Barcellona, la Mercedes chiude in testa le prove invernali

3 marzo 2013 17:20 Scritto da: Davide Reinato

Ancora una Mercedes davanti a tutti nell’ultimo giorno di test a Barcellona. Nico Rosberg il più veloce con 1:20.130.

nico-rosberg-mercedes-2013

Appena andato in archivio l’ultimo test pre-season del Mondiale 2013 di Formula 1. Il più veloce in pista è stato Nico Rosberg con la Mercedes W04. Un tempo piuttosto impressionante, quello del tedesco, che ha fermato il cronometro in 1:20.130, realizzato con gomme Soft.

Lo stesso Rosberg, però, ha voluto predicare calma. Il tedesco, pur considerandosi molto soddisfatto del lavoro svolto, mantiene un profilo basso e ribadisce il fatto che non è ancora giunto il momento di fare pronostici. Eppure la sua Mercedes è apparsa molto precisa in inserimento di curva e la competitività sembra genuina.

L’unico che gli è rimasto più vicino è Fernando Alonso. Lo spagnolo è riuscito a staccare un tempo di 1:20.494, anche in questo caso segnato con gomme a mescola morbida. Sulla F138 si sono anche provate le gomme SuperSoft, ma su questa pista non sono l’ideale e lo dimostra il fatto che – così come Massa ieri – Alonso ha fatto segnare ottimi parziali nei primi due settori, perdendo molto sul terzo. Colpa delle gomme, ma non solo. Sulla F138 sembra mancare ancora un po’ in trazione e questo darebbe uno svantaggio alla F138 nel terzo settore del circuito di Barcellona. Domani, la Ferrari sarà ad Idiada per un ulteriore test aerodinamico lontano da occhi indiscreti.

La Red Bull continua a nascondersi e non cercare un tempo. Il migliore di Vettel, oggi, è stato 1:22.5. Il team di Milton Keynes ha avuto qualche piccolo problema di affidabilità che ha disturbato il programma di sviluppo della RB9 in questi due giorni, ma non c’è preoccupazione in casa dei Tori, dove tutti appaiono piuttosto sicuri dei propri mezzi.

TEST BARCELLONA – RISULTATI GIORNO 4

POS  PILOTA            TEAM         TEMPO      GAP      GIRI
 1.  Nico Rosberg      Mercedes     1m20.130s            131
 2.  Fernando Alonso   Ferrari      1m20.494s  + 0.364s  120
 3.  Jenson Button     McLaren      1m21.444s  + 1.314s  122
 4.  Nico Hulkenberg   Sauber       1m21.541s  + 1.411s  118
 5.  Kimi Raikkonen    Lotus        1m21.658s  + 1.528s  50
 6.  Paul di Resta     Force India  1m21.664s  + 1.534s  112
 7.  Pastor Maldonado  Williams     1m22.415s  + 2.285s  42
 8.  Sebastian Vettel  Red Bull     1m22.514s  + 2.384s  100
 9.  Valtteri Bottas   Williams     1m22.524s  + 2.394s  31
10.  Charles Pic       Caterham     1m23.115s  + 2.985s  116
11.  Jules Bianchi     Marussia     1m23.167s  + 3.037s  62
12.  Daniel Ricciardo  Toro Rosso   1m23.628s  + 3.498s  91
13.  Max Chilton       Marussia     1m24.103s  + 3.973s  49

92 Commenti

  • Ronny
    Anche la f150 sembrava dover spaccare il mondo. Sono test e ognuno svolge il suo programma. Ora non voglio dire che la Mercedes sia un catorcio, ma è meglio aspettare qualche gp prima di trarre conclusioni…non vorrei mai che poi si creasse un thread su f1 technical intitolato “where did that second go?” riferito alla Mercedes come quello che c’è sulla f150. Pazientiamo ancora un po’ 😉

  • james allen dice che la mercedes è forte sia sul giro secco che sul passo

  • dopo questi 12 giorni di test è davvero difficile stilare una classifica che non comprende solo il giro veloce ma anche il passo e il consumo…direi che la red bull resta davanti e anche con margine per il resto è difficile…..ferrari,mclaren,lotus,mercedes,williams…queste vettura potrebbe essere molto vicine tra di loro

  • in realta quello di rosberg è il record del circuito da quando è stata inserita la chicane prima dell ultima curva

  • Ciao ragazzi, se vi può interessare ho fatto un montaggio con varie foto di posteriori di oggi (RB, Ferrari, Mclaren, Lotus, Mercedes)… lo trovate qui:

    i.imgur.com/8NBgCq9.jpg

    c’è anche la dedica 😀

  • Dopo aver rivisto le prove, mi mancano molto i tempi giro per giro, per valutare un po i long run, riguardo ai tempi più veloci visti finora, occorrerebbe sapere se sono stati effettuati utilizzando il DRS solo laddove è consentito dal regolamento, oppure se è stato usato un po dappertutto, come sembra aver fatto ieri Hamilton, (se qualche utente del blog ha la possibilità di derimere questo dubbio….) di certo do ragione a Rosberg quando predica calma, anche se, rispetto allo scorso anno il miglioramento è enorme, se non ricordo male, l’anno scorso il miglior tempo fu di 1:22.2, quindi ora siamo oltre i 2 secondi più rapidi, pertanto è lecito pensare che i nuovi pneumatici e gli aggiornamenti alle vetture hanno fatto una specie di miracolo.

