Gli scarichi, la preoccupazione attuale della Ferrari

21 febbraio 2013 09:33 Scritto da: Davide Reinato

Marmorini ammette che c’è un po’ di preoccupazione nel dover lavorare a nuove soluzioni sugli scarichi che sulla F138 sembrano avere qualche problema di troppo.

de-la-rosa-ferrariDalla Germania era partita l’indiscrezione qualche giorno fa. La rivista Sport Bild aveva avuto modo di parlare con una fonte interna alla Ferrari – rimasta anonima – che affermava che sulla F138 c’era un problema agli scarichi. In fretta e furia, il direttore tecnico della Ferrari – Pat Fry – aveva cercato di minimizzare le voci e smorzare la pressione mediatica sulla questione.

Durante la seconda giornata di test al Montmelò, il team di Maranello ha dovuto lavorare molto su questo particolare, di fatto confermando che un problema di fondo esiste davvero. Così, al box della Rossa, ieri si è proceduto con un esperimento per mettere alla frusta gli scarichi della F138. Risultato? Probabilmente sarà necessario fare altre modifiche importanti.

Il problema non è da sottovalutare perché, al di là delle prestazioni, un cedimento del genere può portare allo stop della vettura. E in Ferrari vogliono, prima di tutto, puntare sull’affidabilità. Luca Marmorini, capo motorista del Cavallino Rampante, ha ammesso: “Se uno scarico cede, specie nella prima parte, può portare al ritiro della monoposto, e diventa così una componente critica come un pistone o il cambio. Siamo un po’ preoccupati nel dover introdurre una nuova soluzione per lo scarico senza averlo provato prima con il giusto numero di test, ma dobbiamo spingere fino alla fine”.

Marmorini conferma che nella giornata di ieri è stato fatto un test per portare al limite il pezzo incriminato: “Abbiamo provato a portare lo scarico al limite, perché avevamo bisogno di capire qual è il limite stesso dell’elemento. L’obiettivo è di avere per Melbourne delle soluzioni che sono state provate a lungo”.

In tema di scarichi, Marmorini ha guardato anche le soluzioni partorire da Caterham e Williams, seppur considerate ai limiti del regolamento. “Davvero interessante quello che hanno fatto. Anche noi stiamo lavorando su qualcosa del genere, seppur una soluzione diversa. Il vantaggio dello scarico fatto in una certa maniera non risiede tanto nel rendere la monoposto più veloce, contribuisce solo per pochi decimi. E’ comunque allo studio in galleria del vento e nelle prove al banco: appena saremo sicuri dei risultati, lo monteremo anche sulla F138“, ha concluso.

14 Commenti

  • Per fare un retrotreno cosi rastremato hanno portato al limite minimo i volumi interni.

  • O sono talmente avanti che “pochi decimi” sono irrilevanti, o sono talmente indietro che “pochi decimi” sono irrilevanti

  • Gli scarichi contribuiscono “solo” per pochi decimi! Hai detto niente…

  • Ferrarista87

    Onlyred
    non so quanto ci sia di vero……ma questa non è una bella cosa…..oggi gli scarichi sono importantissimi per l’aerodinamica, se davvero non funzionano e dovranno modificarli, il progetto inizia gia’ a non essere piu’ al 100% quello previsto in galleria, di conseguenza lo sviluppo……

    MA Marmorini non dice di rivedere il progetto! ” E’ comunque allo studio in galleria del vento e nelle prove al banco: appena saremo sicuri dei risultati, lo monteremo anche sulla F138“ …..stanno semplicemente facendo delle prove e delle analisi….perchè allarmarsi?? Poi ha confermato che il guasto di ieri è dovuto al fatto che hanno volutamente portato al limite quello scarico….

    • quello che mi preoccupa è questo….:” Siamo un po’ preoccupati nel dover introdurre una nuova soluzione per lo scarico senza averlo provato prima con il giusto numero di test”…..

      • Ferrarista87

        ok….quella frase vuol dire che vorrebbero avere più tempo per testare….non che devono rivedere il progetto. Il problema è quello….devono provare per essere sicuri….non c’è nessun accenno a dover rifare niente…

  • Giuseppe.Ferrari

    E’ ovvio che si tratta di un problema di surriscaldamento. Inutile che dite che questo penalizza l’aerodinamica, per favore! Guardate un po’ più al di là del vostro naso!

  • non è che non funzionino gli scarichi, in quanto a prestazione dovuta all’effetto coanda credo ci siano, altrimenti erano già disperati, c’è un problema di affidabilità, non sono un ingegnere ma credo che dovranno lavorare sull’isolamento termico e cose del genere…

  • non so quanto ci sia di vero……ma questa non è una bella cosa…..oggi gli scarichi sono importantissimi per l’aerodinamica, se davvero non funzionano e dovranno modificarli, il progetto inizia gia’ a non essere piu’ al 100% quello previsto in galleria, di conseguenza lo sviluppo……

  • Ferrarista87

    questo vuol dire che hanno scelto una strada diversa dagli altri, innovativa forse e che comporta qualche piccolo problema all’inizio…altrimenti si limitavano a copiare quelli della red Bull dell’anno scorso come hanno fatto molti altri. Quindi giù con i test e testate :)

  • Non c’è bisogno ke trovate scuse..sono test sfruttateli..l’importante che non spariamo fumo dalla vettura a melburne..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!