Sauber, ancora una prestazione opaca in Bahrain

20 aprile 2013 17:17 Scritto da: Ilaria Della Pepa

La Sauber arranca in Bahrain. Hulkenberg partirà quattordicesimo, mentre Gutierrez scatterà dall’ultima posizione.

sau_bahrainNon è bastato un piccolo guizzo nelle ultime libere per realizzare anche una qualifica esaltante: le due Sauber si schiereranno quattordicesima e ventiduesima sulla griglia del GP del Bahrain di domani. Hulkenberg ancora una volta davanti a Gutierrez, anche se nemmeno in questa occasione il tedesco è riuscito ad entrare in Q2. Una qualifica difficile dal punto di vista tecnico, ma complicata anche dalla penalizzazione inflitta al pilota messicano della Sauber dopo l’incidente provocato in Cina: partirà in ultima posizione e, ancora una volta, la sua corsa sarà tutta in salita.

Nico Hulkenberg ha fermato il cronometro sul tempo di 1:33:976 utilizzando un set di gomme medie, e analizza così la sua prestazione non brillantissima: “Sapevamo che sarebbe stato difficile accedere alla terza fase di qualifica oggi, ma speravo di partire più vicino alla top ten“. Le qualifiche non hanno rispecchiato i valori rassicuranti emersi durante le ultime libere, come spiega Nico: “La vettura sembrava a posto e performante stamattina, ma evidentemente il cambiamento di vento ha influenzato molto la mia qualifica“.  Il circuito di Sakhir non sembra congeniale alla C32 e Hulkenberg, pensando a domani, conclude: “Sarà una gara lunga e difficile, dove non abbiamo il passo migliore. Ma combatteremo per ottenere il miglior risultato possibile“.

La quarta qualifica di Esteban Gutiérrez non è stata molto diversa dalle precedenti tre, visto che il messicano si è nuovamente fermato in Q1 e partirà ultimo: “Non è bello partire in fondo al gruppo” spiega “ma sapevamo che questo weekend sarebbe stato difficile. Non abbiamo la velocità giusta. Abbiamo raccolto dei buoni dati nelle libere, e anche se questi non ci hanno aiutato nella preparazione della qualifica, di sicuro saranno preziosi per la strategia della gara di domani“.

Monisha Kaltenborn, Team Principal, commenta così la prestazione dei suoi due piloti: “Ci siamo migliorati via via nelle prove libere, ma non è stato sufficiente ad essere più avanti in griglia. E’ un weekend difficile per la squadra: Gutierrez deve scontare la penalizzazione e sarebbe stato utile fare un tempo migliore, Nico ha mostrato un sensibile miglioramento, pur essendo sfortunato nel concludere davvero vicinissimo agli avversari. Accettiamo questa sfida per fare del nostro meglio domani“.

Tom McCullough, Capo degli ingegneri di Pista, si concentra sulla strategia della squadra per domani: “Abbiamo molti treni di gomme nuove per Esteban, che partirà ultimo e dovrà correre una gara molto tattica. Nico aveva disputato una buona ultima sessione di libere, ma ora dobbiamo capire perchè la sua qualifica non è stata all’altezza e decidere come massimizzare il risultato domani, lottando per fare punti“.

3 Commenti

  • Ahi ahi ahi! Peccato…per una volta che Hulkenberg sembrava dovesse avere una macchina competitiva (o quasi) la sua ex scuderia riesce a piazzare entrambe le vetture in Q3!
    Peccato, perchè lui è uno dei papabili Ferrari per il prossimo anno…

    • Infatti guarda caso va via key, la Sauber scende e sale la Toro Rosso…mmmmmm questo qui la Ferrari ha sbagliato a non prenderlo, mi sa che key sarà l’erede di Byrne…
      Newey fa provincia per conto suo…

      • Non dimentichiamoci che la Toro Rosso gode dei benefici della sorella maggiore. Non penso che Morris sia male come tecnico, quest’anno ha presentato soluzioni interessanti.

        Non penso che si possa mettere Byrne in una provincia diversa di quella di Newey… hanno età diverse e forse ci si scorsa troppo facilmente cos’ha fatto quando era in piena attività.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!