Massa: “A Sepang per capire dove siamo”. Occhi fissi sulla RB

Il brasiliano torna sulla gara australiana e parla del weekend malese: “Tutto può ancora cambiare, qui potremo capire i reali distacchi in qualifica e in gara”.

massaMancato di poco il podio nella gara inaugurale del Campionato, Felipe Massa torna ai microfoni nel paddock di Sepang e fa un bilancio positivo delle primissime fasi della stagione. Facile tornare sulle differenze rispetto alle prestazioni di un anno fa, quando il brasiliano sembrava l’ombra di se stesso. Dare il merito della sua ripresa alle sole qualità della F138 sarebbe riduttivo, così come era riduttivo in passato dare alle sole vetture la colpa della sua crisi. Nonostante questo, per Massa è indubbiamente un vantaggio avere tra le mani una monoposto più docile della scorbutica F2012: “La macchina è dieci volte migliore, mi sento felice e sono più a mio agio rispetto all’anno scorso, quando facevo fatica a capire la vettura. Quest’anno posso essere molto più costante e la macchina è più facile da guidare, il che è positivo sia per me che per la squadra”.

La buona prova dimostrata nella scorsa gara non cancella il fatto che dopo le qualifiche i sorrisi nei box Ferrari erano molto più tirati. E comunque, Felipe sottolinea che un unico GP è troppo poco per poter trarre delle conclusioni sui valori in pista: “Non dimentichiamo che in qualifica avevamo un secondo di distacco, ma le condizioni della pista non erano ottimali, quindi è difficile dire dove siamo realmente. In gara il nostro ritmo era eccellente, forse il migliore quando le gomme erano in buono stato”.

Se Alonso ha dichiarato che la gestione delle mescole Pirelli di cui si è resa protagonista la Lotus non è irripetibile per la Ferrari, il suo compagno di squadra ci va più cauto, anche se sembra ritenere che gli pneumatici non siano una preoccupazione eccessiva per le Rosse: “Avevamo un degrado maggiore di quello di Kimi, ma buono se paragonato a quello degli altri avversari, e questo è sicuramente un punto positivo. Non ci resta che lavorare per migliorarlo, sia in qualifica che in gara”.

Superata la prova Melbourne, può succedere ancora tutto e il contrario di tutto. Massa invita a non perdere d’occhio la Red Bull, ancora punto di riferimento dell’intera griglia: “Tutto considerato, l’Australia è andata bene per noi, adesso dobbiamo assicurarci di fare progressi Gran Premio dopo Gran Premio. La situazione potrebbe essere totalmente diversa su questo circuito e forse avremo un’idea più chiara di quale sia il distacco tra noi e la Red Bull, sia in senso positivo che negativo. È vero che il nostro passo gara era migliore del loro. Questo weekend sarà importante per capire ancora di più la vettura e le gomme”.

Massa è pronto ad affrontare con serenità il GP della Malesia. Questa volta, chissà, magari per terminare davanti al suo compagno di squadra…

38 Commenti

  1. E bravo a Felipinho, gli avversari veri sono loro e soltanto loro, anche perchè oramai l’unico team che poteva rompere i cogliozzi, è piombato nel buio piu totale.

    Lotus e Mercedes non potranno sicuramente lottare per il titolo, Lotus perchè non ha piloti all’altezza della situazione e soprattutto mezzi tecnici ed economici all’altezza della situazione…Mercedes ha i soldi, ha i piloti, ma non i tecnici adatti per fare il grande salto….

    Penso seriamente che questo sia l’anno della rossa, vedere massa che va così forte è un’ottimo segno, e potrà essere d’aiuto davvero ad Alonso.
    Inoltre penso che la red bull perderà il confronto in fase di sviluppo contro la rossa.

