Barcellona, giorno 3: Alonso chiude la giornata al Top

21 febbraio 2013 17:27 Scritto da: Redazione

Fernando Alonso è stato il più veloce nella terza giornata di prove a Barcellona, precedendo la Sauber e la Lotus.

Alonso - Ferrari

Fernando Alonso è stato il più veloce nella terza giornata di prove sul circuito di Barcellona. Lo spagnolo ha segnato un tempo di 1:21.875 utilizzando gomme Soft. Solamente nel pomeriggio si è concentrato sui long run, esattamente come le squadre avversarie.

Esattamente come stamattina, Nico Hulkenberg e Romain Grosjean hanno occupato rispettivamente il secondo e terzo posto in classifica, a quattro decimi dal pilota spagnolo.

Maldonado è stato l’unico pilota che ha fatto una simulazione di Gran Premio durante la mattinata, prima di lasciare la monoposto a Bottas per il pomeriggio.  Nel pomeriggio, invece, Grosjean è stato tra i protagonisti, portando avanti una interessante prova di gara con quattro pitstop, compiendo un totale di 119 giri oggi. Anche gli avversari hanno lavorato sulle lunghe distanze, fin quando un problema alla Caterham di van der Garde ha causato l’unica bandiera rossa della giornata a pochi minuti dalla fine.

Oggi è stato anche il giorno del ritorno di Adrian Sutil. Il tedesco ha fatto 78 giri sulla Force India VJM06, ma il suo futuro nella categoria è ancora piuttosto in dubbio. Domani la squadra indiana farà provare Jules Bianchi, l’unico vero rivale del “pianista” al posto da titolare nella squadra di VJ Mallya.

Sembrano aver funzionato, invece, gli aggiornamenti alla centralina unica MES che – nei giorni scorsi – aveva causato diversi problemi a Red Bull e Lotus.

TEST BARCELLONA – RISULTATI GIORNO 3

POS  PILOTA                  TEAM            TEMPO      GAP     GIRI
 1.  Fernando Alonso         Ferrari         1m21.875s           97
 2.  Nico Hulkenberg         Sauber          1m22.160s  +0.285   91
 3.  Romain Grosjean         Lotus           1m22.188s  +0.313   119
 4.  Nico Rosberg            Mercedes        1m22.611s  +0.736   108
 5.  Pastor Maldonado        Williams        1m22.675s  +0.800   79
 6.  Valtteri Bottas         Williams        1m22.826s  +0.951   68
 7.  Jenson Button           McLaren         1m22.840s  +0.965   71
 8.  Adrian Sutil            Force India     1m22.877s  +1.002   78
 9.  Mark Webber             Red Bull        1m23.024s  +1.149   108
10.  Jean-Eric Vergne        Toro Rosso      1m23.366s  +1.491   106
11.  Max Chilton             Marussia        1m25.690s  +3.815   58
12.  Giedo van der Garde     Caterham        1m26.177s  +4.302   83

108 Commenti

  • Buonasera a tutti…vi seguo da un po’ ma solo adesso mi sono registrato! Complimenti a tutti perché credo che sia uno dei pochi siti dedicati alla formula1 dove ci sono persone competenti e non tifosi da stadio pronti a dirsene di tutti i colori tralasciando quelli che sono gli aspetti fondamentali di questo sport!!!

  • maxleon
    Riguardo alle gomme ho letto che i piloti sono generalmente soddisfatti delle prestazioni, attribuendo alle nuove coperture un miglioramento di circa un secondo rispetto alle vecchie coperture, anche se poi il degrado è di molto superiore al passato, tuttavia non credo che sia facile, anche per un pilota, stabilire quale quota parte di questo sia attribuibile alle gomme e quale ai miglioramenti sulla macchina, oltre tutto credo che il commento sia riferibile a parità di mescola, perchè, ad esempio, lo scorso anno il tempo migliore in assoluto lo ottenne Kobayasci con la Sauber: 1:22.312, ma se non ricordo male, utilizzò le supersoft che dal punto di vista prestazionale (certamente non come durata), forse, sono equiparabili alle attuali yellow soft.
    Però io non guarderei molto l’aspetto prestazioni assolute, quanto al rendimento in gara, perchè dando uno sguardo alla simulazione di gara effettuata dai piloti Williams, sono riusciti certamente a contenere il degrado, ma sotto il punto di vista delle prestazioni generali, i tempi erano molto al di sotto di quelli dello scorso anno, basta pensare che in gara il miglior giro effettuato dallo stesso Maldonado fu di 1:27.906, mentre nella simulazione di oggi non è andato oltre l’1:29, quindi veramente si corre il rischi di vedere delle qualifiche al cardiopalma, per poi addormentarsi in gara per preservare le gomme ed IMHO, questa è una cosa inconcepibile in F1.
    Ritornando alle prestazioni generali nei test visti finora a Barcellona, mi sono preso la libertà di fare un raffronto fra le prestazioni di quest’anno con quelle dello scorso anno fra Ferrari e RBR (anche se manca un’altra giornata di test) ed il risultato è piuttosto interessante:
    Vettel miglior tempo 2012 1:22.891, miglior tempo 2013 1:22.197 miglioramento complessivo: 694 millesimi
    Alonso miglior tempo 2012 1:23.180, miglior tempo 2013 1:21.875 miglioramento complessivo 1 secondo e 305 millesimi.
    Naturalmente ci sarebbero una infinità di variabili da tenere in conto, non solo le gomme, però un ultimo dato piuttosto confortante lo voglio dare, perchè in Spagna la pole lo scorso anno fu conquistata da un certo Hamilton con un tempo di 1:21.707, che non è molto distante dal tempo di Alonso di oggi, che all’epoca, non andò oltre l’1:22.302.

    la considerazione sul passo gara è interessante perchè si presta a variazioni di strategia non indifferenti: a Barcellona il gp è di 66 giri, quindi ,considerando attendibile e omogenea per tutta la durata della gara la differenza di 1 sec sul passo con le gomme suppongo più dure e considerando che il delta tra le gomme più dure e quelle più morbide dovrebbe essere sugli 8 decimi ci sono 53 secondi di differenza cioè la possibilità di circa due pitstop in più per chi decidesse di attuare una strategia all’ attacco. Ovviamente il mio ragionamento è molto approssimativo e incompleto, ma mi fa supporre che lo scenario strategico sarà estremamente complesso!

