Barrichello: “Il mio tempo in F1 è finito, ma se potessi…”

8 aprile 2013 12:56 Scritto da: Davide Reinato

Il brasiliano sembra avere un po’ di nostalgia della F1, dopo l’esperienza in Indycar e quella attuale con le vetture Turismo.

barrichello-williamsRubens Barrichello ha ammesso che, se ne avesse la possibilità, tornerebbe in Formula 1 un altro anno, giusto per il piacere e la passione di farlo. Il brasiliano è il pilota più longevo della storia della Formula 1 e neppure Kaiser Schumy è riuscito a strappargli questo primato.

Dopo l’esperienza poco fruttuosa in Indycar, Barrichello si è dedicato ora alle vetture turismo in Brasile. A 40 anni, Rubens sembra avere ancora voglia di correre nel Circus. Ha aperto le porte di casa sua alla TV Globo per un tour tra i suoi cimeli, tra cui spicca la collezione di caschi di F1. “Questo qui – dice Rubinho – ha ottenuto tutte le firme dei piloti alla mia ultima gara in F1. Tutti”, ha sottolineato con entusiasmo. “Inizialmente avevo pensato di donarlo al nostro istituto (Barrichello-Kanaan), ma alla fine ho preferito dare all’istituto del denaro e tenere questo come ricordo della mia ultima gara. A dire il vero ero in dubbio fosse l’ultima, quindi mi sono perso anche l’addio”.

Barrichello sogna un ritorno in F1, pur essendo consapevole che è quasi impossibile che ciò avvenga: “Il mio tempo in Formula Uno è finito, ma se qualcuno in griglia avesse un mal di stomaco, troverò il tempo. Per il piacere e la passione”, concluso.

21 Commenti

  • caro rubens ti sei sempre sopravalutato,sei convinto di essere stato al livello dei top driver fuoriclasse ma dai retta a me…sei sempre stato un normalissimo pilota di f1 come tanti altri,non sei stato un fuoriclasse e non insistere sul fatto che quando eri in ferrari eri trattato come una seconda guida….tu SEI una seconda guida,certo con quella macchina lo potevi vincere anche tu il mondiale ma lo potevano vincere tutti i piloti di allora,tale era la superiorita nel 2002-204.volevo aggiungere che la tua lingua è troppo lunga,stai zitto non farti odiare ancora piu’ e smettila di sparare cazzate

  • https:/ /www.youtube.com/watch?v=OT4YVX5vENQ

  • MassaisTheBest

    elGuapo
    voleva dire quello che voleva dire…
    grande bastardata, lasciamelo dire. Fai la tua prima pole, la tua prima vittoria, il tuo primo piazzamento iridato degno di nota con una Ferrari, e ovviamente volevi guidare una Williams da tutta la vita. Tanto per dirne una, è andato a fare il secondo a Tony Kanaan in Indy, e ancora si lagna delle presunte ingiustizie in Ferrari. Vedrete che prima o poi alzerà il tiro, sparando cagate su irregolarità e fesserie simili, il tanto di spalare un altro po’ di cacca su Maranello.
    Ingrato. Senza la Ferrari oggi qualcuno mi spiega chi se lo filerebbe? Credo proprio nessuno, e ripeto, si sta benissimo senza, un sedile in F1 oggi se lo può solo immaginare, nemmeno sognare.

    Invece Alonso che dice che ha sempre sognato di venire alla Ferrari
    Dopo che la Renault gli ha fatto fare la prima pole, vittoria, piazzamento degno di nota è bravo e onesto invece vero?
    Lui può, barrichello no… Bah…

  • MassaisTheBest

    Un pilota che quando era in giornata diventava più forte di chiunque altro

  • elGuapo, non ho detto siano campioni. Ho detto che erano comunque signori piloti con le palle. I campioni sono ben altro, ma anche questi erano molto interessanti e avevano un signor potenziale. Poi fattore psicologico, umano o chissà, ma non è emerso del tutto. Ma qualche volta hanno dato la m…a ai campioni teammate, ma sono stati costretti a farli passare lo stesso. Ti sei dimenticato a Zeltweg, ex A1 Ring, cosa accadde in Ferrari? E poi i campioni se non hanno la macchina da podio, niente. Kova invece, dopo la Mclaren, ha accettato la Lotus malese, Irvine ha voluto dimostare che valeva qualcosa in Jaguar, Barrichello ci ha messo anima e cuore con una Williams che le prendeva dalla Lotus di Kovalainen nel 2011. Solo due anni dopo essersi giocato un mondiale fino alla penultima gara. A 38 anni. Puoi non condividere la mia idea, ma a lui per questo erigerei una statua.

