Ferrari F138, l’analisi tecnica

1 febbraio 2013 15:31 Scritto da: Marco Di Marco

Scopriamo insieme le novità tecniche della Ferrari F138

ferrari-f138La F138, cinquantanovesima monoposto di Maranello, si presenta come una decisa evoluzione del modello 2012, mantenendo inalterata la soluzione pull-rod per la sospensione anteriore e posteriore.

L’avantreno è caratterizzato da un muso leggermente più alto rispetto alla F2012 [FOTO], dotato di uno sbalzo ridottissimo. I piloni di sostegno dell’ala, oltre a mantenere le dimensioni generose per fungere da convogliatori d’aria ai lati della vettura, sono caratterizzati da un disegno a scalino [FOTO] nella parte ove si raccordano col naso della monoposto.

Sempre dal confronto laterale tra la F138 e la F2012, si nota come la zona a “coltello” sotto il telaio presenti un andamento meno curvilineo e più diritto, mentre le fiancate della vettura sono adesso decisamente più scavate. Come si ricorderà, proprio il disegno delle fiancate della F2012 fu uno dei talloni d’Achille della monoposto, poiché gli ingombri eccessivi influenzavano negativamente l’interazione dell’aria fredda con i flussi caldi dei gas di scarico. Il riposizionamento dei componenti interni, ha pertanto comportato un disegno delle pance più scavato in modo da garantire un miglior coefficiente aerodinamico.

La monoposto 2013 presenta ancora i turning vanes sotto il telaio [FOTO] caratterizzati da una notevole svergolatura e dal taglio centrale degli stessi, anche se non è detto che la monoposto che debutterà in Australia monterà ancora questi elementi figli della stagione 2012. La presa d’aria dinamica mantiene lo stesso disegno sdoppiato visto nella passata stagione [FOTO], dove la presa secondaria è finalizzata al raffreddamento del cambio.

Sono state mantenute le doppie alette ai lati dell’abitacolo con i supporti degli specchietti separati da queste e posizionati direttamente sulla scocca, come già visto nel finale del 2012.

A differenza della McLaren, la monoposto di Maranello presenta delle bocche di ingresso dei radiatori che inglobano le strutture anticrash laterali, mentre il disegno della parte superiore delle pance è leggermente più alto, voluminoso e meno ondeggiante rispetto alla progenitrice F2012 [FOTO].

Il retrotreno della vettura è la parte della monoposto che desta maggior interesse.

La Ferrari ha presentato una monoposto dotata di terminali ad effetto “Coanda” dal disegno tradizionale [FOTO], privi del tunnel sotto i bulbi degli stessi, i cui gas roventi andranno ad interagire con la deriva in carbonio posta dinnanzi alle ruote posteriori, mentre la zona del differenziale e del cambio [FOTO] è stata miniaturizzata, sulla falsariga di quanto visto sulle Williams del 2011 e 2012, in modo tale da consentire un maggior afflusso di aria verso il retrotreno della vettura. Sempre dalla medesima foto si nota ancora il particolare disegno delle prese dei freni posteriori, estremizzate nella funzione aerodinamica e dotate nella parte superiore ricurva di tre piccole feritoie.

Altro particolare che ha colpito l’attenzione è la presenza, nella parte terminale delle paratie laterali dell’ala posteriore, di due “veneziane” [FOTO], la cui finalità si presuppone sia quella di interagire col sistema DRS.

Dal confronto superiore tra le due vetture [FOTO] si apprezza appieno il lavoro svolto dai tecnici di Maranello nel retro della vettura. Un lavoro indirizzato, come detto, alla miniaturizzazione dei componenti finalizzata a lasciare quanto più spazio libero possibile in una zona delicata da un punto di vista aerodinamico.

Si dovrà attendere sino ai prossimi test per verificare la bontà di un progetto sviluppato nella galleria del vento a Colonia e per vedere le prime importanti evoluzioni di una monoposto che, sino ad oggi, non ha colpito quanti si aspettavano una radicale rivoluzione del progetto 2012.

[nggallery id=29]

41 Commenti

  • La vera rivoluzione della nuova Ferrari è la sospensione posteriore del tutto inedita, oltre ad avere la carenatura tipo RB ha una meccanica e un cambio completamente nuovi, con un sensibile incremento dei flussi d’aria verso il diffusore e di conseguenza un guadagno di carico aerodinamico…questa rivoluzione farà discutere^_^

  • in effetti si parlava tanto dei problemi di resistenza all’aria della F2012, ma alla fine era tra quelle con la più alta velocità di punta!il vero problema era la mancanza di carico al posteriore, tanto è vero che in gara, coi serbatoi pieni, era molto più competitiva…

  • i radiatori resteranno in posizione verticale….http://ww.omnicorse.it/magazine/24597/f1-editoriale-la-f138-e-la-monoposto-della-consapevolezza-ferrari …..insiema alla sospensione anteriore, sono dei punti fermi del vecchio e nuovo progetto……evidentemente, non era la loro posizione a creare problemi, e se ricordo bene, l’anno scorso, erano stati posizionati così’ per creare un vantaggio e non uno svantaggio (recupero ulteriore aria calda) ma evidentemente qualcosa era andato storto e si spera che adesso funzioni…..

