31 vittorie in carriera: Fernando Alonso come Nigel Mansell

17 aprile 2013 14:13 Scritto da: Alessandro Marzorati

La straordinaria vittoria in Cina, non è solo stato un grande trionfo per la scuderia di Maranello, ma rappresenta un prestigioso traguardo per Fernando Alonso, che raggiunge al terzo posto di vittorie assolute, il grande Nigel Mansell.

alonso-raikkonen-australia-podioLa Formula 1 è anche romanticismo, eroismo, che vive molto di ricordi passati, di quelle leggende che fanno sognare i tifosi e i piloti soprattutto, sempre alla caccia di nuovi record per entrare indelebilmente nella storia. Domenica scorsa, Fernando Alonso è riuscito ad entrare nella leggenda con la vittoria numero 31, vittoria che gli permette di eguagliare il record di un certo Nigel Mansell, campione del mondo 1992 con la Williams e uno degli ultimi “temerari” della Formula 1. Oltre alle vittorie, il “Leone d’Inghilterra” è entrato nella storia dell’automobilismo per la sua grinta e la sua tenacia, ma soprattutto per i suoi sorpassi al limite della fisica e del coraggio, tanto che Ayrton Senna (autore insieme a Mansell di duelli memorabili)  lo descrisse in questo modo: “Se Mansell è in giornata e ha l’auto giusta, è impossibile cercare di tenerlo dietro. Ti sorpasserà, anche sopra la testa, ma ti sorpasserà.”

Già, Ayrton Senna. Probabilmente il pilota più completo nella storia della Formula 1. E’ proprio lui il prossimo obiettivo da raggiungere per Fernando Alonso, ora a “solo” dieci vittorie di differenza. Ed eguagliare la leggenda brasiliana è un traguardo straordinario, un obiettivo che ogni pilota nasconde nel cuore già dai primi anni di kart. Basti ricordare l’emozionante reazione di Michael Schumacher, che nella conferenza stampa dopo la vittoria del Gran Premio di Monza nel 2000, alla domanda sul record raggiunto di Ayrton Senna, il campione tedesco sorprese il mondo con un lungo pianto che gli fece interrompere la conferenza. L’olimpo dei “mostri sacri” è completato da un irraggiungibile Michael Schumacher a quota 91 e da un altrettanto inavvicinabile Alain Prost, a quota 51.

Ma non dimentichiamoci di Sebastian Vettel, che a 26 anni è già a quota 27 vittorie. Schumacher e Prost sono avvisati.

96 Commenti

  • bei record!! ottenuti guidando dal 2000 al 2004 un missile piu veloce di tutte le altre auto in pista! e quelle poche volte in cui barrichello gli era davanti lo facevano rallentare!!
    quando poi è tornato per far vincere la mercedes si è preso delle sonore scoppole da rosberg!!
    è arrivato hamilton è in 3 gare ha già ottenuto piu podi di schumacher in 3 anni!
    come mai le statistiche non sono piu state aggiornate quando il crucco è rientrato in mercedes?
    schumacher sarà pure stato un pilota forte ma certamente in f1 ha sempre avuto la fortuna di trovarsi nel posto giusto al momento giusto!!

    Vettel invece ha vinto con una carriola, Hamilton ha debuttato e vinto con la Minardi… E’ uno sport motoristico, nessuno vince un titolo con la vettura più scarsa.

    • Hamilton la Minardi non l’ha mai neanche vista.

      • Ehm stavo ironizzando.
        La parte sopra era un quote , ho sbagliato qualcosa e ovviamente non era mio.
        Mi compete solo questo: “Vettel invece ha vinto con una carriola, Hamilton ha debuttato e vinto con la Minardi… E’ uno sport motoristico, nessuno vince un titolo con la vettura più scarsa”.
        Facevo riferimento a Lewisthebest.

      • Ah, pardon. 😛
        Non avevo capito il quote.

