GP Cina, tra statistiche e bookmakers

17 aprile 2013 08:29 Scritto da: Redazione

alonsoL’ultimo gran premio del campionato di Formula 1, svoltosi in Cina, si era annunciato caldo sul tema delle statistiche e dei pronostici. In primo luogo con le dichiarazioni di Fernando Alonso, pragmatiche come quelle di un bookmaker. Alonso infatti pochi giorni prima del Gran Premio aveva dichiarato che: “statisticamente in ogni stagione ci sono due o tre ritiri, quindi i numeri dicono che potremo avere anche un altro stop”.

Era un Fernando Alonso che quindi cercava di dare il giusto peso alle cose, evitando l’emotività, considerando anche il fatto che le simulazioni che erano state realizzate dopo la gara di Sepang, avevano ridimensionato di fatto la scelta di non rientrare ai box in quella stessa gara: pare infatti che se anche fosse rientrato ai box, Alonso sarebbe comunque giunto in nona o decima posizione, per cui quello di non rientrare ai box era forse un rischio che valeva la pena di prendere. Trapelava quindi una certa calma dal box Ferrari e soprattutto il campione Alonso aveva mostrato grande tranquillità e questo si è visto nel gran premio cinese!

Sia Alonso, sia in generale la Ferrari, non ha sbagliato nulla e fin dalla partenza si è visto che l’aria era totalmente cambiata rispetto al gran premio precedente. Alonso si è dimostrato il migliore in pista, finalmente con una vettura all’altezza del pilota e degli avversari. Ed una volta tanto Alonso ha in parte smentito le previsioni dei bookmaker, cosa che solo i campioni possono fare. I bookie, infatti, come al solito fanno anche previsioni per l’intero campionato. E prima del Gran Premio di Cina, le quote dello spagnolo della Ferrari erano molto alte: la vittoria finale (nel campionato) di Alonso veniva data 4.33, mentre Sebastian Vettel era già quotato ad 1.90.

Ma Alonso, pochi giorni prima del GP Cina 2013, aveva dichiarato che le sue chance erano intatte. Ed in effetti dopo la gara le quote dello spagnolo della Ferrari sono notevolmente diminuite ad esempio per William Hill, il bookmaker inglese che con il suo bonus scommesse è presente anche il sul mercato italiano. Adesso infatti le quote di Vettel sono salite a 2.50, mentre quelle di Alonso sono scese a 2.75: insomma, i due campioni sono ormai quasi alla pari. Più indietro seguono Raikkonen a 7.00 e Hamilton a 8.00. E gli stessi bookie che davano in vantaggio la Red Bull sulla Ferrari, rispettivamente a 1.66 e 3.50, per la vittoria nella classifica costruttori, si sono in parte ricreduti: la Red Bull è sempre in vantaggio ad 1.80, mentre le Ferrari è scesa a 2.62

4 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!