Qualifiche nere per la Red Bull: Webber “ko”, harakiri Vettel

13 aprile 2013 10:09 Scritto da: Mario Puca

In Cina Webber (14^) è fuori dalla top ten per problemi tecnici (partirà comunque ultimo per penalità). Vettel (9^) rinuncia alla lotta per pole per puntare tutto sulla gara, salvaguardando gli pneumatici.

vettel cina

Qualifica piuttosto difficile quella della Red Bull a Shanghai. La lotta alla pole sembrava effettivamente già difficilissima dopo l’esito delle prove libere ma nessuno, probabilmente, si aspettava il tracollo del finale. Anche se… si tratta di tracollo o semplicemente di tattica?

In realtà la Red Bull in Cina ha evidenziato realmente delle difficoltà nel confermarsi la più veloce sul giro secco, quindi tutte le decisioni successive sono solo la diretta conseguenza di queste circostanze, alle quali si aggiungono le scintille tra i due piloti del team austriaco, lungi dal placarsi dopo gli screzi della Malesia.

Se Vettel, dopo essersi scusato, cambia decisamente registro e punzecchia compagno di squadra, reo di non averlo mai aiutato veramente, Webber promette battaglia, anche senza rilasciare dichiarazioni pepate. L’australiano, però, è il primo della Red Bull a gettare la spugna, fermato da un problema di pressione benzina già prima di metà Q2. L’australiano, comunque non velocissimo in verità, poteva certamente raggiungere la top ten, ma ha avuto la sfortuna di ottenere il suo unico tempo della Q2 con le gomme già utilizzate nella Q1; è stato quindi facilmente scavalcato da chi ha potuto completare un altro giro con un treno nuovo.

Il problema alla pressione della benzina, però, ha messo definitivamente ko Webber, che partirà lontanissimo dalla pole, in quattordicesima posizione. Dalla sua, avrà il vantaggio di poter scegliere con che gomme partire (con altissima probabilità, la mescola più dura).

Nonostante il piccolo “gongolamento” nel vedere il “nemico” al tappeto anzitempo e condannato alle retrovie, non va meglio a Sebastian Vettel. Anche lui, comunque, apparentemente incapace di raggiungere il vertice della classifica dei tempi. Il tedesco in Q3 è sceso subito in pista con la mescola morbida, salvo poi non completare neppure il giro e tornare immediatamente ai box. Inizialmente si pensava ad un veloce out-in per scongiurare gli stessi problemi di Webber, ma al momento della battaglia seb è sceso in pista sorprendentemente con gomme medie, già condannate a priori ad oltre un secondo di differenza con la mescola soft, quindi assolutamente inadatte alla lotta per la pole.

Difatti Sebastian, dopo un lungo, è tornato mestamente ai box, senza far segnare alcun tempo. Più che un errore, però, si tratterebbe di una scelta tattica ben precisa, visto che la mescola più morbida, pur avendo maggiore performance,  ha una durata decisamente inferiore alla dura. Con alta probabilità, quindi, Vettel monterà la mescola più morbida sul finale, con macchina più leggera e pista molto più gommata, garantendosi più velocità nel finale.

“E’ evidente ciò che abbiamo cercato di fare” – commenta Sebastian Vettel al termine delle qualifiche. “Magari potevamo essere una posizione più avanti, ma Jenson (Button) ha fatto un giro molto lento quando mancavano pochi minuti. Io non ho potuto finire il mio giro, ma non fa molta differenza. Abbiamo deciso di puntare tutto sullo gomme e rinunciare alla lotta per la pole”.

ULTIM’ORA: Webber retrocesso all’ultimo posto per mancanza di benzina (link articolo)

21 Commenti

  • Problemi seri non credo ne abbiano. Vettel era andato forte in q2. Io non li dò certo per morti. A prima vista una tattica che sembra penalizzante, ma vedremo in gara cosa succede. Di solito stratagemmi strani erano d’uso in Ferrari (ma era la vettura meno performante…)

  • Come dice il trap “”non gridare gatto se non ce l’hai nel sacco”, a dare per finiti questi quà si rischiano sempre brutte figure, di sicuro quest’anno sembrano tornati sulla terra, ma forse anche la passata stagione non è che fossero tanto superiori

  • Vettel e la Red Bull stanno facendo un tentativo disperato, sopratutto perchè non si sa quanti giri potranno fare le medie con la vettura a pieno carico. Nei long run con temperature più basse e quindi migliori per le gomme, cominciavano a perdere già dopo 10 tornate circa sette decimi, sommati ai secondi che Vettel perderà ad inizio gara, più quelli che perderà al primo pit degli altri, (e già perchè gli altri monteranno gomme medie NUOVE quando vettel avrà fatto già almeno 6 o 7 giri con carico di benzina massimo) secondo me al suo pit Vettel si rtroverà nel gruppo dei lenti, senza possibilità di poter superare sui rettilinei.
    Ma chi vivrà Vedrà!
    <<<<<<<<<<<<<<<<per quanto riguarda Webber, che dire: L'hanno fatta proprio sporca. In Q2 non si mette la benzina al limite, mai e in nessun caso.

