Bianchi e la Marussia? Un po’ come Alonso e la Minardi…

29 marzo 2013 10:04 Scritto da: Davide Reinato

Il pilota francese è ottimista circa la possibilità di conquistare punti in questa stagione, nonostante il piccolo budget della Marussia non offra grandi possibilità di sviluppo.

marussia-bianchiSeppur sia decisamente presto per giudicare, Jules Bianchi ha già sorpreso parecchie persone nel Circus della Formula 1. Il giovane pilota di punta della Ferrari Driver Academy ha strappato un accordo con il team giusto in tempo per fare il sedile e provare la macchina in un giorno e mezzo di test.

Lui non s’è fatto sorprendere e ha messo insieme tutto ciò che aveva imparato in Ferrari e Force India per regalarsi un bel debutto. Quindicesimo in Australia, tredicesimo in Malesia. Soprattutto, sempre nettamente davanti al compagno di squadra Chilton. Un debutto talmente positivo e concreto che qualcuno ha già paragonato  a quello di Alonso con la Minardi nel 2001. In quella stagione, lo spagnolo esordì con un dodicesimo posto in Australia e tredicesimo in Malesia.

Jules però resta con i piedi ben saldi al terreno, pur ritenendosi soddisfatto del lavoro che sta facendo la Marussia. E più passa il tempo, più sembra aumentare la fiducia che – nonostante il piccolo budget a disposizione – l’obiettivo di fare il salto a centro gruppo è realisticamente raggiungibile. Lo stesso Andy Webb, amministratore delegato del team, ha dichiarato alla Reuters: “Sono pronto a scommettere che batteremo la Caterham in questa stagione. Consiglio anche una scommessa sul fatto che Marussia conquisterà il primo punto in questa stagione”.

E con il pilota francese così consistente nelle performance, le possibilità che questo diventi realtà, aumentano. Jules ha ammesso: “Fondamentalmente, il potenziale c’è. Sia per la squadra che per me. In Malesia eravamo solo tre decimi più lenti della Williams in qualifica. Rispetto all’anno scorso, loro erano più veloci di due secondi. Se continuiamo così, possiamo cominciare a pensare anche alla qualificazione in Q2 e a quel punto si può anche sognare la conquista del primo punto iridato”, ha concluso il francese.

48 Commenti

  • @AleVen: Valsecchi ha vinto il titolo in Gp2 al quinto anno e Filippi ha corso almeno una gara di Gp2 in tutti i campionati di Gp2 eccetto il primo!!! Jules al max 2 anni in uno stesso campionato e non ha mai fatto peggio di terzo! Questa è storia ed è fatta da numeri e i numeri contano eccome!

    @AleVen Per il confronto Alonso-Jules: anch’io sono contrario a questo confronto perché è riduttivo nei confronti di Jules: non c’è proprio paragone tra i due. Jules è troppo superiore rispetto ad Alonso!
    Solo una domanda: non è che quando Jules sarà campione del mondo di F1 sarai in prima fila a festeggiarlo e ti vanterai di averlo sempre tifato???

  • ci sono tanti piloti che non hanno avuto le sue possibilità, altrettanto forti ma a spasso, o ai box con un microfono in mano invece che con un volante e una tuta ignifuga solo perchè i loro manager non sono Nicolas Todt. Date una macchina a Valsecchi o a Filippi e poi ne riparliamo al di la dei numeri che a quel livello non dicono nulla

  • 6 campionati svolti, 2 vinti, 1 secondo, tre terzo ( ma in due miglior rookie) , il più giovane vincitore di un master di f3, ha vinto ha fatto podio in tutti i circuiti in cui ha corso, ha fatto 132 corse con 59 podi considerando che ogni we ci sono due gare e c’è la griglia invertita nei campionati che ha disputato vuol dire che ha fatto praticamente un podio ogni we.
    I numeri dicono questo….
    Che poi abbia avuto un manager che ha pagato per lui i campionati e quindi ha investito ( ciò vuol dire che non ha regalato i soldi ma che ci ha visto un potenziale e ci vorrà riprendere e guadagnare su… Cosa che succede in ogni sport .) perché non poteva permetterselo….
    Io non ci vedo niente di male, poi dire se sarà il nuovo Alonso o no sarà il tempo a dirlo, intanto si può dire che ha un curriculum di tutto rispetto e poi il tempo ci dirà se sarà un pilota come tanti , un buon pilota o un futuro campione… I discorsi li porta via il vento intanto i risultati sono dalla sua poi si vedra

  • sarò pure un marocchino ma possibile che non vedete che gli stanno cucendo addosso un curriculum solo perchè dietro c’è il figlio di Todt ??? Non dico che non abbia talento per correre dignitosamente in F1 ma è il titolo che forzatamente lo affianca ad Alonso che mi sembra un irriverenza nei confronti dell asturiano e di tutti quelli al suo livello che la pagnotta se la sono dovuta sudare.

