GP Cina 2013: Alonso riporta la Ferrari alla vittoria!

14 aprile 2013 11:11 Scritto da: Davide Reinato

Il pilota della Ferrari ha vinto la gara dopo 12 GP a secco. Sul podio anche Raikkonen e Hamilton. Solamente quarto Vettel, ritirato Webber.

massa-f138-2013Il Gran Premio della Cina 2013 comparirà nella bacheca di Fernando Alonso come la vittoria numero 31 in carriera. Il pilota spagnolo ha riportato la Rossa alla vittoria dopo un digiuno che durava da 12 corse, grazie ad una gara intelligente, fatta di 56 giri di fuoco.

Il pilota spagnolo, già in partenza, ha fatto subito capire che era intenzionato a non lasciare nulla agli avversari. Un ottimo start a cui è seguita una condotta di gara eccellente e senza alcuna sbavatura. Sul finale, quando lo spagnolo era ormai saldamente al comando e continuava a mietere giri record, l’ingegner Stella gli ha chiesto di non spingere. La risposta è stata tanto laconica, quanto significativa: “Ma non sto spingendo!”.

Dopo la brutta gara in Malesia, è finalmente arrivata la risposta della Ferrari con questa importantissima vittoria. Sul podio, accanto al pilota di Oviedo, anche Piero Ferrari. Il figlio del Drake, vice presidente della squadra, a stento riusciva a trattenere l’emozione per la vittoria.

Il podio del GP di Cina vede anche altri due grandi piloti. Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton sono stati altri due grandi protagonisti di questa corsa e, seppur non riuscendo a contrastare la Ferrari, hanno regalato ai rispettivi team emozioni a non finire. Raikkonen è partito male ed ha dovuto recuperare posizioni, prima di avere un contatto Perez e danneggiando il muso della sua vettura. Tuttavia, ha potuto continuare per l’intera corsa ed ha conquistato un ottimo argento.  Hamilton ha invece guidato con il coltello tra i denti fino alla fine, resistendo alla pressione di Sebastian Vettel.

Il tedesco della Red Bull, quarto al traguardo, ha sofferto la scelta strategica di partire con le gomme medie e lasciare per gli ultimi giri la gomma Soft. Sebastian ha provato a conquistare il podio, ma per soli 2 decimi è rimasto dietro ad Hamilton. La Red Bull numero 2, quella di Mark Webber, ha invece avuto una domenica da dimenticare: partito dalla pitlane per approfittare di un cambio d’assetto, ha avuto un problema al pitstop e poco dopo ha perso lo pneumatico posteriore destro. Ora rischia anche una penalità per la prossima corsa.

Quinta posizione per Jenson Button, autore di una bella gara che mette una pezza alle prestazioni non perfette della Mp4-28. L’inglese aveva avuto problemi già dal giro di schieramento, dove accusava problemi con la potenza del motore, ma sulla griglia di partenza i tecnici sembrano aver risolto il problema. Un quinto posto che fa morale a Woking. Continua a deludere, invece, Sergio Perez che ha terminato in undicesima posizione: rischia molto e raccoglie poco, al momento.

Felipe Massa ha chiuso in sesta posizione a 40 secondi da Fernando Alonso. Il brasiliano, comunque, porta punti importanti al Cavallino per la classifica costruttori.

Grande gara per Daniel Ricciardo che è riuscito a portare la sua Toro Rosso fino alla settima posizione, mettendosi dietro la Force India di Paul di Resta. Grosjean continua a non trovare la performance giusta e non si può che etichettare le sue prestazioni come deludenti, specie se messe in confronto al compagno Raikkonen. Il francese non va oltre il nono posto, accusando ben quaranta secondi di ritardo da Iceman. Doveva essere la gara giusta per sbloccarsi, invece continua ad essere piuttosto sottotono.

Chiude la top ten la Sauber di Nico Hulkenberg. Il tedesco si è confermato velocissimo durante la corsa, andando al comando per diversi giri e resistendo anche alla pressione di Vettel. Poi ha avuto qualche problema al pitstop, piuttosto lento, seguito da una anomala perdita di ritmo che lo ha fatto scivolare indietro in classifica. Resta comunque centrato il suo obiettivo di portare punti utili al team elvetico. Disastroso Esteban Gutierrez che ha speronato Adrian Sutil, rovinando la sua gara e quella del pilota della Force India.

