McLaren lascia aperta la porta a Honda per il 2015

11 marzo 2013 15:00 Scritto da: Davide Reinato

La McLaren lascia la porta aperta alla Honda. Ancora una volta, altri piccoli indizi confermano che a grandi linee esiste già un accordo che porterà il motorista giapponese in F1 con McLaren.

martin-whitmarshPiù passa il tempo, più ci si convince che il sodalizio tra McLaren e Honda in vista del 2015 si farà. Ancora una volta, non ci sono annunci ufficiali, ma timide conferme da fonti che – per forza di cose – preferiscono restare anonime.

Partiamo, dunque, dalle certezze: McLaren utilizzerà il motore V6 Mercedes nel 2014 e il contratto di fornitura prevede un’opzione anche per il 2015. Ed è proprio su questo punto che Martin Whitmarsh resta sempre vago, facendo intuire che per l’anno successivo si passerà altrove e. Mai è stata smentita, infatti, la voce che dice che dal 2015 la motorizzazione McLaren sarà giapponese.  Le trattative sembrano a buon punto e i piani di Honda di tornare in F1 in grande stile non sono ormai così segreti.

“Non c’è nulla da annunciare in questo momento”, ha ammesso il Team Principal della McLaren. “Abbiamo un contratto che copre le prossime stagioni e il prossimo anno saremo sicuramente con Mercedes-Benz. Vantiamo una lunga e proficua collaborazione con loro”. Parole sincere, quelle di Martin, che però non lasciano trapelare un particolare importante: l’entrata di AMG Mercedes con un team ufficiale cozza vistosamente con la voglia di vincere di McLaren. Perché prendere la paga da un team cliente, non è certo quello che vogliono a Stoccarda. Pensateci: un po’ come se Ferrari decidesse di motorizzare oggi la Red Bull: non sarebbe paradossale?

Ecco dunque che l’asse McLaren – Honda è sempre più allineata. “Abbiamo letto tante storie su Porsche, Hyundai e Honda, penso che tutto ciò sia incoraggiante per il futuro del nostro sport che ha bisogno di nuove case. E se noi possiamo essere utili in qualche modo, lo faremo. Ma al momento siamo concentrati sulla nostra partnership con Mercedes”, ha concluso Whitmarsh.

 

6 Commenti

  • Caribbean Black

    M@gicFra
    Si, nella storia recente Honda ha fatto pena, concordo con te su questo.
    Però con i motori Turbo in pratica si entra in una nuova era, cambia tutto, perciò credo che se Honda ha deciso di tornare lo fa per vincere e ha scelto McLaren per questo scopo.
    Sicuramente c’è un riferimento ad un passato che non può tornare, ma insomma, capisco la tua fede per la Mercedes, ma quando non ci sono più i presupposti per andare avanti insieme bisogna guardare al futuro.
    Mercedes ha il suo team ora, e almeno fin qui, facendo tutto da sola ha raccolto gli stessi risultati della honda, cioè una vittoria in tre anni…
    Button ungheria 2006. Honda era da sola dal 2006 al 2008.
    Rosberg Cina 2012, Mercedes da sola dal 2010…

    Dissento, mi spiace, mercedes ha meglio figurato a livello di prestazioni e piazzamenti in questo triennio, honda invece meno, poi dissento soprattutto quando parli di “tornare per vincere” perchè tutti lo fanno per questo stesso motivo….nessuno è qui per partecipare…a parte cosworth.

    • Giustamente tu hai le tue ragioni, io invece rimango di diversa opinione…
      Vabè dai, il futurò ci dirà se abbiam parlato a torto o ragione, lasciamo perdere, tanto son tutti discorsi che stanno a zero quest’anno, concentriamoci sul campionato che sta per iniziare…
      EVVAI CHE SI RIPARTEEEE!!! ;-()

  • Caribbean Black

    M@gicFra
    Per me il binomio McLaren-Honda oltre a rievocare forti emozioni, sarà (spero) più forte del binomio attuale.
    Non tutti i cambiamenti sono peggiorativi…

    Mmmm…io sono perplesso, moooolto perplesso….è inutile fantasticare di ricordi coi fasti del passato, una volta Honda era una potenza mondiale, oggi è una cagatina di mosca….e la sua storia recente nell’automobilismo è pressochè penosa…abbiamo gia visto l’impegno di honda in f1 nel recente passato, fino al 2008, ed è stato solo un’immane dispendio di denaro che ha contribuito a dimezzare il loro patrimonio e di conseguenza le risorse tecniche ed economiche della casa giapponese.

    Ok, un conto è stare con un team come la mclaren ed un altro è fare le cose da se, però, resta sempre il fatto che fino al 2008, dove gli interventi sul motore anche se minimi, erano ancora possibili, hanno solo rimediato figuracce magrissime….i motori honda erano tra i peggiori a livello prestazionale, sia di potenza sia di erogazione della coppia.

    No, preferisco rimanere con mercedes, anche per un legame affettivo ammetto, essendo di fede sportiva tedesca ed essendo un’amante del marchio della stella a 3 punte…

    Tra un tuffo nel vuoto con mercedes nel 2014 ed uno con honda, preferisco di gran lunga cadere nel vuoto con mercedes, anche per un fattore di prestigio e storia automobilistica….la honda è buona a fare solo gli aspirati v-tech e le auto per il tuning….

    MERCEDES TUTTA LA VITA!!!

    • Si, nella storia recente Honda ha fatto pena, concordo con te su questo.
      Però con i motori Turbo in pratica si entra in una nuova era, cambia tutto, perciò credo che se Honda ha deciso di tornare lo fa per vincere e ha scelto McLaren per questo scopo.
      Sicuramente c’è un riferimento ad un passato che non può tornare, ma insomma, capisco la tua fede per la Mercedes, ma quando non ci sono più i presupposti per andare avanti insieme bisogna guardare al futuro.
      Mercedes ha il suo team ora, e almeno fin qui, facendo tutto da sola ha raccolto gli stessi risultati della honda, cioè una vittoria in tre anni…
      Button ungheria 2006. Honda era da sola dal 2006 al 2008.
      Rosberg Cina 2012, Mercedes da sola dal 2010…

  • Per me il binomio McLaren-Honda oltre a rievocare forti emozioni, sarà (spero) più forte del binomio attuale.
    Non tutti i cambiamenti sono peggiorativi…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!