  • Sono d’ accordo sul fatto che la RBR qui gioca in difesa , ma credo che la tattica sia stata realmente studiata , infatti in q2 comunque Vettel si era piazzato secondo non decimo , ma probabilmente hanno considerato di perdere 10 secondi circa nei primi 5 giri poi tutti gli altri eccezzion fatta per Button devono andare ai box , sara’ una bella gara e vedremo quale strategia paghera’ , ma a mio avviso hanno fatto bene la RBR qui con i lunghi rettilinei non aveva la possibilita’ di lottare con mercedes e Ferrari mentre in questo modo hanno la possibilita’ di fare le lepri dopo 5 giri,……vedremo!!!!

  • Se anche la redbull ha utilizzato la tattica Mclaren (o per dirla in altre parole, “non sappiamo piu dove sbattere la testa”), vuol dire che hanno dei bei problemini su questa pista….Già l’anno scorso non avevano brillato, quest’anno potrebbe andare anche peggio.
    A parte gli scherzi (ma neanche troppo..), io sono abbastanza perplesso riguardo questa scelta, in quanto negli anni scorsi, partire con le piu “dure” non ha mai pagato, o almeno la maggior parte delle volte si è trasformata in una tattica utile solo per cercare di limitare i danni.
    Già in Australia si è vista una cosa simile, e la gara di sutil è un chiaro esempio. Il layout della pista inoltre, potrà aiutare ulteriormente i piloti che partono con le soft, in quanto sugli infiniti rettilinei potranno sbarazzarsi di tutti i piloti che partiranno con gomme diverse.

  • Grisù
    Se qualcuno” lassù”fra Ferrari Mercedes e Lotus,(ma più che altro la Lotus)riuscisse a utilizzare le Pirelli medie risparmiandole fino a 15 giri dalla fine potrebbe a sua volta rimontare le morbide neutralizzando il vantaggio,a fine gara,delle RB;con due pit stop, come in Australia Raikkonen dovrebbe potercela fare.

    Ti sfugge il particolare che Vettel ha risparmiato un set nuovo di morbide, mentre gli altri hanno solo morbide usate. Non converrà a nessuno rimontare le morbide usate oggi…

  • Ragazzi secondo me la strategia RBR questa volta è andata a gambe all’aria!!! Lo scopo della loro qualifica era tenere il più lontano possibile Seb da Mark!!! Ma hanno sbagliato tutto secondo me il cangurone se può lo centra alla prima curva giusto per mettere i puntini sulle iiiii! E togliersi qualche soddisfazione!

  • Goodyear4F1

    Webber litiga con Vettel e le qualifiche del GP successivo ha problemi di pescaggio benzina (sempre che gli avessero messo il giusto quantitativo)…sabotaggio, complotto? O semplice problema tecnico? La cosa fa sicuramente sorridere. Cmq RedBull in difficoltà su questo circuito lo si poteva un po’ prevedere, per le caratteristiche della macchina. Domani non aspetto di vederli tra i protagonisti.

    • Gomblotttooo!!!!!!!!!!!

      • hahaha!!! Sì c’e anche da dire che Pyongyang ha deciso che la F1 è troppo capitalistica e quindi Vettel va fermato!!!
        Ha puntato infatti un “fischione” contro la TV minacciando di farla saltare in aria se almeno una delle RBR si piazzava in pole! Fidatevi ho un amico alla CIA che mi ha passato le info 😀

        Naturalemente tutto ès tato veicolato attraverso i canali di conoscenza Ferrari in modo da ridurre il gap! :))))

  • Una domanda. Se usciva subito in q3 con le morbide e faceva il tempo, poi riprovava con le dure (facendo un tempo peggiore), quali gomme avrebbe dovuto usare poi in gara?

  • non sono cosi’ convinto che le morbide a fine gara siano veloci. Forse per un giro, ma ricordo Sutil in australia che fece la stessa strategia ma le morbide si spappolarono nell’arco di pochissimo e perse tantissime posizioni. Potra’ fare al massimo 4/5 giri. secondo me le metterà al primo pit, 4/5 giri al massimo poi rimetterà le dure….. Staremo a vedere

  • Mah per me non una gran mossa se all inizio rimane nel traffico,tra l altro la rb non sembra impressionante

    • La cosa che mi lascia perplesso è la velocità di punta! O mirano a 2 pit sperando di non beccare almeno 30 sec dai primi entro fine gara o sono nei guai perché le monoposto che hanno davanti sono… chiodi da bara una volta piazzati sono difficili da togliere… ogni posizione che perdono alla partenza dovranno faticare come matti per riacquistarla!

  • Se qualcuno” lassù”fra Ferrari Mercedes e Lotus,(ma più che altro la Lotus)riuscisse a utilizzare le Pirelli medie risparmiandole fino a 15 giri dalla fine potrebbe a sua volta rimontare le morbide neutralizzando il vantaggio,a fine gara,delle RB;con due pit stop, come in Australia Raikkonen dovrebbe potercela fare.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!