Morrogh: “Newey? Simile a Chapman. Byrne è un genio”

26 febbraio 2013 10:30 Scritto da: Giacomo Rauli

Vi proponiamo l’ultimo estratto della nostra conversazione con Henry Morrogh, avvenuta sul circuito di Monza durante il nostro test con la monoposto Mirage M012 della sua scuola di pilotaggio dell’irlandese.

Adrian Newey - Red BullGenialoide, genio, geniale, principale avversario, pericolo, uomo da battere, perno fondamentale di un meccanismo che funziona, unico, il migliore. Tutto ciò racchiuso in un nome ed in un cognome: Adrian Newey.

Mille le declinazioni, gli aggettivi, le parole sprecate per l’ingegnere che ha indirizzato la progettazione delle vetture nell’ultima decade, competendo ai massimi livelli anche negli anni ’90, ma quasi nessuno aveva pensato di accostarlo ad un’altra icona dell’ingegneria della F1 quale Colin Chapman.

Sì può tranquillamente dire che, ad oggi, Newey sia assolutamente il miglior progettista in F1. Mi ricorda molto un altro grandissimo del passato: quel fenomeno che fu Colin Chapman“. Ma da dove deriva il paragone che, di primo acchito, pare forse un po’ azzardato? Il nostro interlocutore è davvero prestigioso. E’ un uomo che ha vissuto in prima persona l’epopea di Chapman e può certamente dire la sua anche sull’ingegnere nato a Stratford-upon-Avon. Stiamo parlando di Henry Morrogh.

Chapman, ricordo bene, era una persona non troppo simpatica. In F1 non ne trovi molte di persone affabili. Come ti dicevo c’era Fangio, ma pochi altri. Un mondo davvero difficile quello del Circus, di simpatici ce ne sono pochi, così come negli anni ’60, quando correvo. Newey, invece è un signore. Caratterialmente differente da Chapman ma accomunati dal fatto che entrambi hanno sfruttato idee del passato a loro favore. Le hanno rese moderne, riviste e riapplicate nelle loro vetture e ne hanno fatto armi vincenti. Newey lo ha fatto con il Pull-rod e tutti i vantaggi aerodinamici e strutturali che ne conseguono. Per Chapman il discorso è stato differente. Molti lo ricordano come il principale autore delle prime vetture aerodinamiche in F1. Non era vero. Fu il primo a cogliere l’importanza della soluzione già vista da altri e ad applicarla maniacalmente alle sue creature. E tutto funzionò. Ecco dove questi due grandi si assomigliano“.

Insomma, non due innovatori veri e propri, ma due uomini geniali ed intuitivi come pochi al mondo. Il colloquio con Morrogh, come abbiamo avuto modo di spiegarvi, è sempre molto cordiale ed il maestro di pilotaggio non è mai parco nelle sue dichiarazioni, le quali hanno inoltre toccato l’argomento Byrne:Ah, Rory! Sai, lui è sudafricano, ma abita in Irlanda accanto a me. E’ mio vicino di casa. Non ti dico, non è assolutamente persona da Paddock di F1. E’ di un altro pianeta umanamente parlando, figuriamoci nel lavoro. E’ un po’ come Adrian Newey…“.

Quale occasione migliore per farci raccontare qualcosa sul progettista del magico lustro Ferrarista del nuovo millennio:A Rory sono molto affezionato. Pensa che ha anche fatto prendere la cittadinanza irlandese ai suoi figli, si trova bene da noi. Ora si divide tra Thailandia e Maranello, ma ogni tanto viene a casa. Lui è l’unico che può contrastare Newey. Per ciò che concerne la meccanica è il migliore, senza dubbio. Un genio. Nel 2014 ci sarà una gran bella lotta tra quei due e le loro vetture, vedrete!“.

