Renault: dal motore V8 al Power Unit del 2014

26 febbraio 2013 09:30 Scritto da: Davide Reinato

renault-motore-v6-2014“Per trasformarsi in realtà, un sogno ha bisogno della tecnologia”. Così Rob White, direttore tecnico di Renault Sport F1, esordisce quando parla del nuovo motore V6 Turbo della Casa della Losanga.

A partire dal 2014, infatti, la F1 subirà una delle trasformazioni tecnologiche più importanti della sua storia. Dopo sette anni di congelamento nell’evoluzione dei motori, il nuovo regolamento tecnico porterà nuovamente in primo piano la sfida tra motoristi nella categoria regina delle vetture a ruote scoperte.

Più che un semplice motore, i costruttori devono sviluppare un’unità di potenza, costituita da un motore termico abbinato ad un doppio sistema di recupero d’energia, composto da due motori elettrici (ERS). Si passerà così dai motori V8 a un’architettura V6, con riduzione di 1/3 della cilindrata fino a 1.6 litri e sovralimentazione tramite turbocompressore e regime massimo limitato a 15 mila giri al minuto.

Questa nuova power unit dovrà offrire le stesse prestazioni in termini di potenza attuale (750 cavalli, di cui 600 solo dal motore) ma con una quantità ridotta di carburante di quasi il 40%. Una sfida lanciata ai motoristi per ricercare tecnologie più innovative, al servizio della produzione di serie.

Renault, insieme a Mercedes e Ferrari, ha contribuito alla definizione del nuovo regolamento. White racconta: “All’epoca c’era la percezione di una mancanza di prossimità e di coerenza tra la tecnologia F1 e quella delle vetture di serie per quanto riguardava aspetti economici e ambientali. Era dunque necessario un profondo cambiamento della Formula 1, allo scopo di riconciliare le due realtà”.

I Team di Renault Sport F1 sono stati tra i fautori dell’ingresso del KERS. La loro esperienza nel campo della gestione energetica ha fatto in modo che fossero coinvolti nella messa a punto del motore della Twizy sui banchi di Viry-Chatillon, dove oggi gira la power unit del 2014.

Il responsabile del progetto del motore V6 è Pierre-Jean Tardy che ci spiega: “Il nuovo motore sarà un V6 sovralimentato con una cilindrata di 1.6 litri accoppiato ad un sistema di recupero dell’energia. Già da qualche anno Renault sta sviluppando la sua conoscenza in materia di gestione energetica, facendo tesoro della sua prima esperienza sul KERS. E forti di questo know-how, guardiamo avanti con serenità all’elettrificazione”.

Lasciato il ruolo di costruttore nel 2010, Renault si è così concentrata al 100% sulla propria core competence: ossia la progettazione, lo sviluppo e la messa a punto dei motori per diverse scuderie.

9 Commenti

  • Ali mobili, FLUIDI mobili… e ke palle ! questa non è tecnologia , è raggiro e presa dei fondelli degli avversari.

  • @ geco66 certo, vero! Ma non per 3 anni consecutivi e soprattutto deroghe che permettono delle assurdità regolamentari…

  • Che spiritosi,anche la Ferrari nel 2008 ha avuto delle deroghe per intervenire sui motori dopo che nelle prime gare aveva rotto i motori di entrambe le monoposto.

  • Richiesta di deroghe presentate dalla Renault per i propulsori della prossima stagione:

    1 richiesta di limite massimo di 19000 rpm invece di 15000, in quanto tali unità sono così performanti che a basso numero di giri tendono a sbiellare
    2 richiesta di poter eccedere del 40% sui consumi determinati dal regolamento, motivazione, vai al punto 1
    3 richiesta di poter utilizzare n. 6 turbine (1 per ogni camera di scoppio) per poter riportare tale tecnologia sulle auto di serie, tutti sanno che le auto Renault turbo a 4 cilindri hanno 4 turbine e sarebbe una caduta di immagine per la casa rinunciare a tanta tecnologia che diminuisce i consumi del 97% ed aumenta le prestazioni del 120%
    4 richiesta di poter spostare i fluidi, in questo caso anche il carburante, delle F1, cosa che già la nota casa fa sulle auto di serie, tutti sanno che tanti tubicini di benzina passano dietro i conta km, sulle manopole del climatizzatore, sotto i sedili e lungo le portiere, il tutto controllato da un software che stabilizza l’auto a seconda delle sconnessioni del terreno, della pendenza della strada etc.
    5 richiesta, se a metà campionato non sarà in vantaggio, di studiare e farsi approvare delle apposite deroghe ancora da stabilire.

  • attenzione, girano voci di una possibile deroga FIA che concederà l’utilizzo di un motore Renault V12 per le prime 18 gare del campionato 2014! causa riportata dalla casa francese: “funzionano meglio del V6!”

  • Attenzione Renault: il modulo di richiesta delle deroghe scade il 14 marzo. Per richiedere deroghe oltre tale data verrà richiesta una piccola sovrattassa. Si possono chiedere un massimo di 5 deroghe.
    Avvertenza: L’efficacia non è garantita, la maFia declina ogni responsabilità su eventuali effetti negativi derivati dalle deroghe richieste.

  • AlexFerrari4ever

    “Per trasformarsi in realtà, un sogno ha bisogno della tecnologia” mmmmmmh…
    frase più giusta: “Per trasformarsi in realtà, un sogno ha bisogno delle deroghe” così va meglio!

  • una curiosità ma già sono state presentate deroghe per il 2014

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!