Jenson spera nella pioggia. “Ma Sepang ci aiuta comunque”

21 marzo 2013 13:21 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Il pilota McLaren spera in una gara caotica, ma afferma che il circuito di Sepang dovrebbe comunque giovare maggiormente alla MP4-28 rispetto all’Albert Park.

button“Quando hai una macchina veloce, vuoi che la pista sia sempre asciutta, che non tiri un filo di vento, che non succeda niente. Se non hai una macchina del genere, vuoi che succeda di tutto per poter avere una chance”. Così Jenson Button spiega ad AUTOSPORT le sue aspettative per il fine settimana malese, nella speranza che gli annunciati temporali si abbattano davvero sul circuito di Sepang: In condizioni miste avremmo più possibilità di ottenere dei punti afferma, probabilmente sognando qualcosa di più del solo ingresso in Top10. “Con le intermedie in Australia siamo andati bene, nel Q2 ho ottenuto il quarto posto”. E magari Button in questa settimana ha voluto riguardare la vittoria totalmente inaspettata di Alonso nel GP dello scorso anno, ottenuta anche grazie alle condizioni bagnate della pista.

Se il tracciato dovesse rimanere asciutto, Button non si fa illusioni, e ammette che si prospetterebbe un altro weekend difficile per la McLaren, ma aggiunge che il circuito di Sepang dovrebbe agevolare le prestazioni della MP4-28 anche senza pioggia: “La pista è molto più piatta rispetto all’Albert Park: lì la macchina salvata parecchio e questo rendeva ancora più difficile trovare l’assetto giusto. Qui l’asfalto è meno irregolare, soprattutto nelle curve a bassa velocità, il che dovrebbe davvero darci una mano per impostare la vettura nella giusta direzione”. Le caratteristiche del tracciato, prosegue Jenson, non possono da sole risollevare le sorti della monoposto di Woking, ma possono creare le condizioni per cui il team riesca a massimizzarne il potenziale, in attesa degli aggiornamenti che dovrebbero rimettere la MP4-28 in carreggiata.

Il Campione 2009 ha poi fatto un commento su quello che potrebbe essere l’esito della gara, dichiarando improbabile che la Lotus sia pronta a dominare il Mondiale: “Sono stati bravissimi domenica scorsa, ma molte persone avranno imparato da quello che hanno fatto” dichiara, probabilmente gettando un occhio alla Red Bull, che con ogni probabilità sarà già corsa ai ripari per ridurre il degrado visto a Melbourne. Le condizioni malesi, peraltro, sono diverse da quelle che il Circus ha affrontato una settimana fa: “Le temperature ed il tracciato sono molto differenti. Penso che qui si avrà un altro vincitore.

31 Commenti

  • Cari “contifosi”…
    forse stiamo dimenticando cos’è realmente la McLaren
    è l’unica squadra sempre fuori dal coro, l’unica capace di alternare con assoluta nonchalance prestazioni stratosferiche a disastri totali…non so voi, ma io la amo per questo (certo, meglio quando vince)
    e la supporterò finchè continuerà con questo suo spirito innovatore e pioniere…
    Ricordiamoci anche di quelle gare in cui a prove disastrose sono succedute prestazioni in gara incredibili solo grazie ad un’intensa nottata di lavoro ai box!
    L’anno è appena iniziato, non credo che siamo di fronte ad una mp4/18 bis (che sia l’8 che porti sfiga?), e qualcosa di rivoluzionario (come solito per la McLaren) sarà fatto….avrà effetto? vedremo…

  • Caribbean Black

    mac
    Credo che la Mc tornerà a livelli alti tra poco..devono solo capire come aggiustare le cose..ricordiamoci che da 15 anni che usano assetti rigidissimi ed ora sono passati ad una cosa diversa..avranno grossi vantaggi l’anno prossimo..questo è sicuro..nonostante spero siano della partita anche quest’anno

