Melbourne in notturna? Sempre più probabile

6 marzo 2013 11:50 Scritto da: Davide Reinato

Avanza sempre di più l’idea di un possibile svolgimento del GP di Australia in notturna, per favorire i telespettatori europei.

melbourne-prove-libere

Uno dei sogni di Bernie Ecclestone potrebbe realizzarsi presto: sulal falsariga del GP di Singapore, anche l’Australia potrebbe avere una gara in notturna. Per favorire numerosi telespettatori europei, il primo passo è stato ritardare un po’ l’inizio dell’evento  a Melbourne che, anche quest’anno, finirà a ridosso del tramonto. Ma sembra esserci l’intenzione di fare di meglio in un futuro neanche troppo lontano.

Secondo la stampa australiana, un trio di investitori locali che hanno un ruolo di spicco nell’organizzazione della corsa, sembra essersi convinto a spingere verso un GP sotto i riflettori della luce artificiale. Peccato che, nel frattempo, l’evento dell’Albert Park di Melbourne resta sempre in bilico per via dei costi esorbitanti. Bernie Ecclestone ha ammeso: “Speriamo di riuscire a stare a lungo a Melbourne, anche se ogni anno ci sono critiche intorno a questa gara e non capisco perché”.

La notizia di una potenziale gara in notturna è stata positivamente accolta da Lewis Hamilton, che ha ammesso: “Mi piacerebbe veder cambiare le cose, perché ogni anno è sempre uguale”. D’accordo anche Daniel Ricciardo, che l’ha definita “un buon compromesso”.

Chris Horner, team principal della Red Bull, sarebbe tra i fautori dell’iniziativa ed ha recentemente aggiunto: “Visti i dati di ascolto che abbiamo, direi che una gara in notturna a Melbourne potrebbe davvero diventare interessante”.

29 Commenti

  • ryudoctor

    Si e noi con la Rai la vedremo a mezzanotte?xD..

  • MARKVS
    Già. Il progresso ha i suoi innegabili vantaggi (ad esempio un GP in alta definizione e dolby surround su un 42 pollici è un’esperienza mistica) ma presenta ovviamente il rovescio della medaglia. Talvolta rimpiango i tempi in cui, ancora bambino, vedevo correre in bianco e nero il signore nella foto del mio avatar…
    PS: a proposito di avatar, il tuo a parer mio è di gran lunga il più bello del blog!

    Grazie per il complimento sull’avatar! E’ piu’ attuale, ma il tuo e’ il mito.
    Mi ricordo quelle belle gare, era proprio un’altro sport!

  • Allora, vediamo se ho capito: la F1 costa troppo, per cui riducono i test, però poi ogni 45 minuti cambiano le regole, in modo che le squadre debbano continuamente riprogettare le vetture; sempre per ridurre i costi, bloccano il numero dei motori utilizzabili in una stagione, però se il motore Renault si rompe gli concedono le deroghe perché altrimenti non arriva a fine stagione; l’Europa rappresenta il principale bacino d’utenza della F1, quindi anche il maggior salvadanaio, per cui cancellano GP come Imola, che faceva sempre il tutto esaurito, e vanno in India, dove per fare numero sugli spalti si chiede ai piloti, ingegneri e meccanici di portarsi appresso anche le nonne, e poi corrono altri GP di notte per favorire gli spettatori europei.
    Uhm… mi sa che non ho capito proprio bene bene…

    • 😉 Come tempo fa fece notare il noto e affidabile insider, ormai la F1 e’ showbiz all’ennesima potenza.
      Contano i soldi, si corre per dare piu’ visibilita’ a marchi e sponsor, in piu’ direi io ormai la F1 parla un alingua che non e’ piu’ l’italiano o l’inglese.
      Speravo tanto in un campionato alternativo di F1 …

      • Già. Il progresso ha i suoi innegabili vantaggi (ad esempio un GP in alta definizione e dolby surround su un 42 pollici è un’esperienza mistica) ma presenta ovviamente il rovescio della medaglia. Talvolta rimpiango i tempi in cui, ancora bambino, vedevo correre in bianco e nero il signore nella foto del mio avatar…
        PS: a proposito di avatar, il tuo a parer mio è di gran lunga il più bello del blog!

