Red Bull: in Australia solo mezza felicità

17 marzo 2013 11:13 Scritto da: Mario Puca

La Red Bull si conferma velocissima in qualifica, conquistando la prima fila. Ma in gara si soffre più del previsto ed il bottino, alla fine del weekend, è magro, o comunque al di sotto delle aspettative.

vettel-redbull-rb9-2013Il copione era quello di sempre: prima fila in qualifica, fuga e vittoria. Ma, almeno per questa prima gara, il palcoscenico è stato piuttosto difficile e la Red Bull ha dovuto lasciare spazio ad altri protagonisti. Usiamo quest’immagine più teatrale che corsaiola per sintetizzare il primo gran premio della stagione 2013 per la Red Bull.

Il weekend è stato sicuramente particolare, con qualifiche svolte a metà tra il sabato e la domenica, pioggia ad intermittenza e pista poco gommata. Comunque, al termine delle qualifiche, la RB9 sembrava confermarsi la vettura da battere, visto che Vettel e Webber erano riusciti a monopolizzare la prima fila.

Il copione però, come dicevamo in apertura, è durato appena qualche giro, con Webber solita moviola allo start e Vettel incapace di mettere secondi tra lui pesanti e le Ferrari. Al tedesco, poi, è toccato cedere la scena anche all’imprevista Force India di Sutil, un vero treno con le gomme medie, che ha dato parecchio filo da torcere a Seb, troppo “lento” anche solo per avvicinarsi al connazionale e provare un sorpasso. E’ così che, con il valtzer dei pit stop (ben 3, come la Ferrari, rispetto ai due di Raikkonen), dopo aver ceduto la scena a Raikkonen ed ad Alonso, Vettel ha dovuto ripiegare sulla terza posizione, frutto anche di un piccolo errore di valutazione del box della Ferrari, che ha fermato Massa, quarto al traguardo, troppo tardi, relegandolo di fatto dietro al campione del mondo in carica.

E’ un po’ deludente partire in prima posizione e finire più dietro – commenta Vettel al termine della corsa – ma alla fine è stato un buon fine settimana per noi. Abbiamo fatto una buona corsa, ottenendo la pole position oltre al podio. Purtroppo eravamo un po’ troppo aggressivi sugli pneumatici e perdevamo anteriore e posteriore, mentre gli altri sono riusciti a fare un po’ meglio. Ci sono diverse aree dove possiamo migliorare, ma il risultato di oggi è giusto. Non abbiamo mai visto Kimi in pista, era troppo veloce, e Fernando ci ha saltati quando eravamo più vulnerabili; comunque possiamo essere soddisfatti del terzo posto.”

Deludente la gara di Mark Webber. L’australiano, ancora una volta di più, conferma le sue difficoltà alla partenza, restando praticamente immobile mentre gli altri lo sfilavano da tutte le parti e non convince al 100% la giustificazione (problemi alla telemetria, ndr). Poi si migliora nel corso della gara, scegliendo i tempi giusti per fermarsi al pit ed evitare il traffico. Alla fine l’australiano recupera una discreta sesta posizione, che, visto il rendimento di Lotus e Ferrari e delle difficoltà sul passo gara della sua Rb9, è tutto sommato un buon risultato.

Abbiamo avuto qualche difficoltà in griglia con la telemetria dal pit – racconta Webber – e ciò non ha permesso un corretto settaggio per la partenza. Inoltre abbiamo avuto anche un problema al Kers nella prima parte della gara. Non eravamo abbastanza veloci per lottare con chi ci precedeva ed ho avuto anche un problema al pit stop, e ciò mi ha messo dietro a Button. Abbiamo salvato qualche punto alla fine ma Melbourne è andata così ed è stato deludente non poter far meglio. Troppo difficile lottare con chi è riuscito a fare solo due soste…

46 Commenti

  • Dear all vorrei la vs opinione su questa teoria: la RB e’ stata meno performante in gara perché ha privilegiato troppo la qualifica come assetto, penso che in malesia “basterà” tarare meglio l assetto per la gara e allora saran dolori x gli altri…

  • speriamo che schiattate il motore in tutte le gare!

