F1 Live, GP Malesia 2013: la gara in Diretta

24 marzo 2013 08:35 Scritto da: Redazione

Sepang01Pronti a commentare in diretta, con il nostro consueto live blogging, il Gran Premio della Malesia. La seconda tappa del Mondiale 2013 di Formula si svolge sul tracciato di Sepang, a pochi chilometri da Kuala Lumpur. Caldo e pioggia sono le due chiavi di lettura di questa gara: se le temperature sono molto alte, infatti, anche la pioggia non è da meno e potrebbe condizionare la corsa odierna.

Nelle qualifiche di ieri, concluse proprio su pista bagnata, la pole è stata conquistata proprio da Sebastian Vettel, davanti alle due Ferrari di Felipe Massa e Fernando Alonso. Quarta la Mercedes con Lewis Hamilton. [Sintesi Qualifiche]

GP MALESIA 2013 – GARA IN DIRETTA

11:09 – La nostra cronaca live termina qui. A breve sul sito una sintesi della corsa e la classifica finale. Seguiranno poi interviste ed approfondimenti su questo entusiasmante GP della Malesia 2013! Grazie per essere stati con noi, buona domenica!

11:02 – Ancora discussioni tra Vettel e Webber nel retro del podio… Hamilton ha ringraziato il team per questo primo podio e dovrà ringraziare anche Rosberg per aver rispettato l’ordine di squadra…
 
10:56 – Webber in conferenza stampa fa capire che c’era un chiaro ordine di scuderia che Vettel ha ignorato. E questo spiega anche il commento di Horner dopo il sorpasso di Vettel, quando gli è stato detto: “Ok ma questo è stupido…”
 
10:54 – Webber ignora completamente Sebastian Vettel. E per la foto di rito, l’australiano non si avvicina neanche al suo compagno di squadra. E Seb prova a parlargli, ma Mark è furioso
 
10:49 – Adrian Newey sta parlando con Vettel, in attesa del podio. E il riferimento è chiaro, qualcosa in squadra si è rotto. E arriva anche Webber: c’è una grande tensione prima del podio.
 
10:44 – Doppietta in casa Red Bull, ma tensione alle stelle. Non perdiamo ora il podio e la conferenza stampa, dove Vettel e Webber saranno “a confronto”. La compagna di Webber ha commentato a Sky: “Sono disgustata. Abbiamo visto chi è il vero giocatore di squadra”
 
BANDIERA A SCACCHI: Sebastian Vettel vince il Gran Premio della Malesia! Webber è secondo, ma taglia il traguardo lontano dal muretto box, come a dare un segnale alla squadra. Hamilton sale sul podio per la Mercedes, quarto Rosberg
 
GIRO 56 – Inizia l’ultimo giro della gara
 
GIRO 54 – Continua la discussione tra Rosberg e Ross Brawn. Il pilota tedesco vorrebbe attaccare Hamilton a due giri dal termine, ma il team principal gli chiede di non rischiare. In pista, Hulkenberg ha attaccato Perez conquistando l’ottava posizione. Si ritira invece Button
 
GIRO 53 – Un altro secondo perso da Webber nei confronti di Vettel. Subito dietro, Hamilton e Rosberg sono praticamente incollati tra loro, ma dalla Mercedes pare chiaro il messaggio di mantenere le posizioni. Massa, intanto, si sta lanciando alla caccia di Grosjean e lo ha superato, conquistando la quinta posizione
 
GIRO 50 – Rosberg parla con Ross Brawn e chiede strada su Hamilton, perché si ritiene più veloce.Dal muretto dei box però gli negano la cosa. Le due Mercedes comunque sono in terza e quarta posizione adesso. In testa, invece, le due Red Bull hanno staccato tutti. Vettel ha già guadagnato 3.7 secondi su Webber
GIRO 49 – Bella manovra di Felipe Massa che ha superato Perez alla curva 1, mettendosi all’esterno di Sergio che tentava a sua volta un attacco su Raikkonen. Al termine del giro, Felipe supera anche il finlandese della Lotus
 
GIRO 48 – I replay hanno fatto vedere le reazioni al muretto box della Red Bull, con Newey disperato nel vedere le sue vetture che per poco non si sbattevano fuori a vicenda. Dietro le Red Bull, c’è un altro bel duello tra Hamilton e Rosberg, con Ross Brawn che si mangia le mani perché non vorrebbe finisse male…
 
GIRO 47 – Bandiere gialle in pista: finisce la gara di Pastor Maldonado. Pitstop per Massa adesso.
 
