Renault e mappature illegali: la storia infinita

25 febbraio 2013 21:04 Scritto da: Davide Reinato

Ancora polemiche sulla questione mappature. Renault sostiene che la normativa 2012 non sia estesa a quest’anno, quindi senza i limiti dello scorso anno, mentre le altre squadre si erano attenute alla normativa FIA.

lotusAnche nel 2013, potrebbe tornare in voga il tormentone delle mappature del propulsore Renault RS27, in dotazione a Red Bull, Lotus, Williams e Caterham. Il tutto nasce da un’interpretazione sulla direttiva tecnica della FIA diramata lo scorso luglio che non specifica l’estensione della regola al 2013.

L’estate scorsa – lo ricordiamo – il Technical Working Group della F1 ha vietato quelle mappature che consentivano ai motorizzati Renault di minimizzare il pattinamento degli pneumatici, oltre che sfruttare i gas di scarico che, incanalati a dovere verso il retrotreno, hanno dato benefici notevoli.

Luca Marmorini, capo motorista alla Ferrari, ha raccontato come a Maranello la normativa sia stata interpretata valida anche per la nuova stagione. Alla Renault, invece, Remi Taffin afferma che la direttiva si riferisce esclusivamente allo scorso anno e c’è la necessità di “un nuovo punto di riferimento” per quanto riguarda le mappature 2013, da fissare in accordo con i team il prossimo mese in Australia.

Red Bull e Lotus avrebbero sviluppato delle nuove mappature per i motori in grado di ottimizzare l’effetto scarico – soffiaggio sulle nuove vetture, avendo progettato il retrotreno delle rispettive vetture sui vantaggi di quelle mappature, pur conoscendo la posizione della Federazione.

Dalla FIA, infatti, sembrano non avere dubbi in merito: quei tipi di mappature sono da considerare illegali. Ma, come fatto in passato, Renault cercherà un chiarimento prima dell’inizio del mondiale, forse alla ricerca dell’ennesima deroga.

 

72 Commenti

  • Ho letto che la FIA ha ribadito il no, credo sia ufficiale.
    In pratica, ovvero in soldoni, avevano pensato di diminuire il diametro degli scarichi per aumentare la velocità del flusso e quindi migliorare il soffiaggio, ma ciò produce stress ulteriori al V8, tanto da rendere necessarie mappature ad hoc.
    Se la FIA non concede nulla, significa che se usano quegli scarichi, lo faranno a loro rischio e pericolo.

  • Cara SKY se la formula 1 deve essere una babele di deroghe e prese in giro anche quest’anno, l’abbonamento col cavolo che te lo pago.
    Visto che devi pagare a mister Bernie diversi soldini, se vuoi riprenderne almeno un pò, digli stop alle porcate.
    Inviate, come ho fatto io (basta andare nel sito c’è il link “contatti”), a sky.it messaggi del genere e vedremo se hanno voglia di rischiare la perdita di interesse.

  • Ma forse non avete capito qua non si sta parlando solo dei gas di scarico in rilascio, ma anche del complicato sistema di accensione programmata di alcune candele anzichè tutte..è così che la forza chimica della benzina, anzichè spingere i pistoni e quindi aumentare la coppia (siamo in rilascio appunto) và a sprigionarsi nei condotti di scarico…il sistema è fin troppo complesso per non essere illegale, sto iniziando a credere che le altre squadre siano d’accordo..

  • Se la cosa non fosse seria, sembrerebbe una barzelletta! Hanno uno stuolo di tecnici-avvocati per individuare le pieghe del regolamento e l’attuazione delle linee di riferimento della FIA. Incredibile!!! La norma era dello scorso anno e quindi non può essere valida quest’anno ed inoltre abbiamo fatto la macchina in funzione di questo, cara FIA ora cosa facciamo? Buttiamo dalla finestra mesi di prove e progettazione? Dai dateci una deroga!
    Lo scorso anno è uscita una legge che dice: non rubare. Quest’anno non è valida! Bisogna che gli organi preposti la rinnovino… E’ un bel principio, si potrebbe applicare alla legge ordinaria…

  • Richiesta di deroghe presentate dalla Renault per i propulsori della prossima stagione:

    1 richiesta di limite massimo di 19000 rpm invece di 15000, in quanto tali unità sono così performanti che a basso numero di giri tendono a sbiellare
    2 richiesta di poter eccedere del 40% sui consumi determinati dal regolamento, motivazione, vai al punto 1
    3 richiesta di poter utilizzare n. 6 turbine (1 per ogni camera di scoppio) per poter riportare tale tecnologia sulle auto di serie, tutti sanno che le auto Renault turbo a 4 cilindri hanno 4 turbine e sarebbe una caduta di immagine per la casa rinunciare a tanta tecnologia che diminuisce i consumi del 97% ed aumenta le prestazioni del 120%
    4 richiesta di poter spostare i fluidi, in questo caso anche il carburante, delle F1, cosa che già la nota casa fa sulle auto di serie, tutti sanno che tanti tubicini di benzina passano dietro i conta km, sulle manopole del climatizzatore, sotto i sedili e lungo le portiere, il tutto controllato da un software che stabilizza l’auto a seconda delle sconnessioni del terreno, della pendenza della strada etc.
    5 richiesta, se a metà campionato non sarà in vantaggio, di studiare e farsi approvare delle apposite deroghe ancora da stabilire.

  • Audifan93
    Ma la FIA si è pronunciata ufficialmente sulla vicenda????

    No di ufficiale non c’è nulla, ma sembrerebbe che la stessa RBR abbia chiesto chiarimenti in Federazione e gli è stato risposto che dovevano essere utilizzati i parametri di riferimento dello scorso anno, mentre Remi Taffin afferma che la direttiva si riferisce esclusivamente allo scorso anno e c’è la necessità di “un nuovo punto di riferimento”, ma la richiesta di Taffin se venisse accolta dovrebbe prevedere parametri ancora più restrittivi di quelli del 2012 perchè già allora fu una sorta di deroga perchè fu permesso alle scuderie di prendere come riferimento una qualsiasi mappatura utilizzata nelle prime 4 gare, solo per il fatto che la normativa per come era scritta era carente, quindi ora se la norma dovesse essere applicata secondo le linee di principio, dovrebbe prevedere semplicemente che il regime di coppia dovrebbe essere direttamente proporzionale alla pressione dell’acceleratore.

    Pertanto la richiesta di Taffin appare solo un modo come un altro per creare il solito parapiglia.

    In ogni caso, visto che la cosa, così come riferita da AMUS, sembra fin troppo dettagliata, è difficile che si tratti solo di invenzioni.

  • Ma la FIA si è pronunciata ufficialmente sulla vicenda????

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!