La classifica, al momento, resta comunque Sub-Judice. Le vetture di Vettel, Webber, Raikkonen, Bottas e Chilton sono sotto investigazione per aver utilizzato il DRS in regime di bandiera gialla. Vedremo, dunque, se ci saranno interventi degli Stewards.

Aggiornamento ore 13:45 – Nessuna penalizzazione per i piloti sotto inchiesta per aver utilizzato il DRS in regime di bandiere gialle. Confermata quindi la classifica finale del GP

GP CINA 2013 – RISULTATI DELLA GARA

Pos  Pilota         Team                       Tempo
 1.  Alonso         Ferrari                    1h36:26.945
 2.  Raikkonen      Lotus-Renault              +    10.100s
 3.  Hamilton       Mercedes                   +    12.300s
 4.  Vettel         Red Bull-Renault           +    12.500s
 5.  Button         McLaren-Mercedes           +    35.200s
 6.  Massa          Ferrari                    +    40.800s
 7.  Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari         +    42.600s
 8.  Di Resta       Force India-Mercedes       +    51.000s
 9.  Grosjean       Lotus-Renault              +    53.400s
10.  Hulkenberg     Sauber-Ferrari             +    56.500s
11.  Perez          McLaren-Mercedes           +  1m03.800s
12.  Vergne         Toro Rosso-Ferrari         +  1m12.600s
13.  Maldonado      Williams-Renault           +  1m33.800s
14.  Bottas         Williams-Renault           +  1m35.400s
15.  Bianchi        Marussia-Cosworth          +     1 lap
16.  Pic            Caterham-Renault           +     1 lap
17.  Chilton        Marussia-Cosworth          +     1 lap
18.  van der Garde  Caterham-Renault           +     1 lap

Giro più veloce Vettel, 1m36.808s

Ritirati
PILOTA         TEAM                        AL GIRO
Rosberg        Mercedes                     22
Webber         Red Bull-Renault             16
Sutil          Force India-Mercedes         6
Gutierrez      Sauber-Ferrari               5

CLASSIFICHE MONDIALI 

PILOTI                        COSTRUTTORI
 1.  Vettel         52        1.  Red Bull-Renault           78
 2.  Raikkonen      49        2.  Ferrari                    73
 3.  Alonso         43        3.  Lotus-Renault              60
 4.  Hamilton       40        4.  Mercedes                   52
 5.  Massa          30        5.  Force India-Mercedes       14
 6.  Webber         26        6.  McLaren-Mercedes           14
 7.  Button         12        7.  Toro Rosso-Ferrari          7
 8.  Rosberg        12        8.  Sauber-Ferrari              5
 9.  Grosjean       11       
10.  Di Resta        8       
11.  Ricciardo       6       
12.  Sutil           6       
13.  Hulkenberg      5       
14.  Perez           2       
15.  Vergne          1

 

242 Commenti

  • complimenti alla quindicesima posizione di bianchi, migliore della serie c, mai inquadrati in tutto il gp

  • giampo
    😀 siamo tutti sulla stessa barca..michelle, alla fine dove l’hai visto il gp sulla rai o su sky?

    Rai. Il cordiale saluto di Mazzoni è la mia sveglia. 😀

  • tatanka2003

    michelle

    maxalf
    Mi spiego la scelta delle mescole gialle solo perchè in… Cina (a parte la battuta è stata una pura follia da parte della pirelli). Sono convinto che la Red Bull avrebbe sofferto anche con le bianche/arancioni, così fu pure l’anno scorso. Guardate piccioncini alonzoidi che la Cina è bugiarda, l’anno scorso sembrò che la Mercedes avrebbe dominato il mondiale….e Rosberg se non ricordo male spadroneggiò ancor maggiormente di alonzo quest’anno, ora….non vorrei che foste andati in sollucchero troppo presto, i risvegli sono sempre bruschi…