Già, staremo a vedere. Intanto ci prepariamo a godere dello spettacolo del Mondiale 2013 e, mentre Morrogh si allontana da noi entrando ai box numero 46-47 – quelli che ospitavano le nostre vetture del test – il sole è iniziato a scendere alle spalle della tribuna centrale dell’Autodromo di Monza. I motori si sono spenti, le tute riposte, i vestiti son tornati da semplici giornalisti e il maestro sale sulla sua monovolume che lo riporterà a Battipaglia. Per lui l’ennesimo giorno in pista, per noi invece l’opportunità di vivere un sogno su una monoposto a Monza e di conoscere chi ha fatto una parte di storia del motorsport e che, certamente, continuerà a farla.

21 Commenti

  • Come non dare ragione a questo tale Morrogh? Newey e Byrne sono due grandissimi tecnici, probabilmente dei geni. Newey svetta perchè è costantemente sulla cresta dell’ onda anche al giorno d’ oggi e sono vent’ anni che vince, mentre Byrne si è eclissato volontariamente da qualche anno ed è normale che sia meno considerato. Sarà molto interessante vedere all’ opera la Ferrari 2014, che dovrebbe essere curata da Byrne in molti aspetti. Tornando a “The Genius”, come sempre accade, chi vince spesso e volentieri viene a noia, soprattutto se lavora per una scuderia avversaria… Mi piacerebbe vedere cosa direbbero certi che criticano e stracriticano se anni fa fosse stato ingaggiato dalla Ferrari e avesse permesso alla Rossa di vincere gli ultimi tre mondiali. Avresti voglia a dire che è un ladro, un baro, un antisportivo, è solo un’ aerodinamico ecc. ecc. ecc. I fatti dicono che Newey è un progettista completo, progetta telaio e sospensioni oltre alla carrozzeria ed è un vincente perchè la sua filosofia è giusta: il regolamento va setacciato millimetro dopo millimetro per trovare quel comma ambiguo che ti permettere di conseguire un vantaggio. Se lo fai e la federazione non ti penalizza hai ragione senza se e senza ma e gli altri si adeguassero. Avere una visione ligia o addirittura conservativa delle regole non paga (chiedere ad Aldo Costa). In fondo non sarà mica un caso se a Maranello hanno provato a fargli la corte più di una volta…

    • Tanto di cappello a Newey quando ha vinto con la Williams e la Mclaren… e il primo titolo vinto con la Redbull ma gli altri titoli, mi spiace dirlo, sono solo il frutto di deroghe e forzature del regolamento che guarda caso hanno sempre premiato Newey. Una volta non era assolutamente cosi’, ogni team era libero di creare qualcosa ora puo’ farlo solo Newey. Ma qualcuno pensa che stia inventando qualcosa allora argomento il tutto.
      2011 la Fia si accorge che il motore Renault viene usato come elemento aerodinamico attivo, con gli scarichi in rilascio quindi giudica questa funzione irregolare.
      La Redbull se ne frega e inizia una battaglia con la federazione, come dire ti hanno giudicato irregolare ma tu discuti con il tuo arbitro e vai avanti, si arriva fino a Silverstone l’unica gara disputata senza scarichi in rilascio e la Redbull perde clamorosamente, quindi la FIA ripristina gli scarichi in rilascio.
      2012 Deroga Fia sui motori Renault che possono muovere i liquidi sulla vettura, la Ferrari chiede di potersi adeguare la FIA picche. Muso di gomma, viene fuori anche che la Redbull ha un muso che flette ma la FIA dorme, qualcuno dirà che in realtà il musetto è regolare perche’ le verifiche sono fatte in altra maniera. Bene la MClaren nel 2012 riesce a superare le verifiche pur avendo un alettone che flette, la fia cosa fa ?
      Cambia il regolamento … per la Mclaren mentre per la Redbull chiude un occhio anzi due visto che anche in questa stagione le verifiche non terranno conto della flessione dell’intero muso.
      C’è da aggiungere che l’idea degli scarichi soffiati è stata geniale, ma trascinarsela per 4 stagioni mi sembra veramente un po troppo, quando la Ferrari stravinceva l’anno successivo si ripartiva con un regolamento modificato in maniera radicale qui invece mi pare che si sia superato il limite. Abbiamo capito che Newey è un genio quindi che inventi qualcosa di nuovo oltre agli scarichi…. se è veramente creativo

