Vettel vince a Sepang ma ammette: “Ho fatto un bel guaio”

24 marzo 2013 15:00 Scritto da: Mario Puca

Sebastian Vettel vince il Gp della Malesia dopo uno spettacolare duello senza esclusione di colpi con il compagno di squadra Mark Webber, secondo ed “incazzato”. Gelo tra i due al termine della corsa.

malesia vet web

La Malesia segna il ritorno alla doppietta della Red Bull, ma anche l’acuirsi della tensione tra i due alfieri del team austriaco. In molti, durante il “round”, prima a distanza e poi face to face, avranno pensato all’incidente del Gp della Turchia 2010, quando Webber chiuse bruscamente la porta a Vettel, costringendolo al ritiro. Stavolta c’è mancato davvero pochissimo per bissare quell’episodio. Alla fine l’ha spuntata Vettel, grazie ad un sorpasso da brividi sul rettilineo principale, con Webber che lo costringeva a far la barba al muretto per sopravanzarlo.

I due hanno adottato una strategia completamente diversa, ma ciò nonostante si sono trovati a lottare per la prima posizione per oltre metà gara. Vettel, che ha mantenuto la leadership in partenza, è stato il primo a togliere le intermedie per le slick medie ed ha dovuto lottare per uno o due giri con la macchina che gli schizzava da tutte le parti. Poi, man mano che la pista migliorava, ha trovato il ritmo, ma quei giri con pista ancora umida gli avevano fatto perdere la leadership proprio a vantaggio del compagno di squadra, che intanto aveva montato le hard.

Vettel sembrava anche più lento delle Mercedes di Hamilton e Rosberg. Dopo ben tre pit stop, Seb si è trovato in seconda posizione, alle spalle del compagno di squadra, minimamente intenzionato a cedergli la vittoria. Vani i tentativi di ottenere l’ordine di scuderia, il tedeschino si è rimboccato le maniche ed ha lanciato la sfida a Webber; sfida che si è risolta, dopo un’acerrima battaglia, con un sorpasso al cardiopalmo sul rettilineo principale, passando a pochi centimetri dal muretto e facendo andare su tutte le furie l’australiano, oltre che far saltare sulla sedia Horner e Newey e dal divano gli spettatori increduli.

Non c’era ordine di scuderia (o meglio, c’era, ma era nel solo interesse della squadra…), né l’esigenza di vincere a tutti i costi, visto che siamo solo alla seconda gara ed Alonso era già ko. Ma la fame di vittoria ha preso il sopravvento: “Ho fatto un bel casino oggi – commenta Vettel. Vorrei dare una giustificazione plausibile per quello che ho fatto, ma non ce l’ho. Posso capire la frustrazione di Mark ed il fatto che il team non sia felice per ciò che ho fatto; devo una spiegazione ad entrambi. Proverò a darla più in là. Parliamo di queste cose tutte le volte che succede e normalmente non dovrebbe succedere, ma oggi è successo ed ho dovuto agire. Io e Mark lottiamo sempre quando siamo vicini, ma con le gomme che abbiamo ora, non sapendo come arrivavamo alla fine, era un rischio troppo grosso restare indietro. Potevamo finire addirittura in ottava o nona posizione in due giri se distruggevamo le gomme. Ho scavalcato una decisione del team che secondo me era sbagliata. Non l’ho capito e chiedo scusa. Non sono felice di aver vinto. Ho fatto un errore e se potessi tornare indietro non lo rifarei. Non è facile ora. Chiedo scusa a Mark e la squadra”.