    • Goodyear4F1

      La logica delle scelte di Bernie è una sola, $$$$$$…però un filo conduttore c’è, non a caso gli uomini più ricchi del mondo adesso sono Indiani, Cinesi, Arabi, Messicani, Russi…tutti che hanno macchine di lusso, di molte case che corrono in F1…infatti negli ultimi 10 anni ci si è spostati verso questi paesi solo xkè i miliardari di turno potessero vedere sui circuiti fuori casa lo spettacolo della F1 e per i team è un modo di fare accordi e pubblicizzare le loro vetture stradali…è la stessa logica per cui un parco a tema Ferrari non sta in Italia!

  • schumifan

    Iron Mc
    Sarò un romantico conservatore, ma a me il Gp di Australia piaceva quando era trasmesso alle 4 del mattino. Svegliarsi nel cuore della notte, andare in soggiorno di soppiatto per non far rumore e mettersi davanti alla TV a sentire le statistiche di Mazzoni con degli stuzzichini aspettando l’inizio della stagione di F1. A dire il vero non è che riuscissi a dormire molto la notte prima, visto che ogni 15 minuti controllavo la sveglia per timore di perdermi la gara. Ad ogni modo quella routine era molto divertente e ogni anno rivivevo le stesse sensazioni prima dell’inizio di ogni mondiale. Quella routine rappresentava la mia idea di passione per uno sport, perchè sapevo che in altre parti d’Italia e d’Europa c’era qualche altro milione di “matti” che come me sacrificava qualche ora di sonno domenicale (magari dopo una settimana estenuante di scuola o lavoro) per guardare una gara di F1. Purtroppo per il padrone della F1 i soldi vincono su tutto, anche sulla passione dei tifosi…

    L’abbiamo fatto tutti!

  • barilucacz

    tatanka2003

    b52_ste

    Iron Mc
    Sarò un romantico conservatore, ma a me il Gp di Australia piaceva quando era trasmesso alle 4 del mattino. Svegliarsi nel cuore della notte, andare in soggiorno di soppiatto per non far rumore e mettersi davanti alla TV a sentire le statistiche di Mazzoni con degli stuzzichini aspettando l’inizio della stagione di F1. A dire il vero non è che riuscissi a dormire molto la notte prima, visto che ogni 15 minuti controllavo la sveglia per timore di perdermi la gara. Ad ogni modo quella routine era molto divertente e ogni anno rivivevo le stesse sensazioni prima dell’inizio di ogni mondiale. Quella routine rappresentava la mia idea di passione per uno sport, perchè sapevo che in altre parti d’Italia e d’Europa c’era qualche altro milione di “matti” che come me sacrificava qualche ora di sonno domenicale (magari dopo una settimana estenuante di scuola o lavoro) per guardare una gara di F1. Purtroppo per il padrone della F1 i soldi vincono su tutto, anche sulla passione dei tifosi…

    Grande Iron Mc ero uno di quei matti!!! Tra Giappone e Australia, quante piacevoli albe ho passato… :)

    Quotissimo!!!

    Amen… Quanti bellissimi ricordi… Ricordo perfino con piacere la (in)competenza di Stella Bruno e le scenette di Mazzoni & Capelli…

  • tatanka2003

    b52_ste

    Iron Mc
    Sarò un romantico conservatore, ma a me il Gp di Australia piaceva quando era trasmesso alle 4 del mattino. Svegliarsi nel cuore della notte, andare in soggiorno di soppiatto per non far rumore e mettersi davanti alla TV a sentire le statistiche di Mazzoni con degli stuzzichini aspettando l’inizio della stagione di F1. A dire il vero non è che riuscissi a dormire molto la notte prima, visto che ogni 15 minuti controllavo la sveglia per timore di perdermi la gara. Ad ogni modo quella routine era molto divertente e ogni anno rivivevo le stesse sensazioni prima dell’inizio di ogni mondiale. Quella routine rappresentava la mia idea di passione per uno sport, perchè sapevo che in altre parti d’Italia e d’Europa c’era qualche altro milione di “matti” che come me sacrificava qualche ora di sonno domenicale (magari dopo una settimana estenuante di scuola o lavoro) per guardare una gara di F1. Purtroppo per il padrone della F1 i soldi vincono su tutto, anche sulla passione dei tifosi…

    Grande Iron Mc ero uno di quei matti!!! Tra Giappone e Australia, quante piacevoli albe ho passato… :)

    Quotissimo!!!