      • Nel 2012 si continuano ad usare mappature che comunque replicano la funzione degli scarichi in rilascio e per questa stagione è ancora in forse…

      • Tutto giusto, ma secondo me il problema non è Newey, sono quelli della federazione che o sono incompetenti o peggio ancora collusi. A me non piace parlare di beghe legali e regolamentari, perchè probabilmente ci sono interessi e giochi di potere tali che per noi profani è veramente impossibile capire il perchè di certi taciti assensi, di certe mancate penalità o di certe incomprensibili accettazioni di comportamenti discutibili. Ad esempio non mi risulta che la Ferrari, a parte la richiesta di chiarimento sull’ utilizzo dei liquidi, abbia mai fatto ricorsi per mancate penalità alla Red Bull a fronte di irregolarità verificate, non mi risulta che abbia mai sporto reclamo per l’ utilizzo “allegro” che i motoristi Renault fanno del loro motore con la scusa che è di vetro. Se fosse vivo il Vecchio farebbe disastri contro queste discriminazioni, mentre a Montezemolo & Co. sembra non disturbare troppo questa situazione. Perchè??? Sarà mica che in cambio di questo tacito assenso hanno ottenuto un cambio di regolamenti per il 2014 molto favorevole ed altrettanto inviso a Red Bull e Newey? Ma quello che mi lascia più basito è che in Ferrari sembrerebbe non facciano niente o perlomeno troppo poco per adeguarsi a soluzioni al limite di regolamento che permettono vantaggi prestazionali -e non venitemi a dire che è perchè loro sono i paladini della legalità-. Il muso flessibile Red Bull è regolare? Bene, allora lo facciamo anche noi; l’ alettone Red Bull ha le paratie che toccano terra? Bene lo mettiamo anche noi, dal momento che i test di flessibilità non sono adatti a rilevare l’ irregolarità… Secondo me la triste verità è che su molti settori non sono tecnicamente all’ altezza, vuoi vedere che gli anni passano e loro non riescono a replicare un alettone flessibile? Ed infatti, non a caso, si stanno accaparrando specialisti a destra e a manca per recuperare il gap tecnico. Newey invece è un vulcano di idee che erutta in continuazione, il regolamento è interpretabile e lui ci sguazza e a differenza di molti riesce a realizzare nella pratica quasi tutte le sue pensate.
        Infine, data la relativa stabilità di regolamenti non ha nessun bisogno di stravolgere la macchina ogni anno per far vedere chissà che, la combinazione ali flessibili/scarichi soffiati o Coanada/mappature furbe è vincente? Logicamente se la tiene ben stretta. Le idee spiazzanti e controcorrente magari le vedremo il prossimo anno. Nel frattempo si preannuncia un mondiale molto interessante e combattuto e come sempre FORZA FERRARI!

      • Concordo in pieno con quello scritto da ZioTure e secondo me il motivo di tante deroghe a favore della Red Bull risiede proprio nella “storia” di questa scuderia. Provo a spiegarmi meglio. Nella storia recente della F1 sono tre le scuderie storiche: Ferrari, McLaren e Williams ( l’ordine chiaramente non è casuale). Le altre nel bene o nel male vanno e vengono. Per questo dico che se fosse una Ferrari a vincere per 3-4 anni consecutivi quale potrebbe essere lo scenario? McLaren continuerebbe a correre, ma scuderie come Red Bull, Lotus e ci metto anche la Mercedes cosa farebbero? Andrebbero via, poiché a loro conviene stare al gioco solo se vincono…a conferma di ciò c’e il fatto che sono un paio di anni che si sente in giro la voce che la Mercedes sarebbe pronta a fare le valigie ed andare via… Invece lo scenario degli ultimi anni qual’è? “Aiutare” la Red Bull a vincere (ricordiamo che le deroghe sui motori favoriscono anche la Lotus) tanto lo zio Bernie sa bene che anche non vincendo, le scuderie come Ferrari e McLaren sarebbero sempre pronte a darsi battaglia ad alti livelli, poiché correre é nel loro DNA. Spero di non essere stato troppo contorto!!

