Massa, visita a Maranello: “Mi sento un top driver”

22 gennaio 2013 12:00 Scritto da: Antonino Rendina

Felipe, in videochat con i tifosi, non nasconde le proprie ambizioni. La sfida ad Alonso è lanciata, questo Massa ormai è lontano parente del pilota spento pre-estate 2012.

felipe-massa-ferrari-f2012-jerez

Molti lo aspettano al guado; chi a braccia aperte, chi pronto a giudicare e criticare: “So che i tifosi veri credono in me,  e li ringrazio. Mentre c’è gente che scrive e parla di me che non ha più fiducia”.

Felipe Massa, dopo la settimana bianca di Wrooom, si presenta a Maranello con il piglio da combattente e con il carisma dei tempi d’oro.

La seconda parte del mondiale 2012 ha palesemente trasformato il pilota paulista, che vuole tornare ad essere il trascinatore della Ferrari come accadde nel 2008.

Massa si è trattenuto a parlare della nuova monoposto con i tecnici e ha già provato il nuovo sedile. All’ottavo anno in rosso il ruolo di veterano sembra galvanizzarlo particolarmente: “Non potrei chiedere niente di meglio alla mia carriera. Ho lottato per il mondiale e ho vinto gare meravigliose e corro per la Ferrari. Sono soddisfatto di quello che ho”.

Alle prime – piccole ma palesi – crepe nel rapporto tra il cannibale Alonso e il Cavallino, Felipe ha risposto “riprendendosi” un certo status in squadra. Anche in quest’ottica vanno lette certe performance di fine anno, dove si è mostrato competitivo come se non più dell’asturiano:

“Ad un certo punto le nubi nere su di me sono scomparse, le cose sono iniziate ad andare per il verso giusto. Un po’ sono migliorato io, evitando di commettere stupidi errori, dall’altro lato anche la sorte è tornata a sorridermi”.

Motivo di grande curiosità tra appassionati e addetti ai lavori è proprio capire quanto (e soprattutto se) Felipao potrà “infastidire” Alonso. Per lo spagnolo  il ruolo di prima guida è in banca, in tutti i sensi.

E’ sinceramente difficile pensare a una lotta interna tra i due alfieri del Cavallino, considerando che Fernando resta comunque un pilota “superiore”.

Ma guai ad accennare una cosa del genere a questa fuoriosa fenice che si è impossessata di Massa: “Sono allo stesso livello di FernandoSiamo entrambi top driver e corriamo nella competizione motoristica più nota al mondo e sulla stessa monoposto”.

Verrebbe da chiedergli: un po’ come con Kimi Raikkonen nel 2007-2008? Precampionato da leader per Felipe, in attesa della “prima giornata”, quella che si gioca a marzo nella splendida Melbourne.

29 Commenti

  • ferrarinelsangue

    Massa sarà anche un buon pilota, ma non può proprio paragonarsi a Fernando, spero solo che inizi il campionato come ha terminato questo del 2012..

  • Si si poi dopo due gare inzierà a dire che le gomme erano troppo fredde, che lo sterzo non sterza come vorrebbe lui che le regolazioni dell’assetto non erano azzeccate che la macchina ha troppo sovrasterzo o sottosterzo e che i panini della mensa non c’avevano il formaggio dentro e che quindi non è riuscito a dare il massimo.
    Oppure parte in quarta, va fortissimo,ma però poi Domenicali all’orecchio gli sussurra:”Fernando is faster than you” e allora si pianta di nuovo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!