Test Barcellona – day 3: l’analisi tecnica

2 marzo 2013 20:00 Scritto da: Mario Puca

Si conclude la terza giornata di test e Barcellona non delude le aspettative. I team cominciano a scoprire tutte le proprie armi

williams

Giornata di grande fermento in quel di Barcellona, con i team impegnati nella penultima giornata di test pre-campionato. Avevamo già annunciato delle importanti novità che avremmo visto oggi in pista e, difatti, abbiamo visto in pista diverse soluzioni interessanti che, come di consueto, andiamo ad analizzare insieme nella nostra immancabile analisi tecnica.

Cominciamo dalla Williams, che ha portato in pista un retrotreno completamente nuovo, con scarichi “a rampa” e dotati di tunnel in stile Red Bull (FOTO1FOTO2). Qualcuno ha già storto il naso al cospetto di questa scelta, visto che la Fw35 è la è la monoposto dotata del retrotreno più sottodimensionato del gruppo; adottando questa configurazione si perde quell’incredibile pulizia ma, evidentemente, a vantaggio della migliore efficienza aerodinamica.

Nuovi anche gli scarichi ed i canali di raccolta, praticamente identici a quelli montati dalla Rb9 (FOTO). Anche il fondo della vettura è di nuova concezione e davanti alle gomme posteriori sono comparsi due slot (FOTO). Interessante anche il profilo che ricopre il gruppo cambio/differenziale, che sfoga aria calda centralmente e verso l’alto.

vettel_rb9Grosse novità per quanto riguarda la Red Bull, che oggi ha portato in pista un muso completamente nuovo (FOTO). Questo ora è più inclinato verso il basso e lo scalino è più “morbido” e di forma diversa. Nuova anche l’ala anteriore, che presenta forme diverse nei profili, piccoli flap aggiuntivi e due soffiaggi extra nelle paratie.

Test comparativi sul carico posteriore per la Mercedes, che ha provato differenti configurazioni dell’alettone posteriore, una con maggior carico (FOTO) ed una più “scarica” (FOTO).

Restyling del retrotreno anche per la Lotus, che si presenta con un’ala posteriore nuova nel supporto, ora dotato anche di monkey seat tradizionale (FOTO), e nelle paratie, dotate di deviatori di dimensioni generose nella parte bassa, volti a “pettinare” i flussi in uscita (FOTO). Continuano, inoltre, i test sugli scarichi ed in particolare sul materiale dei canali, oggi metallico. Novità anche all’anteriore, con un’ala completamente nuova nei profili e nelle paratie (FOTO).

Nota conclusiva per la Toro Rosso, che già ieri aveva utilizzato un nuovo muso, più squadrato di quello originale (FOTO).

20 Commenti

  • Myriam F2013

    Certo che il muso della Red Bull è proprio brutto…

  • La Mercedes tranne la prova comparativa tra le 2 configurazioni di Ala Posteriore non ha praticamente portato nulla di nuovo sulla W04, speriamo nell’ultimo giorno ci siano novità.

  • E la Ferrari? Rottura del portamozzo a parte, Massa ha provato nel pomeriggio un alettone anteriore tutto nuovo, dotato di nuovi flap, upper flap e paratie verticali inedite! Non l’ avete visto?

  • La ferrari non ha provato niente di nuovo?

  • La Ferrari a vederla sembra messa bene. Il tempo migliore Felipe l’ha fatto con un giro pulito senza patemi o senza la sensazione che stesse realmente tirando il collo alla macchina, sia nel lento che nel veloce. Dopo il giro “veloce” ha fatto un altro giro di raffreddamento dei pneumatici, un altro giro tirato, quindi di benzina ne aveva e poi si è staccato un sensore che penzolava dietro tipo i barattoli dietro le macchine a mo’ di “just married” ed è dovuto rientrare ai box.
    Peccato che nelle prove non abbiano fatto vedere i movimenti del volante nell’abitacolo ma la sensazione è che la F138 non sia affatto difficile da guidare

  • La Ferrari invece ha sperimentato un nuovo portamozzo, che verrà sparato via non appena ci si affianca a una Red Bull.

  • ZioTure
    Bisogna dare merito a Sauber e Williams di aver portato due monoposto una spanna sopra le altre come innovazione ed esasperazione massima dei concetti aerodinamici . Se tutto funzionerà ci potrebbe essere una bella sorpresa anche se la Williams ha il retrotreno piu’ esasperato gia’ da 3 stagioni.

  • Bisogna dare merito a Sauber e Williams di aver portato due monoposto una spanna sopra le altre come innovazione ed esasperazione massima dei concetti aerodinamici . Se tutto funzionerà ci potrebbe essere una bella sorpresa anche se la Williams ha il retrotreno piu’ esasperato gia’ da 3 stagioni.

    • Goodyear4F1

      Non è detto che la rastremazione estrema porti solo benefici, magari macchine meno estreme e più modellate riusciranno a convogliare e sfruttare meglio tutti i flussi d’aria…senza contare la miglior gestione delle temperature…cmq penso che alla fine le gerarchie dello scorso anno saranno simili =)

  • Da notare che la rampa è stata provata da tutti i motorizzati renault, anche la catheram ne provo’ uno l’anno scorso nel finale.
    Comunque confrontando la Redbull con la Williams, l’ultima anche con la rampa è decisamente piu’ compatta la redbull sembra l’astuccio della williams. Comunque la williams mantiene idee molto originali …

    • Ho notato anch’ io questa cosa, oddio lo hanno detto durante la telecronaca dei test. è probabile che le particolari mappature rese possibili dalle deroghe ai motori Renault rendano particolarmente conveniente questo tipo di layout, mentre gli altri, avendo un flusso di gas di scarico meno energizzato per via delle mappature meno spinte devono evidentemente optare per la soluzione a bulbo che preserva maggiormente l’ energia del flusso a scapito di una messa a punto più laboriosa. Comunque la Williams è veramente una gran macchina e nonostante tutto Mike Coughlan un gran tecnico. Gli mancano solo i semiassi carenati e poi è perfetta.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!