    • no che non l’ho dimenticato, e sai che c’è? è successo ancora! più di una volta! E sempre quando hanno tirato fuori buone macchine, con conseguenti super prestazioni della seconda guida.
      Se stessimo parlando della squadra XYZ sarei assolutamente d’accordo, ma… è la Ferrari. In Ferrari, ribadisco per la milionesima volta, si guida con gli ordini di squadra, fatevene una ragione. Barrichello è arrivato quando Schumacher era già il padrone dei box, non so se mi spiego.
      Se un pilota ha qualche problema ad accettare questa cosa, basta andare da qualche altra parte, come ha fatto Webber. Oppure ci vai ma poi cortesemente non stai lì a rompere troppo con ‘sta storia, perchè è un po’ ridicolo a mio avviso. Non ci sarà esplicitamente scritto sul contratto, ma è così, è sempre stato così.
      Chiedi a Irvine cosa pensa della Ferrari, di Schumacher e compagnia bella, poi mettiamo accanto le due versioni e tiriamo le differenze. Da qualche parte la verità dovrà pur stare, no?
      Poi, ognuno è libero di pensarla come gli pare, chiaramente…

  • Grande rickard, hai detto cose giustissime’!!!!!!!!!
    Da tifoso di Rubens non posso dire piu’ di tanto perche’ sarei sicuramente di parte ma per me sarebbe un sogno rivederlo in F1!

  • elGuapo
    sei meglio di un’enciclopedia, grazie per la precisazione 😀 ma non sposta di una virgola il senso di quello che volevo dire.

    Sono assolutamente d’accordo con te comunque 😉

  • Mi spiegate tutto questa antipatia verso Rubens? Questo al pari di Irvine sapete perchè non è mai diventato campione? Perchè la Ferrari decise cosí, non ha mai trattato i piloti alla pari salvo rarissime eccezioni. Davvero pensate che Barrichello, Irvine, Massa, Webber, Kovalainen valgano cosí tanto meno che Schumacher, Alonso, Hamilton e Vettel? No. Non sono dei campioni, ma nei top team li trattano come m…a perchè loro hanno un lato umano considerevole, gli altri pensano solo a se stessi e alla loro fame di vittorie. Infatti Kova ha fatto il c… ai nostri osannati Fisico e Jarno, Barrichello a Herbert e Button nel 2008, oltre a tutti gli altri che corsero in Jordan con lui, per non parlar di Magnussen (che ci crediate o meno, neanche lui è cacca allo stato puro, almeno nel Le Mans), Irvine ha esordito e continuato molto bene in Jordan, e da solo ha tenuto in piedi la baracca della Jaguar, compito poi continuato da Webber altrettanto bene, lo stesso Webber che poi ha distrutto Coulthard e quasi faceva due podi con la Williams Cosworth del 2006, non un granchè come macchina. Per non parlare del mondiale che avrebbe meritato nel 2010. Insomma abbiate rispetto di quelle che chiamate seconde guide, Barrichello su tutti. Rubens è stato un potenziale grande passato in sordina.

    • rickard
      Mi spiegate tutto questa antipatia verso Rubens? Questo al pari di Irvine sapete perchè non è mai diventato campione? Perchè la Ferrari decise cosí, non ha mai trattato i piloti alla pari salvo rarissime eccezioni. Davvero pensate che Barrichello, Irvine, Massa, Webber, Kovalainen valgano cosí tanto meno che Schumacher, Alonso, Hamilton e Vettel? No. Non sono dei campioni, ma nei top team li trattano come m…a perchè loro hanno un lato umano considerevole, gli altri pensano solo a se stessi e alla loro fame di vittorie. Infatti Kova ha fatto il c… ai nostri osannati Fisico e Jarno, Barrichello a Herbert e Button nel 2008, oltre a tutti gli altri che corsero in Jordan con lui, per non parlar di Magnussen (che ci crediate o meno, neanche lui è cacca allo stato puro, almeno nel Le Mans), Irvine ha esordito e continuato molto bene in Jordan, e da solo ha tenuto in piedi la baracca della Jaguar, compito poi continuato da Webber altrettanto bene, lo stesso Webber che poi ha distrutto Coulthard e quasi faceva due podi con la Williams Cosworth del 2006, non un granchè come macchina. Per non parlare del mondiale che avrebbe meritato nel 2010. Insomma abbiate rispetto di quelle che chiamate seconde guide, Barrichello su tutti. Rubens è stato un potenziale grande passato in sordina.

