Boullier: “Siamo affamati di vittorie e nel 2013 miglioreremo”

29 gennaio 2013 12:50 Scritto da: Giacomo Rauli

Alla presentazione della Lotus E21 nella factory di Enstone, Eric Boullier ha tracciato le linee guida che il suo team dovrà seguire per raggiungere gli obiettivi fissati ad inizio anno, ovvero primeggiare da subito

eric-boullier

Migliorare il 2012”. Più di una speranza e certamente più di un obiettivo, sicuramente un primo traguardo. Con la presentazione della nuova E21, avvenuta ieri sera nella factory di Enstone, il Lotus F1 Team non si nasconde più, l’obiettivo è migliorare sensibilmente quanto di buono fatto nel 2012.

La stagione passata ha regalato un anno brillante per Lotus, tornata alla vittoria ad Abu Dhabi con Kimi Raikkonen ed autrice di dieci podi che le hanno fatto conquistare il quarto posto nella classifica Costruttori, addirittura davanti alla superpotenza economica AMG Mercedes.

Il Team Principal Lotus, Eric Boullier, ha tracciato il percorso che il suo team dovrà seguire se vorrà davvero fare meglio del 2012:Credo che nel prossimo Mondiale potremo fare grandi cose. Veniamo da due stagioni di miglioramenti ed abbiamo un line-up piloti tra i più competitivi dell’intera F1, ciò rappresenta un potente cocktail per poter fare bene”.

Boullier, nonostante le prestazioni mostrate l’anno scorso siano stato eccellenti, afferma che sarà fondamentale per il suo team raggiungere il vertice già questa stagione, avendo tutti gli elementi per farlo:La nostra ambizione è quella di entrare nella stretta cerchia dei top team per riuscire a competere sino alla fine per la conquista dei titoli. Dovremo regolarizzare le nostre prestazioni arrivando regolarmente a podio e vincere qualche gara in più”.

La E21 è senza dubbio un’evoluzione della vettura 2012 ma, guardando bene le soluzioni visibili sin dalla presentazione, si può notare come il retrotreno sia stato oggetto di un attento studio da parte degli uomini diretti da James Allison. Evoluzione sì, ma profonda, per tentare di ridurre il gap con McLaren, Red Bull e Ferrari.

La vettura è una logica evoluzione della E20, anche perché era una vettura competitiva ed abbiamo quindi puntato a non effettuare troppi stravolgimenti. Anche dal punto di vista dei piloti abbiamo preferito la continuità. Kimi ha rimesso il suo talento a nostra disposizione e Romain è un giovane dalle grandi prospettive. Ci aspettiamo molto da loro”, ha proseguito il Team Principal francese.

Le aspettative per questa stagione dunque, in attesa del cambio di regolamento 2014, sono altissime e ad Enstone non hanno certo timore di rivelare intenti di primato. “Noi siamo a secco di titoli da tanto e siamo molto affamati. Ad Enstone sappiamo come vincere e dopo il primo GP portato a casa nel 2012 abbiamo ancora più fame”. Parola di Erico Boullier, parola di Lotus.

1 Commento

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!