Pirelli, scelti gli pneumatici per le prime gare

La Pirelli ha appena diramato i compound scelti per i primi quattro GP della stagione 2013, con alcune novità rispetto lo scorso anno.

Pirelli_Formula 1_2013Pirelli parte aggressiva in questo 2013 e lo si è intuito dopo aver visto le scelte della casa milanese riguardo gli pneumatici che saranno portati nei primi quattro Gran Premi della stagione che inizierà tra poco più di un mese.

Nel GP iniziale, in Australia, Pirelli porterà gli pneumatici P Zero Red SuperSoft, ovvero i più performanti abbinati ai P Zero White Medium. Il pneumatico più duro, in questo caso il Medium, sarà contraddistinto come “Prime“, mentre il più morbido delle due mescole portate sarà riconoscibile come “Option“.

Nel secondo appuntamento del Mondiale, che sarà disputato in Malesia, saranno utilizzati compound Medium ed Hard, quest’anno contraddistinte dalla nuova colorazione arancione, che prende il posto della meno distinguibile “Silver”.

Al Gran Pemio della Cina invece torneranno i P Zero Yellow Soft e White Medium, mentre al quarto appuntamento del 2013, in Bahrain, vi sarà il cosiddetto “salto di mescola”. Vedremo infatti impiegati i P Zero Yellow Soft e gli Orange Hard, i quali garantiranno un salto di prestazione notevole nell’utilizzo delle due mescole.

16 Commenti

  1. Mauro
    sarebbe molto bello, ma non credo che sia fattibile in quanto i team non avrebbero mai il tempo materiale per capire quale gomma è meglio usare (gia fanno fatica con 2, figuriamoci con 4) e soprattutto pirelli dovrebbe portare e produrre il doppio delle gomme..

    Magari si potrebbero portare 3 mescole (e non 4) a GP e lasciare la scelta ai piloti. Ad ogni modo si farebbe un gran bel passo avanti anche solo abolendo l’obbligo di usare entrambe le mescole. Comunque non credo che portare 3 mescole anzichè 2 possa essere problematico per la Pirelli, nè tantomeno per le squadre testare tutte le mescole a disposizione. Infatti ci sono ben 4 ore di prove libere prima delle qualifiche.

  2. per me dovrebbero portare il salto di mescola ad ogni corsa per garantire incertezza alla corsa.due mescole vicine vuol dire anche prestazioni simili, il che è diventa un deterrente ai sorpassi alla lunga.

  3. Bella scelta per l’australia….usare subito le piu morbide per il primo gp e un rischio…sopratutto per chi mangia le gomme….mclaren e avantagiata perche gia ha usato le coperture piu morbide…..

    1. no.abbiamo usato le super soft e le hard le qualo hanno un range di lavoro diverso e il motivo e trovare un compromesso nella monoposto da renderla bilanciata con le gomme!!:) e stata la pirelli ha portare le supersoft a melbourne quindi e pura coincidenza 🙂

  4. Io credo che sarebbe ora di lasciare ai team (o meglio ai piloti) piena libertà di scelta delle mescole. Avremmo delle strategie più diversificate e ciascun pilota potrebbe meglio esprimere il proprio stile di guida scegliendo le mescole a lui più congeniali, senza dover fare la cosa opposta, ossia adattare il proprio stile alle gomme (snaturandolo di fatto). Ad ogni modo questi pneumatici potrebbero avvantaggiare i “manici delicati” nelle prime gare…

    1. sarebbe molto bello, ma non credo che sia fattibile in quanto i team non avrebbero mai il tempo materiale per capire quale gomma è meglio usare (gia fanno fatica con 2, figuriamoci con 4) e soprattutto pirelli dovrebbe portare e produrre il doppio delle gomme..

  5. Strana scelta quella di quest’anno, solitamente melbourne era pista da medium e soft, vedere le rosse supersoft è segno di aggressività, anche se sarà migliorata la prestazione in Q e nella prima parte di gara per poi passare alla strategia usuale più conservativa delle gialle soft.

Lascia un commento