Rosberg promuove subito la W04 nonostante il cortocircuito

5 febbraio 2013 17:49 Scritto da: Giacomo Rauli

Nonostante l’inconveniente all’alternatore abbia limitato a soli 11 giri la giornata di test dell’AMG Mercedes, Nico Rosberg s’è detto subito ben impressionato dalla nuova monoposto del team di Brackley.

Rosberg_W04Solo undici giri effettuati in otto ore di test. Poco, anzi pochissimo. Eppure sembra che i pochi chilometri fatti sul circuito di Jerez de la Frontera siano ampiamente bastati a Nico Rosberg per avere una primissima idea della nuova Mercedes W04.

L’impatto con la nuova monoposto “E’ stato molto buono sin da subito. Molto positivo” ha affermato Nico Rosberg. “Non posso dire quanto la vettura sia effettivamente competitiva, ma le prime impressioni che ho avuto sono state ottime. Potevo spingere, l’assetto era ottimale ed era un piacere guidare“.

Parole che avranno senza dubbio provocato piacere ai vertici del team, sotto pressione in mancanza di risultati significativi da ben tre stagioni. Nonostante le sensazioni positive provate dal tedesco dopo i primi chilometri, la nuova Mercedes W04 ha lasciato a piedi il suo pilota a causa di un cablaggio che ha innescato un cortocircuito che avrebbe poi danneggiato irrimediabilmente l’alternatore, bruciandolo. L’inconveniente ha inoltre costretto il team anglotedesco a chiudere in anticipo la sessione di test per riparare il danno alla W04.

Nonostante l’inconveniente, la vettura appare come un deciso passo avanti rispetto alla W03” ha proseguito il vincitore del GP della Cina 2012 “Speriamo proprio di aver ridotto il gap con i team di vertice. Alla fine dello scorso anno avevamo un distacco dal vertice calcolabile in un secondo circa e dobbiamo a tutti i costi colmarlo. La base che abbiamo mi pare più che buona e dovremo partire da questa per migliorare ulteriormente“.

Nonostante sia solo il primo giorno – e non sia stato sfruttato appieno – i tecnici Mercedes a Jerez e Rosberg dovranno inviare i primi feedback a Brackley, per poter così eventualmente correggere i primi problemi sorti sul circuito spagnolo ed indicare altresì i punti forti della neonata Mercedes: “Ora dobbiamo inviare dati e sensazioni in fabbrica” ha chiuso il tedesco “In modo tale da poter indirizzare il lavoro immediatamente sulla strada giusta“.

 

10 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!