Force India, di Resta: “Vogliamo mantenere il 5° posto”

4 aprile 2013 12:23 Scritto da: Antonino Rendina

Il pilota scozzese si fa portavoce delle ambizioni della squadra indiana, pronta a restare davanti a McLaren e Sauber almeno nelle prossime due gare: “Noi ci proviamo, sarà dura ma quest’anno siamo davvero veloci e vogliamo stupire”.

Force India MalesiaLa Force India – nonostante il doppio ritiro per problemi ai box nel Gp della Malesia – si è distinta nelle prime due corse per consistenza e velocità, occupando grazie ai dieci punti conquistati in Australia il quinto posto nel Costruttori.

Paul di Resta, ottavo a Melbourne, è fiducioso del fatto che la scuderia indiana ma di matrice inglese possa lottare alla pari con una big del calibro della McLaren, quest’ultima apparsa in notevole difficoltà nelle prime battute di questo campionato.

Paul è convinto che le prossime due gare, in Cina e in Bahrein, potrebbero ben adattarsi alla VJM06, spinta tra l’altro dallo stesso motore Mercedes della McLaren:

“Non vedo l’ora di correre a Shanghai, lì abbiamo sempre avuto una macchina veloce e quest’anno possiamo ripeterci. Mentre a Sakhir l’anno scorso ho fatto una delle mie migliori gare e il clima sarà abbastanza caldo, come in Malesia, quindi sono ottimista”. 

Nel 2012 il pilota scozzese raccolse in Bahrein un notevole sesto posto finale, grazie alla capacità di gestire magistralmente le mescole più morbide, cosa che gli consentì di fermarsi una volta in meno rispetto a piloti come Fernando Alonso e Lewis Hamilton, beffandoli poi sul traguardo.

Sesta in campionato nel 2011, settima dietro la Sauber nel 2012, la Force India quest’anno sogna un quinto posto che avrebbe dell’incredibile, considerando che per raggiungere tale piazzamento Adrian Sutil e Paul di Resta dovrebbero battere una delle coppie delle cinque “grandi” del mondiale.

La scuderia di Vijay Mallya non sembra risentire della crisi finanziaria che sta colpendo alcune imprese del magnate indiano, dimostrandosi in piena salute e in continua crescita. E con un di Resta nell’anno della maturità e un Sutil tornato più forte che mai sognare, per il team diretto da Mark Smith, diventa quantomeno lecito.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!