Red Bull, Vettel: “Possiamo ritenerci soddisfatti”

8 febbraio 2013 19:15 Scritto da: Davide Reinato

Sebastian Vettel ammette che i primi quattro giorni di test a Jerez sono stati piuttosto produttivi per la sua squadra, ma non si sbilancia su previsioni o prestazioni della sua RB9.

redbull-rb9-2013Gary Anderson ne è convinto: “La Red Bull RB9 riesce a generare più carico rispetto a tutti gli altri avversari”. E quando lo riferiamo a Sebastian Vettel, lui sorride e fa spallucce.

Vuole tenere un profilo basso, Sebastian, conscio del fatto che è presto per parlare della RB9 come la miglior vettura del lotto. La concorrenza non sta certo a guardare ed è prematuro fare certe considerazioni dopo appena quattro giorni di test. Per assurdo, quello di Jerez è anche il meno utile. I prossimi 8 giorni di prove programmate a Barcellona ci diranno certamente di più.

Seb ammette: “Mettiamola così, è stato importante per me fare questi due giorni di test e fare un sacco di giri, anche grazie al clima favorevole. Ma non posso dire molto, anche se sono convinto che questa vettura rappresenta un passo avanti”. Una grande passo avanti? Il tedesco non si sbilancia: “Difficile da dire. La maggior parte delle innovazioni sono sotto il cofano e ce ne saranno ancora fino ad arrivare a Melbourne. Diciamo che è un passo avanti nella giusta direzione”.

In questi due giorni a Jerez, Vettel ha anche portato avanti dei test di valutazione delle nuove Pirelli Pzero 2013. A tal riguardo, il Campione del Mondo in carica ha aggiunto: “Ci siamo limitati a guidare con le Medie e le due. Utilizzeremo le Soft solamente a Barcellona. Sento queste gomme in maniera diversa, ma non saprei dirvi quanto incideranno in gara”.

Infine, tira le somme di quattro giorni di prove per la Red Bull: “Possiamo essere soddisfatti. Abbiamo una macchina stabile e siamo stati in grado di fare più giri rispetto lo scorso anno. Per quanto riguarda le prestazioni, brancoliamo nel buio, perché non conosciamo gli avversari. I test di Barcellona, in questo senso, saranno più utili di questi di Jerez”.

25 Commenti

  • razorF1
    Se la differenza prestazionale tra ogni mescola è di 7 decimi e Vettel aveva lo stesso carico di benzina quando ha fatto il tempo, vuol dire che la RB ammazzerà il campionato.
    1.17.879
    1.18.565 +0.686 (dovrebbe essere +1.4, quindi avrebbe un vantaggio di 7 decimi)

    però bisogna considerare anche la maggior gommatura della pista, inoltre ,se non sbaglio,Vettel ha fatto un giro in meno di Massa nel suo run…quindi ,in quest’analisi dallo scarsissimo valore scientifico, dovrebbero essere li :)

    La cosa importante è che Massa abbia trovato la vettura facile da guidare il chè (rifacendomi ad un articolo dell’ Ing. Mazzola) vuol dire che la macchina ha un buon livello di carico al posteriore, cosa che mancava alla f2012. Inoltre prendendo per buone le parole di Massa:”sono stupito dal tempo che ho fatto” si potrebbe pensare che non sia stato cercato quindi il limite è più in basso. Credo che in un gp su questo circuito con le stesse condizioni atmosferiche il tempo di Massa potrebbe essere il limite per accedere in q2 e la pole potrebbe essere sul 16.5. lo so, stò facendo ipotesi prive di qualsiasi possibile riscontro e forse stò farneticando, la cosa più importante per me resta il fatto che la macchina sia facile da guidare….aspettando i primi on board per vedere quanto devono correggere i piloti…cmq è dal 2008 che la Ferrari non fa una macchina guidabile….speriamo in bene :)

    • matteoS se non hai capito quello che ha scritto prima ti puoi leggere questo ed e quello che volevo intendere

    • Bhe, non è che si possono fare certe congetture, forse sto per dire una corbelleria, ma dato il tipo di asfalto molto abrasivo, le gomme soft non sono tanto indicate sulla pista di Jerez, per cui il distacco paventato, potrebbe essere superiore ma anche inferiore o, per assurdo addirittura meno prestazionale, molto meglio guardare i long run e Felipe, nella seconda giornata di test ha fatto un run di 19 giri senza mai far rientro ai box per fare rifornimento, nel quale fra vari test aerodinamici, ha ottenuto un tempo di 1.19:9 che è stato anche il suo miglior tempo della giornata ed il tutto con gomme dure. Considerando che Jerez è un circuito molto corto, le prestazioni fra macchina vuota e carica di carburante, variano di circa 5 secondi al giro, per cui, considerato l’elevato numero di giri percorsi dal brasiliano, non direi certamente che era scarico e per di più eravamo solo alla seconda giornata di test, dove il miglior tempo assoluto lo ha fatto registrare Grosjean 1.18.218. Direi che Felipe ha tutte le ragioni di essere ottimista.

    • Non possiamo sapere anche se Vettel ha spinto… girano voci che abbia realizzato il record personale solo al 1 settore nel giro veloce

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!