    Riguardo alla Ferrari, devo dire che l’ho vista ancora appena un po rigida in ingresso curva e sembrava giusto un po ballerina in uscita della curva, niente però che non si possa correggere in itinere, anzi direi quasi che la cosa è un buon segno in vista dei miglioramenti previsti per Melbourne, perchè, paradossalmente, se la macchina fosse stata perfetta, c’era ben poco da migliorare. Di certo niente di irreparabile come era successo per la F2012.

    Riguardo al lavoro svolto, finalmente mi sembra di aver rivisto il lavoro solito della Ferrari con dei test degni di questo nome, ricordo ancora sgomento i test dello scorso anno, quando il primo giorno, non si riusciva a fare più di otto giri consecutivi, quindi un programma vero, seguito fino all’ultimo, e dove non c’è stata alcuna ricerca maniacale della prestazione, forse qualche problemino di affidabilità che può starci durante dei test; però attenzione che non sto parlando degli scarichi, perchè IMHO, il problema di Massa era ben calcolato, proprio per testare i nuovi scarichi con un diametro di oltre 10 mm più piccolo. Sempre riguardo agli scarichi, a mio modesto avviso a Melbourne li vedremo diversi, perchè anche se più bassi, ancora non abbiamo visto una canalizzazione che li indirizza la dove più serve.

    Capitolo RBR: personalmente so bene che la RB9, sicuramente non ha mostrato tutto il suo potenziale, tutt’altro, però, io avrò le traveggole, eppure negli ultimi due giorni di test non era affatto la vettura sui binari di sempre, le traiettorie erano appena un po più larghe rispetto al passato, assomigliava molto alle traiettorie fatte da Nando, solo che Nando ha stampato proprio un bel tempo, quindi ha spinto di più. In sostanza credo che il divieto di utilizzare le nuove mappature, abbia contribuito parecchio e l’insoddisfazione di Vettel ne è la conferma, anche se potrebbe essere solo pretattica.

    Infine il fatto che la Ferrari domani farà dei test in Idiada, lontano da occhi indiscreti, in correlazione con il fatto che la maggior parte degli aggiornamenti sembrano essere previsti per il primo GP in programma, mi danno molta fiducia, perchè significa che la Ferrari, finalmente non lavora più al buio e può permettersi di portare in campo aggiornamenti dell’ultima ora così come faceva la RBR lo scorso anno.

    In conclusione, se Alonso e Felipe ci mettono un po del proprio, se la giocano ad armi pari, fermo restando l’incognita Newey e trucchetti vari.

  • non preoccuparti ditino infatti nessuno crede che sono in difficoltà,sono maestri a bleffare

  • anche l’anno scorso la vettel e webber si lamentavano, è tutto normale…

  • cmq dopo webber anche vettel non molto contento della giornata odierna,non voglio illudermi che siano in difficoltà,anche perchè sono maestri nel bleffare

  • tatanka2003

    Tuna
    Ah scusate, lo cambio subito ^^

    Tuna, chiedere è lecito ma rispondere è pura cortesia. Grazie.

  • tutti i top team porteranno aggiornamenti e pezzi nuovi per melbourne e gp seguenti…non solo la ferrari….

    non vedo quale sia la novità di queste notizie…

  • Pare che la Ferrari portera’ alcune altri parti per Melbourne e Malesia e un pacchetto piu’ sostanzioso per il gp di Cina. Probabilmente i test di Idiada sono per sviluppi futuri.

  • Non riesco a farmi un’opinione sulla Mercedes, sarà un bluff oppure saranno davvero competitivi? Visti gli scorsi campionati in cui non hanno saputo ottenere ciò che i test precampionato facevano sperare verrebbe da dire la prima, eppure ho la sensazione che quest’anno ci sia qualcosa di diverso… Hanno Hamilton, l’assunzione di Costa dovrebbe aver dato una mano per risolvere il problema di degrado delle gomme, e l’anno scorso hanno abbandonato molto presto lo sviluppo della macchina (che tutto sommato a inizio campionato non era neanche male). Gli ingredienti per buoni risultati sembrano esserci, certo salvo miracoli non lotteranno per il titolo, ma potrebbero fare la loro miglior stagione da quando sono in F1 e togliersi qualche soddisfazione.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!