  2. A me è sembrato giusto far rientrare prima Alonso, visto che al primo pit è stato Felipe il primo a cambiare le gomme, ma non ho capito la scelta di fare 4 giri in più e non solo 1, non so se ha sbagliato Felipe o il muretto Ferrari o magari entrambi, ma in tutti i caso è un errore che può passare visto che era la prima gara e le gomme erano quasi sconosciute, tra l’altro Felipe ha ottenuto il 4^ posto su questa pista dove non ha mai brillato, se è andato discretamente qui, a sepang e soprattutto in Bahrein può fare molto bene. Non vedo l’ora

  3. Io sinceramente non mi scandalizzo per la strategia Ferrari in Australia. La Ferrari punta su Alonso, lo ha sempre fatto dal 2010 e ha sempre avuto ragione a farlo. Alonso è più forte di Massa ed ha molte più possibilità di vincere il mondiale rispetto al brasiliano. L’unico appunto che mi sento di fare riguardo a Melbourne nei confronti del muretto Ferrari e quello di non aver fatto rientrare Massa subito dopo Alonso. In quel modo probabilmente Felipe sarebbe riuscito a stare davanti a Vettel togliendo così altri punti al principale rivale di Alonso e della Ferrari nella corsa al titolo. Massa non può pensare seriamente di vincere il mondiale guidando la stessa macchina di Alonso, è evidente che se Fernando riesce a salire in macchina va più forte di Felipe, è sempre stato così finora. Massa sapeva di questa situazione quando ha accettato il rinnovo del contratto e non ha battuto ciglio perchè si è reso conto che difficilmente avrebbe trovato qualcuno che gli avrebbe fornito una macchina al livello della Ferrari.

  4. Ancora con questa storia….
    Io sono alonsiano fino ai capelli e sono anti Massa, ma solo per un motivo. Perché Alonso e’ un campione e puo’ far vincere la Ferrari e Massa e’ un buon pilota e niente piu’.
    Il vero danneggiato di domenica e’ stato Alonso. Su tre soste per due volte e’ entrato prima Massa, se fosse successo che la prima sosta entrava prima Alonso, probabilmente riusciva a passare Vettel e poi avrebbe potuto gestire la gara in modo diverso, ed anche vincerla magari. Massa ha cambiato le gomme 4 giri dopo, ma se avesse voluto cambiarle subito sicuramente dal box avrebbero detto di si. Ma lui non sa leggere le gare come Alonso che invece ha preteso di entrare subito (modificando la strategia iniziale) per trarne vantaggio. Massa ha solo fatto il compitino niente piu’, sintomo di un pilota mediocre.
    Ripeto e poi non intervengo piu’ che dovrebbe baciare i piedi a quelli della ferrari che l’hanno tenuto anche se non meritava di restare, dopo tre anni disastrosi!!!!!

  5. Massa può essere che sia incazzato come iena e non lo dà a vedere e secondo me dovrebbe esserlo!Ma no per quello che pensa la maggioranza dei non ferraristi perchè è stato voluto essere danneggiato ma perchè è stato danneggiato!Sembra la stessa cosa ma non è cosi Massa deve essere incazzato perchè quando è stato fatto rientrare Alonso perchè dietro al trenino quando si sono accorti dai box che Alonso era più veloce e quindi sarebbe uscito davanti al momento del rientro anche degli altri dovevano far rientrare subito anche Massa se no dopo un giro almeno dopo due e non quattro giri!Almeno che non avessero chissa cosa in mente ma chissà perchè gli esperimenti li fanno sempre con Massa e ci sono state in passato gare che per fare strategie diversicate da quelle di alonso gli hanno di fatto rovinato la gara!!!

      1. è un dato di fatto poi ogniuno la pensa come vuole,ma come dici tu sarò antiferrarista ma almeno vedo la buona fede e non sempre la volontarietà che vedono gli altri o come alcuni tifosi ferrari che quando non vincono loro gli altri vincono sempre per qualcosa di illegale !Comunque con rispetto spero ogniuno di noi rimarrà della propia posizione

    1. Tu la pensi così’ perché a te interessa che la Ferrari non lo vinca il mondiale e non il contrario…….quindi è ovvio che noi Ferraristi siamo, anzi DOBBIAMO essere contrari al tuo modo di vedere la cosa……..la differenza è che a te, interessa quello che fa la Ferrari, molto di più’ di quanto interessi a noi,. cosa fa la Lotus…..questa è la differenza!!!

      p.s. ho la sensazione che quest’anno ci resterai un bel po’ male, visto che ci tieni tanto…..

