Lotus a punti, ma la sosta in meno non paga

24 marzo 2013 14:34 Scritto da: Antonino Rendina

Grosjean chiude il Gp della Malesia davanti a Raikkonen, con la Lotus doppiamente “piazzata” ma non troppo soddisfatta, considerate le ambizioni da titolo.

Lotus E21Sesta e settima sotto la bandiera a scacchi, ma la prestazione del team Lotus al Gp della Malesia non è nemmeno lontanamente paragonabile a quanto fatto vedere appena sette giorni fa in Australia.

Di buono c’è il doppio piazzamento a punti di entrambi i dioscuri di Enstone, con il francese Romain Grosjean che ha chiuso sesto davanti al caposquadra Kimi Raikkonen. Quattordici punti racimolati che contrastano però con quelle che sono le ambizioni della scuderia anglo-belga.

Proprio Raikkonen, splendido trionfatore a Melbourne, è inciampato in uno dei suoi week-end un po’ abulici, dove non gliene entra mezza. Dalla penalità in qualifica, che lo ha costretto a scattare dalla quinta fila, alla difficoltà nel sorpassare vetture più lente come la McLaren di Sergio Perez e la Sauber di Nico Hulkenberg.

Per non parlare dei due lunghi alla curva due, errori gratuiti che hanno compromesso la performance complessiva del finlandese. L’altra faccia della medaglia in casa Lotus è rappresentata però da un redivivo Romain Grosjean; sin dalle prime battute il francese è sembrato più in palla e competitivo del collega finnico.

Buona la sua prestazione a Sepang, dove si è dimostrato attento e tonico nei duelli. Entrambi i piloti Lotus, tra l’altro, sono stati gli unici tra i big ad adottare una tattica di “sole” tre soste, a conferma che la E21 tratta gli pneumatici con i guanti.

Un’arma in più che si rivelerà importanssima in futuro, ma che non ha pagato su una pista con asfalto abrasivo e selettivo come questa di Kuala Lumpur, con il cronometro che negli ultimi giri è stato impietoso con i due.

Kimi Raikkonen (Pos. 7°): “Non mi è piaciuto il comportamento della monoposto sabato e oggi, non era quella dell’Australia. Ho dovuto lottare per trovare grip. Forse ho anche danneggiato un po’ l’ala anteriore in partenza e questo non mi ha certamente aiutato. Sono convinto che se la nostra monoposto torna quella di Melbourne saremo presto di nuovo davanti. Almeno qui abbiamo raccolto qualche punto in una gara caotica”.

Romain Grosjean: (Pos. 6°): “Sono soddisfatto della gara di oggi, credo che sarei potuto anche finire più avanti se non avessi perso un po’ di tempo dietro a Felipe nella parte centrale della gara. Purtroppo poi negli ultimi giri non potevo fare niente per tenerlo dietro perchè le gomme erano finite. Questo non è il risultato che la squadra vuole, è chiaro, ma è stata una corsa durissima e quindi per oggi va bene così. Puntiamo a migliorarci per Shanghai”.

11 Commenti

  • Ecco il motivo per cui la lotus non mi fa paura in ottica mondiale.. Avrà sicuramente prestazioni altalenanti, come successo in queste prime due gare. Potrà essere certamente un outsider per la vittoria in più di una gara, ma avrà anche domeniche, vuoi per i piloti fortissimi ma non costanti vuoi per un discorso di sviluppo auto, opache ed anonime.

  • La prossima gara in Cina speriamo che il meteo sia clemente,che con l’asciutto e la Pirelli che porta soft e medium tanti si dovranno ricredere se pensano che la Lotus e Kimi sia stata solo una meteora del Gp d’Australia

  • secondo me non è un problema di tattica di gomme. Anzi, a ben guardare la sosta in meno ha pagato visto che i piloti partivano decimo e undicesimo e sono arrivati sesto e settimo.
    Il problema è appunto partire decimo e undicesimo.
    Il gran premio scorso è stato vinto grazie anche all’ottima partenza di kimi che si è subito portato nelle posizioni di testa.
    Stavolta è partito troppo indietro e senza partenza sprint.
    Poi la Lotus purtroppo in condizioni di bagnato non si è dimostrata molto competitiva.
    Pazienza. Torneremo a bastonarvi tutti già dal prossimo gp :-)

  • Comunque oggi senza l’ennessima cappella al box Mclaren con la tanto bistrattata macchina Jenson avrebbe dato fastidio anche alle mercedes in palese difficoltà nel finale