  • Secondo me il mito di Newey è alimentato dallo stesso Newey, prima i tecnici non erano prime donne lo stesso Rory Byrne non è mai stato un personaggio mediatico. Invece Newey ha cercato di ritagliarsi questa nuova figura, come dimenticare lui che guarda la foto della sua monoposto danneggiata durante l’ultima gara. Confrontate le interviste di Newey e quelle di Byrne quando lavorava in Ferrari… per la verità’ Byrne non si vedeva quasi mai ai box. Ecco la grande differenza… alla fine se sei presente nei media esisti se invece sei un personaggio che lavora dietro al back office allora non ci sei. Ci sono una miriade di tecnici che hanno lavorato al buio e comunque vige sempre la regola che il miglior tecnico è quello che ha vinto nell’immediato presente, quanti avevano dimenticato Newey quando era alla Redbull e progettava le prime monoposto ? nemmeno quando falli’ clamorosamente in Mclaren con una vettura che non vide mai la pista ?

    Diciamolo chiaramente al di la del talento Newey è un personaggio conosciuto da tutti, Byrne no semplicemente perche’ ha sempre lavorato nell’ombra !

    E’ interessante notare che gia’ dal 2012 quando la Redbull andava male nessuno parlava di Newey… putroppo è cosi’ per i tecnici esistono solo quando vincono.
    Tornado al confronto vero fra Byrne e Newey secondo me vince Byrne non solo per le numerose vittorie ma anche perche’ è un tecnico completo e secondo la mia concezione di F1 l’aerodinamica è solo un aspetto esiste anche la meccanica e il motore anche se negli ultimi anni la f1 è stata snaturata.
    Poi ritornando su Newey le ultime vittorie non sembrano nemmeno firmate da lui, che forse piu’ che progettare ha fatto lo Chef scegliendo nella sua ricetta ingredienti meccanici quali il pull rod e l’estremizzazione di qualsiasi elemento meccanico in funzione dell’aerodinamica. Ma conoscendo Newey dubito che lui abbia progettato le sospensioni pull rod o i dischi dei freni ecc…

    • Nulla da ridire, tutto perfetto, anche nella discussione che precede, aggiungerei solo una cosa:

      Newey che è un aerodinamicmo……… utilizzare il motore a fini aerodinamici cosa ha della sua arte?????

    • Cisco_wheels

      parole sacro sante!!! nonostante tutto, sconfiggere la red bull anche ad armi impari sarebbe la miglior risposta che la ferrari possa dare! Attendo fiducioso, soprattutto considerando il lavoro e la dedizione che stanno mostrando a Maranello!

  • Rory Byrne ha fatto mangiare tanta polvere ad Adrian Newey.
    Byrne è da sempre il mago dei telai praticamente perfetti, e dell’equilibrio come forza cardine dei suoi progetti.
    Newey ha bisogno della scappatoia, Byrne supera la scappatoia con la perfezione e l’ equilibrio.

  • @redazione mi capita ogni tanto di vedere l’xml della pagina invece che la pagina stessa, non so come mai… che non sarebbe un problema, è che così si vede un po’ tutto del framework, ocio 😉

  • ferrarista per sempre

    nel 2014 ne vedremo delle belle, comunque penso che sara il nostro rory ad avere la meglio. Sempre che newey rispetti il regolamento… cosa che ultimamente non ha fatto!

  • Una domanda cosí tanto per regolarmi, ma Byrne lavora a tempo pieno sull progetto 2014? No, perchè sinceramente non ci capisco piu niente su come è coinvolto a Maranello

  • Caribbean Black

    Buongiorno Caraibico a tutti 😉

    Mi rivolgo a Zio Ture…
    Zio, secondo me sbagli di grosso nel dire”rory” é migliore…
    Rory é un innovatore e la sua competenza maggiore é l’aerodinamica applicata alla meccanica, mentre Adrian é un aerodinamico puro, la cui qualità migliore é la reinterpretazione perfezionata e riadattata in chiave moderna di concetti già visti.