  6. lewis_the_best, i tuoi discorsi partono sempre da un presupposto sbagliato: la Ferrari ha penalizzato Massa nella strategia di gara in Australia.
    Beh…questo tuo presupposto non ha alcun fondamento. E le interviste di Felipe, nel post gara di Melbourne, sono inequivocabili.
    Basta rileggere o ascoltare le parole del brasiliano per capire che è stato lui stesso a voler proseguire con la sua tattica originaria, meravigliandosi molto del rientro anticipato di Alonso

    Nel momento in cui capirai questo concetto….tutto ti sarà più chiaro.
    Poi, ovviamente, puoi pensarla come ti pare….ci mancherebbe.
    Però evita di accusare la Ferrari di una colpa che assolutamente non ha!!

    1. io non ho accusato a nessuno! ma tu non puoi prendere per oro colato tutto ciò che viene detto nelle interviste! magari massa nel retro box si è incazzato come una iena ma poi nelle interviste si è dimostrato diplomatico per non creare polemiche alla prima gara!

      1. Beh, il fatto che non hai accusato nessuno non è proprio vero.
        E’ da domenica che la meni con questa storia della strategia atta a sfavorire Massa.
        Io non prendo per oro colato nulla: ascolto e leggo le interviste dei piloti….e la situazione che si è sviluppata a Melbourne è chiarissima.
        Tutto il resto è frutto di supposizioni, di congetture, di polemiche da parte di chi gode la Ferrari non vincere (cioè di chi tifa “contro”……che gusto c’è poi……mah).

        Lo stesso Alonso, oggi, ha dichiarato che anticipando il suo pit stop ha corso un rischio non indifferente visto che il suo primo stint di gara con le medie è durato solo 11 giri (mi par di ricordare).
        Lo spagnolo ha dimostrato una visione di gara che Felipe non ha. Stop.

        Poi se quando si parla di Scuderia Ferrari ci vedi sempre del marcio….amen….ne prendo atto.

  7. michelle
    Mica doveva aprire la porta, ma un attacchino a Vettel, giusto così per farsi vedere, poteva anche farlo. Non ci ha provato né prima né dopo il sorpasso di Alonso, solo che prima gli rimaneva attaccato,anche dopo la prima sosta, dopo si è fatto dare oltre 10 secondi. 1+1 fa due… Poi se le due Ferrari si troveranno prima e seconda a distanza siderale dal terzo, mmm….difficile, possono scannarsi quanto gli pare, senza buttarsi fuori ovviamente.

    michelle tu fai sempre tutto facile e per te è sempre giusto quello che fa la ferrari perchè favorisce il tuo caro nando!

    hai mai provato a considerare che quando si è formato il trenino di auto SUTIL VETTEL MASSA ALONSO RAIKKONEN fossero tutti nelle stesse condizioni con le gomme e che quindi non ci fosse per nessuno lo spunto per attaccare chi era davanti?
    poi proprio tu che hai detto di aver visto la gara con tv ipad e quant’altro non ti sei accorta che massa restava costantemente sotto il secondo da vettel e che cmq ha cercato per quanto ha potuto di tenere sotto pressione seb!
    dopo l’ultima sosta ci possono essere state 1000 ragioni per la quale massa ha terminato la gara a 20 secondi da alonso!
    la prima che mi viene è sicuramente che sia sentito demoralizzato da una strategia penalizzante!
    la seconda potrebbe essere che non avesse lo spunto necessario a superare vettel pur magari essendo piu veloce!
    la terza può essere che abbia consumato troppo le gomme nei primi giri dopo il cambio gomme quando era abbastanza vicino a vettel!
    la quarta (e qui mi fermo) può essere che resosi conto di non riuscire a superare vettel abbia tirato i remi in barca e abbia pensato solo a finire la gara mentre alonso ha continuato a tirare fino a quando non ha capito che kimi ne aveva di più!

    infine sarei proprio curioso di sapere quale sarebbe stato il tuo commento se con alonso davanti a massa avessero fatto entrare ai box prima massa e poi 4 giri dopo alonso (con il conseguente risultato che massa sarebbe balzato davanti a vettel e alonso sarebbe rimasto sempre dietro alla red bull)!

