Pirelli riceve feedback positivi da parte delle squadre

8 febbraio 2013 22:02 Scritto da: Davide Reinato

Obiettivi raggiunti da Pirelli con gli pneumatici 2013. I test di Barcellona fondamentali per accrescere la conoscenza delle nuove mescole da parte dei team.

PirelliHard

In questi quattro giorni di test a Jerez i team di Formula 1 hanno avuto modo di mettere alla prove le nuove monoposto, ma anche di tenere a battesimo i nuovi pneumatici di Pirelli per la stagione 2013.

La casa milanese incassa un generale apprezzamento dalle squadre per la nuova gamma di pneumatici e affida un primo bilancio alle parole del suo direttore Motorsport, Paul Hembery. “Arrivano impressioni positive sui nostri nuovi pneumatici 2013, che hanno mescole e strutture completamente nuove. Abbiamo avuto conferma che gli obiettivi che ci eravamo prefissi sono stati tutti raggiunti”, ha ammesso.

Hembery ha rimarcato il fatto che le condizioni di Jerez non era però ottimali: “Molti i dati raccolti sugli pneumatici hard e medium, pochi per le soft e supersoft. Le condizioni di quest’anno a Jerez non erano ideali. Le prossime due sessioni di test di Barcellona rappresentano un’altra occasione molto importante per l’aumento della conoscenza delle gomme”.

Pirelli ha fornito ben 385 set di gomme ai team in questi quattro giorni, ossia 1.540 pneumatici di cui 49 set di Soft, 157 di Medium e 95 di Hard. All’inizio non era previsto che Pirelli portasse anche le supersoft, non adatte a questa pista, ma alcuni team – tra cui McLaren – hanno richiesto di averle ugualmente. Per questo motivo, Pirelli ha portato una riserva di 7 set Pzero Red Supersoft.

I tempi dei test:

1° giorno

1. Jenson Button, McLaren 1.18.861 Hard New

2. Mark Webber, Red Bull 1.19.709 Medium New

3. Romain Grosjean, Lotus 1.19.796 Hard New

 

2° giorno

1. Romain Grosjean, Lotus 1.18.218 Soft New

2. Paul Di Resta, Force India 1.19.003 Soft New

3. Daniel Ricciardo, Toro Rosso 1.19.134 Medium New

 

3° giorno

1. Felipe Massa, Ferrari 1.17.879 Soft New

2. Nico Rosberg, Mercedes 1.18.766 Medium New

3. Sebastian Vettel, Red Bull 1.19.052 Medium New

 

4° giorno

1. Kimi Räikkönen, Lotus 1.18.148 Soft New

2. Jules Bianchi, Force India 1.18.175 Soft New

3. Sebastian Vettel, Red Bull 1.18.565 Hard New

7 Commenti

  • Scusa zico, ma sinceramente faccio fatica a capire quello che scrivi. Ti prego, in italiano per favore…
    I tempi secondo me sono molto poco significativi, soprattutto questi; più indicativi possono essere le analisi dei long run, tenendo però conto del grande degrado di questa pista.

    • e vero scusa, i tempi non contano é solo per ca@@eggiare un pò

      • Ah ah, non è che sia per “giocherellare”, è che è difficile trovare la quadra tra esigenze di raccolta dati, asfalto che evolve, temperature che cambiano e gomme con numero di giri incognito. Oltre alla volontà di non finire a muro per perdere la giornata di prove.

  • quindi in questo momento il reale distacco sul giro non in gara potrebbe essere di 3o4 decimi ma speriamo negli aggiornamenti per recuperare(scusate se scrivo a pazzi ma devo servire al banco e adesso e venuta mia moglie e predica che sto qua vicino)

  • dal suo tempo vettel potrebbe togliere 1.5 e massa 4 decimi il tempo si differenzia di poco anche il carburante e lo stesso non ci sono motivi di non pensarlo perchè gli stint sono uguali

  • 1.19.052 Medium New, 1.18.565 Hard New questo e vettel nei 2 giorni e sarebbe impensabile che non li ha fatti con la stessa configurazione, quindi la pista il 4° giorno essendo piu gommata a raggione massa i piu incredibile Jenson Button, McLaren 1.18.861 Hard New al primo giorno, invece il 18.5 e paragonabile a quello di massa perche( credo che sarebbe riuscito a scendere almeno 3 o4 decimi ieri) per la pista e per il tipo di lavoro fatto. Se mi sbaglio questi ammazzeranno il campionato, ma come ho detto non credo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!