  • Le chiacchiere ora stanno a zero ,il campionato è appena iniziato ,ci vorranno 3/ 4 gare per cominciare a vedere i valori in campo.
    Chi sfrutterà meglio le gomme , e avrà sviluppi costanti è azzeccati.
    Sarà un campionato combattuto con due tre squadre fino alla fine….. speriamo.

  • Io penso che la differenza in qualifica come in gara, tra RB e Ferrari non è quella vista a Melbourne.
    E’ stata amplificata da diversi fattori.
    Poi, è vero che la Lotus è quella più gentile con le gomme, ma vincere un GP in questo modo, senza lottare etc, non credo sia molto soddisfacente per uno sport chiamato F1.

  • ryudoctor
    Beh kimi è partito dietro le ferrari..quindi la qualifica non centra nulla..semplicemente la gara andava cosi stop..kimi non ha lottato..e non esiste vettura da 2 soste o vettura da 3..se lotti anche un giro consumi il doppio..kimi ha fatto la sua gara e nessuno lo ha considerato

    Esatto, il problema è stato proprio quello che Alonso per raggiungere il secondo posto ha dovuto sudare, mentre Kimi è passato inosservato e nessuno lo ha contrastato, ma guardando anche le qualifiche se Alonso si fosse qualificato meglio, avrebbe potuto anche gestire meglio le gomme, mentre in questo modo ha dovuto lottare perfino con il suo compagno di squadra, a questo ci si aggiunga il tempo perso dietro Sutil, dietro Hamilton (che tra l’altro subito dopo il battibecco con Alonso è rientrato ai box), la cavolata di Pic, che lo ha costretto ad una frenata al limite con conseguente bloccaggio, sono tutte circostanze che portano ad un consumo anomalo delle gomme, se poi tutto questo lo devi fare con gomme che “lavorano” con temperature fuori del range di utilizzo previsto, è ovvio che forzando di più si ha un maggior graining ed una maggiore usura.

    Quindi ti do ragione che non esistono vetture da 2 o da 3 soste, ma la Lotus sappiamo bene che le gomme le trattava bene già dallo scorso anno e grazie al loro sistema sospensivo le gomme hanno una maggior impronta a terra e se a questo ci aggiungi una accurata gestione (da disinteresse) avrai la vittoria di Raikkonen.

    In ogni caso, credo che ci sia stata anche una scelta differenziata di assetti fra i due piloti Lotus, tanto è vero che Kimi faceva letteralmente scintille, il che vuol dire che era molto più basso di Grosjean, che non è riuscito a rimanere sulle due soste al pari del suo compagno di squadra e ciò è stato possibile anche per le particolari condizioni metereologiche, per cui aspetto la Malesia, per farmi una idea più razionale su un circuito più tipico.

  • tremate lattinari, la ferrari c’è ed è alla pari col vostro vettel, inutile rosicare punto.
    se poi alonso è piu bravo ed ogni volta che red bull e ferrari si eguagliano ha la meglio non potete fare nulla
    ”sebastian, fernando is faster than you”

  • mah vettel non è un lento ma kimi alonso e hamilton a parità di vettura mi sembrano superiori,sono d accordo che torneranno più forti che mai,ma lotus e ferrari credo non staranno a guardare

  • mappature o non mappature che a mio avviso c’entrano il giusto, tutto dipende dalla filosofia progettuale…

    La Lotus è dallo scorso anno soprattutto verso la fine del campionato che sa sfruttare le gomme al meglio. Poi non so se dipende da un ammortizzatore particolare utilizzato in modo completamente diverso..staremo a vedere cosa uscirà fuori, ma ci deve essere qualche elemento aggiuntivo che fa lavorare le gomme in maniera totalmente diversa dagli altri team.. non è normale che solo una team riesca a fare 2 soste in una certa maniera.

