Gran Premio del Bahrain 2013: Performance Report

23 aprile 2013 12:10 Scritto da: Rodi Basso

basso_intro

Cari amici di BlogF1.it, abbiamo assistito ad un week end di gara spettacolare in cui i rapporti di forza fra le squadre iniziano a delinearsi. Weekend di successo per i motorizzati Renault-Magneti Marelli (motore-Kers). Per la pole, Red Bull si conferma la squadra da battere. In gara, Vettel ed i suoi ingegneri sembrano aver capito le gomme. Mercedes e Ferrari ci sono per la pole ma soffrono in gara, soprattutto in piste come in Bahrain dove le temperature e la trazione mettono a dura prova il posteriore.

Lotus da migliorare in qualifica, ma il duo vettura-macchina è tra i più vicini alla RedBull in gara. La grande sorpresa è Force India, una squadra piccola e compatta con un propulsore che li spinge forte in tutte le condizioni. Per ora sono a 4 decimi dalla Red Bull. Quindi seguono Mclaren e Sauber e poi Williams e Toro Rosso.

Mercedes sta ripetendo lo stesso film dell’anno scorso. Gli auguro che il ritorno in Europa non li allontani dai Top Team come avvenne nel 2012. Sfortunata la Ferrari in gara. Due problemi alla gomma posteriore destra per Felipe e la rottura del sistema DRS in gara per Fernando. Forse non era da riprovare il dispositivo dopo il primo pit stop, ma l’istinto al sorpasso di un pilota del suo calibro va oltre ogni strategia o ragione. Se non avesse avuto questo problema, avrebbe lottato per il podio?

In queste prime quattro gare è in genere difficile portare nuovi sviluppi in pista. La fotografia della performance con poca benzina è come illustrata nel seguente grafico:
bah_low_fuel

Questa pista ci offre la possibilità di immaginare una “fetta” di telemetria della velocità tra la finish line (s3) e la speed trap (T). Il seguente grafico mostra come la velocità in S3 tra i top team sia molto vicina, segno che nell’uscita dall’ultima curva le squadre considerate si comportano allo stesso modo. Al contrario la top speed in questo caso è un indicatore del livello di carico, dell’efficienza, della coppia motore-kers e della scelta rapporti. L’ipotesi di base, spesso verificata, è l’assenza di scia nei giri di qualifica. Ed ecco il grafico:

Speed_Bah

Force India e Ferrari sembrano prediligere meno carico rispetto al duo Redbull e Lotus. Credo che, come quando lavoravo in Red Bull, la strategia di base sia di mantenere un’ultima marcia sempre al limite, senza lasciare nessun margine per eventuali vento e/o scia. In più il setup vettura è sempre stato indirizzato alla pole. Scelta molto rischiosa per la gara, soprattutto quest’anno.

Ora ci aspettano una ventina di giorni di pausa prima di Barcellona,  la pista del “bentornati in Europa”. A caratterizzare questa gara saranno i nuovi sviluppi, la potenza per il rettilineo e la trazione. E poi le temperature dell’asfalto che, ancora una volta, decideranno la performance di quei Team più sensibili a questa variabile.  Sarò lì in pista a cogliere spunti interessanti da condividere con Voi!

Vi ringrazio sempre per i vostri commenti, spero di poter rispondere a tutti.

 

English Version

83 Commenti

  • Visto che manca ancora tempo alla gara in Spagna mi sono divertito facendo un po di conti:

    Tempo perso dal 5° al settimo giro

    Vettel:
    5) 1:41.600
    6) 1:41.569

    Alonso:
    5) 1:42.641
    6) 1:42.246

    Primo pit stop Vettel tempo totale percorrenza pit lane:

    21.660

    Primo e secondo pit stop Alonso tempo totale percorrenza pit lane (senza considerare il tempo perso sul giro):

    23.055 +
    21.436 =
    44.491

    In totale, Alonso, solo con il pit stop in più avrebbe perso più di 25 secondi, senza considerare i tempi di percorrenza sul giro con il DRS aperto nei giri 7 e 8

    Solo considerando questi dati che, giova ricordarlo, non si tratta di se o ma, ma di dati obiettivi, senza considerare le incognite dovute al maggior consumo gomme al fatto di aver dovuto stravolgere la strategia o al tempo perso nelle “mission impossible” dei sorpassi senza DRS, Alonso sarebbe arrivato fra il terzo ed il quarto posto, ci credo che in Ferrari sono ancora ottimisti.