  • Oggi i motivi della deblacle Di Raikkonen e della Lotus sono molteplici già sabato Qualifiche rovinate dalla pioggia non sufficiente tre posizioni perse in griglia grazie a qualche commissario visionario(Ma oggi non ha visto niente quando Hulkemberg ha fatto quella manovra nella pit-lane e successivamente mentre Raikkonen lo attaccava all’esterno lui si è allargato come se non ci fosse nessuno colpedolo anche con la gomma posteriore mica è facile fare incazzare Raikkonen che di solito e glaciale)Tutti o quasi quelli che sono partiti dal lato delle posizioni pari hanno perso posizioni(sarebbe partito settimo e non decimo forse meno gente in mezzo alla scatole).I due primi pit ha perso un sacco di tempo il primo ci ha messo 26″ tra cambio e percorrenza della pit-line quando gli altri 21 o 22 tra primo e secondo pit ha perso quasi sei secondi visto che è uscito dietro a grupponi di macchine,quei secondi potevano significare di uscire in testa al gruppo e no in coda e fare un altra gara perchè a parte il finale che secondo hanno sbagliato strategia questa volta le poche volte che si è trovato da solo ha fatto segnare anche numerosi giri veloci,infatti se togliamo la parte bagnata pensate che dopo 5 giri Vettel entra cambia le gomme ed esce quinto e pensate che Kimi era undicesimo quanto aveva già perso se ci vogliono 21-22sec per fare il cambio gomme,minimo aveva 30sec di svantaggio dopo solo 5 giri e tutti i giri passati dietro a ulkemberg,siamo sicuri che nonostante tutto sull’asciutto Kimi non avrebbe detto la sua alla fine è finito a 48 sec!E inoltre tutti questi disfattismi la settimana scorsa una gara fatta tutta sull’asciutto non faceva testo e questa con partenza su pista asciutta bagnata e disputata con cinque treni di gomme ciascuno è una gara che fà testo?Io ci andrei cauto con le conclusioni

  • Caribbean Black

    iceman74
    Se ti occuppassi del tuo pilota che visto che è il dio in cielo e in terra che per avere il terzo posto gli è stato regalato dalla squadra cosa che non sarebbe mai successo in Mclaren vuoi vedere che adesso vanno d’amore d’accordo con Alonso perchè anche lui ha L’Alonsite

    Se mi occupassi del mio pilota?????

    Ma leggi i post da un anno a questa parte, oppure leggi solo i tuoi?
    Io non ho piloti, ho la mia AMATA SQUADRA….i piloti sono optional…per questo non ho piloti.

    Tu cmq caro “sorprendente74″ dovresti dismettere i salamini che poni sempre davanti ai tuoi occhi e ricarciarti di un po di obbiettività ed OGGETTIVITA’ soprattutto, nel riconoscere quanto sia un sopravvalutato il TUO pilota, che sin’ora è stato capace di vincere solo con auto superiori, o battere compagni mediocri.

    Sappi cmq, che Kimi è l’unico pilota che ha guidato per la mia AMATA verso il quale non ho covato rancore per il cambio di casacca, a differenza di Hamilton o Alonso che rappresentano per me l’emblema di 2 merde fumanti dal punto di vista “etico-sportivo”, ma di certo non posso essere falso nel riconoscere che è un pilota molto bravo, ottimo, ma nulla piu di questo.

    • In Mclaren(che secondo me è stato il miglior Raikkonen) ha sempre sverniciato tutti i suoi compagni di squadra e in una intervista nel 2007 a Nobert Haug ancora in Mclaren gli dissero se aveva timore di Raikkonen e lui rispose laconico certamente e come non potrei senza i nostri errori che non gli abbiamo dato nelle mani una macchina affidabile oggi avrebbe il mondiale del 2003 e quello del 2005!!!!!!Un altro compagno Montoya sverniciato completamente nonostante strapagato 4 volte lo stipendio di Kimi ha dichiarato che Kimi ha un talento fuori dello straordinario ma solo che sembra li per caso se si metterebbe a pensare metà del tempo la sua macchina rispetto ad altri piloti non ci sarebbe storia e tu mi vuoi dire che è uno qualsiasi!!!!!Purtroppo lui a volte ha dei bassi ma la Lotus lo ha fatto miriadi di volte l’anno scorso e anche alla prima gara con Grosjean sembra un missile prima della gara e poi inspiegabilmente sembra il fantasma del giorno prima

      • sebbene non sia d’accordissimo con te sulla valutazione di raikkonen, lo sono invece sul fatto di tifare la squadra.
        Davvero, io non riesco a capire chi tifa il pilota e cambia bandiera ogni volta che migra.
        Come se nel calcio uno smettesse di tifare una certa squadra solo perchè il tal campione non ci gioca piu.

  • Caribbean Black

    carloM
    a mio parere,oltre all giornata poco felice di raikkonen,s’è riproposto un problema che spesso capitava alla redbull,cioè nel traffico senza una velocità di punta importante si resta imbottigliati e non si riesce a fare il proprio passo,anzi dietro agli altri si consuma di più la gomma. non credo che la lotus sia ridimensionata,è solo una gara un po’ così per me rimangono molto forti in gara.

    Gia quoto, hai perfettamente ragione, però aggiungo anche il mio ormai solito fattore importante…

    Raikkonen, non va oltre l’essere un’ottimo pilota….ma nulla piu.
    E’ un button appena piu veloce….con la differenza che button non è sopravvalutato, mentre Kimi si…nettamente.

    • Se ti occuppassi del tuo pilota che visto che è il dio in cielo e in terra che per avere il terzo posto gli è stato regalato dalla squadra cosa che non sarebbe mai successo in Mclaren vuoi vedere che adesso vanno d’amore d’accordo con Alonso perchè anche lui ha L’Alonsite

  • a mio parere,oltre all giornata poco felice di raikkonen,s’è riproposto un problema che spesso capitava alla redbull,cioè nel traffico senza una velocità di punta importante si resta imbottigliati e non si riesce a fare il proprio passo,anzi dietro agli altri si consuma di più la gomma. non credo che la lotus sia ridimensionata,è solo una gara un po’ così per me rimangono molto forti in gara.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!