  • non è una questione di passaporto ci mancherebbe, ma di merito.
    Io sono stufo di piloti costruiti ad arte ma subito plafonati perchè non hanno e non avranno mai nel piede quei decimi che un Alonso un Hamilton o un Raikkonen hanno rispetto a altri che intasano i tubi del talento puro. Ma se a voi stà bene così tenetevi i Ricciardo e compagnia cantando.

    • Morpheus96

      Basta AleVen!! Sembri un marocchino che cerca di venderti per forza una borsa in spaggia! Abbiamo capito che a te non piacciono i piloti “costruiti a tavolino”, neanche a me, ma non puoi dire che bianchi non ha, seppur un briciolo di talento, perche se di talento non ne aveva, non avrebbe potuto fare meglio di tutta la serie C ed essere quasi ai livelli delle williams! il fatto di avere accesso alle telemetrie della ferrari non niente perche per saper guidare una macchina, penso proprio che la devi provare e non guardare degli schemi! comunque le chiacchiere stanno a zero, si potrà giudicare dall’inizio della stagione asiatica che il mondiale è quasi finito! un saluta a tutti e forza ferrari!

  • Ma se il
    Problema e’ una questione di passaporto finiamo qua la discussione…

  • intanto ho espresso un opinione che merita come la tua rispetto, se non altro per una questione di educazione e rispetto che in questo mondo è sempre di più merce rara. Sono anni che seguo la formula 1 e non essendo ne un pilota ne un team manager (come te e come tutti gli appassionati) posso anche sbagliarmi.
    Per me Bianchi è uno costruito da un management che se avesse avuto sotto mano un Hamilton o un Alonso da quel di lo avrebbe piazzato in qualche top team e magari oggi parleremmo di un altra storia. Parliamo di un pilota per il quale si stà procedendo allo stesso iter seguito da Massa nei primi anni del 2000 e diventerà ne più ne meno uno del suo livello.
    Filippi come Valsecchi sono due ottimi piloti che a Bianchi girerebbero attorno anche a piedi, se vogliamo, possiamo parlare del fastidio FIA per la Coloni (da anni) ma questa è un altra storia e ci si potrebbe scrivere un film, ma io sono un sentimentale e ancora ricordo la Ralt Rt2 di coloni con i colori gulf portata in F3 da Enzo, contro tutti che lo dipingevano come un vecchio e un ambiente che lo ha sempre detestato.
    Se noi italici abbiamo un eroe nostrano, siamo diventati tutti così tanto esterofili che non tifiamo più per chi vive un sogno e insegue una passione solo per credere sempre e comunque a tutto ciò i media ci mettono sotto il naso, il grande talento di Bianchi (ma de che …..).
    Adoro il Briatore che prende una scatola vuota come la Toleman e in 5 anni la porta al mondiale, Minardi che debutta con una formula due con V8 DFV che le fa torcere il telaio a fine curva, la Motori Moderni di Carlo Chiti con i pistoni che viaggiano per le piste, il 12 cilindri stellare della Life, il Lamborghini V12 di Forghieri montato sulla MP48 di Senna (che ne scende entusiasta), il Montecarlo 1982 quello 1984 e tanto altro il nostro sport del cuore ci propone come sfida, non sopporto i figli di papà, i Nelsinho Piquet gli Hector Rebaque i Kartikeian e tutti quelli costruiti a tavolino.
    Ma se a te fa bene quando vuoi, possiamo partecipare a quiz ad hoc sulla materia sono sicuro, non essendo preparatissimo come altri, sbaglierò tanto, avrò dubbi, buchi di memoria mi coprirò di ridicolo ma almeno io avrò avuto cuore e tanta ma tanta passione.

  • @aleven: ci voleva il saputello … Da dove vuoi che parto… Facciamo così nel 2010 non prova le nuove Pirelli visto che a seguire i rookie test ci sono due giorni con i piloti titolari che provano le nuove Pirelli…
    Poi tutti gli esordienti di quest’anno hanno girato fra rookie test e venerdì…
    Chi ha esordito prima del 2008 tipo hamilton kovalainen ecc… Ha fatto veramente migliaia di km in quanto i test erano liberi…
    Filippi che è un gran pilota cmq ha corso anche lui nel solito team di gp2 di bianchi ma senza alcun risultato, ricordiamo anche che filippi ha fatto 120 gare solo di gp2 mentre bianchi ne ha fatte 132 in totale fra tutte le categorie ( con 59 podi, praticamente uno a we di gare, in quanto ogni we ci sono due gare )…
    La macchina di coloni non era propio una macchinetta considerando quello che è’ successo, visto che ha dovuto lasciare la gp2 per irregolarità….
    In gp2 ha fatto il record di pole dell’anno al primo anno ed ha fatto podio in ogni circuito dove ha corso ( tranne Ungheria, però salto due gare perché si ruppe la schiena), ti viene in mente un pilota che ha fatto podi in ogni circuito….
    P.s.: quando uno vuole essere distruttivo e controcorrente deve però essere un minimo informato, e anche vedere le cose come stanno veramente…

