DDRS Lotus “accantonato” fino al GP di Spagna

13 marzo 2013 10:30 Scritto da: Davide Reinato

Una fonte interna al team ha confermato che il DDRS continuerà ad essere sviluppato, ma che non lo vedremo sulla Lotus E21 prima del GP di Spagna a Barcellona.

lotus-kimi-condotto

Continua senza sosta il lavoro di ricerca e sviluppo intorno al sistema DDRS della Lotus E21. La squadra di Enstone crede fortemente nei benefici del sistema passivo e continua a portare avanti gli esperimenti per metterlo a punto e portarlo in gara il più presto possibile.

Nell’ultimo dei quattro giorni di test pre-stagione a Barcellona, il team ha  anche svolto numerosi test aerodinamici con le due prese d’aria aggiuntive aperte ai lati dell’airscope. Le stesse che erano invece completamente assenti durante la presentazione della monoposto.

Il sistema, lo ricordiamo, serve a far “stallare” l’ala posteriore alle alte velocità, guadagnandone in velocità massima. Il problema, però, è quello di calibrare al meglio il sistema in modo che non faccia perdere carico quando invece serve. Anche per questo motivo, la E21 a Barcellona ha girato con le prese parzializzate con dello scotch per scoprire a livello empirico la soglia in cui la soluzione inverte i flussi.

Facile intuire che gli aerodinamici perdono il sonno dietro ad un quesito: il guadagno in termini di prestazioni può valere davvero tutta la quantità di tempo e risorse necessarie, tenendo conto anche delle complicazioni che derivano dalla messa a punto di tale dispositivo?

La Lotus ci crede, ma BlogF1.it è in grado di anticiparvi che non lo vedremo in pista almeno fino al Gran Premio di Spagna. Fonti interne al team ci hanno confermato che l’intenso lavoro di sviluppo porterebbe a sacrificare le prove del venerdì di queste prime gare e la squadra ha deciso di dare priorità ad altro. Si continuerà a lavorare a Enstone, prima di verificarne gli sviluppi e i benefici sulla monoposto in un aerotest interamente dedicato che sarà effettuato a fine aprile, dopo il GP del Bahrain.

8 Commenti

  • Va a finire che la Fia lo dichiara illegale per il 2014… Se anche dopo tanto tempo e risorse spese, vermente riescono a portarlo in gara dal gp di Barcellona, ci sarà voluto un anno e mezzo di studi e collaudi per una decina di gran premi di utilizzo effettivo. Sono sempre più scettico sulla convenienza di questo aggeggio, anche perchè la Lotus è già veloce di suo.

  • la ferrari rispetto al 2012 sembra aver migliorato nettamente la velocità di punta senza utilizzare alcun ddrs, forse come loro sostengono è un congegno troppo complicato per funzionare, forse…

  • Goodyear4F1

    Il congegno avrà più che altro il problema di dover essere calibrato diversamente in ogni pista e alla giusta velocità, perché in quelle con curvoni veloci da alto carico non si può rischiare di perdere il carico al retrotreno. In alcune piste tipo Monaco sarà anche inutile. Con un azionamento attivo potrei capire, ma calibrarlo perché si attivi passivamente in ogni pista non è così semplice. Poi in termini di vantaggio lo si avrà in rettilineo, ma il DRS resta più efficace e la RB ha insegnato che non è la macchina con la velocità di punta più alta a vincere. Cmq buon lavoro agli ingegneri Lotus che tentano una strada nuova!

  • Mauro
    Rischiano di spendere un mare di soldi per un congegno che difficilmente funzionerà, che forse porterà qualche guadagno, e che molto probabilmente avranno per la parte finale della stagione. Sempre correndo il rischio che l’anno prossimo venga pure bandito per motivi di sicurezza xD

    Mi hai letto nel pensiero..! ;()

  • Rischiano di spendere un mare di soldi per un congegno che difficilmente funzionerà, che forse porterà qualche guadagno, e che molto probabilmente avranno per la parte finale della stagione. Sempre correndo il rischio che l’anno prossimo venga pure bandito per motivi di sicurezza xD

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!