Whitmarsh: “A Melbourne per prendere più punti possibili”

Il team Principal della McLaren smorza gli entusiasmi e ammette che l’obiettivo a Melbourne sarà quello di recuperare più punti possibili.

whitmarshColoro che davano la McLaren tra le favorite per la vittoria a Melbourne si dovranno (forse) ricredere. Questo è il messaggio lanciato da Martin Whitmarsh, Team Principal della McLaren, che ha spiegato come l’obiettivo della prima gara stagionale sarà quello di recuperare più punti possibili per il prosieguo del campionato.

La McLaren ha sin dall’inizio sottolineato come la nuova vettura non sia un’evoluzione della Mp4-27 vincitrice dell’ultimo GP della passata stagione, basti pensare all’introduzione delle sospensioni pull-rod all’anteriore. “E’ importante ricordare“, ha sottolineato Martin, “che la nostra Mp4-28 è una vettura nuova rispetto alla vettura precedente, non è una semplice evoluzione, e abbiamo intenzione di svilupparla durante la stagione. Senza dubbio ha un gran potenziale e andremo a Melbourne con l’obiettivo di dimostrarlo al meglio racimolando più punti possibili per entrambi i campionati”.

I timori di Button e Perez sulle difficoltà di comprensione della nuova vettura che, fino ad ora, erano stati un po’ smorzati dai tecnici McLaren, ora emergono anche dalle parole di Whitmarsh: “Stiamo comunque lavorando per migliorare il passo della Mp4-28 e credo che arriveremo in Australia con uno stato di forma accettabile“. Chi dava la McLaren tra le favorite insieme alla Red Bull potrebbe essere quindi smentito, ma mai sottovalutare il potenziale di un team che, negli ultimi anni, ha sempre dimostrato di saper uscire anche dalle situazioni più difficili.

21 Commenti

  1. Caribbean Black
    Ti sbagli invece, forse ti riferisci al 2011, ma l’anno scorso ridevano sotto i baffi e sfhignazzavano consapevoli di avere la vettura più forte, e cosi fu…questa colta c’è il volto della preoccupazione sulle facce di tutti a woking, difatti l’anno scorso si é parlato a scatafascio della McLaren che addirittura veniva presentata come auto piu convenzionale di tutte e con minor margine di sviluppo rispetto alla concorrenza, quest’anno non c’è stata un’intervista ne un’analisi tecnica accurata sulla McLaren, segno che forse forse c’è qualcosa che non va oppure più di qualcosa…

    Hai ragione, mi riferivo al 2011 ora che ricordo bene era il fatto degli scarichi octpus! Però la sostanza non cambia: non mi fido di queste dichiarazioni 😛

  2. Io penso che oramai ci siamo abituati a tal punto alle caxxate che si dicono in F1 (soprattutto da parte di certi personaggi che fanno proclami all’inizio di ogni stagione, salvo poi essere smentiti dai fatti) che ci risulta difficile credere che le cose stiano così come ha detto Whitmarsh. “Andremo a Melbourne in uno stato di forma accettabile” con una vettura che ha un gran potenziale, non mi sembrano poi parole di una dichiarazione di resa. In genere Whitmarsh non è tipo che prende in giro, per cui è ipotizzabile che la McLaren non sia la più forte, ma io ci andrei cauto prima di metterla dietro a chi negli ultimi anni ha vinto solo le sessioni di test!

  3. anche nel 2011 dovevano essere dietro, dopo aver passato i test in garage a combattere con l’octopus. poi però a melbourne (e per tutto il campionato) sono stati i più vicini alla RB. ferrari invece spavalde durante l’inverno, poi…

    1. Non so che test hai visto l anno scorso ma la ferrari non è mai stata spavalda… Direi il contrario esatto ammettendo i problemi che avevano … Mah!

  4. Lui è tra i miei team principal preferiti…. ma anche l’anno scorso fece delle dichiarazioni simili parlando di presunti problemi della macchina, e poi sappiamo tutti come andò a finire alla prima gara : pole e vittoria!! Quindi ci andrei cauto nel dire che la McLaren non è vincente considerando che a mio parere l’anno scorso era la vettura da battere!

    1. Ti sbagli invece, forse ti riferisci al 2011, ma l’anno scorso ridevano sotto i baffi e sfhignazzavano consapevoli di avere la vettura più forte, e cosi fu…questa colta c’è il volto della preoccupazione sulle facce di tutti a woking, difatti l’anno scorso si é parlato a scatafascio della McLaren che addirittura veniva presentata come auto piu convenzionale di tutte e con minor margine di sviluppo rispetto alla concorrenza, quest’anno non c’è stata un’intervista ne un’analisi tecnica accurata sulla McLaren, segno che forse forse c’è qualcosa che non va oppure più di qualcosa…

  5. a differenza di domenicali whitmarsh è molto più competente dal punto di vista tecnico, se dice che puntano alla zona punti hanno evidentemente dei problemi tecnici che non hanno ancora risolto come del resto aveva fatto capire anche button

    1. Ma te che ne puoi sapere delle competenze delle persone, non difendo Domenicali, ma a parer mio nessuno è in grado di fare simili allusioni su chi non si conosce, almeno che tu non sia un tecnico.

  6. Perez ottimista: “Possiamo fare grandi cose”

    Whitmarsh: “A Melbourne per prendere più punti possibili”

    Chi dei 2 sta sparando la cassata????

    Mmmm…io mi fido piu di Whitmarsch….e mi sa che tra poco iniziano a volare le bestemmie…

    Modalità “JOHN” prossimamente ON…

    1. Alla fine dicono tutti la stessa cosa, e cioè che alla “lunga” sperano di avere una macchina piu competitiva degli altri per cercare di spuntarla sulla distanza..
      Io credo che la macchina sia competitiva, solo che hanno paura di non essere abbastanza pronti per melbourne, e quindi stanno volando bassi per non creare false aspettative.

  7. Rivelazioni del genere possono nascondere anche situazioni diverse, Martin ha venduto aria fritta, tutti i team affronteranno le prime gare con la consapevolezza e la voglia di fare bene, sanno anche che il vero potenziale dei team avversari durante i test era stato subdolo, quindi a mio parere la McLaren con i suoi piloti farà un figurone…

  8. la mclaren nei primi 3-4 gp correra in difesa…soprattutto sul passo gara…poi credo che uscira alla distanza e anche in maniera pesante…resta da vedere chi tra perez e button sara in grado di lottare per il vertice

Lascia un commento