      • Nemmeno io mi ero capito! , ho cancellato o schiacciato qualcosa e ops, non c’era più il mio pensiero ma qualcosa di farneticante 😉

  • Buongiorno a tutti, scrivo il mio primo post qui nonostante vi seguo con piacere dagli arbori (del “blog”). Infatti mi sembra doveroso fare i complimenti ad una redazione giovane ma molto capace che ha avuto una grande intuizione nel creare questo meraviglioso salotto mono tematico, a mio avviso, di grande fascino ed interesse.
    Considerato poi che scrivo da Palermo, allora la soddisfazione da assiduo lettore viene arricchita da un pizzico di sano orgoglio nel vedere conterranei che producono un prodotto di qualità. Da grande appassionato di motorsport e da lavoratore nel mondo della simulazione dello stesso, avrei il piacere di commentare la gara di Alonso nel GP di Cina della passata domenica nella seguente maniera:

    1) Partenza
    2) Sorpassa tutti
    3) Sosta ai box
    4) Sorpassa tutti
    5) Sosta ai box
    6) Sorpassa tutti
    7) Sosta ai box
    8) Sorpassa tutti
    9) Distacca tutti (e dice che ne aveva di piu…)
    10) Vince

    Adesso non credo di esagerare dicendo che abbiamo assistito ad una gara di molto sopra la media, qualcosa di molto simile alle cavalcate solitarie del tedeschino nel 2011. Tutto questo in codizioni ideali e pari a tutti, senza aiuti del fato, senza problemi tecnici agli avversari, senza team orders. Meraviglioso.
    Davvero bastava una macchina quasi al pari della concorrenza per mettere nelle condizioni Alonso di puntare al titolo con grande serenità ? Gli ultimi aggiornamenti sembrano avere portato un grande miglioramento, parecchio tangibile sul giro secco, mentre non sembra una novità che la Ferrari sia il team che ha meglio compreso il comportamento delle gomme Pirelli nel suo complesso (Canada 2012 docet ?).
    Chissà se a fine stagione gioiremo insieme nel festeggiare il 16° e 17° titolo, oppure rimpiangeremo i 15 (almeno) punti lasciati nella prima curva in Malesia… Speriamo nel frattempo di assistere a gare spettacolari, almeno come l’ultima in Cina !

    • Myriam F2013

      Benvenuto nel blog e complimenti per la tua analisi da grande appassionato ferrarista !

    • Benvenuto! ^.^
      A fine 2012 lessi una frase che mi rimase impressa: “date una macchina vera ad Alonso, la merita ed il senso di impotenza svanirà: la Ferrari detterà legge”. Ecco, la gara di domenica può essere riassunta con questa frase non credi?
      Però è presto per parlare di dominanza o di mondiale, un po’ di sana scaramanzia ci vuole! 😀

  • Per Morpheus: premesso che la tua opinione è assolutamete rispettabile, siccome sei un vero tifoso ferrarista mi stupisce che, per quanto riguarda Ayrton Senna, tu non ricordi che cotanto campione ci ha negato la possibilità di vincere un mondiale (1990) a causa di una manovra dolosa (da ritiro della licenza) a Suzuka, manovra che costituì un regolamento di conti in piena regola nei confronti di prost, con successiva incredibile faccia tosta del brasiliano, che mai ammise la scorrettezza, ma anzi cercòp sempre di giustificarci con parole da Pinocchio (come ho recentemente ascoltato in una vecchia monografia munita di CD della Fondazione Senninha che avevo acquistato tempo fa).

    • Ciao Lazza crto che mi ricordo l’episodio, quel gp l’ho guardato in diretta e mi ricordo che al momento andai su tutte le furie poi dopo analizzando a freddo e sopratutto negli anni successivi mi sono convinto che Prost è stato ripagato con la sua stessa moneta per il fattaccio dell’anno prima.
      anche se purtroppo c’è andata di mezzo una ”FERRARI” ciò non toglie che questo episodio non ha intaccato la stima che ho per il compianto (almeno per me) brasiliano che reputo a mio modestissimo parere il MIGLIOR pilota di tutti i tempi anche se ha vinto ”SOLO” 3 mondiali e non 7 come Shumi.
      saluti.

  • schumifan
    comunque…sito ufficiale f1 o wikipedia non è importante…il sito migliore per le statistiche in generale è stats f1.

    Si quoto, quello è eccellente anche per me!

  • Senti lewis the best, stai parlando con uno che Senna lo venera, non so se ancora lo hai capito o se pensi che per me Ayrton non sia all’altezza di tizio o caio.
    Qui non si parla di campioni in generale, si parla di fuoriclasse, capaci di imprese fuori dall’ordinario.
    Se Ayrton aveva annusato che Schumy era uno di cui doveva preoccuparsi, perchè lui che correva in pista aveva capito che era un avversario alla sua altezza, tu definendolo una mezza tacca prima hai offeso anche la memoria di Senna.
    Poi puoi citare tutto quello che ti pare, per me Senna e Schumy sono al pari, c’è un post sotto che spiega i miei perchè, condivisibili o meno, ma è quello che penso io, stop, dov’è sta il problema?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!