C’è già feeling tra Vettel e la nuova Red Bull RB9

7 febbraio 2013 19:21 Scritto da: Giacomo Rauli

Debutto stagionale per Sebastian Vettel che è tornato al volante dopo aver trionfato in novembre ad Interlagos. Il venticinquenne di Heppenheim ha trovato la nuova RB9 subito all’altezza anche se non si sbilanciato troppo riguardo le prestazioni pure della nuova monoposto.

vettel_rb9Debutto stagionale molto positivo per il triCampione del Mondo Sebastian Vettel al volante della nuova Red Bull RB9. Il venticinquenne di Heppenheim ha effettuato ben 102 giri sulla nuova monoposto ed ha ripreso confidenza con la pista dopo due mesi e mezzo di assoluto riposo.

La terza giornata di prove del team di Milton Keynes è risultata molto simile a quella della Ferrari, con un programma da svolgere altrettanto simile, che ha portato Sebastian Vettel a far segnare il tempo di 1’19″052, issandosi al terzo posto nella classifica odierna.

I tempi, come al solito, contano relativamente poco, soprattutto nella prima sessione di test invernale, spesso impiegata nella raccolta dati sulla nuova vettura e alla verifica di impianti, sistemi ed efficienza aerodinamica. Quello che ha stupito, ma neppure troppo, è stata la semplicità con la quale la RB9 ha fatto segnare tempi di tutti rilievo nei long run effettuati quest’oggi con pneumatici P Zero Medium.

Così come Massa, anche Vettel ha potuto spingere per alcuni tratti della giornata potendo constatare la bontà del progetto 2013 partorito dalla geniale mente di Adrian Newey:E’ stato grande poter tornare in macchina. Il primo approccio alla nuova vettura è stato subito positivo e devo dire che la vettura lavora già bene ed è ben equilibrata“.

Ad ogni modo è attualmente difficile dare una valutazione completa della vettura perchè cambierà molto già dall’Australia. Siamo felici perchè siamo riusciti a girare tanto, ma non è un problema se i tempi non sono eccellenti, perchè nei test i tempi contano davvero poco. Soprattutto alla prima uscita dell’anno” ha concluso Vettel.

Oggi la Red Bull ha diviso la giornata in due, lavorando alla mattina sul set-up con i feedback lasciati nei due giorni passati da Mark Webber e integrandoli con le indicazioni di Vettel; nel pomeriggio invece sono stati svolti alcuni aerotest sul retrotreno così come ieri, assieme a long run per valutare la durata delle nuove specifiche Pirelli che saranno utilizzate nel Mondiale 2013.

5 Commenti

  • Vettel sta facendo la solita pretattica e si nasconde non cercando assolutamente le prestazioni perchè sa già che la rb9 è una vettura con un’ottimo potenziale!
    E’ cambiata in meglio e soprattutto ha conservato in tutto e per tutto la flessibilità del muso e dell’alettone che è sigillato al suolo più di tutte le altre vetture.
    C’è un confronto su una una foto che ritrae la RB9 a fianco della F138 in uscita della pitlane, ebbene ci saranno 10cm di differenza tra le due vetture in altezza da terra!
    Sarà ma io ho parecchi dubbi sulla solita regolarità della vettura angloaustriaca sui materiali usati che flettono ancora parecchio.
    Riuscirà la F.I.A. quest’anno a far rispettare le regole?
    Speriamo che almeno a Melbourne i delegati facciano appieno il loro dovere applicando controlli più severi, senza più ombre e sospetti ma nel rispetto delle nuove normative regolamentari, in modo da dare punizioni esemplari ai furbi e disonesti che barano!
    Anche a Maranello dovrebbero studiare materiali altamente deformabili per costruire muso ed alettone anteriore in modo che flettendo generino effetto suolo e maggior velocità di percorrenza in curva.
    Ma sono convinto che quest’anno in Ferrari non lasceranno nulla d’intentato e saranno al limite del regolamento anche loro!
    Infatti la vera Ferrari(come d’altronde accadrà per tutte le vetture), si vedrà solo nell’ultima sessione di test i primi di Marzo a Barcellona,
    Solo allora si potrà vedere il livello di competitività qual’è, ora i tempi non hanno nessuna valenza, non servono a niente!

  • Fiaaaa dove sei?? la Red Bull si “piega” più dell’anno scorso. Quel muso già a velocità media si deforma andando verso l’alettone anteriore che a sua volta flette tanto, forse più dell’anno scorso. Ma il nuovo regolamento non dice che questo non può accadere?? incominciamo bene. FIA DOVE SEI

  • Mi sembra che l’effetto deformante dell’alettone anteriore che è quello che striscia di più al suolo ed il muso di gomma più lungo per avere ancora più flessibilità, restano identici a com’erano prima.
    Complimenti alla F.I.A. per i protocolli più severi in materia di flessibilità che si dovevano adottare; Se questo è l’inizio, stiamo messi bene nel rispetto delle regole!
    Spero solo che trattandosi di test i delegati F.I.A. lasciano correre in questo momento per poi fare severi controlli da Melbourne ed emettere pesanti sanzioni a chi non rispetta le regole.

  • Quali incredibili e fantasmagorici trucchi si sono inventati quest’anno a Milton Keynes?
    La Fia è già sulle orme, si, degli avversari!

  • in effetti la red bull è sembrava molto stabile ed equilibrata a differenza dell’anno scorso che lamentava già dall’inizio problemi di grip al posteriore…

    problemi poi capiti e risolti solo a metà stagione, c’è stato un momento del 2012 in cui la red bull era la terza vettura per competitività dopo mclaren e ferrari…l’importante è partire competitivi fin da subito con un buon risultato e migliorare la vettura ad ogni gara…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!