    Notizia abbastanza recente, Pare che Charlie Whiting abbia fatto capire che la Redbull varia l’altezza da terra senza l’ausilio di elementi elettronici bensì idraulici… tra qualifiche e gara.
    L?ha detto l’ Ing. Bruno alla RAI.

  • Ferrarista87

    lewis_the_best
    ma stai zitto che alonso ha superato vettel e massa solo al pit stop!

    ahahahah ma quanto fai ridere???? Oggi Alonso ha dimostrato di essere di una freddezza e di una lucidità superiore …sia nella scelta, insieme ai suoi ingegneri di anticipare la sosta ( già perchè la strategia la concorda il pilota con il suo ingegnere! non cade giù dal cielo) sia nella gestione dei sorpassi…e parlo di quello su Hamilton dove Alonso ha volutamente costretto hamilton ad andare lungo e a far fumare le gomme per poi ” fregarlo” in accelerazione, incrociando all’interno. E le decisioni le prendono in una frazione di secondo. Quando dicono che Alonso è il più forte….vuol dire questo……nella gestione gara è il migliore.

    • Non so chi abbia preso la decisione di anticipare la sosta ma mi ha veramente ipressionato. Si era creata una situazione di stallo con 4 vetture dai tempi molto simili e 3 di loro con la possiblità di usare il drs, azzardare un sorpasso in questa situazione sarebbe stato un grosso rischio.
      La sosta e il giro seguente hanno completamente risolto il problema, permettendo ad Alonso di liberarsi di tutti i suoi avversari (e stiamo parlando di 4 macchine) senza eccessivi rischi e senza perdere tempo.
      A volte è meglio usare il cervello del piede, se poi sai usarli alla grande tutti e due… :)

      • condivido 3 macchine vicine con il drs aperto … era impossibile passare in quel momento, mentre Kimi ne stava lontano a risparmiare gli pneumatici. chi se lo aspettava?

    • quindi anche ad Abu Dhabi nel 2010 la scelta di seguire Webber è stata concordata dal pilota e l’ingegnere?

      • lewis_the_best

        ma si lasciali parlare!! odiano così tanto vettel e soprattutto le bastonate che il tedesco ha dato ad alonso che quelle poche volte che alonso gli finisce davanti sfogano tutta la loro rabbia repressa!! per questi “tifosi” se vettel arriva decimo e alonso nono si fa festa grande! non è più importante la vittoria ma bensì arrivare davanti a vettel!

  • Opinione personale, da non condividere se non vi va, chiedo soltanto di RISPETTARE la mia opinione senza offendere, che un offesa sul web è da vigliacchi.
    Vettel ha dimostrato che quando la Vettura non è al 100% lui non è in grado di sopperire.
    Il consumo esagerato delle Gomme da parte della Red Bull credo sia dovuto proprio al grip ESAGERATO che la vettura dimostra nelle curve sia lente che veloci. Con le gomme di quest’anno, la Pirelli ha sfornato mescole più performanti, ma più tenere, paradossalmente quella che è l’arma in più della RB si è rivelata un boomerang.
    Ferrari non ha fatto nessuna strategia a danno di Massa, sia dalle parole dei diretti interessati, che dall’articolo di Mario Puca, si evince che i Piloti ferrari hanno dettato la loro strategia ai box, salvo poi cambiarla in gara (Alonso) o continuare sui piani sviluppati a tavolino(Massa).
    Mercedes non pervenuta, nel senso che nonostante la caparbietà e le capacità di Hamilton, la macchina non ha risposto alle aspettative della qualifica.
    McLaren indietro con la comprensione del Pull Road e Perez tanto inconcludente, quanto chiacchirone, Button solito compitino portato a termine senza acuti ne peccati.
    Lotus due volti della stessa Medaglia, Grosjean o sfascia tutto o resta anonimo, Raikkonen:
    So cazzi per tutti.

    • Ottima analisi, poche parole ma ben distribuite, condivido anche la questione delle gomme per la RBR, molto probabilmente, le coperture Pirelli, quando lavorano fuori dal range ottimale, tendono a sfaldarsi creando un notevole graining, per cui, paradossalmente, chi ha più carico aerodinamico, paga un consumo anomalo, quindi attenzione, perchè con temperature più alte la RBR potrebbe nuovamente tornare.