  • tatanka2003

    maxleon

    resteka
    mah …. anche mia nonna se avesse le ruote assomiglierebbe ad una cariola , signori con i se e con i manon si fanno punti ed Alonso continua a fare minchiate altro che Miglior pilota… Alonso e’ stato passato da Vettel come un doppiato , e dopo pochi giri aveva gia’ un ritardo importante …Alonso non credo fosse in grado in questa gara di infastidire Vettel che ha davvero nei primi giri fatto un altro mestiere

    Bella questa, ammesso che Alonso fosse più lento di Vettel, dove sarebbe la minchiata che ha fatto????
    Passato da Vettel come un doppiato??? Ma la gara l’hai vista? Hai visto che Vettel ha sorpassato Alonso quando lui è andato sul cordolo solo per difendersi???
    Ed infine mi compiaccio con te che sai vedere chi è il più forte solo osservando i primi cinque giri che un pilota fa, peraltro senza sapere se era già in difficoltà.
    Qui non si tratta di se e di ma, ma Alonso, senza DRS, sempre in scia e con quasi due pit stop in più ha ottenuto lo stesso risultato di un Webber che non ha avuto il benchè minimo problema è questa la realtà non scriviamo scempiaggini.

    maxleon, hai ragione, ma purtroppo la matematica non è un’ opinione, Alonso è molto dietro in classifica, e con i ‘se’ e con i ‘ma’ non si arriva a vincere il mondiale è un fatto! Poi che si rompa un pezzo da 1 € o da 100.000 € fa poca differenza, di fatto un pezzo si è rotto… Oltretutto, cosa che non ha detto nessuno, Alonso non poteva aspettare il cambio gomme per sistemare l’alettone, perchè sarebbe andato incontro ad una penalità SICURA!!! Dovevano chiudere l’ala subito… Iniziato molto male questo campionato, molto molto molto male, per errori propri e non per le solite magagne di inciuci regolamentari che OLTRETUTTO ARRIVERANNO PUNTUALI A META’ CAMPIONATO e allora ADDIO…

    • Guarda, lascia stare la classifica, quest’anno le cose sono diverse dall’anno scorso:

      Ritornando alla matematica, nello stesso momento in cui scrivevi ho anche io postato un calcoletto che mette in luce il motivo per cui bisogna essere ottimisti.

      Anche in un’altra occasione ho avuto modo di parlare del potenziale della F138 e mi ripeto ora:

      Pat Fry prima ancora dell’inizio di questo campionato disse, senza mezze misure, che la Ferrari era indietro con lo sviluppo aerodinamico per il progetto 2013, la stessa cosa la dissero in RBR, dove diedero la colpa di questo ritardo al fatto che avevano dovuto lottare fino all’ultimo giorno nel campionato 2012, ma se esteriormente la situazione può apparire analoga, io non posso fare a meno di notare che la F138 è si una evoluzione della F2012, ma completamente rivista in quasi tutti i settori, mentre la RB9, non è altro che l’evoluzione dell’evoluzione delle vetture precedenti , per cui potenzialmente, la rossa ha un margine di sviluppo molto più elevato. Poi c’è la questione 2014, perchè saranno molte le scuderie che dovranno, causa forza maggiore, abbandonare lo sviluppo della vettura 2013 per dedicarsi a quella del 2014, tranne la Ferrari che al progetto 2014 ha un’intera squadra che si è sdoppiata e si dedica unicamente a quello, come si colloca la RBR in questo??? Sicuramente finora nulla è trapelato, ma sappiamo bene qual’è il metodo di lavoro di Newey che accentra tutto su di se e sinceramente non mi sembra che abbia poteri sovrumani per poter curare contemporanemente due progetti al 100% delle possibilità.

      Credo quindi che tutti, confidino tantissimo nello sviluppo della F138, lo hanno fatto e detto già dall’inizio del campionato e senza i noti problemi di correlazione dati fra pista e galleria del vento, sembra che la F138 reagisca molto bene, quindi qualche asso nella manica sicuramente ce l’hanno, inoltre sembra che per Barcellona non faranno prove libere “in bianco”, è previsto anche il recupero delle prove in aria libera che furono rinviate tempo fa e se tanto mi da tanto, avranno, quindi, anche la possibilità di lavorare in scioltezza per il prossimo GP.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!