    1-Nessuno qua sta festeggiando il mondiale.
    2-Se vai a guardare l’Australia anche lì la Ferrari aveva un passo gara migliore della red bull e guardando i tempi di Massa in Malesia con l’asciutto avremmo potuto giocarci il podio anche lì. La Mercedes non poteva dire lo stesso.
    3-Se vai a guardare la migliore gara della Ferrari nel 2012 (Germania) dall’ onboard e la paragoni alla Cina ti accorgerai di quanto la situazione sia diversa. L’anno scorso Alonso sembrava dover forzare ogni manovra, ogni azione fuori dall’ ordinario (sorpassi, traiettorie particolari) era accompagnata da correzioni, quest’anno la Ferrari sembra parte del corpo del pilota, ogni azione viene fluida e naturale, tanto da apparire semplice.
    4-La Mercedes non era affatto male a inizio anno (pole di Schumacher e secondo posto di Rosberg a Montecarlo), poi si è persa nello sviluppo sbagliato.

    QUOTONE!!!

  • maxalf
    Mi spiego la scelta delle mescole gialle solo perchè in… Cina (a parte la battuta è stata una pura follia da parte della pirelli). Sono convinto che la Red Bull avrebbe sofferto anche con le bianche/arancioni, così fu pure l’anno scorso. Guardate piccioncini alonzoidi che la Cina è bugiarda, l’anno scorso sembrò che la Mercedes avrebbe dominato il mondiale….e Rosberg se non ricordo male spadroneggiò ancor maggiormente di alonzo quest’anno, ora….non vorrei che foste andati in sollucchero troppo presto, i risvegli sono sempre bruschi…

    1-Nessuno qua sta festeggiando il mondiale.
    2-Se vai a guardare l’Australia anche lì la Ferrari aveva un passo gara migliore della red bull e guardando i tempi di Massa in Malesia con l’asciutto avremmo potuto giocarci il podio anche lì. La Mercedes non poteva dire lo stesso.
    3-Se vai a guardare la migliore gara della Ferrari nel 2012 (Germania) dall’ onboard e la paragoni alla Cina ti accorgerai di quanto la situazione sia diversa. L’anno scorso Alonso sembrava dover forzare ogni manovra, ogni azione fuori dall’ ordinario (sorpassi, traiettorie particolari) era accompagnata da correzioni, quest’anno la Ferrari sembra parte del corpo del pilota, ogni azione viene fluida e naturale, tanto da apparire semplice.
    4-La Mercedes non era affatto male a inizio anno (pole di Schumacher e secondo posto di Rosberg a Montecarlo), poi si è persa nello sviluppo sbagliato.

  • Myriam F2013

    maxalf
    Mi spiego la scelta delle mescole gialle solo perchè in… Cina (a parte la battuta è stata una pura follia da parte della pirelli). Sono convinto che la Red Bull avrebbe sofferto anche con le bianche/arancioni, così fu pure l’anno scorso. Guardate piccioncini alonzoidi che la Cina è bugiarda, l’anno scorso sembrò che la Mercedes avrebbe dominato il mondiale….e Rosberg se non ricordo male spadroneggiò ancor maggiormente di alonzo quest’anno, ora….non vorrei che foste andati in sollucchero troppo presto, i risvegli sono sempre bruschi…

    Conosci qualche piccioncino/a alonZoide che in questo blog ha parlato di titolo mondiale già in cassaforte ??

  • Da barcellona sotto pressione della redbull la pirelli non dovrebbe più utilizzare una mescola da qualifica e una media si ritorna alla situazione del 2012 quindi per vettel passato il barhain con il minimo dei danni il campionato dovrebbe mettersi decisamente meglio, naturalmente la ferrari ha il diritto di veto verso questo cambiamento in corsa della pirelli ma come per silverstone 2011 faranno la solita figura dei coioni accettando la soluzione pro-redbull, almeno questo io credo

      • ottimista lo sono solo quando le corse vanno male nei momenti positivi preferisco essere realista tendente al pessimismo

    • Se non metti il veto sei un co****ne, se lo metti sei antisportivo. Comunque vada sei un pi*la perché la red bull-fia troverà sempre il modo di far vincere chi paga di più.

