo Ferrari avrebbe riconosciuto il nostro valore”
    io credo che Ferrari dopo una stagione come la scorsa, dove vi hanno fatto passare praticamente ogni tipo di sconceria tecnica e non, avrebbe ritirato la squadra, altro che riconoscere…
    Provo pietà per Marko: ha una evidente sindrome di inferiorità, va capito.

  • lp741
    Ma quando ? … non aveva rispetto neanche dei piloti ..

    sta buonino va… con quel nick lì dovresti sciacquarti la bocca prima di parlare di Ferrari… pfff…

  • alfonsoo adeso parla peggio di helmut ,devono fare una scuderia insieme HELMUT&AFONZO

  • Ma basta !!!
    Avete vinto il Titolo, godetevi la vittoria e state zitti !!!
    Fate di tutto per rendervi antipatici…..

  • ma ha pienamente raggone ferrari non merita un pilota come afonzooo .il galeto di asturie non ha capito ancora che e un dipendente di ferrari ..ferrari per storia che ha per prima li serve un uomo per bene poi deve esere anche bravo guidare .dovete sapere che alonso una volta smeso con la f1 non lo caga piu nesuno per primo ferrari vedreteee

  • Anziche’ godersi le vittorie questo qui rosica pensando alla Ferrari……. poveretto

  • Incredibile..un’altra occasione persa per tenere chiusa quella fogna..
    Comunque vettel ha fatto tantissimi sorpassi..soprattutto impegnativi!! I sorpassi au vergne ricciardo e schumacher passeranno alla storia..invece alonso che ha vinto partendo unicessimo fa eplitica..
    Ma non farmi ridere disonesto da strapazzo..vettwl con la ferrari quest’anno avrebbe mangiato la polvere anche da di resta

  • Ahahahah Helmut, ma tu Alonso te lo sogni di notte! Non voglio sapere in quale veste, le tue inclinazioni sono solo tue XD
    E mamma avrebbe dovuto anche insegnargli a leggere i giornali perché la Ferrari si è ampiamente complimentata con la red bull durante la cena di Natale, al contrario non sono arrivati complimenti agli avversari dai lattinari.
    Punto 3: il tuo “fenomeno” caro Helmut era 40 punti dietro al nostro finché non gli avete regalato un correttore d’assetto. Traduzione: il tuo pupillo va forte solo con gli aiuti alla guida, come me alla playstation per intenderci.
    Punto 4: puoi anche eleggere Enzo Ferrari santo ma sentire quel nome sulla tua bocca velenosa mi da il voltastomaco.
    Punto 5: perché ti rivolgi ad un pilota e non al Presidente? Non hai le palle di attaccare direttamente Montezemolo eh? E quindi te la prendi con un pilota. MAMMOLETTA.

  • lewis_the_best

    grandissimo Helmut!!!!!!!!!!!!!
    pensaci tu ad abbassare la cresta a quello la!!
    Vettel nemmeno se la calcola talmente è più forte!!!
    esattamente come nel calcio coloro che provocano sono quelli che scarsi tecnicamente che provano a metterla sul piano della provocazione per battere il proprio avversario!
    alonso = materazzi
    vettel = zidane
    con la differenza che vettel non ci pensa proprio ad abbassarsi al livello di alonso!

  • GRANDE Marko … per gli italiani non è facile comprendere uno che ha le idee chiare e ottiene risultati vincenti con rigore e dedizione … e pensare che la nostra storia sportiva … è stata grande grazie a italiani di questo tipo … es. un certo Enzo Ferrari …. che era molto piu’ cinico e spietato del buon Marko …

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!