    Ciao, secondo me ti sbagli, perchè quello mostrato a melbourne, anche se in condizioni caotiche, non è semplicemente un gap tecnico, ma è un’enormità.
    1.5 secondi al giro, in una formula 1 come quella di oggi, arrivata al limite con tutte le restrizioni che sono state apportate, dove non ti puoi inventare piu niente perchè non c’è piu un settore sul quale sfoderare un’elemento che ti possa far fare il grande salto (come ad esempio lo fu il doppio estrattore delle brawn) non lo ammortizzi piu.
    Hanno cannato di brutto il progetto, e la cosa grave risiede nel fatto che loro stessi non ci stanno capendo nulla e non sanno dove mettere le mani in quanto il simulatore e la galleria del vento, non danno un responso corretto con quello che si vede in pista.
    Sono nel buio piu totale, abbiamo un organico decimato dagli elementi di spicco, come i 2 aerodinamici di primo livello che abbiamo venduto o come il “padre” della mp4/28, Paddy Lowe, ceduto alla mercedes.
    Quando vengono a mancare elementi del genere nei settori chiave del progetto, o li rimpiazzi con gente all’altezza, o sei fregato.
    Per questo dubito davvero fortemente che ci rialzeremo dal baratro in cui siamo caduti.
    Penso che quest’anno ci sia molto poco da fare, così come credo che subiremo una lunga e tempestosa crisi tecnica (e forse pure economica) prima di riuscire a rialzarci, e non parlo di settimane o mesi, ma stagioni intere.

    Lo dico ormai da un anno…è il mio NON vuole assolutamente essere uno sfottò…ma una previsione fatta in base al andamento dell’ anno passato..

    • quoto golewis! si sono affrettati a seguire il concetto ferrari per non rimanere troppo indietro! mercedes a fatto incetta al supermercato di tecnici mc per stare al passo! newey, dopo i suoi sorrisi ironici della passata stagione e sempre al box ferrari e mc per carpire la filosofia. la mc a finito lo scorso campionato con la vettura più veloce in assoluto, se hanno cambiato filosofia c’è un motivo valido. la rivedremo presto nelle posizioni che gli competono.

  • Red Valve
    Button, un pilota un perchè. nè carne nè pesce, insipido,inutile,antipatico. Mah !

    tutt’altro, invece è molto più costante di tanti altri…

  • Caribbean Black

    Red Valve
    Button, un pilota un perchè. nè carne nè pesce, insipido,inutile,antipatico. Mah !

    Daaaaaaaiiiiii!!!
    Addirittura antipatico??? Posso capire che non ti dica nulla, che non ti dia emozioni, però dai, antipatico è eccessivo!

  • Caribbean Black

    carloM
    Paio,ti assicuro che tanto caribbean quanto il sottoscritto sono tifosi fino al midollo,e se c’è da soffrire si soffre :)
    c’è sconforto,molto,e pessimismo per tutta una serie di ragioni e gli avvenimenti da qualche mese a questa parte,non solamente per il risultato in australia.
    ora vedremo come si andrà avanti,sul saper soffrire ci siamo abituati,in 14 anni nonostante molte illusioni e vittorie a portata di mano,quelle che inizi ad assaporare intendo,ci sono state tante delusione,un solo titolo piloti,nessun costruttore,nonostante il chiamarsi mclaren.
    come se una squadra andasse 7-8 volte in finale di champions e ne avesse vinto a malapena una,di amaro in bocca ne abbiamo e l’abbiamo superato,si continua a tifare ci mancherebbe altro :)

    Grazie per l’appunto, compagno di squadra 😉
    Purtroppo in molti criticano senza sapere o conoscere chi si ha davanti.

  • Caribbean Black

    F1forever
    Beh forse hanno preso la decisione giusta, Il prossimo anno le vetture avranno un motore con ingombro molto ridotto rispetto ad oggi, con un peso evidentemente minore, pertanto il modo di ottimizzare le sicure zavorre( batterie in special modo) sarà quello di avere una vettura con telaio e scocca rialzati, i quali richiedono (non per forza, ma per ottimizzazione) una sospensione pull road.
    Almeno questo è quello che ho capito leggendo alcuni testi.