Decisamente più incazzato Mark Webber. L’australiano, stavolta, poteva contare sul “non-ordine” di scuderia e sul fatto che il team volesse congelare le posizioni. Mark aveva fatto tutto bene: ottima partenza, tempismo perfetto al box, giusta scelta di gomme. Poi è arrivato il “cocco di mamma Red Bull” che, nonostante l’infruttuosa pressione psicologica sul muretto, si è preso la vittoria con la forza, in spregio di Webber e delle direttive provenienti dal box. Assolutamente giustificate e legittime le sue rimostranze al termine della corsa: “Penso che Vettel abbia rispetto per me – il commento di Webber – ed io ho rispetto per lui, ma oggi le cose non sono andate in modo corretto. Correre così al limite e spingere così duramente è la situazione peggiore per la squadra. Sono sicuro che volevano consolidare il risultato, visto che sappiamo che qualcosa può andar storto. Negli ultimi 15 giri pensavo ad un mucchio di cose, ma ero contento di come stavo guidando. Ho provato a non pensare a ciò che era successo ed a tirarne comunque qualcosa di buono dalla giornata, ma ovviamente non sono soddisfatto del risultato. Purtroppo non c’è il bottone rewind. Ora bisogna restare freddi, evitando di lasciarsi coinvolgere da questa situazione come vorrebbe la gente. Ci sono tre settimane prima della prossima corsa; abbastanza tempo per lavorarci su”.

La situazione, quindi, è piuttosto tesa al box del team austriaco e certamente non aiutano le difficoltà dimostrate dalla vettura in questi primi due gran premi. La Red Bull, nonostante la doppietta, avrà parecchio da lavorare nei prossimi giorni, tra macchine ed uomini.

93 Commenti

  • resteka
    ma chi se ne frega della scuderia , secondo voi la redbull avrebbe vinto 3 mondiali piloti con webber e chilton??? e per quanti punti ha vinto vettel lo scorso anno il mondiale piloti su Alonso??? bene sta facendo il massimo perche’ la ferrari e’ piu’ forte del 2012 e lo sa’ bene e se tanto mi da tanto deve sfruttare ogni occasione per fare piu’ punti rispetto al suo avversario ………….o volete le macchinine in fila indiana ……… e vergogna anche Hamilton Rosberg un offesa a tutti i tifosi della F1!!!!!!!!!!!!!!

    ah dimenticavo , vettel vince con un missile sotto al culo………ma vedete di essere realistici ogni tanto se la stessa manovra l’ avesse fatta alonso su massa avreste addiritura dditato domenicali di non nsaper gestire e voler perdere il mondiale piloti!!!!!obiettivita’

  • pollux
    sono basito…perchè continuare a correre? Decidiamo tutto a tavolino lanciando dei dadi, mandiamo in onda qualche spiattellata e desciapata, tanto queste gomme sono buone solo per quello e piantiamola di perdere giorni per arrivare ad una gara in cui un pilota è costretto a scusarsi per aver fatto un sorpasso regolare o un altro fa di tutto per dimostrare che potrebbe essere più veloce ma non può perchè il dungeon master ha lanciato i dadi e ha detto non puoi sorpassare. non sono mai stato contrario ai giochi di squadra, ma quando hanno senso, si cerca lo spettacolo, si dicono tutti favorevoli alle gomme ridicole per dare spettacolo, ma è vietato dare spettacolo con sorpassi regolari senza KERS, DRS o GOMME IN PAPPA?
    io non sono d’accordo, a chi piace questa formula, se ne andasse al cinema a vedere un film d’azione, risparmia pure rispetto all’abbonamento sky!

    straquotoneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

  • Questo episodio serva a ricordare cos’è (o almeno cosa dovrebbe essere…) infondo la Formula 1: pura competizione, lotta fino all’ultima curva contro tutto e tutti. La gente che paga il (carissimo) biglietto vuol vedere uno spettacolo da brividi, non una farsa infarcita di noia.