GIRO 46 – Che lotta tra Vettel e Webber! Lotta vera e palpitazioni ai box della Red bull… I due si sono quasi buttati fuori sul rettilineo del box, con Webber che ha stretto a muro Vettel, una manovra molto pericolosa!
 
GIRO 44 – Team radio per Vettel: “Fai attenzione, Sebastian. Fai attenzione”. Ai box della Red Bull c’è ancora un brutto ricordo di una doppietta sfumata in Turchia 2010…
 
GIRO 43 – Webber rientra ai box per effettuare il pitstop. Gomma dura per Mark Webber che riesce a rientrare per pochissimo davanti al compagno di squadra. Ma è lotta vera tra i due della Red Bull! Webber non mollta e si mantiene al comando della corsa
 
GIRO 42 – Pitstop anche per Sebastian Vettel che monta le gomme medie. Rientra anche Rosberg, anche per lui si montano White Medium
 
GIRO 41 – Raikkonen è riuscito finalmente a prendersi l’ottava posizione, approfittando di un lungo di Hulkenberg. Il finlandese si è avvicinato quel tanto che basta per poi sfruttare la staccata successiva per sopravanzare l’avversario. Pitstop per Hamilton adesso che monta gomme medie usate
 
GIRO 40 – Webber ha girato in 1:41.4, Vettel 1:41.8. La Red Bull sta controllando la gara. Hamilton è terzo ed ha girato in 1:42.470, Rosberg 1:42.456
 
GIRO 39 – Vettel inizia il 39esimo giro con un sorpasso su Hamilton. L’anglocaraibico non si è potuto neanche difendere. Le due Red Bull vanno ora al comando della corsa. Intanto, Raikkonen si lamenta della guida di Hulkenberg che non lascia abbastanza spazio all’avversario
 
GIRO 38 – Sebastian Vettel sta ora mettendo pressione a Hamilton. Tra i due ci sono solamente sei decimi. Intanto continua il duello tra Raikkonen e Hulkenberg, con il tedesco che continua a non farsi intimorire e si difende con i denti
 
GIRO 37 – No, la McLaren ha fatto ripartire Button. Ma la sua gara è ovviamente compromessa per il pilota inglese della McLaren. Webber intanto fa segnare 1:40.889, giro più veloce della corsa
 
GIRO 36 – Attenzione! Problema per la McLaren! Una ruota fissata male ferma Jenson Button che rischia di perdere l’anteriore destra. Sembra finire così la gara del pilota inglese
 
GIRO 35 – Ruota a ruota tra Hulkenberg e Raikkonen in corsia box. E il duello continua anche in pista, con il tedesco della Sauber che ha tenuto giù il piede per mantenere la posizione. Intanto, rientra ai box Button per montare gomme dure. Rientra anche Grosjean
 
GIRO 34 – Lotta tra Button e Webber. L’australiano si riprende la leadership della corsa con una bella staccata alla prima curva.
 
GIRO 33 – Button chiude il passaggio al comando (una sosta in meno rispetto agli altri), Webber è secondo, terzo Hamilton, quarto Vettel, Rosberg quinto, sesto Grosjean. Intanto rientra ai box Felipe Massa che monta gomme medie
 
GIRO 32 – Rientra anche Sebastian Vettel per montare gomme dure. Il pilota della Red Bull rientra alle spalle di Webber e lo stesso Hamilton. E ora Rosberg è molto vicino a Vettel, anche se non sembra avere lo spunto per superarlo
 
GIRO 31 – Fuori i meccanici della Red Bull. Webber lascia la tsta della corsa per entrare al pit e montare gomme Orange Hard. Anche Rosberg cambia gomme e monta le dure. Vettel è così andato al comando della corsa
 
GIRO 30 – Raikkonen ha fatto un errore ed ha anche girato un po’ più lento di Perez adesso. Il messicano della McLaren si sta facendo sotto e sembra essere in grado di poter attaccare la Lotus.Lewis Hamilton va ora ai box e rientra in quinta posizione
 
GIRO 28 – 1:41.757 per Mark Webber che aumenta il vantaggio su Vettel a 1.3 secondi. Hamilton è a 2.5 secondi dalla vetta e a 1.2 secondi dalla seconda posizione. Intanto si ritira anche Adrian Sutil: finita la gara della Force India
 
GIRO 27 – Webber resta al comando, Vettel è a 7 decimi dal compagno di squadra. Hamilton è ora a 1 secondo netto dal tedesco della Red Bull. Rosberg è quarto, quinto Button, sesto Massa, settimo Grosjean, ottavo Hulkenberg, nono Raikkonen e decimo Perez
 
GIRO 26 – Webber continua al comando e gira in 1:42 netto. Stesso tempo per Vettel. Ma occhio a Hamilton che è a 1.3 da Vettel e tra poco potrà anche usare il DRS per attaccare la Red Bull.
 