    1. Non la vedo semplice, non sono una teorica del complotto che si attacca a tutto pur di criticare chi mi sta sui maroni. Se vuoi veramente credere che la Ferrari abbia rinunciato volontariamente a piazzare 2 macchine davanti a Vettel fai tu, per me è ridicolo.
      Ed è altrettanto ridicolo che intelligenza e adattabilità siano tacciate come difetti solo perché dimostrate da Alonso.
      E tra le mille ragioni ce n’è una facile facile che non hai considerato: Massa era più lento.
      Tra quelle che hai detto la prima è patetica, demoralizzato dopo un gran premio? Mica ha 4 anni…
      La seconda non giustifica il perché del mancato attacco, perché non nego che sia rimasto attaccato, ma non ha neanche provato ad uscire dalla scia per farsi vedere, neanche una volta.
      La terza non è possibile perché il degrado sarebbe stato evidente anche nel primo stint con le medie, anzi con la macchina più pesante sarebbe stato più marcato, invece Massa ha cambiato gomme dopo di tutti senza abbassare significativamente i tempi da un giro all’ altro.
      La quarta sempre non spiega perché non l’ha neanche tentato un attacco, né prima né poi.
      Anch’io ho detto che prima del secondo pit si era creata una situazione di stallo irrisolvibile con un sorpasso, l’anticipare la sosta è stata una furbizia, tanto che lo stesso Massa ha detto di aver avuto l’impressione che Alonso fosse rientrato troppo presto.

  8. Onlyred
    Schumifan, non hai detto niente che non sappiamo, ed io non sono un tifoso dello spagnolo, per me va bene chiunque porti la rossa sul gradino più’ alto, ma alla fine dei 19 GP!! Non sommo disposto a perdere il mondiale, per i capricci del secondo pilota (lo ha firmato lui il contratto, non io)…..se poi è in grado di diventare il primo, ben venga, ma in pista, non al microfono!!

    scusa e come fa un secondo pilota dimostrare che può essere la prima guida se quando in gara è davanti al suo compagno lo penalizzano con la strategia?

    1. niente di più’ semplice, superando chi è davanti a lui e non restargli dietro per una gara intera…..e soprattutto non arrivare al termine della gara, con 20 secondi di ritardo dallo spagnolo (anche i 20 secondi li ha persi per colpa della strategia sbagliata??? per favore!!!!)……ragazzi, io capisco le antipatie verso Alonso, posso capire anche quelle verso la Rossa, a me sembra che si voglia approfittare di una situazione delicata, per spalare merda contro una squadra che ha rinnovato il contratto ad un pilota che nelle ultime stagioni (fatto salvo gli ultimi gp dello scorso anno), guardando solo le prestazioni, avrebbe meritato un posto nel reparto pulizie….Fate pure, ma il messaggio che “mandate” è solo uno, sempre lo stesso!!

  9. Onlyred
    tu dici?!!?!

    è stato dimostrato ampiamente negli ultimi anni! tu non pensi che sia cosi?
    poi un presidente che dice alla ferrari viene prima la squadra e poi il singolo dovrebbe dare l’idea che sia piu importante far vincere la ferrari a prescindere che sia alonso o massa! invece a maranello è tutto il contrario! viene prima la squadra del singolo vuol dire deve vincere o stare davanti in gara sempre lo stesso pilota!