    Entrambi sono geniali ed ognuno di loro lo é a modo proprio.

    Possiamo parlare di chi dei 2 ha vinto di più, ma qui anche scatterebbe un discorso complesso che andrebbe fatto in funzione delle condizioni in cui hanno lavorato nei vari team in cui hanno avuto successo…

    Io mi fermerei alla semplice affermazione che sono 2 geni incommensurabili…

    • sai qual è il problema secondo me?

      newey, anni 55
      byrne, anni 69

      di ricambi all’altezza se ne vedono pochi, pochissimi… e dico anche che è un gran peccato. guarda cosa è successo in ferrari dopo la dipartita di byrne. hanno vissuto per un po’ “di rendita”, e poi fine della fiera, sprecando quanto di buono era stato fatto negli anni precedenti.

    • con la differenza che Rory Byrne ha fatto mangiare tanta polvere ad Adrian Newey.
      Byrne è da sempre il mago dei telai praticamente perfetti, e dell’equilibrio come forza cardine dei suoi progetti.
      Newey ha bisogno della scappatoia, Byrne supera la scappatoia con la perfezione e l’ equilibrio.

    • Scusami Caribbean ma non sono daccordo:

      – Newey è un aerodinamico puro ma ha utilizzato il motore a fini aerodinamici e per farlo non è che abbia sfruttato la sua arte, ma quella dei motoristi;

      – Newey sfrutta una particolare delega ai motorizzati Renault per usare i liquidi come zavorra mobile anche qui niente di aerodinamico;

      – Newey sfrutta una deroga ai motorizzati Renault per tagliare i cilindri in fase di rilascio dell’acceleratore per ottenere una sorta di antispin automatico in curva, anche qui niente di aerodinamico;

      – Newey sfrutta mappature particolari del motore sempre per aggirare le regole e continuare a sfruttare gli scarichi soffiati, anche qui niente di aerodinamico;

      – Newey sfrutta la deformazione dei materiali.

      Scusami Caribbean, senza voler fare polemica sulla regolarità o meno di tali scelte, anzi cercando di apprezzare ciò che ha fatto, io vedo solo delle “intuizioni geniali” niente di più, mentre Byrne è tutta un’altra cosa, del resto Newey ha chiarito il suo concetto di F1 moderna che è quello di interpretare il regolamento.

  • MA io faccio una semplice considerazione, quando entrambi i tecnici progettavano monoposto negli anni 90 con un regolamento piu’ aperto, anche se iniziava ad essere restrittivo, Byrne era nettamente superiore. Quindi secondo me vince Byrne….

  • attualmente e il migliore ma questa sua tendenza a cercare il limite della legalità non gli fa onore anche perché ci deve essere sempre qualcuno che te lo permette, e non penso che durerà per sempre.

    • a volevo aggiungere prima o poi la rb finirà i soldi e cosi finirà la sua incontrastata striscia di vittoria, fateci caso prima di andare alla rb si vinceva ma non usufruendo di deroghe faceva anche lui cilecca .come dal 2000 al 2005

      • Caribbean Black

        La red bull ha risorse illimitate…non finirà mai i soldi.

        Il.discorso da intraprendere semmai sarebbe aspettare che l’interesse della bevanda energetica si esaurisca…e questo accadrà solo quando e se inizieranno a perdere e fare figuracce…il che non mi sembra tanto preventivabile a breve termine visto l’andazzo degli ultimi 3 campionati.

        Io mi augurerei di batterli cosi e non aspettare che si ritirino…

        Tutti i cicli hanno un inizio ed una fine…

  • newey e byrne sono sicuramente due fenomeni sarà interessante il duello tra i due nel 2014

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!