GIRO 25 – Sebastian Vettel si è già messo negli scarichi di Webber e proverà a superarlo a breve.Webber ha segnato 1:42.5 e sembra un po’ in difficoltà con le gomme medie. Vettel è con gomme dure e ha girato in 1:41.741 e si è portato a mezzo secondo di distacco
 
GIRO 24 – Di Resta torna ai box e si è ritirato. Rosberg intanto segna il giro record in 1:41.057. La Mercedes si sta avvicinando alla Red Bull
 
GIRO 23 – Ancora problemi alla Force India, questa volta però con Sutil! Problemi sempre all’anteriore sinistra che non si avvita. Intanto Hamilton segna il giro veloce con 1:41.610 e si porta a 2.1 secondi da Vettel
 
GIRO 22 – Ai box Sebastian Vettel, così come Nico Rosberg. Gomme dure per il tedesco della Red Bull, gomme medie per la Mercedes del tedesco
 
GIRO 21 – Vettel continua a girare in 1:43.483. Hamilton si ferma ora ai box e monta un nuovo set di gomme medie. Pitstop anche per Button e Raikkonen. E’ anche fermo ai box Di Resta della Force India
 
GIRO 20 – Rientrano Massa e Grosjean in contemporanea. Felipe rientra in decima posizione, dietro di lui il francese della Lotus. Intanto ci sono ancora problemi alla Force India
 
GIRO 19 – Pitstop per Mark Webber: si montano gomme medie e  rientra in quinta posizione. Vettel è ora al comando della gara. Al termine di questo passaggio, Vettel fa il proprio miglior passaggio con 1:43.074
 
GIRO 17 – Altro passaggio per Webber con 1:43.123, Vettel 1:43.248. Le due Red Bull guidano la corsa davanti alel due Mercedes di Hamilton e Rosberg. Ma Raikkonen ora segna 1:42.844 e va decisamente più forte di tutti adesso
 
GIRO 16 – Giro veloce di Raikkonen con 1:43.034, tempo arrivato appena si è liberato di Perez.
 
GIRO 15 – team radio per Massa, dove Rob Smedley gli ha detto di fare attenzione gli pneumatici.Intanto, Mark Webber continua a girare indisturbato e ora fa un giro velocissimo in 1:43.535 (gomme Orange Hard). Vettel ha girato in 1:43.616. Intanto continua il duello tra Raikkonen e Perez, con il finlandese che finalmente riesce a liberarsi del messicano
 
GIRO 14 – Altro giro veloce per Rosberg con 1:43.538. Webber – che è al comando – ha girato in 1:44.182
 
GIRO 13 – L’incidente ai box tra Vergne e Pic è sotto inchiesta da parte dei commissari di gara.Bandiere gialle in pista, c’è un problema per la Williams di Maldonado. Il venezuelano è tornato sull’asfalto ma ha l’ala anteriore danneggiata e dovrà tornare ai box
GIRO 12 – Bel duello tra Perez e Raikkonen, con il messicano che si è difeso egregiamente per mantenere la posizione. I due sono rispettivamente in nona e decima posizione. Rosberg fa segnare intanto 1:43.775 ed è il giro più veloce finora
 
GIRO 11 – Hulkenberg con la Sauber sta andando molto veloce e sta insidiando la McLaren di Button.Hamilton ha intanto segnato il giro più veloce, battuto subito dal compagno di squadra Rosberg. Ma mette tutti in riga Grosjean che con 1:44.265 è il più veloce in pista
 
GIRO 10 – Giro più veloce di Raikkonen 1:45.416
 
GIRO 9 – Webber al comando e giro più veloce della gara con 1:47.195. Vettel è secondo a 2.9 secondi dal compagno di squadra. Hamilton è terzo, quarto Rosberg, quinto Button. Hulkenberg strappa il giro veloce a Webber segnando 1:46.622. Massa è settimo e gira in 1:48.288
 
GIRO 8 – 1:50.138 per Vettel, che è attualmente terzo. Il tedesco della Red Bull ha perso la posizione su Webber. Quanta confusione in questi giri…
 
GIRO 7 – Webber rientra ai box, così come Hamilton. Errore incredibile per Hamilton che è andato al pit McLaren!!! Quando si dice la forza dell’abitudine… Momento caotico anche alla Toro Rosso, dove all’uscita del cambio gomme c’è stato un piccolo incidente con una Caterham
 