  • Ma ciao Caribbean!
    finalmente rimaterializzato:)
    senza i tuoi interventi, qui mancava qualcosa.
    Bentornato!

    p.s. dove eri? a pesca con Rory?:P

  • Il casino è dovuto anche agli anni deludenti che la rossa sta vivendo purtroppo ,a parte questo questi test per me contano poco ,dal 28 credo che si capirà qualcosa in più

  • Ferrarista Sfegatato

    L’unico dato certo di questi test è che quest’anno le macchine saranno molto più veloci rispetto allo scorso anno … qui a barcellona hamilton fece la pole in .1.21.7 e stamattina alonso con temperature molto più fredde ha fatto praticamente lo stesso tempo ! Ottimo segnale il fatto che la F138 reagisca come si aspetta il pilota e come si aspettano gli ingegneri … resta da risolvere il problema degli scarichi perchè anche oggi secondo me abbiamo girato meno di quanto avremmo potuto per colpa di questo problema ! Vediamo quanto girerà felipe domani … BUON LAVORO RAGAZZI E FORZA FERRARI !

  • Riguardo alle gomme ho letto che i piloti sono generalmente soddisfatti delle prestazioni, attribuendo alle nuove coperture un miglioramento di circa un secondo rispetto alle vecchie coperture, anche se poi il degrado è di molto superiore al passato, tuttavia non credo che sia facile, anche per un pilota, stabilire quale quota parte di questo sia attribuibile alle gomme e quale ai miglioramenti sulla macchina, oltre tutto credo che il commento sia riferibile a parità di mescola, perchè, ad esempio, lo scorso anno il tempo migliore in assoluto lo ottenne Kobayasci con la Sauber: 1:22.312, ma se non ricordo male, utilizzò le supersoft che dal punto di vista prestazionale (certamente non come durata), forse, sono equiparabili alle attuali yellow soft.

    Però io non guarderei molto l’aspetto prestazioni assolute, quanto al rendimento in gara, perchè dando uno sguardo alla simulazione di gara effettuata dai piloti Williams, sono riusciti certamente a contenere il degrado, ma sotto il punto di vista delle prestazioni generali, i tempi erano molto al di sotto di quelli dello scorso anno, basta pensare che in gara il miglior giro effettuato dallo stesso Maldonado fu di 1:27.906, mentre nella simulazione di oggi non è andato oltre l’1:29, quindi veramente si corre il rischi di vedere delle qualifiche al cardiopalma, per poi addormentarsi in gara per preservare le gomme ed IMHO, questa è una cosa inconcepibile in F1.

    Ritornando alle prestazioni generali nei test visti finora a Barcellona, mi sono preso la libertà di fare un raffronto fra le prestazioni di quest’anno con quelle dello scorso anno fra Ferrari e RBR (anche se manca un’altra giornata di test) ed il risultato è piuttosto interessante:

    Vettel miglior tempo 2012 1:22.891, miglior tempo 2013 1:22.197 miglioramento complessivo: 694 millesimi

    Alonso miglior tempo 2012 1:23.180, miglior tempo 2013 1:21.875 miglioramento complessivo 1 secondo e 305 millesimi.

    Naturalmente ci sarebbero una infinità di variabili da tenere in conto, non solo le gomme, però un ultimo dato piuttosto confortante lo voglio dare, perchè in Spagna la pole lo scorso anno fu conquistata da un certo Hamilton con un tempo di 1:21.707, che non è molto distante dal tempo di Alonso di oggi, che all’epoca, non andò oltre l’1:22.302.

  • Quanto nervosismo nel blog…..calma….sono solo prove……se gia fate casino per delle semplici prove,per le gare sucederà una guerra….comunque io non ho potuto seguire le prove……ma sta ferrari va?la redbull e sempre la migliore?mercedes va come le migliori?e la mclaren a perso colpi senza luigino….datemi delle risposte..grazie

  • mario1

    F1forever

    Caribbean Black

    Simo
    Questo è il miglior blog italiano dedicato alla f1, e se è il migliore lo è anche perchè il livello della discussione è sempre stato sopra la media e il clima quantomeno di rispetto per chi scrive e per chi commenta. Anch’io sono un veterano come l’ amico CARIBBEAN ( 😀 ) e i tanti altri che soffrono e gioiscono su queste pagine da più di 3 anni a questa parte…invito le nuove utenze e chi legge e magari ha intenzione di iscriversi a mantenere un clima di discussione amichevole e attinente. Altrimenti è pieno di altri siti in cui ci si insulta allegramente e ci sono anche i pollici…Facciamo in modo che questo rimanga uno spazio di discussione tra appassionati di f1 educati e non la curva di uno stadio di tifosetti improvvisati :)

    Ciao AMICO Simo…..Veteran Power Fully Upgrade!!!
    “Quoto, straquoto e riquoto quotando” …il nostro vecchio sleng 😉

    Straquoto

    Quoto,straquoto e riquoto quotando il quote!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!