Alonso: “Peccato, ma giusta decisione”. Massa: “Che fortuna!”

16 marzo 2013 11:37 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Dopo l’interruzione delle qualifiche, i piloti Ferrari commentano la decisione presa dai commissari, che rimanda a domani ogni giudizio sul valore della F138 rispetto agli avversari.

MELBOURNE (AUSTRALIA) 16/03/2013  © FOTO STUDIO COLOMBO X FERRARIFacce diverse in casa Ferrari dopo questo primo spezzone di qualifica, anche se il commento finale è unanime: così come Lewis Hamilton, anche Fernando Alonso e Felipe Massa pensano che interrompere le qualifiche fosse ormai la decisione giusta.

Il pilota spagnolo, terminato il caotico Q1 con un tempo di 1.43.850 che gli è valso la seconda posizione dietro a Rosberg, scuoteva la testa durante la lunga attesa ai box, evidentemente infastidito dal ripetuto slittamento dell’orario di inizio del Q2 – come peraltro molta parte del pubblico. È un peccato che le qualifiche siano state spostate a domani dichiara. “Sia per le squadre che erano concentrate sul loro programma, sia per la gente sugli spalti, sia per i commissari che hanno lavorato per provare a pulire la pista”. A conti fatti, però, il Vicecampione dice di essere concorde con l’opinione diffusa tra i suoi colleghi: “Alla fine era la decisione giusta considerando le condizioni del tracciato, soprattutto perché le linee bianche erano molto scivolose. Ora dobbiamo aspettare domani e vedere se meteo e pista saranno in condizioni migliori”.

Un pizzico di polemica non è però mancata nelle battute scambiate dallo spagnolo con il team. Parlando con Andrea Stella e Massimo Rivola, infatti, Alonso ha domandato se le macchine potessero essere modificate prima della ripresa della sessione. Sentendosi rispondere di no, lo spagnolo ha sentenziato che “Qualcuno lo farà”. La situazione resta comunque poco chiara, dato che in teoria tra Q1 e Q2 non vige il regime di parco chiuso, e una suddivisione delle qualifiche tra il sabato e la domenica non è di fatto prevista dal regolamento.

Più sorridente appare Felipe Massa, che durante il Q1 l’ha scampata bella: nonostante un’uscita di pista l’abbia portato a sbattere contro le barriere, rompendo l’alettone anteriore, il brasiliano è riuscito a ripartire senza troppi danni e a completare la sessione in sesta piazza con un tempo di 1.44.635. Fermarsi in pista in quel momento avrebbe determinato la fine delle sue qualifiche: “Sono stato proprio fortunato! Sono finito su una linea bianca e ho perso il controllo della macchina. Ma in tutta la mia carriera, non mi era mai capitato di poter ripartire dopo un impatto così forte. Altri piloti si sono resi protagonisti di fuoripista e testacoda, e secondo Massa questo dimostra la bontà della decisione dei commissari: “Approvo totalmente la scelta di interrompere le qualifiche. Tanti piloti si sono trovati in situazioni rischiose”.

Felipe guarda a domani con ottimismo: “Ora dobbiamo controllare le parti danneggiate, ma sull’asciutto siamo lì davanti con i migliori.

Le ultime previsioni, però, indicano che la domenica mattina di Melbourne potrebbe avere altra pioggia in serbo per il Circus…

124 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!