    1. Ma hai idea di cosa comporti vincere un mondiale costruttori?? dei soldi e del prestigio in ballo?? ma come si fa a dire una cosa del genere!!
      La Ferrari ha sempre contato su un solo pilota, perché anche se non è il massimo per sportività’, è la soluzione migliore, si chiama gioco di squadra, esiste in tutti gli sport e guardacaso, ultimamente la stanno applicando un po’ tutti, tanto da non sanzionarla più’……..sai quanti titoli avrebbe in più’ la Mclaren se non si fossero scornati in pista i due propri piloti?? Puo’ non piacere, infatti siete tutti liberi di fare il tifo per altre squadre……nessuno vi biasima, ma guardate un po’ più’ in casa vostra, visto che per scelta avete snobbato la rossa!!

  10. michelle
    Domenica era palese come Massa fosse più impegnato a difendersi da Alonso che ad attaccare Vettel. E non è un caso isolato. Massa è focalizzato sul battere il compagno più che stare davanti agli avversari, basta sentire le sue dichiarazioni per capirlo.
    Questo può avere ripercussioni sul mondiale.

    mmmmh.. mi spiace ma non sono d’accordo, non si può pretendere che un pilota spalanchi la porta ad un’altro per quanto compagni di squadra, soltanto perchè conscio di essere seconda guida. In ogni caso mi auguro che la F138 si riveli talmente forte che queste diatribe si verifichino esclusivamente per attribbuire sempre e comunque 1° e 2° posto 🙂

    1. Mica doveva aprire la porta, ma un attacchino a Vettel, giusto così per farsi vedere, poteva anche farlo. Non ci ha provato né prima né dopo il sorpasso di Alonso, solo che prima gli rimaneva attaccato,anche dopo la prima sosta, dopo si è fatto dare oltre 10 secondi. 1+1 fa due… Poi se le due Ferrari si troveranno prima e seconda a distanza siderale dal terzo, mmm….difficile, possono scannarsi quanto gli pare, senza buttarsi fuori ovviamente.

  11. Secondo me solo voi state facendo delle seghe mentali gigantesche..e secondo me massa vive felice e tranquillo..sono i giornali e noi tifosi a pensare e ripensare su cose che massa in primis non pensa..e bastaaa

  12. F1forever
    Alibi quoto il tuo intervento, però voglio ricordarti che prima di stabilire una gerarchia in pista, sia Hamilton -Button, sia vettel-webber, hanno buttato alle ortiche una gara ciascuno arrivando al contatto con conseguente incidente e ritiro per entrambi. perchè arrivare a questo? Felipe sa di essere il secondo pilota, quando fernando lo ha attaccato in australia, felipe ha sbagliato a tirargli la staccata, se Fernando avesse avuto la testa di Vettel o di Hamilton sarebbero arrivati 1 e 2 nella lista dei ritirati. Un errore lo hanno fatto anche ai box, dovevano avvisare Massa che Fernando era di almeno 3 o 4 decimi più veloce di lui e fargli provare ad attaccare Vettel, magari con uno spunto in più fernando avrebbe costretto vettel ad un lungo favorendo anche il sorpasso di felipe. Il gioco di squadra è anche questo, non soltanto fare da scudiero o tentare di dimostrare di non esserlo.

    Quotone. Se questo sarà un anno tirato come l’anno scorso ci servirà ogni punticino e domenica abbiamo perso l’occasione di rubarne ancora di più a Vettel.

  13. Mi dispiace per i tifosi di alonso, ma bisogna ammettere che nel giro in qualifica massa è più veloce di lui…in gara forse no…ma la strategia del team avvantaggia lo spagnolo…

    1. Schumifan, non hai detto niente che non sappiamo, ed io non sono un tifoso dello spagnolo, per me va bene chiunque porti la rossa sul gradino più’ alto, ma alla fine dei 19 GP!! Non sommo disposto a perdere il mondiale, per i capricci del secondo pilota (lo ha firmato lui il contratto, non io)…..se poi è in grado di diventare il primo, ben venga, ma in pista, non al microfono!!