  • tatanka2003

    Ci vogliono togliere uno dei piaceri di questo sport, io durante la gare notturne, addirittura esco e vado in un posto che qui a Roma ha sempre cornetti caldi tutta la notte, me li porto a casa e non vi dico che colazione da ‘sturbo’, seguita dall’immancabile sigaretta…
    Oramai tutto è in funzione dell’audience c’è poco da fare…

  • Chris Horner che parla dei dati d’ascolto come se fosse l’unico obiettivo della F1, che tristezza…

  • Myriam F2013

    Mentecatto di un Bernie, anzichè inventarti delle gare in Asia da far correre al tramonto o di notte, vedi di ripristinare qualche Gran Premio in Europa. Ah già, Bernie vede solo questi : $$$$$$$

  • Cisco_wheels

    Appello alla redazione… potete resettare la classifica piloti e costruttori 2012??? e preparare il tutto per il 2013… mi fa ancora male vedere 281 – 278

  • Iron Mc
    Sarò un romantico conservatore, ma a me il Gp di Australia piaceva quando era trasmesso alle 4 del mattino. Svegliarsi nel cuore della notte, andare in soggiorno di soppiatto per non far rumore e mettersi davanti alla TV a sentire le statistiche di Mazzoni con degli stuzzichini aspettando l’inizio della stagione di F1. A dire il vero non è che riuscissi a dormire molto la notte prima, visto che ogni 15 minuti controllavo la sveglia per timore di perdermi la gara. Ad ogni modo quella routine era molto divertente e ogni anno rivivevo le stesse sensazioni prima dell’inizio di ogni mondiale. Quella routine rappresentava la mia idea di passione per uno sport, perchè sapevo che in altre parti d’Italia e d’Europa c’era qualche altro milione di “matti” che come me sacrificava qualche ora di sonno domenicale (magari dopo una settimana estenuante di scuola o lavoro) per guardare una gara di F1. Purtroppo per il padrone della F1 i soldi vincono su tutto, anche sulla passione dei tifosi…

    Grande Iron Mc ero uno di quei matti!!! Tra Giappone e Australia, quante piacevoli albe ho passato… :)

  • Sarò un romantico conservatore, ma a me il Gp di Australia piaceva quando era trasmesso alle 4 del mattino. Svegliarsi nel cuore della notte, andare in soggiorno di soppiatto per non far rumore e mettersi davanti alla TV a sentire le statistiche di Mazzoni con degli stuzzichini aspettando l’inizio della stagione di F1. A dire il vero non è che riuscissi a dormire molto la notte prima, visto che ogni 15 minuti controllavo la sveglia per timore di perdermi la gara. Ad ogni modo quella routine era molto divertente e ogni anno rivivevo le stesse sensazioni prima dell’inizio di ogni mondiale. Quella routine rappresentava la mia idea di passione per uno sport, perchè sapevo che in altre parti d’Italia e d’Europa c’era qualche altro milione di “matti” che come me sacrificava qualche ora di sonno domenicale (magari dopo una settimana estenuante di scuola o lavoro) per guardare una gara di F1. Purtroppo per il padrone della F1 i soldi vincono su tutto, anche sulla passione dei tifosi…

  • Ma che discorso è “ogni anno è sempre uguale” di Hamilton? è ovvio, si corre su circuito!!! Se vuole cambiare che provi con la Dakar… Mah, a volte ho l’impressione che il circus sia una mandria di lecchini tutti dietro a Mr.E, nessuno che prenda mai una posizione “contro”!

  • Anche qua…non capisco come si possa risolvere il problema dei costi esorbitanti, costringendo melbourne a fare una gara in notturna (che costa notevolmente di piu di una organizzata di giorno). Altro, che “Speriamo di riuscire a stare a lungo a Melbourne”…secondo me Bernie sta facendo di tutto per togliersi dai piedi gli organizzatori rompiballe per dare accesso ad altri fantastici GP asiatici..
    (tra l’altro il GP di Melbourne è uno dei miei preferiti…non capisco perchè si debba cambiare quello che già va bene)

  • alibi2000

    speriamo , mi intriga molto melrbourne di notte

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!