GP Australia 2013: focus sugli pneumatici Pirelli

12 marzo 2013 08:55 Scritto da: Davide Reinato

Gomme SuperSoft e Medium al primo appuntamento all’Albert Park. Scopriamo, con l’ausilio della grafica 3D, i punti dove le Pzero Pirelli sono più sollecitate.

pirelli-super-soft

Quasi tutto il Circus della Formula 1 è ormai giunto a Melbourne: la stagione sta per entrare nel vivo. Come abbiamo avuto modo di analizzare nel corso di questi mesi, tra le – poche – novità di questa stagione, avremo una nuova gamma di pneumatici, più prestazionale e morbida rispetto allo scorso anno. All’Albert Park faranno la propria comparsa le Pzero Red Supersoft e Pzero White Medium, del tutto inedita per il circuito di Melbourne, caratterizzato da poco grip che però aumenta nel corso del fine settimana, via via che la pista si gomma.

“Dopo 12 giorni di test, finalmente i nostri nuovi pneumatici potranno fare il loro debutto in gara” ha ammesso Paul Hembery, Direttore Motorsport per il fornitore unico di pneumatici. “La gamma che proponiamo è stata sviluppata in numerosi sessioni di test nel corso dell’anno passato con il chiaro obiettivo di fornire gomme più prestazionali”.

La previsione di pit-stop per la gara si aggira tra le due e tre soste. Il PZero White Medium è ideale per circuiti con basse temperature ambientali e asfalto non particolarmente aggressivo, come quello di Melbourne. Le medie della nuova gamma sono ben 8 decimi di secondo più veloci in confronto alla stessa mescola del 2012. Il Pzero Red Supersoft, invece, è stato concepito per andare subito in temperatura e garantire alte prestazioni fin dal primo giro.

Gli pneumatici che soffrono più lo strett all’Albert Park di Melbourne sono le posteriori sinistre. Accelerazione e frenata sono le chiavi per ottenere una buona prestazione a Melbourne, dove le forze longitudinali sulle gomme sono superiori rispetto a quelle laterali.

“All’Albert Park i piloti potranno finalmente apprezzare il più ampio working range e la maggior durata del picco prestazionale delle nuove gomme, cambiate sia nella struttura che nella costruzione. Le differenze di performance tra le diverse mescole si sono accentuate, in modo da garantire alle squadre di poter avere un ventaglio maggiore sulle strategie di gara”, ha aggiunto Hembery.

E con Mario Isola, Racing Manager di Pirelli, scopriamo nel dettagli le novità delle nuove mescole sul circuito semi-permanente di Melbourne.

6 Commenti

  • Se veramente la pirelli dice di aver raggiunto l’obbiettivo prefisso,e cioe’ 16-20 giri con le super e 36-40 con le medium,2 soste bastano e avanzano,ma credo che ci saranno sicuramente diverse sorprese.La prima gara della stagione nn penso che ci siano degli azzardi da parte dei team di testa..la vedo dura..magari la red con 2 soste finisce bene e la lotus 3 visti i problemi risolti a meta’ l’anno scorso..

    • Goodyear4F1

      16-20 giri a pieno di carburante ci credo poco dato che a Barcellona non facevano nemmeno 5 km con le rosse! Poi è vero, si può dire che a Barcellona le temperature erano più basse ecc… ma chi partirà con le supersoft secondo me non farà più di 8-10 giri…in gara ci saranno sorprese!

  • Sarà… A me piaceva di piú il periodo Bridgestone: anche se la macchina mangiava un po’ di gomme, si era comunque in corsa… Non è accettabile che una macchina prestazionalmente buona o ottima non possa ottenere nulla perchè le gomme non fanno 10 giri… Qualcuno aveva notato che la Mercedes nel 2010 aveva lo stesso identico problema dei due anni seguenti? Perchè non comportava fare due soste in piú degli altri, allora. Sinceramente me ne frego che ci fosse un quarto dei sorpassi, almeno chi aveva manico poteva spingere tutti i giri, e non uno ogni altro quando va di lusso…

  • 15 giri con le supersoft francamente mi sembrano eccessivi, forse solo i team che consumano meno gomma come Red Bull e Lotus potranno arrivare al massimo a farne 12….i team che consumano più gomma come mercedes, ferrari ecc, dopo 8 giri saranno costretti al pit stop con tutte le conseguenze del caso ma bisognerà vedere se rinunciano a fare il tentativo nel Q3 partendo con le medium…

  • non mi piace che le gomme devono essere cosi decisive mah

  • In pratica siamo tornati ad una situazione 2011, e se la sorpresa a cui faceva riferimento l’ing. Mazzola fossero 4 o 5 pit stop a Melbourne…
    brrr…forse ho esagerato, 5 pit è davvero troppo..! 😀

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!