  14. se la ferrari comincia sin da ora a favorire o a tentare di farlo alonso , magari ci guadagna nel mondiale piloti ma ci perde in quello costruttori , c’è bisogno di un massa motivato e carico per vincere anche quello costruttori , se lui vede che alonso gli arriva davanti grazie a strategia e senza sorpassi in pista , rischiamo di perdere felipe un altra volta cosa che la ferrari non si puo permettere , quindi ci sta che alonso sia il numero uno ma lo deve dimostrare lui in pista non la squadra aiutando uno piuttosto che l’altro , tanto sono convinto che alonso se vuole puo passare massa facilmente solo che giustamente preferisce non prendere rischi e passarlo grazie alla strategia ma ripeto in questo modo si rischia di perdere felipe e farlo afflosciare definitivamente e sarebbe un peccato , io prenderei esempio dalla mclaren degli ultimi anni con hamilton che superava button quando voleva in pista e se non ci riusciva button rimaneva davanti , in questo modo cmq se non fosse stato per l’affidaiblita la mclaren probabilmente avrebbe vinto entrambi i titoli pur non favorendo nessuno dei due

    1. Massa deve capire una cosa……Anche se nella strategia Ferrari, ci fosse stata l’intenzione di “fregare” Massa, Alonso ha meritato di stargli davanti, perché ha combattuto, il brasiliano invece, è molto veloce sul giro singolo, ha condotto un’ottima gara, ma quando è dietro un avversario del suo livello, si addormenta……non possiamo permetterci di dormire dietro di lui, anche con il pilota pagato per vincere il mondiale!
      Quando dimostrera’ di essere costantemente più’ veloce, se la Ferrari dimostrerà’ di voler per forza (o per una questione politica) vincere il mondiale con lo spagnolo rallentando il brasiliano, nessun ferrarista, nemmeno il tifoso più’ sfegatato dello spagnolo, accetterà’ volentieri la cosa…..

    2. Alibi quoto il tuo intervento, però voglio ricordarti che prima di stabilire una gerarchia in pista, sia Hamilton -Button, sia vettel-webber, hanno buttato alle ortiche una gara ciascuno arrivando al contatto con conseguente incidente e ritiro per entrambi. perchè arrivare a questo? Felipe sa di essere il secondo pilota, quando fernando lo ha attaccato in australia, felipe ha sbagliato a tirargli la staccata, se Fernando avesse avuto la testa di Vettel o di Hamilton sarebbero arrivati 1 e 2 nella lista dei ritirati. Un errore lo hanno fatto anche ai box, dovevano avvisare Massa che Fernando era di almeno 3 o 4 decimi più veloce di lui e fargli provare ad attaccare Vettel, magari con uno spunto in più fernando avrebbe costretto vettel ad un lungo favorendo anche il sorpasso di felipe. Il gioco di squadra è anche questo, non soltanto fare da scudiero o tentare di dimostrare di non esserlo.

      1. Si, come discorso generale ci può stare, ma nella fattispecie dell’Australia, un conto è essere 3/4 decimi al giro più veloce di un avversario, un altro è riuscire a trovare il punto per il sorpasso. Dimentichiamoci un attimo che Massa è il compagno di squadra di Fernando, non credo che Alonso sarebbe riuscito a passarlo facilmente, non mi pare fosse nelle sue possibilità; non mi sembra il caso, alla prima gara, di dare un ordine di scuderia per agevolare un sorpasso… sarebbe stato fortemente demoralizzante per noi tifosi e sicuramente umiliante per Massa. Ci sarà tempo per queste tattiche, più avanti.. Massa ha già dimostrato in più occasioni di essere uomo-squadra e di accettare le imposizioni dai box quando gli vengono impartiti determinati ordini. Basti ricordare il caso della “rottura dei sigilli del cambio di Massa” per far partire Alonso dal lato pulito della pista: Massa nel pregara era li tranquillo con un sorriso che andava da un’orecchio all’altro che rispondeva alle domande (sul “fattaccio”) dei giornalisti… a trovarne seconde guide così!

      2. Domenica era palese come Massa fosse più impegnato a difendersi da Alonso che ad attaccare Vettel. E non è un caso isolato. Massa è focalizzato sul battere il compagno più che stare davanti agli avversari, basta sentire le sue dichiarazioni per capirlo.
        Questo può avere ripercussioni sul mondiale.

Lascia un commento