      • antisportivo è cambiare le regole in corsa perchè qualcuno molto importante non riesce ad essere competitivo, avrai notato ieri alonso che con gomme molto usate faceva gli stessi tempi che facevano gli “altri”a gomma seminuova, il problema non sono le pirelli ma gli assetti troppo aggressivi di redbull e in misura forse minore delle mercedes, nel 2011 le regole non furono cambiate grazie alla sportività della ferrari, evidentemente tra sportivo e coione c’è poca differenza in questa f1

    • Mi spiego la scelta delle mescole gialle solo perchè in… Cina (a parte la battuta è stata una pura follia da parte della pirelli). Sono convinto che la Red Bull avrebbe sofferto anche con le bianche/arancioni, così fu pure l’anno scorso. Guardate piccioncini alonzoidi che la Cina è bugiarda, l’anno scorso sembrò che la Mercedes avrebbe dominato il mondiale….e Rosberg se non ricordo male spadroneggiò ancor maggiormente di alonzo quest’anno, ora….non vorrei che foste andati in sollucchero troppo presto, i risvegli sono sempre bruschi…

      • se è per quello anche in malesia la passata stagione dominarono alonso e perez, la vittoria di vettel quest’anno quindi non conta una mazza, vuoi vedere che il campionato lo vince button?

      • per questa gara, il brusco risveglio lo hanno avuto gli antiferraristi……(che goduria esagerata) più’ avanti si vedrà’………buon campionato!!!

  • In attesa delle pagelle riporto un commento letto sul sito di autosprint che mi fa pensare di avere un alter ego da qualche parte, solo che io colazione la mattina del gp sono troppo agitata per farla.
    “Ti alzi presto la domenica, fai colazione e ti piazzi davanti alla tv. Osservi tutto con attenzione e nel frattempo sale il nervosismo da partenza del gran premio. Ti ricordi di quello precedente e di quel maledetto alettone e, per scaramanzia scacci il ricordo di quel pezzo che vola in aria e la rossa che va dritta. Ecco, ci siamo, partono. Le coronarie che gridano vendetta e tu, dopo la prima curva che urli: tutto bene, secondo e terzo! Nessuna toccata, nessun incidente. Poi arrivano i sorpassi e la testa della corsa. Si però, Vettel ha le dure, “mmmmm” inizi a pensare “speriamo bene”. Ecco il valzer dei cambi gomma, i lattinari ne fanno una delle loro e il povero Webber si ritrova per campi a far cicoria causa posteriore destra: bulloni non stretti a dovere. Lì davanti altro cambio e già sai che la rossa uscirà dietro Seb. L’incubo del passato, con la lattina che si invola e tu che mastichi amaro, ritorna. Poi capisci che c’è qualcosa di diverso, e non solo perché sai che la Red Bull dovrà cambiare di nuovo, ma perché Nando recupera, recupera, recupera e in due giri, lo supera. Tutto il resto è attesa, della fine. Le paure le ricacci indietro, guasto, errore, incidente… può andare ancora tutto male. Alla fine sei lì, a vedere il conteggio dei giri fatti, che cresce, mentre la regia si concentra su Hamilton che se la vede brutta con la rimonta della lattina. Un secondo e la regia capisce che Nando è sul traguardo e stacca: siiiiiiiiiiii! Prima vittoria della stagione 2013! Finalmente urli, ti rilassi e aspetti. Il podio? L’inno? No, l’intervista ad Horner… ahhhh, finalmente una soddisfazione, almeno a “stò giro”, come si dice a Roma, quelle cavolo di ali gliele abbiamo spennate!”

  • @Redazione: sono in astinenza da pagelle. Tutto ciò è altamente demotivante…

  • raikkonen nell incidente con perez è le sue colpe…perche cerca di passare perez all esterno in un punto dove non esiste….e perche comunque perez non era doppiato

  • Sono curioso di vedere le Pagelle!! Non tanto per i piloti da podio ma per le altre posizioni!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!