  • Se c’erano dubbi che Vettel fosse l’erede di Schumy, ormai dovrebbero essere fugati ! Anche in queste “piccole” cose è identico al suo mentore 😀

  • Spero solo che Vettel non diventi scorretto come schumacher,

    a dire il vero schumacher a diventar scorretto ci ha messo poco, basta chiedere a damon hill buttato fuori come un birillo al bowling per non parlare di jacques villenueve….

    aveva fatto una pole stratosferica sul bagnato con distacchi abissali e webber partiva solo 4° e aveva una gran voglia di vincere la sua prima gara stagionale….

    in fondo è un ragazzo di 25 anni ma spero che impari presto la lezione,

    caro seb hai ancora molto da imparare ma la stoffa del campione non ti manca

  • Ferrarista87

    Caribbean Black
    😉
    Certo cmq, si puo contestare il fatto che Mark non abbia disattivato la modalità risparmio per andarlo a prendere e superare, oramai era chiaro e palese che era diventata una lotta senza esclusioni di colpi….ma forse, Mark, nel rispetto della squadra (cosa che è mancata palesemente a Vettel) ha preferito mantenere la posizione per non creare ulteriori casini.
    A questo punto io mi aspetto e mi auguro che Sebastian in futuro (magari gia in Cina) restituisca a Mark cio che gli ha tolto irrispettosamente.

    si..io credo sia stata una questione di correttezza da parte di Mark…..vettel ha disubbidito, webber forse non voleva cadere nello stesso errore e ha voluto rispettare comunque la decisione del team. Non ho nulla contro vettel come pilota, anche se gli preferisco altri…..ma oggi come uomo è stato pessimo.

    • Caribbean Black

      Ah beh, se parliamo della condotta adottata, sfondi una porta apertissima e spalancata….siamo piu o meno tutti d’accordo….a parte quelli coi prosciutti negli occhi.

      Se parliamo di mostruosità dimostrata in campo a livello di prestazione, beh Vettel sempbrerebbe aver vinto di netto il confronto, resta però il dubbio se webber non ce l’ha fatta a reggere il apsso, o se ha preferito non compromettere la situazione piu di quanto gia non fosse….

      Purtroppo il dubbio ci resterà per sempre….

  • Ferrarista87

    Mark Webber: “After the last stop the team told me the race was over and we turned the engines down and go to the end. The team made their decision. Seb made his own decision and he will have protection as usual.” credo che alle parole di Webber ci sia ben poco da aggiungere……

    • Caribbean Black

      Grazie, ora è tutto molto piu chiaro.

      • Ferrarista87

        prego, figurati 😉

      • Caribbean Black

        😉
        Certo cmq, si puo contestare il fatto che Mark non abbia disattivato la modalità risparmio per andarlo a prendere e superare, oramai era chiaro e palese che era diventata una lotta senza esclusioni di colpi….ma forse, Mark, nel rispetto della squadra (cosa che è mancata palesemente a Vettel) ha preferito mantenere la posizione per non creare ulteriori casini.

        A questo punto io mi aspetto e mi auguro che Sebastian in futuro (magari gia in Cina) restituisca a Mark cio che gli ha tolto irrispettosamente.

  • Caribbean Black

    matfil
    Non è da oggi che si conoscono i valori dei due piloti. Certo e’ difficile capire se la condotta “risparmiosa” di Marc abbia agevolato l’aggancio di Seb.
    Ma penso che tutti siano coscienti della superiore velocità in senso assoluto del tedesco

    Purtroppo non tutti, come ha evidenziato Beppe9346….
    Per quel che concerne la “condotta risparmiosa” io dubito che fosse in modalita “safe” visto che era palesemente in bagarre con Sebastian, e visto che specialmente nei pit stop, si verificano i sorpassi che decidono le gare, anche via team radio.

    Io penso che Webber nel suo giro dopo la sosta abbia pestato sull’acceleratore come un dannato, per ricapitare agevolmente davanti a vettel che si sarebbe fermato il giro successivo come nel “PLAN A” dichiarato dalla squadra via radio a tutti e 2 i piloti.

    • Ferrarista87

      invece io ricordo che hanno fatto sentire distintamente il team radio in cui a Webber dicono di passare alla famosa modalità risparmio….è questa la ragione per cui Mark si è imbufalito…..la non parità di condizioni.

