Horner respinge le voci di un complotto contro Webber

15 aprile 2013 08:35 Scritto da: Davide Reinato

Il Team Principal della Red Bull ha respinto fermamente le accuse di un complotto nei confronti di Mark Webber per favorire Vettel.

webber-vettel

Per Mark Webber, il weekend del Gran Premio della Cina è assolutamente da dimenticare. Prima l’errore del team al rifornimento in qualifica, che lo ha lasciato a piedi in Q2 e l’ha fatto partire in ultima posizione dalla griglia di partenza. Poi la ruota avvitata male e il conseguente ritiro. Insomma, una gara da cancellare per l’australiano.

Mentre a Vettel tutto è andato più o meno liscio, Webber è stato spesso al centro di guasti e problemi tecnici che hanno fatto insospettire qualcuno, tanto che si è arrivato a parlare di cospirazione nei confronti dell’australiano.

Christian Horner, prontamente, ha furiosamente respinto tali accuse: “Questa è spazzatura. Basta con questa storia della cospirazione. Abbiamo due vetture e tentiamo di finire il più avanti possibile. Chi parla di complotti e cospirazioni, non sa nemmeno di cosa sta parlando. Mark sa esattamente ciò che è successo”.

Che Webber non abbia il pieno supporto della squadra, è ormai piuttosto palese. Ma da qui a parlare di un complotto nei suoi confronti è a dir poco ridicolo. Una squadra di Formula 1 investe milioni di euro all’anno per schierare due vetture e ha l’interesse di raccogliere quanti più punti possibili per vincere il Campionato Costruttori. E’ proprio quello, infatti, che alla fine decide la spartizione dei proventi dai diritti TV.

Insomma, se la Red Bull avesse voluto danneggiare Webber, avrebbe potuto mettere più carburante sulla vettura in qualifica – in modo da rallentarlo – anziché metterne di meno e fermarlo completamente…

L’australiano continua comunque nella sua vita da separato in casa e ogni giorno che passa sembra più chiaro che l’intenzione è quella di finire la stagione e migrare verso altri lidi. Per buona pace di Helmut Marko.

11 Commenti

  • In gara è stato sfigato, ed in qualifica non è la prima volta che RedBull fa il braccino con la benzina

  • In effetti è talmente fantozziano il weekend di mark che sembra improbabile che sia tutto “voluto”
    Poi, siamo solo all’inizio della stagione, sarebbe masochistico da parte della redbull “sabotare” in maniera cosi estrema un pilota che puo comunque portar punti… Poteva essere fatto apposta una strategia sbagliata, un errore tattico dai box durante la gara, non questa sequela di sfighe :)

  • Beh ! complotto e’ una parola troppo forte, ma tant’è che :
    – Webber è messo in secondo piano dal Team
    – che la concentrazione della squadra è da un’altra parte
    Vuoi come la chiamereste la situazione ? Abnegazione a 360° della squadra venso Mark ?
    La RedBull è un team che, come Vettel, che sotto pressione , ne fà peggio di bertoldo

  • CavallinoRampante
    Io sto con Horner: una cosa del genere è ai limiti della fantascienza. Come si fa a credere che la RedBull possa essere così antisportiva? Neanche se fossero stati beccati in parco chiuso a modificare gli assetti, se i loro motori avessero mappature irregolari ecc…

    comprendo la vostra indignazione per le questioni del parco chiuso e delle mappature, diciamo che è storia nota.. ma dove sta scritto nel regolamento che le ruote devono essere avvitate correttamente tutte e quattro?

  • Certo, perché nel caso fosse vero l’avrebbe detto al giornalista di turo: “sì certo è stato tutto organizzato ad arte per levarci Webber di mezzo”.

  • Sinceramente pare un po’ eccessiva anche a me la teoria del complotto, quando Webber è rimasto senza benzina l’ho pensato, potrebbero in effetti calcolato che partendo ultimo non avrebbe potuto fare a ruotate con Vettel ma nello stesso tempo arrivare a zona punti.
    Ma pensare che gli abbiano avvitato male una ruota apposta è troppo, una cosa del genere mette anche a rischio l’incolumità degli altri piloti, immaginatevi uno che arriva in pieno in rettilineo e si trova la ruota di Webber davanti………

    Che alla RedBull non siano campioni di onestà è risaputo ma che siano disposti a richiare un incidente che può anche avere conseguenze davvero gravissime è troppo!

  • CavallinoRampante

    Io sto con Horner: una cosa del genere è ai limiti della fantascienza. Come si fa a credere che la RedBull possa essere così antisportiva? Neanche se fossero stati beccati in parco chiuso a modificare gli assetti, se i loro motori avessero mappature irregolari ecc…

  • La storia del complotto è abbastanza assurda in effetti, però tutte le sfighe capitano sempre al solito noto e statiscamente è un po’ improbabile… Da quello che si è visto ieri la Red Bull deve assolutamente preoccuparsi di perfezionare e deliberare il nuovo pacchetto tecnico che a quello che si dice dovrebbe essere abbastanza radicale. La strategia rinunciataria di Vettel in qualifica (la stessa che aveva anche Webber, ma che non ha potuto concretizzare) nonchè lo svolgimento della gara, dimostrano che la Rb9 è ormai alle corde, il progetto è ormai vecchio di anni ed in questa configurazione ha raggiunto il limite delle performance. Gli altri hanno progredito molto di più coi nuovi progetti (a parte Mclaren, per ora) e il gap che le lattine è colmato. Si prospetta un’ altra prima parte di stagione a rincorrere tecnicamente gli avversari, come nel 2012, speriamo solo in un diverso epilogo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!