  • ZioTure
    Infatti anche se su omnicorse hanno scritto che i radiatori adesso sono inclinati…. anche per giustificare la loro campagna sin dal 2012. Ma spesso hanno sbagliato clamorosamente… prima era il pull rod poi i radiatori… Una mia opinione in merito, la Ferrari secondo me non ha assolutamente cambiato la posizione ma ha migliorato quella della f12012. Per spostare i radiatori bisognerebbe ridisegnare le bocche e anche le pance avrebbero un disegno diverso, basta vedere le pance della F10 o della f150, mentre la nuova 138 ha pance simili. Del resto la stessa Sauber partendo dai radiatori orizzontali ha ottenuto delle pance strettissime… secondo me non è assolutamente vero che creano resistenza aerodinamica, anche perche’ le f1 di una volta avevano una disposizione simile… E’ solo una spiegazione giornalistica e la Ferrari intelligentemente non ha mai smentito per pretattica, come sul pull rod

    quoto. Cmq la Ferrari potrebbe avere dei radiatori come quelli sauber per quanto ne sappiamo…non è detto che indossi un “vestito aderente” alla presentazione anche se credo che la strada intrapresa sia quella di ottimizzare i concetti della f2012. Ho letto che Byrne è stato visto alla presentazione ed è stato intervistato..a quanto pare sta lavorando sulla macchina 2014 e sulla f138 ha detto qualcosa del tipo: “è una bella macchina, ha una sospensione posteriore interessante, aspettiamo che Newey si lamenti”

  • non ho ancora capito se hanno inclinato le masse radianti o le hanno lasciate verticali come sulla F2012, qualcuno lo sa?

    • no, nessuno ha visto la macchina smontata 😀

    • Infatti anche se su omnicorse hanno scritto che i radiatori adesso sono inclinati…. anche per giustificare la loro campagna sin dal 2012. Ma spesso hanno sbagliato clamorosamente… prima era il pull rod poi i radiatori… Una mia opinione in merito, la Ferrari secondo me non ha assolutamente cambiato la posizione ma ha migliorato quella della f12012. Per spostare i radiatori bisognerebbe ridisegnare le bocche e anche le pance avrebbero un disegno diverso, basta vedere le pance della F10 o della f150, mentre la nuova 138 ha pance simili. Del resto la stessa Sauber partendo dai radiatori orizzontali ha ottenuto delle pance strettissime… secondo me non è assolutamente vero che creano resistenza aerodinamica, anche perche’ le f1 di una volta avevano una disposizione simile… E’ solo una spiegazione giornalistica e la Ferrari intelligentemente non ha mai smentito per pretattica, come sul pull rod

  • Comunque la livrea nasconde un piccolo segreto… la parte nera non è verniciata ma è in carbonio ” Grezzo ” quindi non è liscia come la parte verniciata. Si parlava gia’ l’anno scorso delle superficie ruvida a pelle di squalo, bene la parte nera sembra simile a quella del fondo quindi potrebbe non essere una scelta casuale.

  • Bellissima. Incredibile l’annullamento dei volumi al posteriore a confronto di McLaren e sauber, già molto rastremate. Sembra che la vettura “finisca” mezzo metro davanti alle ruote posteriori! Forse questa volta hanno davvero concepito una F1 estreme. Sono “speranzoso”!

    • si concordo è molto bella..cmq ho provato a mettere a confronto ferrari e mclaren io sinceramente al posteriore non vedo differenze,l’unica cosa che mi viene in mente che sono i diversi colori a confondono le misure

      • Magari mi sbaglio, ma guarda la foto sul prospetto laterale, la Ferrari e’ l’unica che lascia vedere l’intera ruota del lato opposto nonostante la presenza della pinna sul cofano.

  • Io credo che saremo allo stesso punto dell’anno scorso.
    Lo scorso anno ci mancavano 4-5 decimi, per recuperarli bisogna aver tirato fuori qualcosa dal cilindro.
    Adesso, ho questo qualcosa non c’è o è ben nascosto. Spero ovviamente per a seconda.

    • perritos
      Io credo che saremo allo stesso punto dell’anno scorso.
      Lo scorso anno ci mancavano 4-5 decimi, per recuperarli bisogna aver tirato fuori qualcosa dal cilindro.
      Adesso, ho questo qualcosa non c’è o è ben nascosto. Spero ovviamente per a seconda.

      non credo…..l’anno scorso la f2012 aveva dei problemi progettuali, alcuni li hanno resi noti, altri, secondo me no……quelli a noi sconosciuti, erano quelli piu’ gravi, quelli che hanno reso del tutto inutile i vari step evolutivi di fine anno…..hanno cercato di non allarmarci, per farci tenere vive le speranze, ma secondo me sapevano benissimo quali erano i loro limiti e che “la coperta” era corta e quando è corta, devi sceliere se coprirti i piedi o la testa……questi problemi, sempre secondo me, li hanno scoperti da subito, qindi hanno afflitto la macchina per l’intera stagione, facendo saltare un po’ tutto lo sviluppo…..(la continua evoluzione di ali e fondo, nella passata stagione, lo dimostrano….erano le uniche parti modificabili senza toccare altro) questo secondo me fa ben sperare per quest’anno, perchè cosi’ la nostra macchina dovrebbe avere un recupero maggiore rispetto agli avversari….se cosi’ fosse, quest’anno, potremmo beneficiare anche di idee previste per il 2012 ma che per i problemi riscontrati, sono state abbandonate, insomma ripetere gli errori del 2012 è da proncipianti davvero, non succedera’. Questa volta, ad osare dovranno essere gli altri,(vedi pull rod mclaren) che a fine anno, avevano delle macchine sviluppate al massimo senza grossi errori di partenza.

    • Presentazione, se hai qualche cosa di diverso lo nascondi, non puoi svelare tutto, sarebbe assurdo.

  • e quest’anno non ci saranno i problemi di svezzamento dell’anno passato che dovettero tornare indietro perdendo almeno mezzo secondo

  • premesso che non compro giornali ma stavolta e stato un obbligo per capirne di più e quello che ne posso tirarne fuori e che e davvero tutt’altro che la f2012 camuffata

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!