      La mia antipatia se l’è guadagnata sul campo, bastava stare zitti come dovrebbero fare i veri professionisti, e invece no, sempre a spalare m…a sull’unica squadra con cui ha combinato qualcosa di decente in carriera.
      E fai l’esempio sbagliato, Irvine per ammissione di tutti, anche di se stesso, non era di certo al livello di Schumacher. Nella rubrica Avanti Tutta dell’Ing Mazzola ci è stato raccontato che c’è stato un momento ben preciso in cui Eddie fece il salto di qualità, all’epoca i test erano liberi e dovette macinare migliaia di km prima di poter addirittura competere per il mondiale. Solo che i vari Irvine, Fisichella, Trulli e gli altri da te citati non stanno sempre lì a lasciar intendere chissà cosa quando si parla del loro ruolo in squadra. Anzi, qualcuno di questi tesse ancora oggi le lodi del loro ex “capitano”.
      Massa…
      Massa ha sfiorato il titolo, l’ha perso all’ultima curva dell’ultimo gp. Prima di allora è stato trattato con i guanti bianchi, andava fortissimo anche con Schumy in squadra, non ha sfigurato con Raikkonen. Poi l’incidente, la convalescenza, torna ed è un altro pilota. Mentre nel frattempo, quell’altro là arriva secondo nel mondiale in 3 stagioni, l’anno scorso è ancora lì che si commenta da solo. In Ferrari si scommette su un solo cavallo per volta da sempre, quindi le polemiche, anche dei piloti, le trovo assolutamente fuori luogo. Webber infatti è stato cercato e ha detto no. Lo stesso Webber con la strategia fuffa per perdere un mondiale all’ultima gara, lo stesso cui dicono “multi21″ in cuffia e viene sverniciato a una manciata di giri dalla fine di una gara. Ecco forse lui si che ha il diritto di essere un tantinello incazzato.
      Il resto mi sembrano solo sciocchezze sparate il tanto di dire qualcosa contro, che fa sempre figo.

  • un pilota come pochi sul lato umano..

    • Per fortuna…………..

    • vero, come piangeva lui non piange nessuno…
      storica la frase di ingresso a top gear: “da piccolo sognavo di guidare una williams”.
      Un altro che parlava meglio di quanto guidasse, si sta benissimo anche senza.

      • mah, secondo me voleva dire che lui avrebbe voluto guidare una williams per onorare ayrton…

      • voleva dire quello che voleva dire…
        grande bastardata, lasciamelo dire. Fai la tua prima pole, la tua prima vittoria, il tuo primo piazzamento iridato degno di nota con una Ferrari, e ovviamente volevi guidare una Williams da tutta la vita. Tanto per dirne una, è andato a fare il secondo a Tony Kanaan in Indy, e ancora si lagna delle presunte ingiustizie in Ferrari. Vedrete che prima o poi alzerà il tiro, sparando cagate su irregolarità e fesserie simili, il tanto di spalare un altro po’ di cacca su Maranello.
        Ingrato. Senza la Ferrari oggi qualcuno mi spiega chi se lo filerebbe? Credo proprio nessuno, e ripeto, si sta benissimo senza, un sedile in F1 oggi se lo può solo immaginare, nemmeno sognare.

      • puntualizzazione: la sua prima pole risale a spa 1994.

      • sei meglio di un’enciclopedia, grazie per la precisazione 😀 ma non sposta di una virgola il senso di quello che volevo dire.

  • lewis_the_best

    il tuo tempo in f1 nn è mai iniziato! Sei solo un bidone e sopratutto un perdente che grazie ai tanti sponsor ha potuto gareggiare x vent’anni!

  • Non sono mai stato un’estimatore del pilota brasiliano, ma devo ammettere che il suo amore verso la F1 è ineguagliabile…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!