Williams in difficoltà, Bottas e Maldonado deludenti

17 marzo 2013 11:59 Scritto da: Alessandro Marzorati

Gara da dimenticare per le Williams, con un quattordicesimo posto per Bottas e il ritiro di Maldonado. C’è da lavorare sulla FW35 in vista del prossimo weekend di gara in Malesia.

bottas_jerezBrutto weekend per la scuderia di Grove. Dopo l’eliminazione in Q3 del pilota venezuelano (che ricordiamo autore di una vittoria nella scorsa stagione in Spagna) e la sedicesima posizione in qualifica per l’esordiente Valtteri Bottas, la gara non ha riservato sorprese per la Williams. Anzi, proprio Pastor Maldonado ha terminato la sua corsa al giro 24, finendo in testacoda alla curva 1. Errore figlio di un evidente deconcentrazione e tensione per il pilota, che ha frenato con le gomme di poco fuori dal tracciato, perdendo la macchina e terminando nella “spietatissima” ghiaia.

E’ stato un finale molto deludente di un weekend difficile per me e per la squadra. La macchina non rispondeva come volevo e abbiamo sperato in una condizione favorevole per noi oggi, ma sfortunatamente ho perso il posteriore nella curva 1, finendo la gara nella ghiaia. Abbiamo bisogno di lavorare molto per risolvere i problemi della macchina per essere pronti per la prossima gara in Malesia”, ha affermato Pastor.

Il rookie finlandese Valtteri Bottas, autore di una gara alquanto anonima, ha concluso in quattordicesima posizione, davanti alle Marussia e Caterham. Un debutto che il finlandese vede comunque con positività.

Ho fatto una buona partenza ed è stato molto bello tornare a gareggiare ancora. Ma un piccolo errore dopo pochi giri mi è costato qualche posizione. Abbiamo avuto la massima performance che potevamo ottenere oggi dalla macchina e il passo gara non è ancora competitivo, ma c’è qualcosa di positivo da portare in Malesia. La prossima gara è solamente settimana prossima, quindi dovremo lavorare molto per prepararci al massimo delle nostre possibilità per provare a fare i primi punti della stagione”, ha detto Valtteri.

Mike Coughlan, che seppur abbastanza soddisfatto del debutto di Valtteri Bottas, è rimasto molto deluso dalla prestazione generale delle vetture: “E’ stata una gara molto difficile per noi. Abbiamo optato per due differenti strategie, facendo partire Valtteri sulle supersoft e Pastor sulle medie. Alla fine, non penso che una strategia sia stata migliore rispetto all’altra. Sono contento che Valtteri sia riuscito a concludere la sua prima gara, ma abbiamo molto lavoro da fare per migliorare la performance. Abbiamo qualche idea che stiamo portando avanti per la prossima gara e quindi dovremo dare tutto in Malesia.”

Della stessa opinione è Laurent Debout, leader del team di supporto di Renault Sport F1: “Valtteri ha fatto un debutto consistente ed è riuscito a concludere la gara in condizioni difficili, ma è stato un weekend deludente per la squadra. Ci sono delle possibilità che possiamo prendere per migliorare la qualifica ed il passo gara e lavoreremo con la squadra per capire che strada prendere per la prossima gara. Fortunatamente la prossima gara è nel prossimo weekend, quindi abbiamo una buona opportunità per migliorare fin da subito.”

Forse la grande delusa del weekend, oltre la McLaren, è proprio la Williams, che è partita per Melbourne con ben altre aspettative. E’ evidente che in squadra, oltre alla prestazione della macchina, c’è qualcosa da rivedere. La reazione di Maldonado dopo le qualifiche, dove ha definito la macchina inguidabile, ha destabilizzato un po’ la squadra e il suo nervosismo è stato evidente nel “grossolano” errore alla prima curva. Seppur con una prestazione anonima, Bottas, al suo debutto, è riuscito a concludere la gara, andando a motivare un ambiente molto deluso. Per fortuna, come ricorda Coughlan, la prossima gara è già nel prossimo weekend, quindi c’è la concreta possibilità di cercare migliorare la prestazione della vettura sin da subito.

 

2 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!