      Allungando lo sguardo al futuro, la Ferrari ha dimostrato un passo gara ottimo, oserei dire il migliore in campo oggi, pecchiamo un po in qualifica ed è lì, credo, che abbiamo perso la prima posizione, ma non dobbiamo dimenticare che Melbourne è un circuito atipico e durante i test invernali abbiamo appurato che paghiamo parecchio con le supersoft, la Malesia , sicuramente ci darà qualche risposta in più.

      Una Lotus apparentemente in forma, ma a due facce, con un Raikkonen sul gradino più alto del podio ed un Grosjean assolutamente inconcludente, direi sicuramente assetti diversi, con Raikkonen che faceva letteralmente scintille ed è quindi evidente che hanno scelto un assetto estremo, con un’altezza minima. Buona la strategia con il finlandese che ha sfruttato al massimo e nel migliore dei modi la facoltà della Lotus di essere “gentile” con le gomme (ma non dimentichiamo le temperature basse).

      Per concludere, direi che la Ferrari ha azzerato il divario dello scorso anno con la RBR che non fa più paura.

      • Beh kimi è partito dietro le ferrari..quindi la qualifica non centra nulla..semplicemente la gara andava cosi stop..kimi non ha lottato..e non esiste vettura da 2 soste o vettura da 3..se lotti anche un giro consumi il doppio..kimi ha fatto la sua gara e nessuno lo ha considerato

  • Io leggo spesso i commenti, ma non ho mai scritto (forse…).. Ora voglio far parte della comunità!
    Innanzitutto parto brevemente col dire di non farvi trarre in inganno dalla telecronaca RAI. Sembra migliore perchè ha eliminato le frivolezze che prima potevano permettersi per la diretta. Vi assicuro che venerdì, la regia sbagliava mandando la scritta Rosberg, e Vanzini diceva che era Hamilton. In RAI NON è mai accaduto, c’era sistematicamente un errore. Poi comunque è sempre strano disabituarsi.

    Veniamo a noi: siccome odio letteralmente quando si parla di alonso fortunato, o ferrari superiore e alonso ancora NON capace di vincere, mi va di essere onesto, nonostante il mio tifo ferrarista, e di dire che oggi non c’entra niente né l’abilità di vettel, né di alonso, né il non avere una RB missile sotto il sedile, che fa volare il tedesco. Oggi come si temeva hanno deciso le gomme.
    Le gerarchie sono QUAL: RB RITMO GARA: Ferrari CONSUMO GOMME: Lotus
    Ora bisogna solo chiedersi e capire se questo consumo ridotto della lotus (raikkonen ne aveva abbastanza ancora (per modo di dire sia chiaro), come anche alonso, ma il finlandese aveva gomme di 5 giri più vecchie!!) sia stato un caso, una variabile dovuta al GP d’australia, dovuta all’assetto, una intuizione del weekend, oppure se sarà qualcosa che avvantaggerà spesso la Lotus e a cui Ferrari e RB dovranno porre rimedio.
    Certo è che oggi i piloti non hanno deciso granchè. Certo raikkonen è stato bravissimo a conservare gli pneumatici, ma dubito che alonso o vettel, che l’hanno sempre fatto benissimo, non ne siano capaci!
    Quindi è stata anche la Lotus, forse più lenta sul ritmo gara, ma siccome sapevamo che le gomme sarebbero state e saranno così per il 2013, forse è meglio non essere straveloci in qualifica (RB) o straveloci in gara (Ferrari) rispetto all’avversario numero 1 (Ferrari-RB).. Perchè tra i due litiganti, vedremo cosa ci dirà la Malesia, per ora è stato il terzo (in questo caso anche quinto-sesto) a godere!

  • Mah, con Webber non puoi neanche pianificare un tantino la gara, stavolta ha perso 6 posizioni in partenza…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!