    • Grande Nicola! :)

      Ma sai com’è: non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere (riferito a chi critica Jules a prescidere) 😀

      Poi la soddisfazione più grande sarà quella che tutti saliranno sul carro dei vincitori (già oggi è tanto affollato) :)

  • dal 2009 fa parte del Ferrari accademy (accesso al simulatore e soprattutto scuola di assetti e accesso alle telemetrie dei piloti ufficili)
    Nel dicembre 2009 guida la Ferrari F60 a Jerez in un test per giovani piloti. Un anno dopo, a novembre, guida la Ferrari F10 a Yas Marina per testare i nuovi pneumatici Pirelli.
    Nella stagione 2012 terzo pilota Force India con tanto di test a febbraio e a settembre, nei test delle giovani leve a Magny-Cours, guida anche la Ferrari ottenendo il miglior tempo, poi a febbraio di questo anno prima prova la force india poi dopo siluramento la marussia.
    In GP2 pur con una marea di mezzi economici e il team ART ai suoi piedi perde l’imperdibile con memorabili partenze (un bel pò di incidenti) tra l’altro i nostri piloti gli rifilano regolarmente bei ceffoni come Filippi a Monza 2011 con una macchina raffazzonata in fretta e furia e non paragonabile a quella Art.
    E con questa dote di esperienza in formula uno ci mancherebbe non fosse veloce dovendo puntare sul ritmo piuttosto che contro un pilota.
    Ripeto secondo me già tanto se arriva ai livelli di Massa.
    p.s. basta come dimostrazione che da 3 anni di formula uno ne ha guidate ??

    • Avrei tutte le statistiche relative ai risultati di Jules ma bastano solo queste per vedere l’enorme talento di Jules:

      – 2 in FR 3.5 nel 2012
      – 3 in Gp2 nel 2011
      – 3 e miglior rookie in Gp2 nel 2010
      – 1 in F3 Euro Series nel 2009
      – 3 al debutto in F3 Euro Series nel 2008
      – 1 in FR 2.0 Francia nel 2007

      Solo una cosa. Basta che poi quando vincerà il titolo, non dirai di averlo tifato da sempre come fanno già in tanti 😉

  • Dai il prossimo anno al posto di Massa!
    Montezemolo leggi questo mio post!

  • Grande Jules!!!

    Oltre a tutto ciò che avete scritto sopra, in Australia ha fatto l’11mo giro più veloce in gara, in Malesia il 14mo. Nelle qualifiche inoltre è stato vicino a qualificarsi in Q2 e se è vero che in Australia c’era la scusante della pioggia, in Malesia era asciutto e quindi è tutta bravura del pilota e velocità della vettura.

    Io però non capisco coloro che insinuano che il merito è solo della vettura: se andava piano ovviamente la colpa era del “raccomandato” che la guidava! (dai, non siate ipocriti).

    Inoltre Chilton non sarà Hamilton ma non è nemmeno lo scarsone di turno visto che comunque l’anno scorso in Gp2 ha fatto quarto.

    In ogni caso vedrete che siamo solo all’inizio e Jules vi stupirà ancora di più :) FORZA JULES !

  • Bianchi mi ha davvero sorpreso! La macchina è migliorata, ma lui ci ha messo anche del suo. Valutare la sua competitività non è facile perchè Chilton non si può definire neanche un pilota (Prendere 1s in qualifica e farsi doppiare in gara dal tuo stesso compagno di squadra è davvero umiliante). Comunque c’è da rilevare che ha capito subitissimo la macchina e si è adattato velocemente.

  • Goodyear4F1

    Prima di osannare troppo Bianchi vorrei però vedere un confronto con un pilota più competitivo di Chilton. Non voglio dire che il francese non abbia talento, anzi! Però vorrei capire quanto è merito del pilota e quanto del miglioramento della macchina, che con Chilton sembra una carriola. Per questo vorrei prima vedere Bianchi su una macchina da centro gruppo tipo la Sauber, o anche una Force India…il confronto con un pilota di medio livello potrebbe dire di più sulle sue qualità e se è destinato a diventare un campione.

  • Io sono rimasto meravigliato da Bianchi, è il miglior esordiente dai tempi del debutto di Alonso e Raikkonen, era davvero da tanto che un debuttante non mi sorprendeva così, magari anche perchè non reputavo la Marussia così capace di migliorare la vettura dal 2012 ad oggi, ma insomma Bianchi in Australia aveva delle traiettorie in curva spettacolari e anche in Malesia è stato altrettanto eccezionale, insomma si vede subito che Bottas ha deluso le aspettative e che Bianchi è un fenomeno, forse è troppo presto, ma un se un pilota ha stoffa si riconosce subito, e lui di stoffa ne ha da vendere.
    Magari esagero, ma se salisse su una macchina competitiva darebbe subito del filo da torcere a molti mostri sacri della F1 di oggi…Alonso, Hamilton e Vettel compresi!
    Staremo a vedere…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!