    Ciao F1 forever,
    Si, avevo letto anche io in giro di questi ipotetici vantaggi, offerti dalla pull rod anteriore in ottica futura, però, a parte che ci sono tante cose che mi fanno pensare male, una su tutte è quella che mi getta nello sconforto piu totale, ed è la seguente:

    Negli ultimi anni, abbiamo visto quanto sia efficace adrian newey sulle sue costruzioni, di conseguenza, mi vien da pensare che il trend da seguire sia quello delle filosofia del medesimo Aerodinamico.
    A questo punto mi chiedo, perchè, se newey insiste con la push rod, snobbando l’altra geometria, la mclaren ha dovuto seguire le orme della ferrari, squadra che ha avuto non pochi grattacapi proprio negli anni dell’avvento delle creazioni di Newey?
    Perchè fin’ora noi cavalieri d’argento, pur avendo una filosofia progettuale propria, che segue sempre una linea innovativa, non abbia continuato a creare e sviluppare un progetto gia vincente, non intaccando quelle aree in cui abbiamo acquisito un’esperienza ed un’ottimizzazione tale, da permetterci di avere l’auto piu competitiva fra tutte a livello prestazionale l’anno scorso?

    Cavolo, sono anni che soffriamo di beccheggio all’avantreno, e di un NON eccellente carico aerodinamico sul posteriore, e proprio ora che avevamo trovato un po di tutto, ci andiamo ad infilare in un buco nero senza uscita, proprio nell’anno in cui perdiamo 3 dei migliori elementi nell’organico.

    E’ questo che non capisco….la red bull è una chiarissima evoluzione della vettura dello scorso anno, la lotus idem, la mercedes idem, noi invece, proprio all’ultimo anno con questi regolamenti e questi motori, abbiamo dovuto farla fuosri dal vaso così.

    Ok, che col senno di poi è piu facile parlare, poteva pure essere che innovando anche quest’anno, avremmo fatto il botto sin dall’inizio, però, i rischi c’erano, ed erano grandissimi, e secondo me è sempre meglio mantenere una linea retta, piuttosto che tentare nuove strade, specie se poi, tornare indietro, o correggere, è problematico.

  • Caribbean Black

    mac
    Credo che la Mc tornerà a livelli alti tra poco..devono solo capire come aggiustare le cose..ricordiamoci che da 15 anni che usano assetti rigidissimi ed ora sono passati ad una cosa diversa..avranno grossi vantaggi l’anno prossimo..questo è sicuro..nonostante spero siano della partita anche quest’anno

    Ciao, secondo me ti sbagli, perchè quello mostrato a melbourne, anche se in condizioni caotiche, non è semplicemente un gap tecnico, ma è un’enormità.
    1.5 secondi al giro, in una formula 1 come quella di oggi, arrivata al limite con tutte le restrizioni che sono state apportate, dove non ti puoi inventare piu niente perchè non c’è piu un settore sul quale sfoderare un’elemento che ti possa far fare il grande salto (come ad esempio lo fu il doppio estrattore delle brawn) non lo ammortizzi piu.
    Hanno cannato di brutto il progetto, e la cosa grave risiede nel fatto che loro stessi non ci stanno capendo nulla e non sanno dove mettere le mani in quanto il simulatore e la galleria del vento, non danno un responso corretto con quello che si vede in pista.

    Sono nel buio piu totale, abbiamo un organico decimato dagli elementi di spicco, come i 2 aerodinamici di primo livello che abbiamo venduto o come il “padre” della mp4/28, Paddy Lowe, ceduto alla mercedes.

    Quando vengono a mancare elementi del genere nei settori chiave del progetto, o li rimpiazzi con gente all’altezza, o sei fregato.

    Per questo dubito davvero fortemente che ci rialzeremo dal baratro in cui siamo caduti.
    Penso che quest’anno ci sia molto poco da fare, così come credo che subiremo una lunga e tempestosa crisi tecnica (e forse pure economica) prima di riuscire a rialzarci, e non parlo di settimane o mesi, ma stagioni intere.

    • Hai ragione, ma chi sta intorno a paddy lowe o agli altri che sono andati via..avranno imparato qualcosa oppure erano li a tenere le candele…no sarà difficile recuperare perchè 1.5 sec è tantissimo, ma lo hanno fatto altre volte..e lo rifaranno…ne sono convinto

      • Caribbean Black

        Me lo auguro con tutto il cuore mac, però, io sinceramente, non mi ricordo nessuno negli ultimi anni che ha recuperato un gap del genere sul passo gara, ne tantomeno qualcuno che ha ridotto da 3 secondi a pochi decimi, il gap in qualifica.

        La situazione è purtroppo nera per i miei cavalieri d’argento.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!