  • Scusate ma pare che il twit non sia per nulla attribuibile a Kimi, e io l’avevo dato per buono

  • Caribbean Black

    matfil

    CavallinoRampante
    “shit happens”

    Bella segnalazione.
    Il fatto che ad esprimersi sia uno dei piloti più ermetici della storia, vale doppio.
    Kimi sa benissimo come funziona una squadra, visto che un ordine gli ha portato il titolo di campione del mondo.
    Il rapporto d’ora innanzi in RedBull sarà più difficile.
    Sarà finita l’ipocrisia di chi si scaglia contro la Ferrari, colpevole addirittura del peccato originale?
    I giochi di squadra ci sono sempre stati e ci saranno sempre.

    Veramente oggi è proprio il gioco di squadra che è mancato.
    E’ qui il punto, Vettel ha sbagliato, e gli è stato comunicato via radio almeno 2 volte, oltre che in diretta durante il pre podio.

    I giochi di squadra sono giusti quando è rischioso mettere a repentaglio un ruìisultato di squadra, ma sono discutibili quando una squadra decide a tavolino preventivamente chi è la prima guida e chi la seconda.

    Ai limiti dellìeticamente corretto, ci puo stare avvantaggiare il pilota piu avanti in classifica, ma a metà stagione, specie se il vantaggio in termini di punteggio è cospicuo, ma ripeto, gia decidere a metà stagione, in base ad un punteggio, non è un’ordone preventivo, per tanto, giusto in fin dei conti.

    Sinceramente, data l’ipocrisia in questo sport, preferisco l’ipocrisia netta all’ipocrisia mascherata da dichiarazioni incoerenti, come quando si dice “non abbiamo una prima ed una seconda guida” e poi alla prima gara si vede lo zerbino di turno che fa sfilare agevolmente il pilota prima guida di turno.

    Oggi in red bull, per una volta, hanno chiesto di congelare le posizioni data la difficoltà incontrata a melbourne ed anche durante le prove di questo gran premio, e per una volta, la red bull, ha preferito Webber a Vettel, il che significa che Vettel benchè considerato prima guida (dato il numero 1 sul musetto, ma soprattutto per meriti conquistati sul campo da 3 stagioni ormai) oggi non è stato trattato da prima guida.

    Oggi la red bull per una volta non ha giocato sporco sulla gestione dei piloti.

  • Vettel dopo oggi mi piace di più ha fatto un gran sorpasso,tutti a guardare il lato negativo ma però vorrei ricordare che con quei rischi ha guadagnato 25 punti anziche 18 ad Alonso!!!!!

    • ti straquoto , perche’ secondo me Vettel sapendo della forza di Alonso e della ferrari 2013 deve recuperare tutti i punti possibili, lo scorso hanno il mondiale lo ha vinto per meno di cinque punti ….quindi visto che la red bull molti dicono sia in difficolta’ (anche se a me non sembra)ha semplicemente capitalizzato il massimo che poteva capitalizzare.

  • Beppe9346
    non so come possano esserci persone che parlano di un grande vettel, la cosa più grande che contesto a costoro è che si dica “grande sorpasso, grande personalità o cose del genere..”;
    vi è chiaro il concetto che webber ha cambiato le mappature del motore per risparmiare gomme e macchina mentre ditino no ?!
    sono sicuro che webber avrebbe vinto a mani basse QUESTO gp.

    Vettel e’ un fuoriclasse, ma in questa occasione ha sbagliato. Vedremo se in futuro, quando dovesse servire un aiuto da parte di Marc, questo sarà disposto a dimenticare oggi.
    Il twit di Kimi e’ estramente sintetico e rende bene l’idea!

  • Caribbean Black

    gutmann
    Vettel non e’ gestibile in condizioni limite e questo non e’ un bene. Mi dispiace per i nostalgici, ma la squadra merita di essere sempre al primo posto nell’economia di un GP.

    Sacrosante parole Mr Soul!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!