GIRO 6 – Mark Webber continua a girare e segna il giro più veloce in 1:55.795. Il team gli dice di stare fuori. Hamilton è ora in seconda posizione, Rosberg terzo. Ai box ora le due Force India, la Sauber di Hulkenberg e anche Raikkonen. C’è un problema però per Adrian Sutil
 
GIRO 5 – Box per Sebastian Vettel. Si montano gomme Slick medie per il tedesco della Red Bull.Webber ha fatto segnare 1:56.588 ed è il giro più veloce. Felipe Massa ai box per ricalcare la strategia del tedesco dela Red Bull…
 
GIRO 4 – Alonso non toglie il casco e non vuole parlare con i giornalisti. Lo spagnolo è ora rientrato mestamente ai box. Vettel alla fine del quarto passaggio segna 1:57.2. Webber è andato due decimi più veloce da parte del compagno di squadra. Hailton è terzo, quarto Rosberg, quinto Button. Massa è sesto e gira due secondi più lento in confronto alle Red Bull
 
GIRO 3 – Duello ruota a ruota tra Button e Rosberg. Nico non molla e riesce a strappargli la quarta posizione. Vettel fa il giro più veloce con 1:56.672
 
GIRO 2 – Clamoroso! Fernando Alonso non è rientrato ai box, l’ala anteriore è ceduta e lo spagnolo si è dovuto ritirare, con l’ala bloccata sotto la monoposto. Fernando è il primo dei ritirati!  Vettel intanto fa il giro più veloce, battuto da Webber che è secondo. Terzo Hamilton, quarto Button, quinto Rosberg, sesto Massa, settimo Perez
 
GIRO 1 – Buona partenza per Sebastian Vettel. Alonso ha tentato di sorpassarlo ma i due si sono toccati e lo spagnolo ha danneggiato l’ala anteriore. Grande partenza per Webber che è ora terzo, dietro allo spagnolo che sta per rientrare ai box. Hamilton quarto
 
9:03 – VIA VIA VIA! PARTE IL GP DI MALESIA!
 
9:01 – 24 gradi la temperatura dell’atmosfera, 27 per quanto riguarda il tracciato. La direzione gara lascerà libera la partenza, quindi scongiurato un inizio dietro la safety car. Ma ci aspettiamo un inizio molto concitato.
Vettel parte in pole, affiancato da Massa. Seconda fila per Alonso e Hamilton. Terza fila per Webber e Rosberg, Quarta fila per Button e Sutil, quinta fila per per Perez e Raikkonen. Il finlandese è stato arretrato in decima posizione per aver ostacolato Rosbergi ieri in qualifica
 
9:00 – Si spengono i semafori e inizia il giro di ricognizione. Confermato: tutti i piloti sono su gomme Cinturato Intermedie
 
8:57 – Tutto è pronto per iniziare. La pioggia non si è intensificata e anche alla curva 3 sembra esserci meno acqua adesso. La scelta ideale degli pneumatici è quella delle Cinturato Green Intermediate.
 
8:55 – Le luci rossi sul semaforo sono pronte a spegnersi piano piano. Cinque minuti al via dela Quindicesima edizione del GP della Malesia!
 
8:50 – Il suono sulla griglia avverte team e piloti che mancano 10 minuti al via ed inizia la procedura di partenza. La medical car sta facendo un giro di ricognizione e la pista è asciutta quasi ovunque, tranne che alla curva 3
 
8:43 – Il direttore di gara dovrà consentire ai team di fare interventi sulle monoposto, come nel caso di Bottas: il pilota della Williams ha danneggiato l’ala e solo con il consenso del direttore di gara potrà sostituirla e mantenere la posizione, altrimenti dovrà partire dalla corsia box
 
8:40 – I vari team radio spiegano bene la situazione attuale: la curva 3 è troppo bagnata per le gomme intermedie, ma il resto della pista è troppo asciutta per poter lasciare le gomme Full Wet.
 
8:38 – Gran parte dei piloti hanno aquaplaning e finiscono fuori traiettoria. Bottas ha addirittura rotto l’ala. Charlie Whiting sta già analizzando queste immagini e, se si continua così, sarà sicuramente data partenza sotto safety car
 
8:35 – Appassionati di Formula 1, buona domenica a tutti e ben trovati online per questa seconda gara del Mondiale 2013. Ancora venti minuti e poi si spegnerà il semaforo del Gran Premio della Malesia!
Ci aspetta una situazione molto interessante: pista quasi asciutta in certe zone, pista decisamente più bagnata in altre. E se pensate che già nel giro di formazione già Ricciardo e Gutierrez hanno avuto aquaplaning, capirete che sarà una lotteria più che una corsa…

501 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!